alexa
  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Concorsi // Pagina 62 di 276
12.01.2014 # 3428

Daria La Ragione // 0 comments

RES-TILE

scadenza 1 marzo 2014

RES-TILE è il contest rivolto a giovani progettisti e creativi, promosso da Mirage, per arrivare ad individuare nuovi orizzonti estetici per la produzione di lastre in ceramica. Un progetto inedito per l’azienda, nato con lo scopo di arrivare ad un design di prodotto non più implementato sulla scia di trend stilistici, bensì dettato da un pensiero laterale e da un approccio alternativo per ridefinire la Vision del proprio gres porcellanato.  L’obiettivo di RES-TILE è arrivare a definire una collezione che sia innanzitutto innovativa dal punto di vista del design attraverso una interpretazione originale sia della componete materica che estetica del materiale. Una lastra in gres porcellanato si caratterizza infatti sia per la struttura della superficie del materiale, che per l’impatto visivo della grafica della piastrella. Per collezione si intende una serie di piastrelle, accomunate da un concept progettuale comune, sviluppate su più varianti cromatiche e di formato.

Design for manifacturing: il prodotto proposto dovrà essere concepito sin dalla fase progettuale in modo tale da essere producibile ed industrializzabile (si rimanda alla sezione “le principali linee guida”).

Il prodotto dovrà essere concepito per essere applicato in via preferenziale come pavimentazione, pertanto si consideri la posa a rivestimento come destinazione d’uso alternativa.

Infine, la lastra proposto dovrà essere idoneo ad applicazioni dello stesso in contesti residenziali o “light commercial”, intendendo locali commerciali a basso traffico come ristoranti, negozi, cinema, etc.

12.01.2014 # 3427

Daria La Ragione // 0 comments

Red Bull - Re Design Award

scadenza 10 febbraio 2014

Red Bull, da sempre l’energy drink per eccellenza, e POLI.design - Consorzio del Politecnico di Milano, lanciano una sfida a giovani designer italiani under 35: sono infatti aperte le candidature al concorso "Red Bull - Re Design Award: Reduce, Renew, Redesign", per sviluppare nuovi concept di prodotti-servizi originali, innovativi e fruibili, finalizzati al riciclo delle lattine del nuovo energy drink Red Bull - The Red Italian Edition.

 

Un’iniziativa che pone al centro il design, non solo dal punto di vista estetico, ma quale elemento determinante per lo sviluppo di nuove idee in grado di richiamare l’attenzione sull’argomento della sostenibilità ambientale. Ai giovani designer partecipanti viene infatti richiesto di progettare prodotti-servizi che possano ricoprire un ruolo chiave nello stimolare i consumatori al riciclo e riuso delle lattine, costruendo inoltre un evento che possa svilupparsi durante tutte le giornate della Design Week 2014. Durante il Fuorisalone, verranno infatti consumate in media 125.000-130.000 lattine di Red Bull - The Red Italian Edition, distribuite nei luoghi strategici della città. 

 

I progetti, da presentare entro il 10 febbraio 2014, dovranno quindi rispondere alle seguenti caratteristiche:

• essere il collettore delle lattine vuote;

• generare un evento in grado di stimolare e coinvolgere il consumatore nell’attività di riuso/riciclo delle lattine;

• creare, con le lattine raccolte, un’installazione che prenda forma in più luoghi continuativamente durante la settimana della Milano Design Week;

• valorizzare gli elementi distintivi del nuovo energy drink Red Bull - The Red Italian Edition.

 

Elementi chiave dei progetti dovranno essere tanto la proposta delle idee, quanto la loro fattibilità sulla base delle indicazioni presenti nel bando. I partecipanti dovranno proporre la logistica della raccolta e dello smaltimento delle lattine, supportandola con quantificazioni e stime del numero massimo di lattine che l’installazione potrà portare/contenere. L’installazione dovrà inoltre avere un elevato grado direalizzabilità (in termini di costi, tempi e modalità) e tener conto  della normativa vigente in materia di sicurezza, del rispetto dei requisiti ergonomici, di quelli ambientali e di progettazione sostenibile.

 

Non ultimo, l’attenzione dovrà essere rivolta al coinvolgimento del consumatore e alla capacità di attrazione del progetto derivante dalle caratteristiche del concept, dalle modalità di fruizione del servizio, ai prodotti consumati, all’allestimento dello spazio.

