alexa

Ilas sui social network

Iscriviti alla newsletter Ilas

logo-ilas
logo-ilas logo-ilas

MENU

cercaCERCA

ILAS è una scuola di specializzazione che opera esclusivamente
nell'ambito della comunicazione visiva.

 
icona

La scuola

100% comunicazione visiva

icona

La scuola
Storia, struttura e organizzazione

icona

I docenti
I curricula di tutti i docenti

icona

Certificazioni
Il valore di un corso Ilas

icona

Attività
Corsi, seminari e contest

icona

Social, blog e magazine
Scopri ilas 2.0

 
icona

I Corsi

Elenco dei corsi Ilas divisi per tipologia

Corsi Adobe MensiliPHOTOSHOP | ILLUSTRATOR | INDESIGN

Corsi Annuali CompletiGRAFICA | FOTO | WEB | PUBBLICITÀ | SOCIAL

Corsi Brevi TematiciFOTO STARTUP | COPY | MONTAGGIO

Elenco corsi brevi tematiciPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

 

Corsi di Grafica 3DMAYA | RHINO | STAMPA 3D

Elenco corsi grafica 3DPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

Corsi Annuali CoordinatiPERCORSI MULTIDISCIPLINARI

Corsi Avanzati GRAFICA | FOTOGRAFIA | PHP | MOBILE APP

 

Cerchi un talento della comunicazione visiva?
 

Inserisci AnnuncioArea riservata alle aziende

Scegli CandidatoArea riservata alle aziende

Vai al PortfolioArea riservata alle aziende

Guarda i lavori realizzati dai nostri studenti
Oltre 9000 progetti realizzati nei corsi Ilas

ILAS - Istituto superiore di comunicazione visiva

icona

Recapiti telefonici

Italy / Napoli

tel(+39) 081 5511353
tel(+39) 081 4201345
fax(+39) 081 0070569

icona

Indirizzo

Italy / 80133 Napoli

Via Alcide De Gasperi, 45
Scala A

numero-verde

  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Libri e riviste // Pagina 25 di 57
02.04.2013 # 2996

Daria La Ragione // 0 comments

Designart. La poetica degli oggetti bastardi

Agudio Elena

Tra arte e design compare la designart, un neologismo che definisce oggetti limited edition dal design ricercato rivolti a un numero limitato di fruitori, e opere di artisti che hanno fatto della progettazione la loro chiave di volta (i designartists). Cosa unisce design e arte in una forma inedita e a sé stante? Un aggettivo: tricky, "bastardo". Bastardi come l'ambiguità che caratterizza gli oggetti in questione, che, da un punto di vista di utilità e pragmatismo, non hanno un campo di fruizione definito, mettono in discussione il valore normativo dell'arte e richiedono un ripensamento della definizione di "utile" rispetto a un sistema di valori scardinato alle fondamenta. In Appendice due saggi inediti in Italia: Alex Coles, "DesignArt. On art's romance with design e Joe Scanlan, "Please, Eat the Daisies".

02.04.2013 # 2995

Daria La Ragione // 0 comments

Design. Progettare gli oggetti quotidiani

Alberto Bassi

Una lampada, una bicicletta, un computer, ma anche libri, siti web, sistemi e servizi. All'origine delle "cose", fìsiche o immateriali, che ogni giorno entrano nelle nostre vite, esiste un processo globale di progettazione nel quale convergono ideazione, produzione, comunicazione, utilizzo, consumo e riuso: è il design. Dopo averne descritto le caratteristiche e il campo d'azione, l'autore ci guida nelle sue diverse declinazioni nel contesto internazionale, ed in quello italiano, dove il design ha trovato un terreno fertile per esprimersi ai massimi livelli trasformando alcuni oggetti in icone del vivere quotidiano. E domani? Quali sfide per il design del terzo millennio?

25.03.2013 # 2975

Daria La Ragione // 0 comments

La caffettiera del masochista

donald norman

A chi non à mai capitato di spingere una porta invece di tirarla o di rinunciare a lavarsi le mani perché non riesce ad azionare il rubinetto? In questi casi la sensazione di incapacità personale è molto forte: eppure, sostiene Norman, la colpa non è dell'utente, bensì di chi ha progettato questi oggetti d'uso comune senza considerare le normali attività mentali la cui conoscenza è essenziale per la progettazione di un ambiente ben organizzato e rispondente alle esigenze della mente. L'autore nel corso del libro passa in rassegna un gran numero di oggetti, accompagnando l'analisi del design con aneddoti e analizzando atti mancati, errori piccoli e grandi, incidenti, dimostrando che il responsabile è il design che induce ad errore.

