• Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Primo piano // Pagina 1 di 33
17.12.2015 # 3938
I corsi di Fotografia ilas a partire da 290,00 euro al mese

Ilas Web Editor // 0 comments

I corsi di Fotografia ilas a partire da 290,00 euro al mese

Nei corsi di Fotografia scegli la formula più conveniente

llas ha introdotto una importante novità  per consentire a tutti di partecipare ai corsi di fotografia, grazie alla scelta di differenti formule studiate per venire incontro alle esigenze degli studenti.

Due tipologie di corso tra cui scegliere e la possibilità di usufruire del prezzo più conveniente.

2 FORMULE, FULL O STANDARD

Ilas propone il nuovo corso di fotografia pubblicitaria in due configurazioni, Full e Standard

Il corso Full  / 330,00 euro mensili

2 lezioni settimanali di Fotografia
1 lezione settimanale di Adobe Photoshop per la postproduzione
4 workshop sulla foto di moda
modulo Plus di Reportage
modulo extra di Storia della Fotografia
modulo extra di Critica della fotografia
2 workshop di Ripresa Video DSLR
1 workshop sulla color correction
1 workshop sull'high-end retouching

Il corso Standard / 270,00 euro mensili

2 lezioni settimanali di Fotografia
modulo Plus di Reportage
modulo extra di Storia della Fotografia
modulo extra di Critica della fotografia

In entrambe le configurazioni il modulo di Fotografia Pubblicitaria (176 ore), tenuto a seconda delle sessioni da Ugo Pons Salabelle o da Pierluigi De Simone,  è il medesimo: stessi argomenti, stessi contenuti teorici, stesso numero di ore dedicato alle sessioni di shooting per garantire un elevato livello di preparazione su tutti gli argomenti e le tecniche legate alla professione di fotografo pubblicitario.

Il corso Full aggiunge ad una preparazione  eccellente un ulteriore arricchimento del percorso formativo con la terza lezione settimanale dedicata esclusivamente alla postproduzione, il trattamento professionale delle immagini (sviluppo e fotoritocco) con il software professionale Adobe Photoshop, insegnato dai più noti docenti certificati ACI (Adobe Certified Instructor) da Adobe. Completano la formazione il modulo di Reportage,  lezioni extra facoltative di Storia della Fotografia e Critica della Fotografia, 4 workshop sulla fotografia di moda in sala posa, i 2 workshop di Ripresa Video con DSLR Camera, gli incontri sulla Color Correction e sull'High-end retouching. 





SCEGLI LA FORMULA E LA FASCIA ORARIA PIU' CONVENIENTI


Confronta la tua scelta con lo schema che ti proponiamo in basso: avrai la possibilità di frequentare  il corso di Fotografia STANDARD a 270,00 euro mensili.

CORSO STANDARD
176 ore / 270,00 mensili

DOCENTI

A) TEORIA E TECNICHE DELLA FOTOGRAFIA PUBBLICITARIA
UGO PONS SALABELLE O PIERLUIGI DE SIMONE

B) SALA POSA: STILL LIFE, BEAUTY, FASHION, FOOD
UGO PONS SALABELLE O PIERLUIGI DE SIMONE - CODOCENTE FABIO CHIAESE

C) STORIA DELLA FOTOGRAFIA 
DARIA LA RAGIONE

D) CRITICA DELLA FOTOGRAFIA
FEDERICA CERAMI


CORSO FULL

252 ore / 330,00 euro mensili


DOCENTI


A) TEORIA E TECNICHE DELLA FOTOGRAFIA PUBBLICITARIA
UGO PONS SALABELLE O PIERLUIGI DE SIMONE

B) SALA POSA: STILL LIFE, BEAUTY, FASHION, FOOD
UGO PONS SALABELLE O PIERLUIGI DE SIMONE - CODOCENTE FABIO CHIAESE

C) POSTPRODUZIONE IN ADOBE PHOTOSHOP
ELISABETTA BUONANNO (ACI ADOBE)

