alexa

Ilas sui social network

Iscriviti alla newsletter Ilas

logo-ilas
logo-ilas logo-ilas

MENU

cercaCERCA

ILAS è una scuola di specializzazione che opera esclusivamente
nell'ambito della comunicazione visiva.

 
icona

La scuola

100% comunicazione visiva

icona

La scuola
Storia, struttura e organizzazione

icona

I docenti
I curricula di tutti i docenti

icona

Certificazioni
Il valore di un corso Ilas

icona

Attività
Corsi, seminari e contest

icona

Social, blog e magazine
Scopri ilas 2.0

 
icona

I Corsi

Elenco dei corsi Ilas divisi per tipologia

Corsi Adobe MensiliPHOTOSHOP | ILLUSTRATOR | INDESIGN

Corsi Annuali CompletiGRAFICA | FOTO | WEB | PUBBLICITÀ | SOCIAL

Corsi Brevi TematiciFOTO BASE | COPY | MONTAGGIO | RIPRESA VIDEO

 

Corsi di Grafica 3DMAYA | ZBRUSH | RHINO | STAMPA 3D

Corsi Annuali CoordinatiPERCORSI MULTIDISCIPLINARI

Corsi Avanzati GRAFICA | FOTOGRAFIA | PHP | MOBILE APP

 

Cerchi un talento della comunicazione visiva?
 

Inserisci AnnuncioArea riservata alle aziende

Scegli CandidatoArea riservata alle aziende

Vai al PortfolioArea riservata alle aziende

Guarda i lavori realizzati dai nostri studenti
Oltre 9000 progetti realizzati nei corsi Ilas

ILAS - Istituto superiore di comunicazione visiva

icona

Recapiti telefonici

Italy / Napoli

tel(+39) 081 5511353
tel(+39) 081 4201345
fax(+39) 081 0070569

icona

Indirizzo

Italy / 80133 Napoli

Via Alcide De Gasperi, 45
Scala A

numero-verde

  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Seminari // Pagina 4 di 5
18.06.2008 # 860

Ilas Web Editor // 0 comments

17 | 06 | 08
Mariella Governo alla Ilas.

seminario e workshop organizzati da Ilas e Adicom

Una giornata full immersion per i soci Adicom e gli Ilas dedicata alla comunicazione dal punto di vista dell'ufficio stampa.
Mariella Governo, Responsabile Relazioni Esterne e Ufficio Stampa della Fondazione Fiera Milano, ha tenuto nella mattina un workshop dedicato all'ufficio stampa online e nel pomeriggio un seminario sul ruolo dell'ufficio stampa nelle strategie di comunicazione.
Il Centro Studi Ilas ha ospitato il workshop, un'esperienza che ha arricchito tutti coloro che vi hanno preso parte e che hanno potuto confrontarsi con una panoramica ampia e approfondita sulle possibilità dell'ufficio stampa e sulle caratteristiche peculiari di quello online: testimonianze sull'esperienza diretta, case hystories e un'esercitazione laboratoriale sono state le tappe di questo incontro.
L'Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa ha ospitato il seminario, che ha visto un'ampia partecipazione di allievi ilas, professionisti e studenti universitari. Un'ora e mezza per scoprire come sono cambiate le strategie di comunicazione nell'era della rete, dal marketing alla pubblicità al rapporto tra giornalismo/media/pubblico.



CHI È MARIELLA GOVERNO


Studi: 1973 - Diploma Tecnico per la Grafica e la Pubblicità (54/60)
1981 - Laurea in Lettere Moderne con Tesi in Storia dell'Arte (110/110) presso l'Università Statale di Milano



Aggiornamento professionale: Soggiorni all'estero (Stati Uniti e Inghilterra) per lo studio della lingua.Corsi di aggiornamento sulla comunicazione finanziaria e di bilancio.Corsi di aggiornamento sui temi della comunicazione.



Associazioni professionali: Iscritta all'Ordine Giornalisti Pubblicisti di Milano; Dal 1987 socia Ferpi (Federazione Relazioni Pubbliche Italiana); Membro del Comitato Direttivo Lombardo Ferpi e responsabile scientifico del Corso di avvio alla pratica professionale.



