• Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Concorsi // Pagina 82 di 272
25.03.2013 # 2976

Daria La Ragione // 0 comments

LOGO PER LA FEDERAZIONE DEGLI ORDINI DEGLI ARCHITETTI DELLA PUGLIA

scadenza 30 aprile 2013

LA FEDERAZIONE REGIONALE DEGLI ORDINI DEGLI ARCHITETTI P.P.C. DELLA PUGLIA, IN OCCASIONE DELLA SUA COSTITUZIONE, INDICE UN CONCORSO PER L'IDEAZIONE DEL LOGO E DELL'IMMAGINE DELLA FEDERAZIONE CHE LA RAPPRESENTERANNO IN TUTTI I CONTESTI ISTITUZIONALI. IL LOGO DIVERRÀ IL SIMBOLO UFFICIALE DELLE ATTIVITÀ DELLA FEDERAZIONE E SARÀ UTILIZZATO PER TUTTE LE APPLICAZIONI PREVISTE O CHE RITERRÀ NECESSARIE.
IL CONCORSO È RISERVATO AGLI ISCRITTI AGLI O.A.P.P.C. PROVINCIALI D'ITALIA, I QUALI POSSONO AVVALERSI DI COLLABORATORI DESIGNER E GRAFICI, IN FORMA ASSOCIATIVA. LA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO AVVIENE ATTRAVERSO LA DOMANDA DI ISCRIZIONE CHE DEVE PERVENIRE ENTRO IL 30 APRILE 2013.
EVENTUALI CHIARIMENTI E QUESITI POTRANNO ESSERE RICHIESTI FINO AL GIORNO 12 APRILE 2013.
LA COMMISSIONE GIUDICATRICE ASSEGNERÀ TRE PREMI IN BASE ALLA GRADUATORIA FINALE: 1° PREMIO EURO 2000; 2° CLASSIFICATO: RIMBORSO SPESE EURO 500; 3° CLASSIFICATO: RIMBORSO SPESE EURO 300.

18.03.2013 # 2972

Daria La Ragione // 0 comments

Search and distroy

scadenza: 18 maggio 2013

È luogo comune che fare architettura contemporanea a Roma sia una missione impossibile. Ma chi, ciononostante o forse proprio per questa ragione, non ha mai sentito la voglia di  misurarsi con questa missione impossibile , per sentirsi almeno una volta nella vita pienamente Architetto, senza curarsi delle invettive del critico d’arte retrogrado o delle banalità sull’inutilità del ruolo dell’Architettura nelle parodie del comico di turno?
Se sei tra questi, ecco per te il concorso al di fuori di ogni paludamento accademico, che non chiede il parere delle Belle arti e dove finalmente tutto è possibile: anche radere al suolo il Colosseo e sostituirlo con il nuovo stadio dell’AS Roma.
Dall’ Altare della Patria alle Mura Aureliane, dalla Stazione Termini al Palazzaccio, dalla Minerva Medica alla Città Universitaria, dal Palazzo dei Congressi a quelli delle Poste, dal Foro Mussolini a Ponte Milvio coi suoi lucchetti; fino ad arrivare ai nuovi “monumenti della contemporaneità” (il Maxxi, la Nuova Stazione Tiburtina, l’Ara Pacis o la Nuvola Di Fuksas…) non tutto quello che è storico o considerato significativo necessariamente ci piace ed è bello .Come nella “lezione 21” di Baricco ogni tanto si può anche affermare senza necessariamente  passare per eretici che la Nona di Beethoven è sopravvalutata o come Fantozzi alzarsi in piedi per  togliersi la soddisfazione di dire che “La Corazzata Potemkin è una cagata pazzesca”. E poi mettersi alla prova per cercare di fare di meglio.
Partecipare è facile, basta seguire queste poche regole: individuare a propria discrezione un’architettura nella città consolidata di Roma per cui si prova una personale idiosincrasia (ma considerata significativa dall‘opinione pubblica), distruggerla e sostituirla con un’altra di nuova progettazione, purché abbia la stessa valenza e funzione. E poi, come fa dire Petrolini al suo Nerone, “Roma rinascerà, più bella e più superba che pria”.
Una proposta iconoclasta, un gioco semiserio,  probabilmente una provocazione; ma anche una riflessione sul ruolo dell’ Architettura contemporanea nella città storica e sui concetti di memoria collettiva , monumento ed identità. Perché, come dice Rem Koolhaas in Junkspace "l'identitá è una trappola in cui un numero sempre maggiore di topi deve dividersi l'esca originaria e che, osservata da vicino, forse è vuota da secoli"