 

Il concorso si svolgerà in due fasi successive finalizzate alla selezione e follow up dei progetti più interessanti: 

• Fase 1: Raccolta delle idee candidate sulla base dei criteri stabiliti dal bando;

• Fase 2: Sviluppo dei progetti che siano anche in grado di soddisfare i necessari elementi di fattibilità.

29.12.2013 # 3422

Daria La Ragione // 0 comments

Servizi fotografici per la Camera dei deputati

scadenza 24 gennaio 2014

Si tratta di un appalto disciplinato da una normativa che è consultabile sul sito della Camera.

L'appalto, in lotto unico e di durata triennale, ha per oggetto la somministrazione a discrezione di servizi fotografici da effettuarsi in occasione di eventi, manifestazioni, incontri che riguardino la Camera dei deputati o i suoi Organi o la sua Amministrazione.




29.12.2013 # 3421

Daria La Ragione // 0 comments

logo di Famiglie al Museo 2014

scadenza 31 gennaio 2014

Il bel Logo dell'edizione 2013 e' stato disegnato da PUCCI ZAGARI.

Con il 2014 vorremo inaugurare la tradizione di presentare un logo diverso per ogni edizione che possa richiamare anche in qualche modo il tema associato.

F@Mu, collegandosi alla scelta del tema per la nuova edizione, promuove quest'anno un "CONCORSO DI IDEE per la realizzazione del NUOVO LOGO", che contrassegnerà tutti i materiali organizzativi, di comunicazione e di marketing che verranno realizzati.

Gli elaborati potranno essere inviati, entro e non oltre il 31 gennaio 2014, solo telematicamente all'indirizzo di posta elettronica info@famigliealmuseo.it, unitamente ad una liberatoria relativa all'utilizzo dei dati personali. Gli elaborati inviati oltre il suddetto termine non saranno accettati. Con ogni e-mail si potranno inviare più loghi. Potranno essere utilizzati programmi di trasferimento file (wetransfer o simili). I file non dovranno essere zippati.

Un'apposita commissione esaminerà attentamente tutte le proposte pervenute e sceglierà il Logo vincitore. La decisione della Giuria sarà definitiva e inappellabile.

29.12.2013 # 3420

Daria La Ragione // 0 comments

logo per gli Istituti Italiani di Cultura

scadenza 4 febbraio 2014

La Farnesina torna a chiedere l'intervento della community di Zooppa per trovare degli spunti e delle proposte nuove per la creazione del logo ufficiale per la rete degli Istituti Italiani di Cultura (IIC), identico per tutte le sedi.

Il logo attualmente in uso ripropone un dettaglio della Fontana del Mondo con Sfera Grande dello scultore Arnaldo Pomodoro (1968), che si trova davanti alla Farnesina e può essere declinato in varie versioni di colore.

Il collegamento, però, tra logo e Farnesina non è immediato. Inoltre, l'associazione tra immagine, lettering e colore rende il logo difficilmente leggibile e decifrabile, specie nel piccolo formato.

Servono delle idee nuove che siano in grado di combinare il ruolo e il significato degli IIC, rendano chiara verso l'esterno la loro funzione e allo stesso tempo rafforzino la loro dimensione istituzionale. Gli IIC hanno natura pubblica, ma operano in un contesto in cui sono molto attivi soggetti privati ed è quindi necessario un logo che rimandi alla dimensione pubblica e istituzionale degli IIC. Vogliamo che emerga chiaramente la collocazione degli IIC - spesso percepiti come soggetti di natura semiprivatistica - in seno alla rete estera della Farnesina.

Il logo è destinato innanzi tutto ad essere utilizzato sui siti web degli IIC nel mondo, dove è sempre affiancato al logo della Farnesina. Si dovrà tenere conto inoltre che in molti casi il logo dell'IIC appare insieme al logo dell'Ambasciata e/o di altri enti coinvolti nelle singole iniziative, come specificato sopra.

In secondo luogo, sarà impiegato anche per la comunicazione degli IIC su vari supporti: multimediali, web, superfici piccole, cartellonistica, segnaletica, gadget, ecc. Il logo deve garantire riconoscibilità, visibilità ed unicità degli IIC, anche dove sono presenti realtà private dal nome simile.

Inoltre, il logo deve avere caratteristiche di originalità e distinguersi da quelli di enti di promozione culturale di altri Paesi.

Deve poter essere ingrandito o ridotto senza perdere qualità grafica e chiarezza comunicativa. Deve disporre di una versione a colori e di una in bianco e nero, in negativo e in positivo (per sfondi chiari o scuri).