Attività di formazione e Docenze: Dal 1993 docenze su "L'ufficio stampa e la comunicazione d'impresa", "L'Ufficio Stampa on-line", "Lo Stile del Web", "La scrittura efficace" presso:



Master in Comunicazione d'Impresa organizzato da UPA /

Università Cà Foscari di Venezia

Università Bocconi

Master per Tecnici Pubblicitari di Milano

Master in Comunicazione d'Impresa di Bari

Istituto di Comunicazione di Milano

Ateneo Multimediale di Milano

Corsi interni Ferpi, Federazione Relazioni Pubbliche



Esperienze lavorative



Attualmente (dall'aprile 2002)

Responsabile Relazioni Esterne e Comunicazione

FONDAZIONE FIERA MILANO

Posizione aziendale: Dirigente con riporto diretto al Presidente Luigi Roth.

Sintesi: creazione, attraverso tutti gli strumenti offerti dalla moderna comunicazione aziendale, della nuova immagine di Fondazione Fiera Milano e Sviluppo Sistema Fiera e gestione della strategia di comunicazione dei due nuovi grandi progetti per lo sviluppo del sistema Fiera e del territorio milanese: la costruzione del Nuovo Polo a Rho-Pero e la riqualificazione del quartiere storico di Fiera Milano.
Oggi è impegnata sul fronte più istituzionale dell'azienda e in progetti intra-gruppo Fiera Milano.
Attualmente guida una struttura di 8 persone.



Dal 1989 al 2002

Direttore Comunicazione e Ufficio Stampa

SMAU (Milano)

Posizione aziendale: Dirigente, con riporto diretto al Presidente

Sintesi: creazione dell'immagine di Smau, l'Esposizione di Information & Communications Technology, presidio di tutte le articolazioni (dal rapporto con i media, alla creazione delle campagne pubblicitarie, all'organizzazione degli eventi collaterali.
Maturazione di un'esperienza globale nel settore della comunicazione.



Dal 1986 al 1988

Direttore Relazioni Esterne

GRUPPO SIMINT (Modena)

(quotato alla Borsa Valori di Milano - settore abbigliamento)

Posizione aziendale: Dirigente con riporto diretto all'Amministratore Delegato

: creazione e gestione dell'attività di comunicazione della società nel periodo della quotazione in Borsa e della transizione da azienda mono-prodotto a Gruppo industriale.



Dal 1982 al 1986

Ufficio Stampa e Relazioni Esterne

ITALTEL

Posizione aziendale: da 5^ livello industria a Quadro

Sintesi: avvio della carriera professionale con presidio della comunicazione interna (redazione della newsletter interna) attività di ufficio stampa e organizzazione eventi.
Dal 1984 al 1986, in particolare, ha operato come addetto stampa a fianco
dell'Amministratore Delegato, Marisa Bellisario.



1975 al 1981

ITALTEL

In attesa di completare gli studi universitari ha svolto compiti di segreteria di redazione di Corsi di Formazione presso la Ricerca e Sviluppo Italtel nel periodo di transizione all'elettronica.
Ha organizzato Corsi, appreso le basi del lavoro di editing, scrittura e correzione bozze.




31.01.2008 # 874

Ilas Web Editor // 0 comments

31 | 01 | 2008 - Seminario e Workshop Ilas Adicom - Andrea De Micheli - Come si fabbrica uno spot

Doppio incontro con Andrea De Micheli in collaborazione con Adicom

Andrea De Micheli, fondatore e presidente di Casta Diva Pictures, importante casa di produzione pubblicitaria milanese, sarà a Napoli per un doppio appuntamento con gli studenti del Centro Studi Ilas e gli associati Adicom.




Seminario

Andrea De Micheli - La fabbrica degli spot

Napoli | 31 gennaio 2008 | ore 15.30 | Multicinema Modernissimo

Ingresso gratuito



Richiedi l'accredito gratuito per la partecipazione al seminario >>>




La Fabbrica degli Spot



Nel seminario Andrea De Micheli illustrerà agli studenti tutte le fasi della produzione di uno spot pubblicitario. Dove inizia il lavoro della casa di produzione (quando l'agenzia consegna la creatività sotto forma di storyboard), quali sono le varie fasi della lavorazione fino alla presentazione all'agenzia e al cliente.

Nell'ambito dell'incontro De Micheli farà riferimento al manuale scritto in collaborazione con Luca Oddo, socio fondatore di Casta Diva, edito da Lupetti Editore dal titolo omonimo "La fabbrica degli spot".