D) STORIA DELLA FOTOGRAFIA 
DARIA LA RAGIONE

E) MODULO INTEGRATIVO DI REPORTAGE
MARIO LA PORTA

F) WORKSHOP DI RIPRESA VIDEO CON FOTOCAMERA DSLR
GIULIANO CAPRARA

G) WORKSHOP SHOOTING VIDEO DSLR
CLAUDIO D'AVASCIO

H) CRITICA DELLA FOTOGRAFIA
FEDERICA CERAMI

I) WORKSHOP COLOR CORRECTION
MARCO OLIVOTTO

L) WORKSHOP HIGH-END RETOUCHING
MARTIN BENES

M) WORKSHOP FOTOGRAFIA DI MODA 




IL CORSO DI FOTOGRAFIA PUBBLICITARIA
Il Corso A04 di Fotografia Pubblicitaria è un percorso formativo sviluppato dalla Ilas con la consulenza tecnica di Ugo Pons Salabelle, fotografo pubblicitario professionista di fama nazionale, in collaborazione con  Pierluigi De Simone, fotografo pubblicitario professionista  co-Direttore dello Studio fotografico Rotili De Simone.
Docente dei workshop di Fotografia di Moda è Salvio Parisi mentre il modulo di Storia della Fotografia è tenuto da Daria La Ragione.

La struttura del corso abbina  lezioni frontali sulle tecniche fotografiche, alla sperimentazione e all’approfondimento della pratica, attraverso due laboratori: il principale, di fotografia, durante il quale gli allievi si eserciteranno nelle tipologie di scatto più richieste nell’attività lavorativa (still life, food e fotografia di moda) e l'altro di computer grafica, sui nuovissimi  iMac  per l'apprendimento del fotoritocco e della post-produzione con il software Adobe Photoshop affidato ai più qualificati docenti ACI e ACE Adobe.





04.11.2016 # 4697
I corsi di Fotografia ilas a partire da 290,00 euro al mese

Paolo Falasconi // 0 comments

Alla ilas un anno di Contest sulla Comunicazione Visiva

L'elenco completo dei contest di grafica, pubblicità e fotografia dedicati agli studenti dei corsi ilas

Un elenco di tutti i contest originali ilas pensati per gli studenti dei corsi di grafica, pubblicità, fotografia per l'anno accademico 2016.

 18 febbraio 2016

DISEGNA LA COPERTINA DELL’AGENDA ILAS 2016
Categoria: Graphic design
Termine del contest: 11 marzo 2016
Premiazione: 15 aprile 2016
Vincitori: 
ERICA FIERRO - 1° CLASSIFICATO ASSOLUTO
NICOLA DELLA PORTA - 2° CLASSIFICATO
MARINA CARDONE - 3° CLASSIFICATO


18 febbraio 2016

LED IT BE 2016
Categoria: Advertising
Termine del contest: 11 marzo 2016
Premiazione: 15 aprile 2016
Vincitori: 
ELEONORA PREZIOSI - 1° CLASSIFICATO DEL GRUPPO A (Docente A. Cocchia) 
FEDERICA BOCCIA 1° - CLASSIFICATO DEL GRUPPO B (Docente N. Cozzolino)
GIOVANNA MARSILIO E ILARIA MAURIELLO - 1° CLASSIFICATO DEL GRUPPO C (Docente A. Leone)
Segnalazione speciale per il miglior progetto grafico: DANILO AMATO E MARTINA BISCEGLIA




09 marzo 2016

PROGETTA LA COPERTINA DI UN LIBRO LUPETTI
Categoria: Graphic design
Termine del contest: 21 marzo 2016
Premiazione: 18 aprile 2016
Vincitori: 
AMEDEA SCARDUELLI - 1° CLASSIFICATO ASSOLUTO 
 


18 marzo 2016

LIFE IN VEG
Categoria: Advertising/Graphic Design
Termine del contest: 16 aprile 2016
Premiazione: 15 maggio 2016
Vincitori: 
ANTONIO MOLA E NICOLA LANDI 1° Classificato e vincitore assoluto Gruppo A (Docente Alessandro Cocchia)
ALESSANDRA MASULLO E ROBERTO ACAMPORA 1° Classificato Gruppo B (Docente Nicola Cozzolino)
GIOVANNA MARSILIO E ILARIA MAURIELLO 1° Classificato Gruppo C (Docente Alessandro Leone)


