• Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Concorsi // Pagina 130 di 271
28.02.2011 # 1986
DOC EAT 2010

Ilas Web Editor // 0 comments

DOC EAT 2010

28/02/2011



Mangiare e parlare di cibo allo stesso tempo. Un’abitudine, a quanto pare, tipicamente italiana. Ora, questa abitudine può essere estesa in ambito visivo e documentaristico, con una rassegna di documentari cui tutti possono partecipare, purché l’opera abbia come oggetto il tema della rassegna. DOC EAT parla non solo di quello che si mangia ma anche di quello che si beve “ed è anche al dio Bacco che Doc Eat vuole estendere la sua indagine. Doc Eat prende forma dalla consolidata esperienza di Doc Fest nell’ambito della ricerca e della proposta al pubblico sul meglio delle produzioni audiovisive internazionali di grande qualità.


Doc Eat costituirà una grande rassegna che negli anni darà luogo ad una “pantagruelica abbuffata” e “gargatuesca bevuta” internazionale di immagini, colori, suoni, suggestioni. 
Doc Eat non si mangia, ma si vede, creando i presupposti per un invito virtuale alla tavola più grande e meglio imbandita del mondo. ”


Tre le categorie:


CIBO E TRADIZIONI CULTURALI ENOGASTRONOMICHE 
Raccoglie le più importanti e recenti produzioni documentaristiche legate alle culture del cibo nel mondo, al suo legame con le tradizioni popolari, ai rapporti tra cibo e cultura, cibo e storia, cibo e società.


; CIBO E MODERNITA’
Comprende le più importanti e recenti produzioni documentaristiche sul cibo, la scienza alimentare, lo sviluppo di nuovi prodotti alimentari e tecniche di preparazione e presentazione degli alimenti, la loro produzione, i rapporti tra cibo e conservazione, cibo e scienza, cibo e ambiente, cibo come medicina, cibo come politica, eccetera.


CIBO TV E NEW MEDIA
La categoria si costituisce intorno alla ricerca e alla comparazione storico antropologica fra le trasmissioni televisive sul cibo nei diversi paesi, proponendo quindi una riflessione sull’uso delle nuove tecnologie e dei nuovi linguaggi cinetelevisivi, per affrontare le tematiche legate all’universo mondo del cibo. Tematiche che ormai si stanno innestando sempre più entro percorsi web, podcasting e le mille altre forme che il mondo della comunicazione sta dandosi e creerà nel tempo, ivi compresi i documentari a vario titolo realizzati dalle grandi agenzie pubblicitarie a supporto delle proprie campagne.


Possono partecipare al Doc Eat filmati prodotti in tutto il mondo dal 2007 al 2010 che abbiano per tema l'oggetto della rassegna.

, sottotitolati se in lingua non italiana. Formati accettati: (STANDARD PAL) Betacam SP, Digital Betacam, DVD.

In più, il Festival istituisce, inoltre, un premio ai 5 migliori spot pubblicitari prodotti in tutto il mondo, sul cibo, dal 2008 ad oggi.

Tutte le sere i documentari più significativi saranno presentati e commentati dagli autori dei documentari e da autorevoli personaggi della cultura, dello spettacolo e della critica enogastronomica. Nel corso della manifestazione saranno previsti banchetti e simposi che appagheranno la “fame” del pubblico.