Chi è e cosa fa Andrea De Micheli

Andrea De Micheli (Presidente) ha una ventennale esperienza nella produzione di spot, eventi speciali, web tv aziendali e programmi televisivi. Nel corso della sua carriera, sempre in coppia con Luca Oddo (AD) ha vinto centinaia di premi, inclusi due Leoni a Cannes.

Leggi la scheda completa sul sito Mediastars >>>

Guarda gli spot di Andrea De Micheli sul sito Casta Diva Pictures >>>

Guarda l'intervista di De Micheli su Mediakey >>



È possibile partecipare gratuitamente all'incontro richiedendo l'accredito sul sito dell'Adicom, Associazione Italiana Pubblicitari e Designer.



Sei interessato al workshop "Come si fabbrica uno spot"?

Maggiori informazioni e programma del workshop>>

È possibile prenotare anche la partecipazione al workshop a numero chiuso che si terrà il 31 gennaio dalle ore 9.00 alle 13.30. Per prenotare >>



Salvo disponibilità di posti possono richiedere l'accredito per motivi di studio anche gli studenti delle altre scuole/facoltà.



Attenzione: il rilascio degli attestati di partecipazione per gli associati Adicom e per gli studenti delle scuole e università accreditate è assolutamente gratuito. Il rilascio degli attestati per gli altri partecipanti è soggetto a spese di segreteria indicate alla voce "se ti occorre l'attestato clicca qui".



In occasione dell'incontro De Micheli presenterà il libro scritto in collaborazione con Luca Oddo "La fabbrica degli spot".

Recensione e scheda tecnica del libro tratta dal sito www.lupetti.com

L'unica guida per conoscere le tecniche e le dinamiche della fabbrica degli spot in Italia e all'estero.

Fondamentale per i manager del marketing e i creativi d¹agenzia.

Indispensabile per gli studenti di cinema, comunicazione e marketing.

Utile per tutti gli spettatori consapevoli, interessati a decifrare i codici della pubblicità televisiva.

Il mercato degli spot: numeri, dinamiche e protagonisti: advertiser, brand, agenzie, registi, case di produzione, centri-media, concessionarie, emittenti.

Fare spot step by step: come fare spot efficaci con qualsiasi budget. Teoria e pratica della produzione, ricavate da esperienze sul campo, raccontate in modo chiaro e corredate da un elenco completo e illustrato di documenti di

produzione: script, storyboard, break-down, ppm report, shot-list.

I professionisti del settore: tutti i mestieri e le nuove professioni per fare spot in tv e su internet.

I mezzi tecnici di ultima generazione.

Il glossario degli spot: 900 termini tecnici e acronimi spiegati in modo chiaro e sintetico.












20.06.2006 # 350

Ilas Web Editor // 0 comments

05 | 07 | 2006 - Lele Panzeri

Un seminario fuori dal comune

Si è tenuto mercoledì 5 luglio l'incontro con Lele Panzeri. Nell'Aula Magna del Suor Orsola Benincasa il fondatore dell'ADCI ha raccontato agli allievi ilas e a tutti i partecipanti la sua esperienza di pubblicitario in una chiave diversa da quella a cui i ragazzi erano abituati: questa volta hanno avuto accesso ai retroscena, a tutto quello succede all'interno di un'agenzia ma che non trova spazio sui manuali di comunicazione. Un incontro che ha entusiasmato e divertito i nostri allievi, coronato dalla lettura di brani del libro di Panzeri "C'ero una volta", edito da Lupetti.



Nel suo curriculum i maggiori premi cui un creativo può aspirare, clienti come Pioneer, il Manifesto, Veuve Clicquot, la regia di moltissimi spot e due fiori all'occhiello che pochissimi possono vantare: nel 1984, insieme a Sandro Baldoni e Fabrizio Sabbatini fonda la FCA/SBP,
agenzia che in dieci anni diventa punto di riferimento solidissimo della
creatività italiana; nel 1985 fonda l'Art Directors Club Italiano, di cui è stato presidente dal 2003 al 2005.
Nel 2000 ha fondato insieme a Emanuele Pirella, Nicoletta Verga e Giovanni Gorla
La Scuola di Emanuele Pirella, dove tuttora è impegnato in qualità di
Direttore Creativo.


