• Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Attività didattiche // Pagina 3 di 38
20.07.2016 # 4592

Ilas Web Editor // 0 comments

20 luglio 2016 / Evento Ilas: Martin Benes
4 workshop frontali da 2 ore ciascuno

Il 20 luglio alla ilas

Alla ILAS il 20 luglio 2016 dalle 09.30 alle 19.00 quattro workshop frontali con Martin Benes, Adobe Acp e Photoshop beta tester, founder di Creative Pro Show:
 
Workshop 01 / Ore 9,30-11,30 / Euro 20,00
SVILUPPARE I FILE RAW
Come sviluppare correttamente un file Raw usando gli oggetti avanzati / Il workflow corretto di lavoro


Workshop 02 / Ore 11,30-13,30 / Euro 20,00
SCONTORNI COMPLESSI

Scontorni complessi di ogni tipo: tecniche pratiche per scontornare tutto, compresi i capelli e la peluria complessa


Workshop 03 / Ore 15,00-17,00 / Euro 20,00
LE REGOLE DEL COMPOSITING

Le regole dei compositing realistici che devi conoscere / Compositing ed effetti speciali /  Compositing realistici e tecniche di color grading 


Workshop 04 / Ore 17,00-19,00 / Euro 20,00
IL RITOCCO DELLE AUTOMOBILI

Tecniche essenziali per il ritocco delle automobili



Martin Benes

Creative Retoucher e Istruttore di Photoshop, lavora su commissione per clienti di tutto il mondo come freelance da oltre 16 anni. Attualmente vive tra Roma e Cape Town in Sud Africa.

Viaggia il mondo, per portare la sua comfort zone ai limiti e imparare sempre qualcosa di nuovo. Behance Ambassador, X-Rite Coloratti e Adobe ACP, parla 5 lingue in modo fluente e con impegno quotidiano, ormai da 10 anni, sta innovando nel ramo della formazione portando il meglio, del settore creativo, al grande pubblico. E' facile incontrarlo in un bar, mentre disegna sul suo moleskin e gusta un buon cappuccino.



Workshop 1 / Sviluppare i file RAW

Come sviluppare in modo corretto un file raw e tutto quello che devi sapere su un corretto flusso di lavoro, sfruttando la potenza dei file "grezzi".


SCHEDA SINTETICA

Orario: dalle 09,30 alle 11,30

Location: Napoli

Docente: Martin Benes / Adobe Acp / Xrite Coloratti / Behance Ambassador / Photoshop Instructor

Attestato: Ilas

Quota singolo evento: euro 20,00 iva compresa

Bundle Special All Day: euro 60,00 iva compresa




Workshop 2 / Scontorni complessi

Da oggi non dovrai più preoccuparti di dei peli svolazzanti. Spiegheremo le tecniche che ogni retoucher e fotografo dovrebbero conoscere per non avere paura dei capelli e della peluria complicata.


SCHEDA SINTETICA

Orario: dalle 11,30 alle 13,30

Location: Napoli

Docente: Martin Benes / Adobe Acp / Xrite Coloratti / Behance Ambassador / Photoshop Instructor

Attestato: Ilas

Quota singolo evento: euro 20,00 iva compresa

Bundle Special All Day: euro 60,00 iva compresa




Workshop 3 / Le regole del compositing

Tecniche pratiche per rendere i tuoi compositing e i tuoi progetti creativi realistici e integrati alla perfezione. Comprensione completa delle luci, ombre, piani, prospettive e integrazione degli elementi in una scena.


SCHEDA SINTETICA

Orario: dalle 15,00 alle 17,00

Location: Napoli

Docente: Martin Benes / Adobe Acp / Xrite Coloratti / Behance Ambassador / Photoshop Instructor

Attestato: Ilas

Quota singolo evento: euro 20,00 iva compresa

Bundle Special All Day: euro 60,00 iva compresa




Workshop 4 / Il ritocco delle automobili

Tecniche professionali di ritocco automotive spiegate in modo semplice e diretto, con esempi pratici di rimozione riflessi, pulizia dell'immagine, color look e molto altro.


