alexa

Ilas sui social network

Iscriviti alla newsletter Ilas

logo-ilas
logo-ilas logo-ilas

MENU

cercaCERCA

ILAS è una scuola di specializzazione che opera esclusivamente
nell'ambito della comunicazione visiva.

 
icona

La scuola

100% comunicazione visiva

icona

La scuola
Storia, struttura e organizzazione

icona

I docenti
I curricula di tutti i docenti

icona

Certificazioni
Il valore di un corso Ilas

icona

Attività
Corsi, seminari e contest

icona

Social, blog e magazine
Scopri ilas 2.0

 
icona

I Corsi

Elenco dei corsi Ilas divisi per tipologia

Corsi Adobe MensiliPHOTOSHOP | ILLUSTRATOR | INDESIGN

Corsi Annuali CompletiGRAFICA | FOTO | WEB | PUBBLICITÀ | SOCIAL

Corsi Brevi TematiciFOTO STARTUP | COPY | MONTAGGIO

Elenco corsi brevi tematiciPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

 

Corsi di Grafica 3DMAYA | RHINO | STAMPA 3D

Elenco corsi grafica 3DPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

Corsi Annuali CoordinatiPERCORSI MULTIDISCIPLINARI

Corsi 2° anno GRAFICA | FOTOGRAFIA | WEB PHP

 

Cerchi un talento della comunicazione visiva?
 

Inserisci AnnuncioArea riservata alle aziende

Scegli CandidatoArea riservata alle aziende

Vai al PortfolioArea riservata alle aziende

Guarda i lavori realizzati dai nostri studenti
Oltre 9000 progetti realizzati nei corsi Ilas

ILAS - Istituto superiore di comunicazione visiva

icona

Recapiti telefonici

Italy / Napoli

tel(+39) 081 5511353
tel(+39) 081 4201345
fax(+39) 081 0070569

icona

Indirizzo

Italy / 80133 Napoli

Via Alcide De Gasperi, 45
Scala A

numero-verde

  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Libri e riviste // Pagina 84 di 110
18.03.2009 # 1034
NOT AVAILABLE

Ilas Web Editor // 0 comments

NOT AVAILABLE

Emanuele Nenna - ed. Lupetti

L'agenzia di comunicazione ideale: come dovrebbe essere e perché non c'è

Il mondo della comunicazione è in fermento, si parla in ogni occasione di nuovo approccio alla creatività, nuovo utilizzo dei media, contaminazioni tra comunicazione classica e canali digitali. Agenzie, centri media, responsabili marketing dibattono su quale possa essere la "nuova via" della comunicazione, che sembra di fatto tracciata ma che nella pratica nessuno riesce a percorrere fino in fondo.
Questo libro cerca di razionalizzare gli elementi di questa nuova comunicazione e lo fa descrivendo il modo di pensare e di essere di una immaginaria "agenzia ideale", forse solo sognata, forse nascosta da qualche parte.

18.03.2009 # 1033
NOT AVAILABLE

Ilas Web Editor // 0 comments

ADCI 22

Art Director Club Italiano - ed. Lupetti

Edizione 2007

C'è un messaggio dentro questo annual.

Va ad aggiungersi alle campagne creative che il libro ci racconta, è intrinseco all'oggetto stesso che state tenendo in mano.
Risiede nell'infinita cura - quasi maniacale - con cui la redazione ha portato avanti il progetto editoriale.
Vive nella caparbia volontà che ha animato il team nel rintracciare per mezza Italia gli oggetti simbolo della metafora scelta: i messaggi dal fronte. Pezzi originali della grande guerra rintracciati uno a uno tra musei e collezionisti.
Si alimenta dei testi scritti ad hoc, sezione per sezione, che ci descrivono la natura dei paragrafi con un linguaggio volutamente modulato sul vocabolario e sulla sintassi abituali dell'epoca cui la metafora fa riferimento.
Splende, letteralmente, nello sforzo individuale compiuto da Pasquale Barbella che ha voluto aggiungere di suo pugno a ogni commercial qui rappresentato una vera e propria sinossi - antica abitudine dei nostri annual migliori - che possa favorire il lettore nella comprensione del pezzo creativo.
Artigianato puro. Amore per il dettaglio. Passione e lavoro dedicati senza risparmio per raggiungere al massimo quello che si ha in mente.
Ecco il senso del messaggio che state sfogliando, che è anche il senso profondo della nostra professione.
Ciò che - viceversa - il mercato sta tralasciando, da troppi anni  a questa parte.
Anni di superficialità un tanto al chilo. Anni di "è importante andare in onda", più che "è importante ciò che diciamo e come lo diciamo".
Anni di finanza e non di idee.
Anni che in ultima analisi non portano a niente. E noi, davanti a questo, continueremo a non stare alle regole del gioco.
Continueremo a opporre qualità a quantità, talento individuale a soluzioni standard. Passione contro politica.
E la nostra mission, è ciò che ci piace fare.
Soprattutto, è l'unico modo per cambiare davvero le cose. In meglio.
Buona lettura a tutti.