28.02.2011 # 2011
DOC EAT 2010

Ilas Web Editor // 0 comments

Amnesty International |
Scatta contro la discriminazione

Scade il 31/03/2011

Un concorso contro la discriminazione, un aiuto in più per contrastare e cambiare gli atteggiamenti e i pregiudizi sociali che alimentano la discriminazione nel mondo. Un concorso fotografico che è anche un modo per raccontare una società senza discriminazioni e pregiudizi. Il concorso è indetto dalla Sezione Italiana di Amnesty International, nell'ambito della campagna "Per un'Europa senza discriminazione" e ha come fine quello di ridurre la persecuzione e la discriminazione perpetrate dagli stati ai danni dei cittadini più deboli. Per partecipare occorre inviare delle immagini che contengano un messaggio positivo e che siano incentrate sull’importanza del rispetto della diversità e dei diritti di tutti. Possono partecipare tutti sopra i 14 anni di età. Ogni candidato/a potrà partecipare al concorso con un massimo di tre fotografie, ma potrà essere assegnato il premio soltanto a una singola foto. Le fotografie devono essere inviate in formato JPEG o TIF in un supporto elettronico (CD o DVD). Le foto devono avere un formato minimo di 4000 pixel con una dimensione di 30 x 40 cm. In caso di invio di foto stampate, queste devono essere di dimensione 20 x 30 cm. Dovrà essere inviato sia lo scatto originario che lo scatto post prodotto. Per l’elenco dei premi e per scaricare il modulo d’iscrizione collegarsi al sito.

28.02.2011 # 1912
DOC EAT 2010

Ilas Web Editor // 0 comments

GO GREEN !
Disegna il logo

28/02/2011

Go Green!  È la nuova sezione di Cerco di Volare, sito dedicato al business etico ed ecosostenibile. Cerco di Volare è membro del Club Imprese per la Natura del WWF, partner cioè in certificati progetti a tutela dell'ambiente e invita tutti a prendere parte a dibattiti, concorsi fotografici, rivisitazione dei siti, presentazioni di loro idee, per scrivere articoli, per votare gli aforismi più belli e altro ancora. Studenti e designer di ogni età sono invitati a realizzare un logo per la Home page del sito, che avrà i seguenti contenuti: eco consigli di rispetto ambientale e risparmio economico facilmente fruibili e che si rinnoveranno continuamente. Occorre fare un disegno a mano libera o con i tradizionali programmi di grafica. Si offre “il piacere di competere e ragionare su una causa interessante (la diffusione di valori di eco cultura), di vedere in caso il proprio logo utilizzato in una realtà imprenditoriale, una comunicazione in cui si ringrazia e si riconosce ufficialmente il creatore del logo, una serie di articoli in cui verrà citata la persona vincitrice e un set con i prodotti realizzati da Cerco di Volare, come piccolo premio. Insomma, diciamo qualcosa che potrebbe rappresentare una voce in più nel proprio curriculum e rappresentare comunque una simpatica esperienza”