SCHEDA SINTETICA

Orario: dalle 17,00 alle 19,00

Location: Napoli

Docente: Martin Benes / Adobe Acp / Xrite Coloratti / Behance Ambassador / Photoshop Instructor

Attestato: Ilas

Quota singolo evento: euro 20,00 iva compresa

Bundle Special All Day: euro 60,00 iva compresa





19.07.2016 # 4610

Ilas Web Editor // 0 comments

Seminari ilas: in viaggio con Cosio, Santoni, Grizzanti.

Giovedì 30 giugno Giornata Speciale sulla Comunicazione Visiva

Giornata speciale della serie 2016 ilas dedicata alla comunicazione visiva. Una giornata intensa.

 

Dal particolare di una manciata di pixel curati e resi spettacolari da Alessia Cosio e Marianna Santoni nei primi due seminari sulle tecniche più raffinate del photo retouching, all’universo infinito della marca fatta di storie, emozioni e sogni raccontato da Gaetano Grizzanti nella lezione frontale sulla Brand Identity.

 

Se si segue la retorica metafora del bagaglio culturale, questo è un viaggio. Oltre all’approfondimento tecnico-pratico e teorico di grande spessore, ciò che apre davvero gli orizzonti è l’incontro con dei professionisti del mestiere che ti danno una visione, un souvenir di se. Non a caso guru.

 

Essere ispirati, avere una curiosità densa e l’istinto dell’esploratore. Questo ti spinge avanti verso il professionista che vuoi diventare.


ALESSIA COSIO


 

Poche parole per presentarsi. Le immagini del portfolio dicono moltissimo da se. Magia per i profani, sofisticate tecniche e complessi metodi per gli artigiani della fotografia.

 

Si, perché programmi all’avanguardia, l’altissimo potenziale degli strumenti e gli automatismi non sono abbastanza per i veri professionisti.

 

Colore, dimensione e dettaglio sono i tre fondamenti sui quali applicare tutte tecniche elaborate fatte di piccolissimi particolari da trattare con cura con pazienza alla ricerca dell’armonia del tutto, equilibrio, bellezza.

 

Il fotoritocco creativo è un’arte disciplinata. più che trasformazione è conservazione, non alterazione, ma rispetto della “materia prima”, attenzione maniacale al dettaglio, al particolare e dove, quasi più importante di ciò che va fatto, è ciò che non va fatto.



MARIANNA SANTONI


 

Annoverata tra le 54 “donne di talento” italiane dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, vincitrice del premio Pericle d’Oro come donna dell’anno, Miglior Adobe Guru 2006.

 

Il segreto di Marianna Santoni? La semplicità.

 

Visione e progettazione del flusso di lavoro. Prima della tecnica la logica, saper lavorare da professionisti considerando la tipologia del cliente, il fattore budget/tempo ed in fine la capacità personale e le aspirazioni.

 

Marianna è una donna pratica. Nel suo focus sul ritocco della pelle, non risparmia tecniche creative, innovative e smart che lei stessa ha studiato e inventato, sempre impegnata in una ricerca che spinga oltre, verso il miglioramento continuo di se stessi e del proprio lavoro.

Intelligenza, ironia, uno spirito che coinvolge, fluidifica il tempo a disposizione, che corre velocissimo pur sforato dall’entusiasmo di Marianna nel cercare di trasferire il più possibile. Non solo tecniche all’avanguardia, ma i suoi trucchi, i segreti, l’esperienza maturata sono il contenuto più prezioso del suo seminario, qualcosa di un valore speciale e del tutto esclusivo.



GAETANO GRIZZANTI


 

Ironia pungente, battute di spirito in dialetto napoletano ben interpretato, eppure niente di ciò che dice Grizzanti sul processo strategico e creativo per definire l’identità di marca può essere preso con leggerezza.

 

Piuttosto sei investito da uno strano senso di disorientamento talmente è importante, pieno e denso il contenuto del suo discorso.

Eppure tutto è tutto così chiaro, lineare, evidente.

 

Una regola basilare: empatizzare, capire il senso per scoprire cos’ha da dire la marca.