18.03.2013 # 2962

Daria La Ragione // 0 comments

Foglio & forma.

Paul Jackson

Foglio & forma. Creare materiali promozionali con la carta è una raccolta unica nel suo genere, una miniera di idee per realizzare gadget esclusivi, semplicemente tagliando e piegando la carta: tanti magnifici modelli, spesso inediti, da personalizzare e trasformare in memorabili oggetti per promuovere servizi e prodotti. Alcuni sono giocattoli interattivi in grado di rivelare facce nascoste, altri propongono metodi ingegnosi per ripiegare lettere, opuscoli e poster, o ancora per creare buste e volantini originali.
Ideale per i professionisti del marketing e gli studenti di design, il libro rappresenta una valida fonte d’ispirazione per chiunque desideri presentare con efficacia la propria attività.
Logos editore

18.03.2013 # 2961

Daria La Ragione // 0 comments

Caratteri tipografici

AA. VV.

Una guida completa al linguaggio, alla storia e all'arte della tipografia 
Caratteri tipografici è la più ampia guida al settore tipografico che ogni studente, professionista o appassionato di design possa desiderare.

-    Migliaia di esempi illustrati dell’uso contemporaneo dei caratteri
-    L’evoluzione storica, dai lapidari greci fino al lungometraggio Helvetica
-    I grandi disegnatori che hanno trasformato singole lettere in celebri famiglie di caratteri  
-    Le basi della terminologia, dei principi e dei processi 
-    L’influenza delle nuove tecnologie
-    Il futuro dei caratteri sul web, sui dispositivi mobili, sui tablet e oltre


Il volume presenta tutte le fonti imprescindibili per il disegno e la composizione dei caratteri.
-    Le scuole che offrono corsi di studio specialistici
-    Le principali fonderie di tutto il mondo
-    Libri e pubblicazioni periodiche di settore
-    Blog e risorse online
-    Organizzazioni che catalogano, sostengono e premiano i migliori caratteri
-    Istituti che documentano, collezionano e preservano l’eredità del passato


Caratteri tipografici è uno strumento imprescindibile per chiunque cerchi ispirazione nell’utilizzo o nella creazione dei caratteri e sia interessato ad approfondirne applicazioni e storia, dagli albori dei caratteri mobili fino all’attuale “età dell’oro” della pratica tipografica.
Logos Editore

18.03.2013 # 2960

Daria La Ragione // 0 comments

World without men

Helmut Newton

Questa selezione di immagini editoriali di moda realizzate da tra la metà degli anni ’60 e i primi anni ’80 da Helmut Newton cattura, in uno dei primissimi libri da lui pubblicati, l’evoluzione del suo stile fotografico nell’arco di quasi due decadi. Le foto sono corredate da testi in stile diaristico redatti dallo stesso Newton, che racconta aneddoti e spiega le circostanze in cui furono realizzati i diversi scatti. Ogni pagina è una testimonianza della visione pionierisca di Newton che ha rivoluzionato al fotografia di moda: la sua influenza è visibile ancora oggi nelle pagine delle più importanti riviste di stile.

27.02.2013 # 2942

Daria La Ragione // 0 comments

STUDIO AZZURRO

a cura di Noemi Pittalunga e Valentina Valentini

Questo libro analizza gli spettacoli musicali, teatrali, di danza di Studio Azzurro, un gruppo di ricerca artistica fondato nel 1982 che si esprime con i linguaggi delle nuove tecnologie. I lavori presentati rappresentano una significativa selezione della articolata produzione di trenta anni di lavoro. La struttura portante del volume è data da una rigorosa ricostruzione degli spettacoli basata sui documenti conservati negli archivi di Studio Azzurro (schizzi, storyboard, testi, immagini fotografiche, recensioni, locandine) e sulla memoria diretta degli autori. 

La produzione di Studio Azzurro (videoambienti, ambienti sensibili e interattivi, performance teatrali, film e video) è stata presentata in contesti nazionali e internazionali. Oltre che in opere sperimentali, l’attività del gruppo si lega ad esperienze più divulgative come la progettazione di musei e mostre tematiche, attraverso cui costruisce un contesto comunicativo che prevede una significativa partecipazione dello spettatore all’interno di un impianto narrativo, ispirato a una ipertestualità e ad una continua oscillazione tra elementi reali e virtuali. 