24.02.2006 # 242

Ilas Web Editor // 0 comments

24 | 02 | 2006 - Vigorelli

La pornografia del prodotto, l'erotismo della marca.

Eccezionale successo per il seminario tenuto da Gianpietro Vigorelli, venerdì 24 febbraio 2006, al Suor Orsola Benincasa. Nell'Aula Magna dell'università circa 400 persone hanno ascoltato il grande pubblicitario, che nella sua carriera ha lavorato per le più importanti agenzie (Saatchi&Saatchi, Y&R, JWT) e nel '97 ha fondato con D'Adda e Lorenzini l'agenzia che viene considerata la prima, in Italia, per la creatività. Il curriculum di Vigorelli è di quelli che lasciano senza parole, fra i suoi clienti: Baci Perugina (1984), Derby, Honeywell, Yogurt Danone, Renault, Swatch, Osama Scrittura, Tuborg, Coop (Woody Allen), Dinamic Art, WWF, Pubblicità Progresso campagna contro il razzismo, Renault Clio, Ferrarelle, Glassex, Johnson & Johnson, Galbani, Banca di Roma, Lea & Perrins, Closed Jeans, Simmenthal, Jagermeister, Carapelli, Mondadori, Pasta Barilla "Viva il Blu", Ray-Ban, Profumo Moschino, I.P., Gioielli Damiani, Biasia,TIM Telecom Italia Mobile, BMW, Campari, Fabi, Nolita. Sua anche la campagna BMW con la regia di Spyke Lee e la colonna sonora di Giovanni Allevi. Gli allievi ilas hanno affollato la sala insieme a tanti altri fra studenti del Suor Orsola Benincasa, professionisti e semplici curiosi, tanto che non c'erano più posti a sedere: siamo davvero contenti di questo grande successo e vi diamo appuntamento al prossimo seminario.

06.10.2005 # 172

Ilas Web Editor // 0 comments

14 | 10 | 2005 - LORENZO MARINI ALLA ILAS

RICHIEDI L'INVITO GRATUITO AL SEMINARIO






Lorenzo

Marini

alla ilas.



14/10/2005



Venerdì 14 ottobre Lorenzo Marini terrà una importante lezione di pubblicità alla Ilas. Il seminario, organizzato in collaborazione con l'Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa di Napoli, si terrà alle ore 17,00 e portranno partecipare gratuitamente tutti coloro che ne faranno richiesta per motivi di studio.


Lorenzo Marini è nato a Monselice, in provincia di Padova e da piccolo voleva già lavorare in pubblicità. Nel 1980 si è laureato in architettura a Venezia. Si è dedicato ai cartoon e al teatro sperimentale e alla grafica ma da dieci anni scrive. Ha pubblicato un libro sulla pubblicità senza titolo, tradotto anche in spagnolo; un romanzo, Vaniglia, tratto da un film non ancora girato e,di recente, L'Uomo dei Tulipani, un romanzo storico ambientato ad Amsterdam nel 1650, tradotto anche in tedesco per la Bertelsmann e Note (Lupetti editore), un saggio sulla comunicazione creativa. Ha lavorato anche come regista dirigendo spot e videoclip, ma il suo vero lavoro è la creatività applicata alla pubblicità.Dal 21 marzo 1997 Lorenzo Marini è il fondatore e direttore creativo dell'agenzia di pubblicità Lorenzo Marini & Associati. Attualmente i suoi clienti sono Alleanza Assicurazioni, Avon Celli cachemire, Canali, Coca Cola, Faac, Ferretti Yacht, Flair Mondadori, F.lli Carli, Fujifilm Italia, Garda, Martini Bacardi, Natuzzi, Pineider, Universal, Tre Marie, Zuritel.Ha lavorato per le più importanti agenzie di pubblicità nazionali e internazionali: Dorland Ayer, Armando Testa, Canard, Leo Burnett, Ogilvy. Tra i principali clienti con cui ha lavorato sia come art director che come direttore creativo, troviamo: Agnesi, Aperol, Assicurazioni Generali, Bahalsen, Baileys, Banca Nazionale del Lavoro, BankAmericard, Bassetti, BMW, Bticino, B&B, Candy, Cointreau, Diadora, Emmenthal, ENI, Ferrero, Fila, Garda, Grazia Mondadori, Hertz, Jill Sander, Lancia, Lazzaroni, Nec, Nestlè, Pedro Domecq, S.Carlo, Sammontana, Valle D'Aosta, Vismara, Volvo 740, Zanussi. In questi ultimi vent'anni ha ricevuto circa duecento premi, molti dei quali internazionali tra i quali un Leone d'Oro a Cannes per Agnesi. Ha partecipato come opinionista alla trasmissione Bulldozer presentata da Dario Vergassola e Federica Panicucci andata in onda su Rai 2. Tiene spesso seminari e conferenze nelle università italiane, da Milano a Torino, Roma, Napoli, Bari, Ferrara, Padova, Macerata,Teramo, Lecce.