19 maggio 2016

AMNESTY INTERNATIONAL - SOS EUROPE
Categoria: Advertising
Termine del contest: 10 giugno 2016
Premiazione: 24 giugno 2016
Vincitori:
PAOLA DE ROSA – ANGELA LA ROCCA 1° classificato e vincitore assoluto
ROBERTO ACAMPORA - 2° Classificato
RAFFAELE CAFIERO - 3° Classificato


01 luglio 2016
STEFANO PATRIARCHI JEWEL DESIGNER
Categoria: Fotografia
Termine del contest: 29 luglio 2016
Premiazione: ND
Vincitori: ND


10 luglio 2016
ENERGY TO DRINK
Categoria: Advertising
Termine del contest: 16 settembre 2016
Premiazione: 23 settembre 2016
Vincitori: 
FEDERICA POLVERINO - 1° classificato e vincitore assoluto (Docente Alessandro Cocchia)
ROBERTO ACAMPORA - 1° classificato Gruppo B (Docente: Cozzolino)
RAFFAELE CAFIERO - 1° Classificato Gruppo C (Docente Alessandro Leone)


03 agosto 2016
ILAS / CONTEST ILAS ID&A 2016
Categoria: Advertising - Photo - Graphic design - Web
Termine del contest: 31 ottobre 2016
Premiazione: 4 novembre 2016
Vincitori: 
GERARDO MASTROGIOVANNI - 1° Classificato Categoria lavoro più votato
DARIO DE CHIRICO - 1° estratto


16 settembre 2016
DIFFERENZ’AMO. LA RACCOLTA DIFFERENZIATA.
Categoria: Advertising
Termine del contest: 17 novembre 2016
Premiazione: 1 dicembre 2016
Vincitori: ND





17.11.2015 # 4388
I corsi di Fotografia ilas a partire da 290,00 euro al mese

Daria La Ragione // 0 comments

20|11|2015 - Luca Miniero alla ilas

il regista di Benvenuti al Sud incontra gli studenti di Pubblicità e Filmmaker

Segnatelo in agenda: il 20 novembre alla Ilas c’è un ospite d’eccezione.

Luca Miniero, regista di film di grande successo come Benvenuti al Sud, resta con noi tutta la giornata, per incontrare gli studenti dei corsi di Pubblicità e Filmmaker:
- dalle 11.00 alle 13.00 parlerà della sceneggiatura di un commercial;

- dalle 15.00 alle 19.00 sarà con i ragazzi del corso di Filmmaker per un incontro tutto dedicato alla regia pubblicitaria.




Chi scrive segue la carriera del regista napoletano dai tempi di un cortometraggio che sbancò, vincendo premi ovunque e che di lì a poco si trasformò nel primo lungometraggio della coppia Miniero - Genovese: Incantesimo napoletano, un piccolo gioiello (le immagini del corto erano del nostro Tonino Risuleo, ma questa è un’altra storia) di umorismo che narrava le vicende di una bimba che nasce milanese a Napoli.


Da lì una seria di lungometraggi che lo vedono sempre più presente al cinema, con il grande successo di Benvenuti al Sud (e del sequel), che lo consacrano.

Fin qui, la storia è nota. Non tutti sanno però che Luca Miniero è anche (per noi soprattutto) un regista di film commercial di grande talento.




Pluripremiati i suoi lavori pubblicitari per Rai, Enel, Opel e Ballarò, ha girato commercial per brand nazionali e internazionali: Riomare (sì, quello con Kevin Costner), De Cecco, Amadori, McDonald, Cirio, Birra Moretti.

Ecco una piccola gallery di suoi commercial. In chiusura uno vecchiotto, per la Banca di Credito Cooperativo, ma che segna un punto di svolta (per l’Italia) nella comunicazione degli istituti di credito, che per la primissima volta sperimentano un tone of voice ironico e divertente.


Appuntamento al 20 e intanto buona visione

 

  

 

 

 

 

 

07.10.2015 # 3054
I corsi di Fotografia ilas a partire da 290,00 euro al mese

Paolo Falasconi // 0 comments

Corso Start-Up
di Fotografia pubblicitaria.
Alla ilas costa solo 100,00 euro

16 ore per un mese di corso base in sala posa.