Il lavoro di Studio Azzurro si legge all’interno dei nuovi paradigmi connessi al mutamento che la scienza, le nuove tecnologie, l’estetica vanno elaborando a partire dagli ultimi tre decenni del XX secolo e oltre. 
Molte domande attraversano i testi, in particolare: l’uso di dispositivi tecnologici ha narcotizzato o amplificato la dimensione teatrale? Una drammaturgia che ha come dispositivo costruttivo le nuove tecnologie è stata in grado di reinventare il medium teatro?
Ed. Contrasto

27.02.2013 # 2941

Daria La Ragione // 0 comments

PER GIOCO E PER PASSIONE

AAVV

Questo libro raccoglie alcune tra le immagini più intense e recenti dello sport, di tutti gli sport, selezionate dagli archivi Reuters. Come un album, fotografia dopo fotografia, ritroviamo i grandi atleti che ci hanno fatto sognare; ritroviamo i momenti di esultanza per le vittorie e di sconforto per le sconfitte; rivediamo i giochi di squadra, i gruppi di atleti coordinati tra loro, e gli “assolo” dei protagonisti. Rivediamo le acrobazie, volontarie o involontarie, realizzate su pista, e magari anche in volo, con le coreografie più belle. Ma troviamo anche lo sport vissuto fuori dai campi sportivi: nelle strade dei quattro angoli del mondo, nei terreni di gioco improvvisati, nelle discipline più insolite. È un mondo composito e bellissimo, quello dello sport; un mondo da condividere, fatto di colori e di emozioni, di gioco e di passione.
ed. Contrasto

24.01.2013 # 2872

Daria La Ragione // 0 comments

Il sistema dell'advertising

Stefano Calabrese

Il volume applica in modo sistematico gli strumenti della retorica classica al mondo della pubblicità: oggi è infatti questo tipo di comunicazione, più della letteratura, a ricorrere allo strumento della parola efficace e originale, secondo modalità persuasive già note ad Aristotele. Possiamo trovare il favore del mercato attraverso strategie retoriche che lavorano per addizione o per sottrazione, quando il prodotto pubblicizzato è di scarso valore o, rispettivamente, di nicchia; attraverso strategie che ricorrono alla sovrapposizione di codici semiotici diversi, quando l’art director e il copywriter li mescolano in un puzzle elegante e vertiginoso; attraverso strategie retoriche contrastive, quando si vogliono contrapporre stili di vita opposti, o sostitutive, quando si desidera che i potenziali acquirenti connotino una merce secondo valori del tutto immaginari. Sempre meno asservita al mercato, la pubblicità degli ultimi dieci anni si sta progressivamente estetizzando, e così incontra fatalmente la retorica, questa antica, sperimentata arte del comunicare che oggi si applica altrettanto facilmente al linguaggio verbale e al linguaggio analogico delle immagini.

24.01.2013 # 2871

Daria La Ragione // 0 comments

La persuasione pubblicitaria

Antonio Chirumbolo, Claudia Di Lorenzi

Attraverso quali percorsi agisce la persuasione? Quali processi psicologici sono implicati? La pubblicità subliminale è davvero efficace? È possibile convincere le persone a fare ciò che non vogliono senza che ne siano consapevoli? Quali sono i fattori che influenzano l’effetto degli stimoli subliminali? Nel rispondere a queste domande il testo presenta in modo chiaro e sintetico teorie e modelli della persuasione legati al linguaggio pubblicitario, approfondendo in particolare il controverso tema della persuasione e della pubblicità subliminale.

24.01.2013 # 2870

Daria La Ragione // 0 comments

Le anime del commercio

Ferdinando Fasce

La pubblicità ha una storia affascinante di manifesti, cartelloni, annunci sui giornali, spot televisivi, messaggi su internet. Una storia che ha contrassegnato gli Stati Uniti del Novecento, dall’età dei commessi viaggiatori e degli imbonitori da fiere a quella del consumo diffuso, dei mass media, delle agenzie pubblicitarie. Il libro ripercorre questa storia e il lavoro di uomini e donne impegnati a persuadere i loro simili a consumare, mostrando che il commercio ha avuto e ha più “anime”, inscritte nelle merci dai pubblicitari, in concorrenza fra loro, e che la pubblicità è stata ed è un terreno conteso, una sfida continua, materiale e simbolica, tra imprese, pubblicitari, media e consumatori.