vai al sito di Lorenzo Marini

Lorenzo Marini scrittore

conosci i suoi libri


01.06.2005 # 111

Ilas Web Editor // 0 comments

01 | 06 | 2005 - Seminario ilas - Aldo Biasi

Il mestiere del copy

I confini del copy e i nuovi territori della creatività: questi gli argomenti trattati con dovizia di particolari dal coywriter Aldo Biasi, presso l'Aula Magna dell'Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa, mercoledì 1 giugno. Territori intesi nel senso di nuovi linguaggi ma anche di nuovi luoghi geografici da esplorare. Biasi ha messo in evidenza come in quest'epoca – "nemo propheta in patria", dicevano i latini - un copy abbia ancora difficoltà a comunicare nel proprio territorio e di più, se possibile, in territori stranieri. La creatività, al contrario, non può avere confini. La pubblicità, difatti, è una forma di comunicazione che permea e riflette la società del proprio tempo e nell'era moderna tale società è globale: adeguare ogni forma di linguaggio al suo modo di muoversi diviene fondamentale. Da questo punto di vista l'advertising assume confini universali esattamente come l'arte. E così un'immagine può avere diverse forme a seconda della parola/didascalia che l'accompagna. La parola è dunque uno strumento fondamentale nella comunicazione, al pari dell'immagine e a volte più di essa, e conseguentemente il ruolo del copywriter, nel lavoro creativo, è essenziale quanto quello dell'art director.
Aldo Biasi ha destato grande curiosità nei presenti attraverso la descrizione di campagne pubblicitarie di estrema efficacia.
Ha mostrato headline di grande effetto e immediatezza, costruite di volta in volta con modalità differenti: ad esempio basandosi sul concetto di 'ovvio che sfugge', come " Grande novità alla Volvo, hanno scoperto che piove anche sul finestrino di dietro" o su giochi di parole (ad esempio calembour) come "Il libro, arma d'istruzione di massa".
Ha evidenziato poi come un bravo copy debba saper utilizzare la propria lingua in modo sofisticato, oltre che semplice: "L'Unità. Tutte pagine di sinistra, anche quelle di destra"; senza tralasciare l'aspetto ironico della comunicazione (in questo gli anglosassoni sono grandi maestri, con il loro umorismo asciutto): "mozzarella Pettinicchio: di notte sono fatta, di giorno sono fresca".
Il seminario ha toccato anche i diversi aspetti del ruolo dei mezzi che la pubblicità utilizza. La riflessione finale è che i mezzi classici, come la televisione, cominciano ad essere obsoleti, appartenendo ancora alla sfera del messaggio unidirezionale. L'unidirezionalità sta divenendo bidirezionalità con tutti i cambiamenti che ne conseguono. Internet è, per ora, al massimo grado della comunicazione bidirezionale. Inoltre Internet ha determinato un'inversione di tendenza: il ritorno ad una comunicazione più autentica in quanto più dialogante. Un aspetto non trascurabile del Web è che in esso il diffondersi di scherzi (video divertenti, per lo più ritraenti situazioni paradossali) ha rimesso in circolo l'antico sistema del passaparola. Sulla scorta di questo fenomeno alcuni pubblicitari hanno ideato spot da far circolare solo attraverso la Rete (qui ci si è trovati di fronte ad un target, disposto a giocare, a non prendersi sul serio, capace persino di acquistare tali spot e farli girare senza sosta).
Quest'ultimo genere di pubblicità, però, deve basarsi su idee divertenti, provocatorie, dissacranti e sorprendenti, per la natura stessa del mezzo che li veicola.