I  Corsi Start Up Ilas ampliano la gamma dell'offerta con la programmazione del nuovo Corso Start-Up di Fotografia Pubblicitaria, in una versione introduttiva, 1 mese/16 ore in sala posa, studiata appositamente per permetterti di scoprire le potenzialità della fotografia digitale in studio con le migliori attrezzature professionali.

Otto lezioni di due ore ciascuna full-immersion in sala posa per conoscere e imparare a usare le macchine fotografiche professionali, capire come allestire un set fotografico e acquisire le tecniche di base della fotografia. 
Un percorso didattico agile e snello, capace di trasferire tutti i concetti di base essenziali per cominciare a muovere i primi passi nel mondo della fotografia professionale, e decidere poi se approfondire la conoscenza della materia. 

Il corso Start Up di Fotografia di 1 mese - 16 ore/ 8 lezioni di 2 ore ciascuna - ha un costo tutto compreso di 100,00 euro iva comp.



DOPO IL CORSO START-UP PUOI PARTECIPARE AL CORSO DI FOTOGRAFIA ANNUALE ILAS USUFRUENDO DI UN PREZZO SCONTATO.

Se al termine del corso deciderai di iscriverti a un corso Pro di Fotografia Pubblicitaria annuale potrai scontare il costo del corso sulla quota di iscrizione. Risparmierai 100,00 euro sul costo del corso.



DESCRIZIONE DEL CORSO DI FOTOGRAFIA PUBBLICITARIA ANNUALE
Il Corso sviluppato dalla Ilas con la consulenza tecnica di Ugo Pons Salabelle, fotografo pubblicitario professionista di fama nazionale, in collaborazione con Pierluigi De Simone, fotografo pubblicitario professionista co-Direttore dello Studio fotografico Rotili De Simone, è un percorso altamente professionalizzante strutturato secondo la collaudata formula del doppio laboratorio: il principale, di fotografia, durante il quale gli allievi si esercitano nelle tipologie di scatto più richieste nell’attività lavorativa (still life, food e fotografia di moda) e l'altro di computer grafica per l'apprendimento del fotoritocco e della post-produzione con il software Adobe Photoshop affidato a docenti certificati ACI Adobe.


Guarda uno shooting del Corso di Fotografia Pubblicitaria ilas annuale






06.08.2015 # 2622
I corsi di Fotografia ilas a partire da 290,00 euro al mese

Ilas Web Editor // 0 comments

Accademia o Architettura? Risparmi fino a 880,00 euro.

Corsi annuali di Grafica, Web o Fotografia

Gli studenti e i diplomati delle Accademie di Belle Arti e gli studenti dei corsi universitari di architettura, possono usufruire del listino scontato su tutti i corsi ILAS. Il risparmio è di 660,00 euro sui corsi di Grafica o Web Design e di 880,00 euro sul corso di Pubblicità Art & Copy.


Il listino Accademie e Architettura viene applicato anche agli studenti diplomati nei corsi annuali ilas che intendono frequentare un ulteriore percorso formativo.



24.06.2015 # 4220
I corsi di Fotografia ilas a partire da 290,00 euro al mese

Ilas Web Editor // 0 comments

Un Contest in collaborazione con Legambiente

Campagna tesseramento 2016: l'era del cambiamento.

Un nuovo progetto di comunicazione aperto a tutti gli studenti Ilas che hanno il compito di divulgare un messaggio importante a sostegno della campagna istituzionale 2016 per il tesseramento Legambiente. Un tema ricco di contenuti interconnessi - l’era del cambiamento in un mondo in rapida evoluzione - che se condivisi, aprono prospettive nuove ed affascinanti affinché si possa costruire oggi un futuro sostenibile dove l’ambiente è centro e perno di una rivoluzione nel segno dell’evoluzione. 


L’ambientalismo valica i confini di mera tutela delle risorse naturali per essere nucleo intorno al quale avvengono quelle profonde e necessarie trasformazioni relative ai modelli energetici, economici, sociali e culturali così che occuparsi di ambiente diventa un tutt’uno che occuparsi di pace, immigrazione, di coesione sociale, qualità dell’istruzione, di lavoro, di economia e di politica. In questa visione strategica che crea speranza e fiducia nel futuro, ciascuno è chiamato a sentirsi attore e fattore di cambiamento perché solo cambiando noi stessi, come persone e come comunità riusciremo a cambiare lo scenario globale. 




