alexa

Ilas sui social network

Iscriviti alla newsletter Ilas

logo-ilas
logo-ilas logo-ilas

MENU

cercaCERCA

ILAS è una scuola di specializzazione che opera esclusivamente
nell'ambito della comunicazione visiva.

 
icona

La scuola

100% comunicazione visiva

icona

La scuola
Storia, struttura e organizzazione

icona

I docenti
I curricula di tutti i docenti

icona

Certificazioni
Il valore di un corso Ilas

icona

Attività
Corsi, seminari e contest

icona

Social, blog e magazine
Scopri ilas 2.0

 
icona

I Corsi

Elenco dei corsi Ilas divisi per tipologia

Corsi Adobe MensiliPHOTOSHOP | ILLUSTRATOR | INDESIGN

Corsi Annuali CompletiGRAFICA | FOTO | WEB | PUBBLICITÀ | SOCIAL

Corsi Brevi TematiciFOTO STARTUP | COPY | MONTAGGIO

Elenco corsi brevi tematiciPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

 

Corsi di Grafica 3DMAYA | RHINO | STAMPA 3D

Elenco corsi grafica 3DPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

Corsi Annuali CoordinatiPERCORSI MULTIDISCIPLINARI

Corsi 2° anno GRAFICA | FOTOGRAFIA | WEB PHP

 

Cerchi un talento della comunicazione visiva?
 

Inserisci AnnuncioArea riservata alle aziende

Scegli CandidatoArea riservata alle aziende

Vai al PortfolioArea riservata alle aziende

Guarda i lavori realizzati dai nostri studenti
Oltre 9000 progetti realizzati nei corsi Ilas

ILAS - Istituto superiore di comunicazione visiva

icona

Recapiti telefonici

Italy / Napoli

tel(+39) 081 5511353
tel(+39) 081 4201345
fax(+39) 081 0070569

icona

Indirizzo

Italy / 80133 Napoli

Via Alcide De Gasperi, 45
Scala A

numero-verde

  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Libri e riviste // Pagina 25 di 111
22.03.2015 # 4084

Daria La Ragione // 0 comments

LINDA MCCARTNEY. LIFE IN PHOTOGRAPHS

Linda McCartney, Annie Leibovitz, Martin Harrison, Alison Castle

Il mondo attraverso gli occhi di Linda
Una retrospettiva della vita e della fotografia di Linda McCartney
Nel 1966, mentre lavorava come receptionist per la rivista Town and Country, Linda riuscì ad accaparrarsi un pass per un evento promozionale dei Rolling Stones molto esclusivo su uno yacht sul fiume Hudson: le foto che realizzò a quell’evento, fresche e naturali, furono giudicate molto più belle di quelle del fotografo ufficiale della band e la proiettarono nel mondo dello star system. Nel 1968 il suo ritratto di Eric Clapton fu scelto come copertina della rivista Rolling Stone, prima donna a ricevere un tale onore. Negli anni successivi Linda ritrasse tutti gli artisti più importanti della scena del periodo, quali Aretha Franklin, Jimi Hendrix, Bob Dylan, Janis Joplin, Simon & Garfunkel, The Who, The Doors e i Grateful Dead.
Nel 1967, si recò a Londra per documentare gli Swinging Sixties, e lì conobbe Paul McCartney al Bag ’O Nails club. In seguito fotografò i Beatles durante un evento per il lancio dell’album Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band. Paul e Linda si innamorarono e si sposarono il 12 marzo 1969. Nei tre decenni successivi, fino alla sua morte prematura, si dedicò alla famiglia, alla causa degli animali e del vegetarianesimo e alla fotografia.
Dai primi ritratti rock ’n’ roll agli ultimi anni dei Beatles, passando per un tour con i Wings e la crescita di quattro figli con Paul, Linda ha immortalato su pellicola tutto il suo mondo.
I suoi scatti spaziavano da spontanei ritratti di famiglia alle sessioni in studio con Stevie Wonder e Michael Jackson, ma anche con artisti come Willem de Kooning e Gilbert and George. Sempre fresca e senza pretese, la sua opera presenta un calore e un senso del momento che catturano l’essenza di ogni soggetto. Che stesse fotografando i suoi figli, delle celebrità, gli animali o un momento fuggevole della vita quotidiana, lo faceva sempre senza presunzione né artificiosità.
Questo volume retrospettivo — una selezione realizzata a partire dal suo archivio di oltre 200.000 immagini – è realizzato in stretta collaborazione con Paul McCartney e i loro figli e rappresenta un commovente viaggio privato e un’eterna testimonianza del grande talento di Linda. Sono incluse prefazioni di Paul, Stella e Mary McCartney. 