18.04.2005 # 694

Ilas Web Editor // 0 comments

18 | 04 | 2005
Seminario ilas
Bob Noorda



Un grande evento al Centro Studi ilas

COMUNICAZIONE VISIVA:

BOB NOORDA ALLA ILAS

Storia di un grafico che ha fatto la storia della grafica


Il 29 aprile 2005 un grandissimo evento aperto al pubblico, con il Patrocinio morale del Comune di Napoli.


Alle 16:30 presso l'Aula Magna dell'Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa, organizzato dal Centro Studi Ilas, si è tenuto il seminario di Bob Noorda, grafico di fama internazionale, vincitore di quattro Compassi D'Oro, il prestigioso premio assegnato ai migliori grafici del mondo. Nelle due ore di lezione Noorda ha illustrato numerosi lavori realizzati nei tanti anni di professione fra i quali i marchi di: la Feltrinelli, Mondadori, Coop, Oscar Mondadori, Enel, etc.


Oltre 400 gli allievi della Ilas, del Suor Orsola Benincasa (il seminario valeva 1 credito formativo), della TP - Associazione Italiana Pubblicitari Professionisti (il seminario aveva valore nel programma di aggiornamento professionale degli associati) che hanno assistito all'evento ed hanno tributato al relatore un lunghissimo applauso segno di stima e di affetto.


Noorda è l'ideatore della segnaletica delle metropolitane di New York, San Paolo, Milano, ha studiato e progettato il marchio e líimmagine coordinata di aziende italiane e straniere, come Banca Commerciale Italiana, Agip, Chiari & Forti, Eurogest, Richard Ginori, Stella Artois, Ermenegildo Zegna, Total, Mitsubishi Moto Coorporation, etc, vincitore di altri numerosi premi, fra i quali due premi Bodoni per líEditoria e la Medaglia DíOro per líImmagine Coordinata alla Biennale di Ljubjana.

Nel marzo del 2005 ha ricevuto una laurea ad honorem in Disegno Industriale dal Politecnico di Milano.



Tutti coloro che sono interessati ad intervenire ai prossimi seminari, potranno prenotare l'accredito direttamente sul sito della Ilas www.ilas.com

18.04.2005 # 91

Ilas Web Editor // 0 comments

29 | 04 | 2005 - Bob Noorda

Un grande evento al Centro Studi ilas

COMUNICAZIONE VISIVA:

BOB NOORDA ALLA ILAS

Storia di un grafico che ha fatto la storia della grafica


Il 29 aprile 2005 un grandissimo evento aperto al pubblico, con il Patrocinio morale del Comune di Napoli.


Alle 16:30 presso l'Aula Magna dell'Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa, organizzato dal Centro Studi Ilas, si è tenuto il seminario di Bob Noorda, grafico di fama internazionale, vincitore di quattro Compassi D'Oro, il prestigioso premio assegnato ai migliori grafici del mondo. Nelle due ore di lezione Noorda ha illustrato numerosi lavori realizzati nei tanti anni di professione fra i quali i marchi di: la Feltrinelli, Mondadori, Coop, Oscar Mondadori, Enel, etc.


Oltre 400 gli allievi della Ilas, del Suor Orsola Benincasa (il seminario valeva 1 credito formativo), della TP - Associazione Italiana Pubblicitari Professionisti (il seminario aveva valore nel programma di aggiornamento professionale degli associati) che hanno assistito all'evento ed hanno tributato al relatore un lunghissimo applauso segno di stima e di affetto.


Noorda è l'ideatore della segnaletica delle metropolitane di New York, San Paolo, Milano, ha studiato e progettato il marchio e líimmagine coordinata di aziende italiane e straniere, come Banca Commerciale Italiana, Agip, Chiari & Forti, Eurogest, Richard Ginori, Stella Artois, Ermenegildo Zegna, Total, Mitsubishi Moto Coorporation, etc, vincitore di altri numerosi premi, fra i quali due premi Bodoni per líEditoria e la Medaglia DíOro per líImmagine Coordinata alla Biennale di Ljubjana.

Nel marzo del 2005 ha ricevuto una laurea ad honorem in Disegno Industriale dal Politecnico di Milano.



Tutti coloro che sono interessati ad intervenire ai prossimi seminari, potranno prenotare l'accredito direttamente sul sito della Ilas www.ilas.com

12.07.2004 # 140

Ilas Web Editor // 0 comments

Seminario ilas - Gavino Sanna

Un grande ritorno alla ilas

Una grande lezione di pubblicità tenuta da un mostro sacro della creatività.
Nell'Aula Magna dell'Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa, Gavino Sanna ha incontrato gli allievi ilas e tutti i curiosi che hanno voluto intervenire per questa speciale occasione.