28.02.2011 # 1885
DOC EAT 2010

Ilas Web Editor // 0 comments

EXAREA


28/02/2011

EXAREA è il primo concorso fotografico sul tema dell’ archeologia industriale. Le foto possono essere in B/N o colore e devono rappresentare immagini legate all’archeologia industriale presenti nel territorio. Antiche fabbriche dismesse, poli industriali che hanno caratterizzato un certo territorio, la sua storia sociale e culturale, fabbriche abbandonate, vecchi mulini o centrali in disuso. Il territorio italiano pieno di testimonianze di questo tipo che possono essere raccontate in maniera interessante, cogliendo il passaggio da una società contadina ad una società industriale e post industriale. Il concorso, promosso dall’associazione Culturale Feudo Ron Alfrè, nasce dallo studio della piana del fiume Sele, che, in provincia di Salerno, da Battipaglia si estende verso sud fino a Paestum. “Il legame profondo con le nostre radici ci ha portato a studiare ed approfondire la storia antica e recente del nostro territorio, concentrando la nostra attenzione sulla sua vocazione agricola, un rapporto, quello con la terra, che è stato ed è al tempo stesso privilegio, fertilità, ricchezza ma anche fatica, dolore, fallimento. Dall’inizio del ‘900 fino quasi alla fine del secolo è stata, fra le tante, la coltivazione del tabacco, a lasciare tracce architettoniche importanti. Insediamenti che sono ancora presenti sul territorio in condizioni di abbandono quasi totale ma che conservano intatto il fascino che la storia ha impresso su queste aree che un tempo erano un intenso brulicare di attività umana. Tutto il territorio, italiano ed europeo, è disseminato da strutture, ora abbandonate, che raccontano la storia del lavoro dell’uomo. Realtà diverse tra loro: le grandi aree urbane connotate da insediamenti industriali abbandonati, ma anche ex aree ospedaliere, stazioni ferroviarie, luoghi altrettanto importanti sotto il profilo storico, antropologico ed economico. Nasce da queste osservazioni l’idea di EXAREA un concorso fotografico aperto a fotografi italiani ed europei che vuole attraverso la fotografia rendere testimonianza di questo enorme patrimonio storico ed architettonico che ha caratterizzato la storia moderna delle nostre società” Ogni autore potrà partecipare con un massimo di 4 (quattro) opere che dovranno essere presentate stampate su carta fotografica. Sul retro della foto dovrà essere applicata una etichetta recante nome e cognome dell’autore, suo indirizzo, telefono, e mail. Luogo e data dello scatto. Le foto dovranno essere fornite anche in formato digitale su CD-ROM. Le stampe dovranno avere il formato di cm 30 x 40. Sono ammessi formati inferiori purché montati su cartoncino di dette dimensioni. I formati fotografici digitalizzati devono essere presentati su CD-ROM secondo i seguenti formati: TIFF, o JPG, risoluzione 300 dpi e dimensioni 15x20 cm e in quadricromia(CMYK). Nel plico dovrà essere inserita una fotocopia della ricevuta del versamento della quota di iscrizione e la scheda di partecipazione debitamente compilata. Non saranno accettate immagini con vistosi interventi di post-produzione. Previsti tre premi in denaro per i primi tre classificati.


28.02.2011 # 1878
DOC EAT 2010

Ilas Web Editor // 0 comments

Crosstalk video art
Festival

28/02/2011

Il Crosstalk video art festival è un festival tutto dedicato alla Video Arte e rivolto ad artisti di ogni età e nazionalità,. Si possono inviare fino a tre opere, realizzate a partire dal 1 gennaio 2008, coperte da copyright e realizzate esclusivamente dall’artista. Il soggetto/tema delle opere è completamente libero.  Oltre a compilare la scheda d’iscrizione sul sito, occorre inviare le opere inDVD o video MPEG2 file scritto su un DVD. Il tempo di esecuzione dell'opera non deve superare i 15 minuti. In più, occorre indicare sui DVD il titolo dell'opera, anno di produzione, la durata e il nome del regista e la risoluzione deve essere di 16:9 o 4:3. Le opere non in lingua inglese vanno sottotitolate. Al tutto va allegato un CD con una breve biografia dell’artista, altre due immagini dell’opera e un elenco delle proiezioni e dei lavori precedenti. Il sito mette a disposizione un file per scaricare tutto il materiale. Il festival si terrà nel giugno 2011 a Budapest, paese ospite di quest’anno sarà l’Austria.

28.02.2011 # 1868
DOC EAT 2010

Ilas Web Editor // 0 comments

EXPOSÉ 9: Call for
Entry

28/02/2011

Ogni anno Ballistic Publishing ripropone con un contest l’Artbook per celebrare il talento creativo delle più belle opere d’arte digitale del mondo. Una nota, divertente e interessante rivista famosa per le sue pubblicazioni di arte digitale, offre la possibilità di vedere il proprio lavoro pubblicato in copertina o sulle pagine interne della rivista. Celebre per la pubblicazione delle più belle opere di arte digitale, Ballistic Publishing ripropone per il nono anno EXPOSÉ e offre agli artisti la possibilità di godere di una grande visibilità mondiale. Si possono inviare immagini realizzate con qualsiasi applicazione o illustrazione 3D o 2D, manipolate digitalmente con Photoshop o altro. Si possono inviare, inoltre, immagini d’arte digitale crerate ad uso commerciale o per proprio piacere personale. Per dettagli e info consultare il sito.