18.03.2013 # 2971

Daria La Ragione // 0 comments

Logo e motto per la Ciclopista del Fiume Oglio

scadenza 5 aprile 2013

La Comunità Montana di Valle Camonica - Parco Adamello; Comunità Montana dei Laghi Bergamaschi, Comunità Montana del Sebino Bresciano, Parco Regionale dell'Oglio Nord ed il Parco Regionale dell'Oglio Sud sono gli enti promotori del bando di concorso per la realizzazione del logo/acronimo/motto che caratterizzeranno la "Ciclopista del Fiume Oglio".
L'oggetto del concorso è l'elaborazione del logo e dell'acronimo/motto che dovranno connotare graficamente e nominalmente la ciclopista del Fiume Oglio lungo il suo intero tratto (dal Passo del Tonale al fiume Po).
Essi dovranno interpretare gli elementi rappresentativi del percorso e divenire veicolo di immagine e promozione dello stesso avendo le necessarie caratteristiche di originalità, facile lettura e forza comunicativa.
Il soggetto realizzato sarà dato dall'unione di una parte figurata e di una parte scritta recante il nome della"Ciclopista del Fiume Oglio" sotto forma di acronimo e/o motto.
Il logo e l'acronimo/motto proposti dovranno essere suscettibili di uso disgiunto, di riduzione e di ingrandimento, a colori ma con possibilità di traslazione in bianco e nero, senza con ciò perdere di forza comunicativa.
Essi verranno usati per contraddistinguere tutti gli strumenti di comunicazione istituzionale, promozionale e pubblicitaria della pista in oggetto, degli enti che la promuovono e degli eventuali aventi diritto e/o autorizzati.

18.03.2013 # 2970

Daria La Ragione // 0 comments

Le vostre mura

scadenza 5 luglio 2013

Le vostre mura è un concorso fotografico aperto a tutti i giovani appassionati di fotografia under 21 (21 anni compiuti) che vogliono raccontare la propria visione delle Mura di Castelfranco Veneto attraverso una lettura che può essere descrittiva, di denuncia, artistica o spiccatamente narrativa, utilizzando le varie forme di comunicazione che permette l’attuale tecnologia fotografica.

Potranno prendere parte al concorso con ogni espressione visiva, senza limiti rispetto all’interpretazione del tema in oggetto. La partecipazione prevedere la realizzazione di un progetto visivo completo e coerente (non una singola fotografia), che si compone di una serie di scatti fotografici (min. 3 / max. 6) e di un breve testo esplicativo del progetto.
Le opere saranno valutate da una Giuria composta da esperti del settore e fotografi che hanno lasciato un segno nella storia cittadina degli ultimi 30 anni: Gianni Baccega, fondatore dell’omonimo Studio Fotografico; Giancarlo Baggio, già presidente del circolo fotografico “El Paveion”; Carlo Bragagnolo, fotografo e documentarista.

La Giuria valuterà le opere secondo criteri qualitativi e in base alla coerenza stilistica ed espressiva del lavoro, dichiarata nel progetto. Verranno quindi selezionati dieci finalisti che saranno presentati al pubblico durante la serata di premiazione presso il Teatro Accademico di Castelfranco Veneto.
Le opere verranno poi esposte presso la libreria Ubik e pubblicate in un catalogo dedicato, a disposizione presso la stessa libreria Ubik.
L’iniziativa è ad iscrizione gratuita, non vi sono limiti di provenienza geografica e l’ammissione è possibile secondo le modalità e i criteri previsti e di seguito indicati.

È possibile partecipare al concorso inviando la documentazione richiesta seguendo le indicazioni sotto riportate. Sia il bando di partecipazione che il modulo d’iscrizione sono ritirabili a mano presso il Museo Casa Giorgione.


18.03.2013 # 2969

Daria La Ragione // 0 comments

logo per la Campagna inTRATTAbili

scadenza 29 marzo 2013

Mani Tese chiede di contribuire con le loro capacità e la loro passione a sviluppare un logo per la Campagna inTRATTAbili, nata per sensibilizzare sul fenomeno del trafficking, ossia la tratta di persone a scopo di sfruttamento sessuale. Oggetto del bando è l’ideazione di un logo per identificare, rendere riconoscibile e valorizzare la Campagna inTRATTAbili di Mani Tese.
Il progetto vincitore diventerà il logo ufficiale della Campagna inTRATTAbili e sarà utilizzato su tutti i supporti della Campagna e per tutta la documentazione destinata a promuoverne le attività e le iniziative.
La scelta del logo vincente sarà effettuata da un'importante giuria, composta da esperti pubblicitari delle agenzie McCann Erickson e Saatchi & Saatchi Italy, da Mani Tese e da Giovanni Soresi, Direttore comunicazione e marketing del Piccolo Teatro di Milano, partner storico dell'Associazione.
In palio il vincitore otterrà ampia visibilità sul sito, l'esposizione al pubblico durante un evento presso il Piccolo Teatro e uno stage nel reparto marketing e comunicazione di Mani Tese.
E, last but not least, la consapevolezza di aver fatto qualcosa di socialmente utile