• Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Mostre ed eventi // Pagina 140 di 216
31.10.2010 # 1712

Ilas Web Editor // 0 comments

Milano | Loretta Lux. Photographs

Fino al 31/10/2010

Pittura o fotografia? Loretta Lux, artista originaria di Dresda, fotografa e dipinge bambini fuori dal tempo, perfetti, con occhi inespressivi, li trasforma in altre immagini scontornandoli. Immagini che sembrano appartenere ad un mondo di favola, perduto nei sogni e nella memoria.  I personaggi appaiono enigmatici ed inquietanti, i colori freddi e impeccabili. Le proporzioni dei protagonisti delle foto si mostrano alterati in un mix di fotografia, pittura e tecniche digitali, calati in un’atmosfera sospesa e irrisolta. Le fotografie di Loretta Lux, ospitate in una mostra presso la galleria milanese Carla Sozzani, sono un’ulteriore dimostrazione di come oggi, la fotografia, rappresenti una tecnica artistica aperta e suscettibile a tutte le sperimentazioni tecniche e visive possibili. Senza dimenticare che, Lux prima di approdare alla fotografia ha studiato pittura e questo lo si può ben vedere nella maestria con cui esegue le sue opere.

28.10.2010 # 1724

Ilas Web Editor // 0 comments

Shangai | Little worlds – Shangai. Fotografie di Thomas Weuthen

Fino al 28/10/2010

E’ con una nuova tecnica digitale, l’Hdr, Hig dynamic range che Thomas Weuthen, fotografo tedesco di fama internazionale, ha realizzato le 10 immagini esposte alla galleria Fu Xin di Shangai. La tecnica è utilizzata soprattutto nella computergrafica e nelle fotografia. In particolare è ottima per la proiezione stereografica con il paesaggio a 360 gradi. Weuthen , che ha viaggiato in Cina e ha conosciuto le megalopoli cinesi sin da bambino, capitano dell’esercito con un master in ingegneria meccanica è un artista preciso e pignolo che combina tecnologia, arte, gusto per l’esplorazione. Per le sue foto usa una Nikon D3x e nelle sue opere è racchiuso tutto ciò che un una città può entrare, ma in una sintesi estrema. In questa sintesi, una linea che chiude il corpo della città in un cerchio simile a quello formato da un occhio umano ( o l’occhio digitale della camera, poco importa), c’è una città dove tutto si fonda: bellezza, brutture, vecchio e nuovo. Ma la storia e la cultura, le tradizioni sembrano spazzate via dal nuovo, in un contesto, come quello di Shangai, dove tutto è in continua costruzione e trasformazione. Da qui nasce il senso di spaesamento dell’artista e nascono le sue visoni di città, che potrebbero essere associate visivamente alle città invisibili di calviniana memoria, per citare un raffronto fatto in proposito dalla rivista Arte.

24.10.2010 # 1772

Ilas Web Editor // 0 comments

Milano | Art For Business Forum. Bello, giusto, efficace.

Dal 22/10/10 al 24/10/10

Qual è il ruolo che le arti possono avere nei vari contesti organizzativi? Cosa può essere, in questo contesto, bello, giusto ed efficace? Questo è il quesito al centro della terza edizione di Art For Business Forum, due giorni di confronto internazionale per comprendere i reali vantaggi di aprire le organizzazioni ai linguaggi artistici della contemporaneità. Organizzata alla Triennale di Milano si potrà inoltre usufruire di guide d’eccezione per visite guidate all’interno del museo. La partecipazione è gratuita. Per visionare il programma completo, che comprende forum, discussioni, eventi e workshop, collegarsi al sito dedicato. Le “guide”, nonché relatori del forum saranno: Gabriella Belli, Simonetta Bonomi, Valeria Cantoni, Germano Celant, Mariano Corso, Laura Curino, Marco De Guzzis, Raffaella Delcò, Michele De Lucchi, Ferdinando Faraò, Howard Gardner, Debora Hirsch, Laurel Humble, Maurizio Maggiani, Alessandro Mendini, Alfredo Mugellini, Amir Parsa, Leonardo Previ, Davide Rampello, Mario Resca, Luigi Rovati, Pier Luigi Sacco, Severino Salvemini, Catterina Seia Marocco, Anna Simioni, Carlo Sini, Marino Sinibaldi, Francesco Starace, Fabio Vacchi, Dario Villa. Questi i titoli dei percorsi guidati all’interno della Triennale.
SPIRITUALITÀ | Che cosa si nasconde dietro la materialità degli oggetti?
RELAZIONI | In che modo gli oggetti influenzano e definiscono le nostre relazioni?
IDENTITÀ | In che modo gli oggetti influenzano e definiscono la nostra identità?
VALORE | Qual è il valore immateriale degli oggetti?
PROCESSI | Come nasce un nuovo oggetto?

17.10.2010 # 1758

Ilas Web Editor // 0 comments

Londra | Frieze Art Fair

Fino al 17/10/2010

Dal 14 al 17 ottobre 2010 sarà possibile tuffarsi in una delle più prestigiose fiere d'arte mondiali, che ospita 137 gallerie e più di mille autori, alla ricerca del nuovo Cattelan. Perché le fiere d'arte sono così importanti? Perché l'arte produce denaro, come qualsiasi altro prodotto sul mercato. L'arte ha un suo mercato e si cercano incessantemente emergenti su cui puntare, quindi le mostre sono qualcosa di necessario per collezionisti e appassionati d'arte, ma non solo, anche per giovani artisti che vogliono farsi un'idea delle tendenze del momento. Frieze è, infatti, la fiera più trendy dell'autunno e si inaugura nei padiglioni di Regent's Park In più, presente una sezione, Frame, dedicata alle gallerie più giovani che espongono il loro artista di punta. La fiera londinese è ormai collaudata, le previsioni sono buone e le novità tantissime.

17.10.2010 # 1618

Ilas Web Editor // 0 comments

Stoccolma | Ettore Sottsass. Smalti 1958

Fino al 17/10/2010

Dall’11 giugno, la Kulturhus di Stoccolma dedica al grande designer Ettore Sottstass, scomparso nel 2007, un’interessante esposizione di circa 70 pezzi originali. Sottstass è stato per anni il designer ufficiale di Olivetti, artefice della celebre macchina da scrivere Valentina. La mostra svedese contempla inoltre schizzi autografi, copie eliografiche colorate con pastelli vividi, tutto basato sul tema centrale dello smalto. Lo smalto è frutto di una tecnica piuttosto complessa, poco adatta alla produzione in serie tipica dell’era industriale, ma perfetta per esprimere l’estro creativo e l’unicità del design che Sottstass imprime ad ogni pezzo. Il bello di questa mostra è proprio nell’esposizione di quelle che si possono considerare tutte le vite dello smalto, attraverso le forme, i colori e il design, con il segno unico e geniale di Ettore Sottstass. Gran parte delle opere qui presenti appartengono al Centro Studi e Archivio della Comunicazione ( CSAC) di Parma.