Chi è Gavino Sanna
Nato a Porto Torres, in Sardegna, è il più famoso ed il più premiato pubblicitario italiano, unico ad aver conquistato una vastissima notorietà internazionale.
Ha studiato architettura in Sardegna, ha studiato alla New York University, allievo di Andy Warhol, ha vinto 7 Clio, oscar della pubblicità in America, 7 leoni a Cannes ed l'unico telegatto assegnato alla pubblicita con Barilla.
È fra i più giovani commendatori della Repubblica, insignito da Cossiga ha ricevuto la laurea honoris causa in Scienze della Comunicazione dall'Universita di Sassari.
Membro del Comitato esecutivo della Scuola Sperimentale di Cinema di Roma e del Comitato di studi sull'Aids prima con il Prof. Veronesi e successivamente con il Prof. Sirchia, fa parte del comitato scientifico per l'ambiente con Mattioli.
È presidente onorario della società amatori rugby di Alghero, che milita in serie A.
Dopo dieci anni di lavoro negli Stati Uniti in alcune delle più importanti agenzie americane, firmando campagne di grande successo, torna in Italia dove si distingue come il più incisivo protagonista a cavallo tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta di una svolta radicale della pubblicità italiana: dalla reclame di Carosello al moderno Advertising.
Tra molte altre, sono sue le campagne Barilla, Rana, Fiat, De Cecco, Tuborg, Simmenthal, Ariston. Fra gli incarichi prestigiosi, la presidenza della BGS DMB&B e della Gavino Sanna Associati.
"Se si taglia i capelli ci daremo del tu" è il suo settimo e più recente libro.

20.03.2004 # 139

Ilas Web Editor // 0 comments

20 | 03 | 2004 - Pasquale Barbella

Il copy nella coppia creativa

Un grande successo il seminario in collaborazione con l'Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa di Napoli.
Una importante lezione sul mestiere del copy tenuta da uno fra i più importanti copywriter italiani che ha già riconfermato la sua presenza alla ilas per il prossimo anno.

05.02.2004 # 141

Ilas Web Editor // 0 comments

05 | 02 | 2004 - Seminario ilas - Andrea Pezzi

un grande successo

Successo totale per l'incontro fra Andrea Pezzi e gli allievi ilas degli ultimi anni accademici.
Temi fondamentali della comunicazione trattati con un linguaggio chiaro ed immediato.
Volto noto e amatissimo di MTV, consulente di comunicazione per grandi società, Andrea Pezzi scrive una rubrica settimanale su Il Sole 24 Ore, autore e conduttore di numerosi programmi televisivi di successo come Il Tornasole su RaiDue. Andrea Pezzi è un esploratore di nuove possibilità e fra le varie esperienze c'è anche la realizzazione di un progetto editoriale, dal titolo Mondi Nuovi, pubblicato da Hacca.




Andrea Pezzi racconta il suo curriculum vitae:

1992 Diploma in Ragioneria. In questi cinque anni ho guadagnato una razionalità matematica importante.
1993 – 1996 Studi di Filosofia e Sociologia. Ho imparato i moti intellettuali passati e presenti. Cultura che, con gli studi che tuttora svolgo, mi aiuta non poco a desumere modelli teorici da intuizioni pratiche.
1996 Vado a vivere a Milano. Non era la prima volta che andavo a vivere da solo. Ma in questi anni ho imparato principalmente a fare da mangiare, lavare casa, e a fare la spesa, visto e considerato che per i primi sei mesi mi sono mantenuto utilizzando i risparmi racimolati nei tre anni precedenti, anni in cui facevo l'animatore lungo la riviera adriatica: pagavano bene.
1996-2002 Lavoro a Radio DJ. Ho imparato a stare in un gruppo di cui non condivido quasi nulla.
1997- 2000 Vado a vivere a Londra. Ho imparato l'inglese e soprattutto il seme del metodo anglosassone di colonizzazione culturale. L'Inghilterra, come l'America, hanno in comune un particolare modo di socialità che li rende straordinariamente affascinanti per un particolare tipo di gioventù.
1997-2002 Lavoro con MTV. Ho imparato a fare una televisione diversa. Ho conosciuto personalmente i più "grandi" uomini di questo tempo (da Carmelo Bene a David Bowie, da Lady Diana a Paul McCartney).
Ho imparato a servire il mio capo. Ho imparato a lavorare in gruppo e soprattutto a meritare un gruppo. Ho imparato dalla BBC il mestiere del comunicatore televisivo anglosassone. Ho scoperto la sofisticata finezza della politica ideologica di una cultura che della comunicazione ha fatto la sua arma principale. Sono di questi anni: HOT, TOKUSHO, KITCHEN, SUSHI e BRADIPO.
1997-2002 Con MTV definisco i modi di comunicazione che le aziende dovevano adottare per essere coerenti con la linea editoriale della rete. Ho scoperto i tratti comuni tra televisione e comunicazione aziendale. In questo periodo ho anche aperto amicizie molto stimolanti con alcuni grandi imprenditori europei, con i quali ancora oggi ho un ottimo rapporto di collaborazione basato su una forte stima reciproca.
1999 Serenate (RaiDue). Collaborando con Fabio Fazio, ho voluto vedere da vicino la parte più avanguardistica della televisione generalista di prima serata. Ho compreso come si vive sotto i riflettori più invasivi. Ho conosciuto le logiche del gossip popolare. Ho imparato come si lavora senza rappresentare se stessi.
2000 Iscritto all'Università di San Pietroburgo. Sto imparando la cultura più raffinata della seconda parte del XX° secolo. Per qualche strano motivo in Italia alcune materie come filosofia e soprattutto psicologia hanno subito una strana deflessione. Nell'ex Unione Sovietica, sono invece in stato avanzato tutte le più grandi scuole umaniste e scientifiche. Ma soprattutto a San Pietroburgo i professori fanno veramente i professori, e gli esami sono veramente degli esami.
2000 Torno a vivere a Milano. Il mio rientro a Milano è stato segnato dal coronamento di un percorso. Ho vissuto per tutto il 2000 e 2001 come un vero punto di riferimento di tutta una cultura giovanile. Ho costruito la mia prima casa. Oggi, tuttavia, ho deciso di reinvestire tutto su di un traguardo più ambizioso. In questi anni ho abbandonato la mia collaborazione con MTV e RadioDeejay, ho aperto e chiuso una breve parentesi con RadioDue durante la quale ho avuto modo di sperimentare nuovi percorsi professionali: non volevo restare un Peter Pan. Da due anni lavoro al "Progetto OVO".
2000 2008 (Italia 1) Come gioco finale, mentre su MTV andava in onda una fiction scritta e prodotta da me e, manco a dirlo, dal contenuto molto auto-referenziale, ho fatto la mia prima esperienza sulla televisione commerciale. Con la collaborazione di Davide Parenti ho portato in onda il primo programma televisivo realmente interattivo. Ho tradotto su Italia Uno quello che, a mio modo di vedere avrebbe potuto diventare MTV.
2001 – 2003 Lavoro di consulenza per primarie aziende italiane ed internazionali. Ho imparato ad essere pragmatico. Ad unire creatività con necessità di profitto. 2003 Internet Cafè (Rai Educational - RaiTre). Scegliendo Giovanni Minoli, ho imparato a gestire un gruppo senza le leve di comando. Ho imparato a condurre un'intervista senza mettere me stesso in prima linea. Ho avuto l'opportunità di incontrare, in qualità di ospiti, alcuni degli uomini italiani più impegnati sui temi del CSR, e, più in generale, delle nuove culture nascenti.
2001 -2003 In questi anni ho collaborato in ambito artistico con la Biennale di Venezia, la Triennale e il Pac di Milano e diversi sono anche gli scritti pubblicati per cataloghi o riviste e le conferenze e i seminari tenuti presso le più importanti Università Europee (Bocconi, Sapienza, Sorbona, IULM) Trasversalmente alla mia attività imprenditoriale, televisiva e radiofonica (se mi passate i termini), mi sono anche divertito, specie in questo ultimo periodo, nel partecipare come ospite ad alcuni eventi artistici, talvolta in qualità di performer e talvolta come critico dell'opera altrui. Ho scritto e collaborato con/per molti uomini di cultura del nostro paese.

Inside Ilas
Inside Ilas Magazine