La fotografa:
Linda McCartney (nata Eastman) nacque a New York nel 1941. Dopo un corso di fotografia con Hazel Archer e gli studi di storia dell’arte presso l’Università dell’Arizona, si trasferì a New York, dove avviò la propria carriera ritraendo le rock star. Oltre che per la sua fotografia – che è stata esposta in oltre 50 gallerie in tutto il mondo, tra cui il Victoria and Albert Museum e la National Portrait Gallery di Londra, la Bonni Benrubi Gallery e l’International Center of Photography di New York – Linda McCartney è nota come appassionata attivista per i diritti degli animali e come rigorosa vegetariana. Ha scritto libri di cucina e fondato una propria linea di alimenti vegetariani surgelati, il tutto mentre cresceva una famiglia, si dedicava alla fotografia e faceva parte, con Paul, della band dei Wings. Morì nel 1998 all’età di 56 anni.
Gli autori:
Annie Leibovitz lavora come fotografa da 40 anni. Capo fotografo di Rolling Stone e prima collaboratrice della rediviva Vanity Fair, oltre al suo lavoro editoriale per Vogue, ha conseguito diversi premi con le sue campagne pubblicitarie. È stata designata “Leggenda vivente” dalla Library of Congress, Washington, D.C.
Martin Harrison è storico dell’arte e della fotografia, oltre che curatore di mostre. Ha lavorato con Linda McCartney a Roadworks (1996), Light from Within (2001), e alle sue mostre presso il National Museum of Photography, Film and Television di Bradford e l’International Center of Photography di New York. Ha pubblicato diffusamente di fotografia e, di recente, si è occupato delle opere di Francis Bacon.
La curatrice:
Alison Castle ha studiato filosofia alla Columbia University e cinema e fotografia alla New York University (NYU/International Center of Photography masters program). Ha curato diverse pubblicazioni di fotografia, cinema e design, tra cui Some Like it Hot, The Stanley Kubrick Archives, Linda McCartney: Life in Photographs, e Marc Newson: Works.

Taschen


07.03.2015 # 4065

Daria La Ragione // 0 comments

ESPLORAZIONI

AA. VV.

Intorno alla fine dell’800, La Royal Geographical Society promosse e finanziò innumerevoli esplorazioni. Il 27 gennaio 1888 a Washington DC fu istituita la National Geographic Society, che si prefisse l’obiettivo di “incrementare e diffondere la conoscenza geografica e allo stesso tempo di promuovere la protezione della cultura”. In questo libro una fantastica rassegna di fotografie offre testimonianza di quelle lontane spedizioni a metà fra l’avventura e la ricerca scientifica.
Logos

06.03.2015 # 4064

Daria La Ragione // 0 comments

CALLIGRAFIA

Gaye Godfrey-Nicholls

Illustrato con splendidi esempi di opere artistiche e commerciali, questo volume offre una panoramica unica e approfondita della calligrafia in quanto forma d’arte, tecnica artigianale e strumento fondamentale per il design moderno.
Calligrafia è una guida fondamentale per gli artisti e gli studenti di questa antica disciplina, e fornisce un’ampia documentazione sulla pratica tradizionale e moderna, fino alle più recenti elaborazioni digitali.
Gli esercizi progressivi vi porteranno a padroneggiare la creazione delle classiche grafie del passato, evidenziando le caratteristiche fondamentali e le varianti di ogni scrittura per aiutarvi ad assimilare le basi e a sviluppare il vostro stile personale.
Il volume include:
•  profili dei principali calligrafi e grafici contemporanei
•  esempi dettagliati di diverse tecniche di scrittura
•  tutorial sulla miniatura, la decorazione e la composizione
Logos