 

Il brand è un entità concettuale che non può prendere forma se prima non si trova un’idea semplice, immediata, sintetica. La comunicazione deve essere onesta, autentica, perché ancor prima dell’azienda, del prodotto, ci sono le persone, le loro aspirazioni, sensazioni, sentimenti e bisogni emotivi.

 

Necessario per un professionista andare oltre se stessi, oltre il proprio talento, per mettersi al servizio del cliente, capire i bisogni, aiutarlo e dare stimoli interessanti per prendere la decisione giusta.

 

Parole che ci sembrano note, eppure, dette dal professore hanno una solennità assoluta.



19.07.2016 # 4594

Ilas Web Editor // 0 comments

Chef Maurizio De Riggi alla ilas per uno shooting food

L’11 luglio 2016 è stata, per gli studenti del corso ilas di Fotografia Pubblicitaria, una giornata dedicata alla fotografia food.

Una giornata dedicata alla fotografia food con i piatti preparati dal pluripremiato Chef Maurizio De Riggi


Maurizio De Riggi, Chef e proprietario del ristorante Markus di San Paolo Bel Sito (Na) ha realizzato tre splendidi piatti per gli altrettanti turni di scatto degli studenti.
Classe 1987, a dodici anni si è appassionato alla cucina, trascorrendo la maggior parte del suo tempo ad osservare tutti i gesti volti a realizzare i piatti tipici della tradizione. Dopo gli studi all’Alberghiero Russo di Cicciano, stage ed esperienze diverse, approda al ruolo di Chef e realizza il sogno di aprire un locale proprio proponendo cibi ricercati senza rinunciare alla tradizione. Tra i riconoscimenti raggiunti: il Premio Chef Emergente 2015 – Il Mattino – Guida Mangia & Bevi e il Premio Miglior Ristoratore 2013 – Slow Food.



Ogni studente ha assistito dal vivo alla realizzazione e all’impiattamento realizzata dalla Chef e ha poi scattato le foto al piatto seguendo i consigli del docente Ugo Pons Salabelle e del Co-Docente Fabio Chiaese.



19.07.2016 # 4593

Ilas Web Editor // 0 comments

Workshop ilas: la moda e la fotografia secondo Ildo Damiano

La moda e la fotografia / Lo stylist e il fotografo

La moda e la fotografia
Lo stylist e il fotografo

Sono questi i temi affrontati il 13 luglio da Ildo Damiano durante il workshop tenuto alla ilas, dove gli studenti dei corsi ilas di Fotografia Pubblicitaria hanno avuto modo di conoscere e chiedere informazioni ad una delle persone più influenti nel mondo della moda.


La figura dello stylist secondo Ildo Damiano

Per Ildo Damiano, lo stylist è una persona sensibile capace di captare un momento storico, un giornalista che racconta tramite le immagini  quello che succede, anticipando e captando le mode del momento.
Inoltre questa figura deve continuamente informarsi, sapere cosa succede, seguire le collezioni dei più importanti brand di moda e conoscere la storia degli stilisti. Seguire le fashion week (gli stylist sono riconoscibili alle sfliate perchè sono quelli che sul front row hanno i block notes per segnare tutto, almeno era così prima che i cellulari prendessero il sopravvento).


Cosa nota uno stylist durante una sfilata?

Le sfilate sono il biglietto da visita della collezione di uno stilista. Uno stylist nota il mood della collezione e lo riporta sui giornali magari su articoli che raccolgono i temi comuni (es ispirazione tribale, ispirazione punk, etc). Inoltre è importante notare la selezione delle modelle per capire la tipologia di donna che lo stilista rappresenta sulla passerella. Sarà poi importante negli scatti degli editoriali di moda la scelta del volto che dovrà poi indossare quelle cose.




