alexa
  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Mostre ed eventi // Pagina 156 di 220
31.05.2010 # 1556

Ilas Web Editor // 0 comments

Napoli | España Contemporanea

Fino al 31/05/2010

In occasione del Maggio dei Monumenti 2010 a Napoli, giunto al suo sedicesimo appuntamento, s’inaugura a Castel Dell’Ovo la mostra España Contemporanea che riunisce i migliori artisti spagnoli della generazione post-.franchista, dal 1960 in poi. Quest’anno il gemellaggio culturale si concentra sul rapporto con la Spagna, la cui cultura, non soltanto artistica, musicale, teatrale e cinematografica, ha determinato le sorti partenopee da secoli. Influenze importanti e suggestioni vivissime vengono dalla Spagna ed è interessante osservare come i giovani artisti della Spagna di oggi interpretano la realtà filtrata dal loro mondo interiore. Le opere presenti sono tutte di grande formato e sono caratterizzate soprattutto da tre elementi: il senso della morte, l’accumulo e la sovrapposizione di immagini e il senso di salvezza. Tutti aspetti tipici del barocco, che, guarda caso, è anche l’argomento principale intorno a cui ruota il Maggio dei Monumenti di quest’anno, già preceduto da importanti mostre. Espongono: Manu Arregui, Jordi Bernadó, Daniel Canogar, Abraham Lacalle, Dionisio González, Enrique Marty, Mateo Maté, Javier Pérez, Sergio Prego, Bernardí Roig, Eulalia Valdosera.

31.05.2010 # 1492

Ilas Web Editor // 0 comments

Vercelli | Peggy e Salomon R.Guggenheim. Le Avanguardie dell'astrazione

Fino al 31/05/2010

Imperdibile la mostra dedicata alla diatriba artistico-culturale tra Peggy Guggenheim e suo zio Salomon, due figure centrali della famiglia Guggenheim che hanno in comune il grande amore per l’arte astratta europea e per la grande scuola che fu, rappresentata in prima linea da Vasily Kandinsky e Piet Mondrian. In questa esposizione si possono ammirare i capolavori dell’arte astratta europea del XX secolo, attraverso un percorso artistico che si svolge mediante confronti iconografici e cronologici, in un iter fatto di icone e capolavori che la dibattito culturale tra i due esponenti della famiglia Guggenheim ha creato. Un’enorme ricchezza culturale e artistica, come testimoniano i capolavori esposti nel museo. La mostra sarà ospitata presso l’ex chiesa di San Marco a Vercelli ed è curata da Luca Massimo Barbero.

30.05.2010 # 1503

Ilas Web Editor // 0 comments

Milano | Compassi di Latta

Fino al 30/05/2010

Alla sua prima edizione, l’esposizione rientra nel circuito Il Compasso di Latta. Per un design della sostenibilità, ospitato all’interno del Salone del Mobile (14/19 aprile 2010) presso la Triennale Bovisa di Milano e promosso, oltre che da Triennale Bovisa anche da NABA (Nuova Accademia di Belle Arti). La raccolta si basa su una serie di compassi di latta di Riccardo Dalisi, ovvero sagome, sculture di latta e piccole invenzioni sul confine tra artigianato, arte, design, fiaba e poesia del quotidiano, circoscritto in quello che viene chiamato “design ultrapoverissimo”. Il nesso tra arte-design-artigianato si fa vivo e intenso, significante e pieno di spunti di riflessione in cui il fare consapevole diventa e produce gioia creativa, segno e libertà. Le collezioni ospitate da Triennale Bovisa saranno in tutto sei, ci saranno le famose mollette di ogni tempo e paese e in particolare quelle di Gad Charny, Yoav Ziv e Yaacov Kaufman (per la prima volta esposta in Europa), le incredibili macchine di Enea Bracciali, e una serie di sorprese che verranno svelate il giorno dell’inaugurazione. A fianco alla mostra presente anche un bellissimo workshop in progress, che accoglierà ogni settimana una ventina di mini-workshop aperti al pubblico e ispirati ad alcune parole chiave estrapolate dal Manifesto del Compasso di Latta: invenzione, mutamento, artigianale, microproduzione, sostenibilità, sperimentazione, teatro, azione. Lo spazio si trasformerà in un unico, grande laboratorio a cui tutti potranno partecipare.