CONCORSO DI IDEE

LEGAMBIENTE: campagna tesseramento 2016



1) TIPOLOGIA CAMPAGNA

Campagna di sensibilizzazione sul tema ambientale con la finalità di reclutare nuovi tesserati a Legambiente. 



2) REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

2.1 Possono partecipare al contest tutti gli studenti in corso di ogni disciplina.


2.2 È possibile partecipare al contest in forma individuale o in gruppo. La composizione numerica del gruppo è consentita da un minimo di due fino ad un massimo di quattro componenti.



3) TIPOLOGIA DEI LAVORI

3.1 Ogni studente o gruppo può partecipare presentando uno o più progetti di campagna pubblicitaria stampa.


3.2 La campagna, di tipo stampa, dovrà essere elaborata su formati specificati al punto 7 di questo documento.



4) GIURIA

La giuria sarà composta dai rappresentati di Legambiente e da rappresentanti di Netword, Ilas s.r.l. e dell'Agenzia Argentovivo. 



5) CRITERI DI VALUTAZIONE

Sarà valutata la campagna nel suo complesso tenendo conto dell’efficacia del messaggio e della qualità grafica degli elaborati.



6) PREMIO

Ilas offre al primo classificato una collezione di libri della Logo Fausto Lupetti Editore, selezionati da Ilas, per un valore di copertina pari a 500€. Non sono previsti primi posti ex aequo.



7) TEMPI TIPOLOGIE E MODALITÀ DI CONSEGNA ESECUTIVI


7.1 I layout definitivi devono essere consegnati entro il 15 Luglio. La consegna viene effettuata online mediante il caricamento nella gallery ilas Showcase nella sezione: 


contest Ilas> pubblicità / legambiente 2015 per i lavori di pubblicità e 


contest Ilas> grafica / legambiente 2015 per i lavori di grafica.


7.2 La campagna dovrà essere declinata nei seguenti formati stampa:


  • a) Manifesto / locandina  
  • File formato 250 x 350 mm

  • b) Tessera Socio
  • File formato 80 x 50mm FRONTE/RETRO 

  • c) Pagina pubblicitaria
  • sull'house-magazine La Nuova Ecologia 

  • d) Adesivo Socio
  • (file tondo diametro 80mm o rettangolare 80 x 70 mm 



I lavori, vanno forniti esclusivamente in formato jpg con l’inserimento di immagini con risoluzione 72 dpi (bassa risoluzione).


7.3 In caso di proposte creative multiple, ciascuna dovrà riportare il titolo della campagna nel nome del file.



8) BRIEF

Descrizione: La comunicazione dell’annuale campagna di tesseramento è per definizione la più istituzionale delle comunicazioni di Legambiente. Nella fase di elaborazione si deve tener presente che quello che verrà elaborato deve necessariamente riprendere lo stile comunicativo e deve seguire le linee politiche e gli obiettivi dell’associazione.

L’immagine andrà declinata su formati molto diversi, quindi dovrà essere riconoscibile e chiara sia nei grandi (manifesto e locandina) che nei piccoli formati (tessera e banner).

Tema 2016: L’ERA DEL CAMBIAMENTO

Green society e bellezza, forza dei territori e innovazione, lavoro ed economia sociale, volontariato e partecipazione, legalità e pace: l’ambiente è al centro del cambiamento per restituire speranza alle persone e alle comunità, per rilanciare l'Europa nel Mediterraneo, per condividere il futuro.