Il mondo dietro uno scatto e un'opzione

Ogni editoriale ha alle sue spalle il lavoro di tantissime persone: il producer, il casting editor, l’agenzia delle modelle, make up artist, hairstylist, assistenti vari, direttori del giornale e naturalmente lo stylist e il fotografo.
Si parla di opzione quando per un servizio si selezionano i professionisti giusti e si opzionano, in pratica si prenotano. In questo ambito non è sempre il primo che opziona un fotografo ad avere la sicurezza di averlo per il servizio, infatti vige la regola dell’importanza del lavoro. Sarà quasi sicuramente la richiesta più importante ed essere poi scelta. È poi lo stylist a spiegare al fotografo il tipo di foto richieste e indicargli quali saranno gli abiti selezionati per quel servizio.



Oggi funziona il lifestyle

Oggi la moda si vende grazie al lifestyle e quindi grazie ai testimonial che trasmettono un mondo con la propria faccia. Quindi i brand usano sempre persone conosciute (es. Gucci con Charlotte Casiraghi). Il mondo della moda è in continua evoluzione e la figura dello stylist e del fotografo non possono far altro che seguire le tendenze, ma con – tanti – piccoli strappi alla regola.
Perchè nella moda l’unicità ripaga, sempre.








14.07.2016 # 4591

Ilas Web Editor // 0 comments

Da settembre 2016
Storia della Grafica / Gratuito

Prenotazione riservata agli studenti di grafica ilas

Come ogni anno parte la sessione gratuita riservata agli studenti dei corsi di grafica Ilas: dal 7 settembre 2016 il nuovo corso extra di Storia della Grafica. 


Il corso, tenuto da Daria La Ragione, si articolerà in 6 lezioni da 2 ore ciascuna, dedicate allo studio dei maggiori graphic designer e dei movimenti artistici che hanno influenzato il mondo della grafica.


Una lezione a settimana per scoprire le tappe fondamentali attraverso cui la grafica si è evoluta a partire dal 1800 fino a oggi: verranno messi in rilievo i momenti in cui i grandi cambiamenti sociali, artistici e tecnologici hanno dato impulso alla comunicazione visiva trasformandola nella disciplina di primissimo piano che è diventata.


Non c'è attività che oggi possa prescindere dalla comunicazione e dalla sua espressione visiva:  il corso ne racconterà la storia e i protagonisti da Jules Cheret a Marcello Dudovich, da Bob Noorda ad Armando Testa, da Milton Glaser a Saul Bass. 

Il corso è gratuito.


Turni

Turno Gruppo-1
: mercoledì 15.00 - 17.00 
Turno Gruppo-2: giovedì 09.00 - 11.00 
Turno Gruppo-3: giovedì 11.00 - 13.00


Date del corso


Per il turno Gruppo-1 


7 settembre 2016

14 settembre 2016

28 settembre 2016

7 ottobre 2016

18 ottobre 2016

25 ottobre 2016




Per il turno Gruppo-2


8 settembre 2016

15 settembre 2016
29 settembre 2016
6 ottobre 2016
20 ottobre 2016
27 ottobre 2016


Per il turno Gruppo-3


8 settembre 2016

15 settembre 2016
29 settembre 2016
6 ottobre 2016
20 ottobre 2016

27 ottobre 2016


I moduli Extra sono dei nuovi percorsi formativi brevi, progettati per consentire agli studenti di ogni area didattica correlata di ampliare le proprie conoscenze teoriche. 
Tutti i corsi Extra sono costituiti da un unico modulo affidato a docenti laureati esperti nella materia. 

 
Gli obiettivi
L'obiettivo è di fornire una panoramica sul percorso che in poco più di due secoli ha fatto sì che la grafica evolvesse diventando una disciplina autonoma, conquistandosi un ruolo di primissimo piano nella vita quotidiana delle persone, continuamente esposte a messaggi visivi: marchi, manifesti, copertine, magazines per citare solo pochi esempi. 
Scopo del modulo è analizzare questo percorso, marcando le tappe di questa evoluzione: tappe che inevitabilmente si intrecciano con momenti di fondamentale cambiamento sociale, tecnologico e culturale. I rapporti, tra grafica, industria, arte e cultura sono il filo conduttore di questo modulo. 

Il metodo
Il corso prevede lezioni frontali di due ore ciascuna.

Inside Ilas