 
Maurizio Sala - Presidente ADCI

18.03.2009 # 1032
NOT AVAILABLE

Ilas Web Editor // 0 comments

BRAND NAME STORIES

Béatrice Ferrari | Linda Liguori - ed. Lupetti

Vi siete mai chiesti quale sia l¹origine di una certa marca? Oppure perché il fondatore di un¹impresa di successo abbia scelto proprio quel nome per la sua marca? E di fronte ad un nome di marca non avete mai pensato che sia davvero azzeccato, oppure decisamente sbagliato? Queste sono le domande che hanno dato lo spunto per il libro.
Questo libro racconta le storie dei nomi che hanno sostenuto la nascita e la vita di alcune ³grandi marche². Il nome della marca non è mai neutro, ed anche se il più delle volte il significato originale del nome si arricchisce di innumerevoli connotazioni e valori, la presenza del brand name è sempre essenziale, unica e perenne. L¹intento delle autrici non è allora quello di studiare le marche in senso lato, né di indagare tutte le connotazioni e i valori presenti in esse, bensì di scovare le loro origini e scoprire le motivazioni che hanno portato alla scelta proprio di Quei Nomi. Qual è il loro significato? Come sono stati individuati? Quanto sono effettivamente coerenti con i valori espressi oggi dalla marca? Nel libro troverete le risposte a queste
domande, ma anche aneddoti ed informazioni interessanti.
Brand Name Stories vi propone un viaggio nel cuore delle grandi marche e l¹esplorazione della loro essenza... cioè la scoperta del loro nome.

07.02.2009 # 1001
NOT AVAILABLE

Ilas Web Editor // 0 comments

Il grande venditore di immagini - Elementi di semiotica del cinema

L. Forgione - Editori Riuniti

È un'introduzione alla semiotica del cinema, divisa in tre parti che affrontano alcune specifiche dimensioni teoriche. La prima parte si sofferma sulla nascita del dibattito in semiotica del cinema, dalla metà degli anni '60 fino agli anni '70, per approfondire le nozioni di segno, codice, testo. La seconda parte affronta in chiave narratologica gli studi filmici: la questione è stabilire le caratteristiche che definiscono la nozione di narratività e la possibilità di assegnare al testo filmico lo statuto narrativo emerso dagli studi strettamente legati all'analisi testuale di natura scritturale. Infine, la terza parte si sofferma sulla dimensione pragmatica, in particolare approfondisce il dispositivo dell'enunciazione e sempre in chiave comparata prova a cogliere contiguità e differenze tra l'ambito scritturale e quello filmico.

13.01.2009 # 963
NOT AVAILABLE

Ilas Web Editor // 0 comments

Storia della fotografia

AA.VV. - Electa

Un aggiornato compendio di storia della fotografia, dalle prime sperimentazioni di Nièpce e Da guerre ai primi dell'Ottocento fino alle creazioni contemporanee di Martin Parr, Christian Boltanski e Andreas Gursky.
Scorrono decine di immagini dei più grandi fotografi: dai maestri francesi del XIX secolo a Nadar, da Marey a Muybridge, da Alfred Stieglitz a Leni Riefensthal fino a Man Ray, Cartier-Bresson, Elliot Erwitt, Bruce Nauman, Mapplethorpe, Cindy Sherman. 
I saggi offrono un taglio trasversale e innovativo, prestando attenzione anche alle dinamiche meno conosciute dell'arte della fotografia e alternandosi ad album iconografici su singoli temi

13.01.2009 # 962
NOT AVAILABLE

Ilas Web Editor // 0 comments

Fabrica Files 01-06

Elisabetta Prando, Omar Vulpinari - Electa

Fabrica Files è pubblicato due volte l'anno come una raccolta di progetti realizzati a Fabrica, il centro di ricerca sulla comunicazione del Gruppo Benetton. Ogni volume è composto da sei sezioni che si riferiscono ad altrettanti progetti individuali o collettivi e rappresentano tutti insieme un'istantanea sulla creatività dei giovani artisti provenenti da tutto il mondo. Fabrica Files 01-06 contiene: il surrealismo fotografico di Margot Knight, le illustrazioni oniriche di Giorgia Ricci, le nature morte di Mattia Zoppellaro, i commenti visivi alla tragedia dell'11 settembre, le riflessioni sul processo creativo come risultato di un workshop, gli inviti realizzati dai diversi artisti ospitati da Fabrica per lecture e workshop.

Inside Ilas