E’ cambiato molto, sta cambiando tutto

In questi anni, dall’esplosione della crisi economica nel 2008, è continuamente e velocemente cambiato lo scenario globale: accesso al benessere di milioni di persone insieme all'aumento delle disuguaglianze, all'esplosione della povertà nei paesi ricchi e alla riduzione costante del welfare, rivoluzione dei social media, moltiplicazione  degli effetti dei cambiamenti climatici e dei disastri ambientali, aumento del consumo di suolo e perdita di biodiversità, affermazione delle tecnologie energetiche rinnovabili, crisi della cultura dell'usa e getta e modifiche nei consumi e ricerca di nuovi stili di vita nei paesi industrializzati. Tutto sta avvenendo con grande velocità in uno scenario globale dominato dalla crisi dei vecchi equilibri e dalla moltiplicazione dei conflitti armati in un mondo sempre più disordinato, dove l’ONU non riesce a trovare alcun ruolo, ma anche l’Unione Europea è nel suo momento di più grave crisi e non riesce a produrre politiche innovative né un salto di qualità nel processo di unificazione, mentre gli stati che hanno fatto la storia del 900 sono affiancati da nuove potenze.


È un mondo in rapida evoluzione, dove crescono le contraddizioni ma, insieme, emergono fili tenaci che, se condivisi, aprono prospettive nuove e affascinanti. Due punti di riferimento, in particolare, sono rimasti stabili in questi anni: da un lato siamo entrati nell’era della fine del petrolio, che non vuol dire esaurimento fisico del petrolio, ma fine del monopolio del fossile nell’approvvigionamento energetico, e dall’altro la crisi ha messo a nudo il  fallimento delle politiche di austerità e delle ricette liberiste


Nel primo caso è sempre più evidente che la cresciuta consapevolezza del riscaldamento globale sta aprendo le porte a un cambiamento profondo del modello energetico, economico e sociale costruito intorno al petrolio, perché è evidente per tutti la profonda connessione tra crisi economica e crisi climatica ed il ruolo che sta giocando la rivoluzione energetica, in continua rapida evoluzione tanto da rappresentare la principale carta da giocare contro i cambiamenti climatici. 


Nel secondo caso le speranze di uscita dalla crisi sono bloccate dall’insistenza con cui si continuano a perseguire quelle politiche, che hanno voluto mettere in discussione il modello socio-economico basato sul welfare, subendo il condizionamento del capitale finanziario, la cui invadenza ha messo in discussione il concetto stesso di democrazia. Modello oggi a rischio in quella larghissima parte del mondo dove vi è intensissimo sviluppo economico senza che parallelamente si affermino sistemi adeguati di welfare, a rischio anche nel nostro mondo dove fa proseliti l’idea che si possa continuare a crescere solo riducendo il welfare. Ed è proprio l'attacco al welfare che rende non più rinviabile la necessità di risolvere seriamente, nel quadro dell’aumento della povertà e della distanza tra ricchi e poveri, il tema del reddito di cittadinanza, anche perché c'è un legame profondo tra questi fenomeni e la possibilità stessa di affrontare i problemi ambientali locali e globali. Senza welfare non ci possono essere politiche ambientali efficaci, senza welfare la stessa transizione verso un’economia “green” e una società della conoscenza rischia di ridursi a un processo solo tecnologico, che non incrocia i modelli sociali, culturali, comportamentali. 


Per noi ambientalisti è oggi diventato ineludibile trovare altre risposte alla crisi economica, che sappiano affrontare e dipanare il gomitolo delle emergenze: la crescita esponenziale delle disuguaglianze, tra persone e tra paesi, la fame, la povertà, i profughi in fuga da guerre e disastri climatici, l’impoverimento delle risorse naturali, l'accesso all’acqua e all’energia, la precarietà occupazionale, soprattutto giovanile, l’accesso alla formazione per tutto l’arco della vita, la costruzione di nuovo lavoro, la riduzione dei rischi e dei danni alla salute, la rifondazione della coesione sociale intorno ad un disegno condiviso di cambiamento, che, escludendo il ricorso alla guerra, faccia della cooperazione internazionale lo strumento per risolvere i grandi problemi globali. 


Ma per affrontare e risolvere queste grandi emergenze globali non basta garantire  una buona distribuzione della ricchezza, occorre garantire la buona produzione di ricchezza, che oggi non è possibile se non si mettono in campo prodotti e stili di vita fossil free.