30.05.2010 # 1442

Ilas Web Editor // 0 comments

Roma | Fabrizio De André. La mostra

Fino al 30/05/2010

L’11 febbraio avrebbe compiuto 70 anni. In occasione di questo anniversario, a 10 anni dalla morte di Fabrizio De André, presso l’Ara Pacis di Roma Studio Azzurro gli dedica una mostra interattiva e multimediale che racconta vita, musica, esperienze e passioni del grande cantautore genovese. La mostra approda a Roma dopo essere passata da Genova e Nuoro, Liguria e Sardegna. La prima, terra di nascita e d’appartenenza culturale, riscoperta nel profondo delle sue radici dopo un altissimo percorso poetico-musicale, la seconda, la Sardegna, terra d’adozione, anch’essa amata e vissuta nelle sue più recondite reminescenze folkloriche, linguistiche e culturali. Sarebbe riduttivo definire Fabrizio De André un cantautore, etichettarlo con queste semplici parole. Poeta, scrittore, artista, egli non si limitò soltanto a scrivere testi e musica. Egli fece molto di più, dandoci un patrimonio di immenso valore, sempre attuale che sono le parole, la musica, in continua trasformazione, in divenire perpetuo, in un percorso artistico in cui arte e vita si intrecciano. La mostra che Studio azzurro propone attraverso una narrazione virtuale racconta la vita, la musica con i temi della poetica di De André, la società del benessere e il boom economico degli anni 60, gli chansonnieres da cui attinse con grande maestria, gli scrittori, gli emarginati e i vinti, le donne, l’amore, la cronaca, i luoghi della sua vita. La mostra è divisa in 6 percorsi, Genova, l'amore, la guerra, la morte, l'anarchia, gli ultimi. Il tutto raccontato per immagini fotografiche, filmati, semplici bigliettini, testimonianze della vita intrecciate con l’opera, che aiutano, alla fine del percorso espositivo, lo spettatore a scegliere quale immagine di Faber portare con sé. La mostra è curata da Vittorio Bo, Guido Harari, Vincenzo Mollica e Pepi Morgia, ideata da Studio Azzurro, è promossa da Comune di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione, Sovraintendenza ai Beni Culturali, Fondazione Fabrizio De André onlus, Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Zètema Progetto Cultura.

23.05.2010 # 1572

Ilas Web Editor // 0 comments

A Tube | The Global Animation Film Festival

Fino al 23/05/2010

Preannunciato l’8 maggio 2010 con un seminario sullo Storyboard nel cinema, il Festival del cinema di animazione che si svolge a Varese si inaugura con Maurizio Nichetti il 16 maggio, seguito da proiezioni, workshop e seminari. Il 21 ci saranno le proiezioni del International Short Films competition I e II, prevista inoltre la proiezione di corti d’animazione nazionali, internazionali in collaborazione con CARTOON D'OR - ”Oscar” europeo dell'animazione 2009. Da segnalare, molto cinema d’animazione giapponese, l’incontro con i creativi della pubblicità Ceres e il seminario sugli Strumenti del cinema: L’animazione stereoscopica 3D; il 23 maggio il Workshop con YONI GOODMAN Direttore dell'animazione di "Valzer con Bashir", film di Ari Folman candidato agli oscar 2009 e la premiazione concorsi “the A-Tube Short Film Contest” e “The Golden storyboard”, con la proiezione dei film vincitori. Andare sul sito per visionare il programma completo e registrarsi agli eventi.