13.01.2015 # 3997

Daria La Ragione // 0 comments

Segantini - Ritorno a Milano

a cura di Annie-Paul Quinsac e Diana Segantini

Giovanni Segantini (1858-1899), uno dei più grandi pittori europei di fine Ottocento, ebbe in Milano una vera e propria patria dello spirito, una città di riferimento per tutta la sua breve vita. Anche dopo il trasferimento in Svizzera, infatti, Milano restò il fulcro della sua parabola artistica e piazza favorita per l’esposizione delle sue opere.
Realizzata in collaborazione con Mazzotta e pubblicata in occasione della grande retrospettiva milanese, questa monografia ripercorre l’itinerario artistico e la vita del pittore dall’infanzia, trascorsa nella vivace Milano post-unitaria, al trasferimento tra le montagne dell’Engadina, uno degli ultimi incontaminati paradisi naturalistici.
Il suo avventuroso pellegrinaggio dai colli della Brianza alle Alpi svizzere narra la storia straordinaria della creatività culturale che si sviluppò nelle valli tra l’Italia e la Svizzera all’inizio del secolo scorso.
Introdotto dalla Cronologia, che illustra il percorso esistenziale e la vicenda artistica di Giovanni Segantini e dai saggi di Annie-Paule Quinsac (Milano, le Alpi, il mondo) e di Diana Segantini (Lettere da Casa Segantini), il volume riunisce i contributi di Pietro Bellasi, Luigi Zanzi, Dora Lardelli, Guido Magnaguagno, Beat Stutzer, Gianluca Poldi, Stefania Frezzotti e Letizia Montalbano.
Il catalogo delle opere presenta oltre 120 dipinti e disegni provenienti da importanti musei e collezioni europee e statunitensi ed è suddiviso in otto sezioni (Gli esordi; L’evoluzione del ritratto; Il vero ripensato: la natura morta; Natura e vita dei campi; Natura e simbolo; La maternità; Fonti letterarie e illustrazioni; Il trittico), ciascuna delle quali dedicata a un aspetto dell’arte di Segantini e rappresentata da alcuni dei maggiori capolavori del grande artista.

13.01.2015 # 3996

Daria La Ragione // 0 comments

Roy Lichtenstein - Opera prima

a cura di Danilo Eccher

Realizzata in stretta collaborazione con l’Estate e la Roy Lichtenstein Foundation e pubblicata in occasione della grande esposizione torinese, la monografia presenta una straordinaria selezione di oltre duecento opere su carta del maestro americano provenienti autorevoli musei come la National Gallery di Washington, il Museum of Modern Art e il Whitney Museum di New York, l’Art Institute di Chicago e da collezioni pubbliche e private europee e statunitensi.
Dedicato alle opere su carta che rappresentano la parte più privata e poetica della produzione di Roy Lichtenstein, il volume offre una prospettiva unica per conoscere e apprezzare il lavoro di questo artista attraverso l’Opera prima, ovvero le idee primigenie, fonte di ispirazione di opere che in un secondo tempo sono divenuti i grandi capolavori internazionalmente noti. Alle opere su carta vengono affiancati alcuni grandi dipinti e sculture, oltre a una ricca selezione di materiale fotografico che documenta l’artista al lavoro.
Il volume comprende i testi di Danilo Eccher (Opera prima), Dorothy Lichtenstein (Il disegno come origine), Bernice Rose (Il disegno come “proiezione”), Jack Cowart (I disegni in bianco e nero di Lichtenstein), Thomas Zacharias (Lichtenstein disegna) e Andrea C. Theil (I quaderni di schizzi di Roy Lichtenstein), la cronologia (a cura di Clare Bell) e l’elenco delle esposizioni in Italia.