Quello che vogliamo dire è che tutte queste questioni vivono in un complesso sistema di interdipendenze che necessitano di una visione ecologica, basata sull’approccio relazionale, che rappresenta la rivoluzione culturale necessaria per superare la visione meccanicistica e a compartimenti stagni, di cui la classe dirigente europea è ancora succube. L'unica che spiega perché occuparsi di ambiente è tutt'uno che occuparsi di pace, di immigrazione, di coesione sociale, di qualità dell’istruzione, di lavoro, di economia, di politica. Una visione virtuosamente strabica, perché capace di guardare con un occhio alla soluzione dei problemi di lungo periodo, e con l’altro alla definizione delle soluzioni immediatamente e coerentemente praticabili, che, muovendosi verso la costruzione dei nuovi scenari, affrontano e risolvono i problemi di oggi. 


Ecco perché l’ambiente è al centro del cambiamento. Tutte queste questioni, infatti, incrociano la questione ambientale, che non è più e solo una questione di tutela delle risorse, ma anche e soprattutto una chiave di lettura della modernità, alla cui evoluzione propone una visione strategica ed una direzione di marcia che crea speranza e fiducia nel futuro.

Trasformazioni così radicali e profonde ci impongono di cambiare anche noi stessi, come persone e come comunità.


Le sfide per cambiare

Di fronte a cambiamenti così radicali la vera novità di questi anni è che l’ambientalismo ha in mano la bandiera della speranza

  • perché l’ambiente è al centro del cambiamento in Italia e nel mondo, 
  • perché l’ambientalismo meglio e prima di altri ha colto la portata globale della rivoluzione energetica e delle opportunità che può aprire, 
  • perché è la chiave dell’innovazione ambientale che oggi può riorientare il sistema produttivo e di consumo verso l’economia fossil free e la bioeconomia che sono la risposta più efficace alla gravissima crisi  economica e occupazionale, perché producono nuovo lavoro e aprono prospettive per accompagnare la transizione, oltre il lavoro che già oggi non c’è più o che non ci sarà più nei prossimi anni,
  • perché l’ambientalismo ha compreso prima degli altri che per affrontare la gravità e complessità delle crisi in atto occorre tenere assieme locale e globale, ricostruire consapevolezza, coesione, senso di appartenenza alla comunità locale e sentirsi cittadini italiani ed europei, obbiettivo irraggiungibile se  non si riduce la forbice della ricchezza, se non si riducono le disuguaglianze, incidendo sulle vecchie e nuove povertà, 
  • perché quelle sfide richiedono che si restituisca ruolo e dignità alle politiche pubbliche nell'interesse generale, in termini di indirizzo, di controllo della legalità e di spesa, di rilancio del welfare, di riqualificazione e rilancio della scuola pubblica, di revisione della fiscalità per spostare il prelievo dal lavoro al consumo di risorse, dalla rendita al recupero e innovazione ambientale.


Concetti chiave:

Speranza e fiducia nel futuro

Ambiente al centro del cambiamento

La forza dei territori


Parole chiave: 

LAVORO

INNOVAZIONE

BELLEZZA

TERRITORI

PARTECIPAZIONE

LEGALITA’

PACE


9) OBIETTIVO DI COMUNICAZIONE

Declinando opportunamente il tema adottato da Legambiente, evidenziare l’importanza del sostegno collettivo dell’associazione attraverso il tesseramento.



10) TONO DI COMUNICAZIONE

La comunicazione dell’annuale Campagna di tesseramento è per definizione la più istituzionale delle comunicazioni di Legambiente.

Nella fase di elaborazione si deve mantenere necessariamente una stretta corrispondenza con lo stile comunicativo proprio dell’associazione e seguire fedelmente le linee politiche e gli obiettivi globali da sempre riconducibili e riconoscibili in Legambiente.


Per approfondimenti e maggiori informazioni: 

http://www.legambiente.it/



11) COPYRIGHT

11.1 Le campagne prodotte dovranno utilizzare immagini originali o acquistate/acquistabili dal sito royalty free Fotolia. 


11.2 Tutti i lavori prodotti verranno ceduti a Legambiente. 

La partecipazione al contest prevede l’accettazione della cessione a titolo gratuito dei diritti di utilizzazione.


11.3 Il logo Legambiente è scaricabile al link diretto www.ilas.com/contest/legambiente.zip



12) CREDITI

Ilas e gli studenti si impegnano ad indicare integralmente, in ogni pubblicazione, i crediti degli autori e della scuola.





Inside Ilas