• Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Mostre ed eventi // Pagina 174 di 218
28.03.2009 # 1038
Milano | Mammut - Songs From The Blue Garden | Fino al 28 marzo 2009

Ilas Web Editor // 0 comments

Milano | Mammut - Songs From The Blue Garden | Fino al 28 marzo 2009

Fino al 28 marzo 2009

Dal 6 febbraio al 28 marzo 2009, la Galleria Pack di Milano ospita il nuovo progetto di Robert Gligorov, dal titolo Mammut - Songs From The Blue Garden.
L'artista macedone, guarda nuovamente a quel mondo che lo aveva visto protagonista ai suoi esordi professionali come regista di videoclip e disegnatore di copertine per gli album di Sting e dei Bluvertigo. Dopo avere maturato anni di esperienze esclusivamente nel campo dell'arte contemporanea, questa volta Gligorov, senza alcuna pretesa di paragone o emulazione, si cimenta nella realizzazione di un intero album, curandone i testi e realizzando brevi videoclip di ciascuna canzone. Gligorov, ci conquista con ritornelli orecchiabili e seducenti, messi in musica grazie all'aiuto di famosi compositori italiani e internazionali quali Saturnino, Massimo Colombo, Vittorio Cosma e Steve Piccolo.

29.03.2009 # 933
Milano | Mammut - Songs From The Blue Garden | Fino al 28 marzo 2009

Ilas Web Editor // 0 comments

Firenze | Emerging talents | Fino al 29 marzo 2009

Fino al 29 marzo 2009

Un premio e una mostra per offrire ai giovani artisti italiani l'opportunità per emergere, farsi conoscere e comunicare, questo è quanto si prefigge l'iniziativa Talenti Emergenti/Emerging Talents, creata dalla Fondazione Palazzo Strozzi e realizzata dal Centro di Cultura Contemporanea Strozzina - CCCS di Firenze. In mezzo alla moltitudine di riconoscimenti già presenti sul nostro territorio, Emerging Talents si distingue per una formula nuova che prevede due momenti di selezione affidati a commissioni giudicatrici composte da persone diverse. Si parte da una prima fase dedicata alla scelta degli artisti finalisti, compito affidato a una giuria composta da cinque tra i più affermati esponenti della nuova generazione di operatori culturali italiani indipendenti - Andrea Bellini, Luca Cerizza, Caroline Corbetta, Andrea Lissoni e dall'artista e docente Paolo Parisi - ciascuno indica cinque nomi. Nella seconda fase, la rosa dei 25 finalisti, i cui lavori saranno esposti al CCCS dal 23 gennaio al 29 marzo 2009, viene vagliata da una commissione internazionale formata da Rudolf Frieling (curatore del San Francisco Moma), Jan Boelen (direttore del centro di arte contemporanea Z33, Belgio), Hubertus Gassner (direttore della Kunsthalle Amburgo), Cornelia Grassi (Galleria GreenGrassi di Londra) e Kathrin Becker (direttore del Neuer Berliner Kunstverein), coadiuvati da Franziska Nori, project director del CCCS, Heiner Holtappels, direttore del Netherlands Media Art Institute/Montevideo di Amsterdam, e Christoph Tanner, direttore del Kuenstlerhaus Bethanien di Berlino. Il 22 gennaio, durante l'inaugurazione della mostra, saranno proclamati i nomi dei due vincitori che otterranno una borsa di studio per svolgere un periodo di ricerca – da 6 a 8 mesi - al Künstlerhaus Bethanien di Berlino e al Netherlands Media Art Institute Montevideo di Amsterdam.

22.03.2009 # 981
Milano | Mammut - Songs From The Blue Garden | Fino al 28 marzo 2009

Ilas Web Editor // 0 comments

Lodi | Grafica. Braque Chagall Picasso… | Fino al 22 marzo 2009

Fino al 22 marzo 2009

GRAFICA. MIRÓ BRAQUE CHAGALL PICASSO MORANDI BACON E ALTRI MAESTRI DEL NOVECENTO.

Una raccolta di ampio respiro che testimonia la presenza dei più significativi esponenti dell'arte incisoria internazionale come Picasso, Braque, Chagall, Kandinsky, Miró, Dalì, Giacometti, Max Ernst, Bacon accanto ad artisti italiani di assoluto valore quali Burri, Fontana, Vedova, Santomaso, Manzù e altri.
Le opere esposte permettono di affrontare un percorso che, tra figure fondamentali di una tecnica tanto apprezzata fin dal Settecento, propone un viaggio nel mondo straordinario della stampa d'arte.
Una selezione che, nella proposta dei percorsi di ricerca dei singoli maestri, rende giustizia a un'espressione artistica, quella dell'incisione, che vanta un proprio linguaggio autonomo, dopo essersi esonerata proprio nel Novecento da un ruolo sussidiario rispetto alla pittura, a lungo attribuitole. Così del resto dichiarava, emblematicamente, Roberto Longhi: "Almeno dai primi anni del Novecento l'arte è più sotto il segno dei grafici che dei pittori".

09.03.2009 # 968
Milano | Mammut - Songs From The Blue Garden | Fino al 28 marzo 2009

Ilas Web Editor // 0 comments

Milano | L'arte delle donne | Fino al 9 marzo 2009

Fino al 9 marzo 2009

Nell'Anno Europeo delle Pari Opportunità, il primo grande evento espositivo dedicato a cinque secoli di arte al femminile, attraverso 110 artiste e 200 opere, da Sofonisba Anguissola a Camille Claudel, da Lavinia Fontana a Frida Kalho, da Marietta Robusti Tintoretto a Tamara de Lempicka, ad altre ancora.

Valorizzare la figura della donna come pittrice e non piu' solo come soggetto dipinto, assegnandole il ruolo di protagonista della scena artistica a lungo dominata dalla figura maschile, e' quello che si propone la mostra L'Arte delle Donne, dal Rinascimento al Surrealismo, in programma a Milano, Palazzo Reale, dal 5 dicembre 2007 al 9 marzo 2008.

01.03.2009 # 964
Milano | Mammut - Songs From The Blue Garden | Fino al 28 marzo 2009

Ilas Web Editor // 0 comments

Venezia | DEPERO Opere della collezione Fedrizzi | Fino al 1 marzo 2009

Fino al 1 marzo 2009

I Musei Civici di Venezia aprono le celebrazioni per il centenario del futurismo - che culmineranno nella grande mostra al Correr del giugno 2009 - con una preziosa anticipazione, dedicata a Fortunato Depero (1892-1960).
La mostra, curata da Maurizio Scudiero, si realizza grazie alla generosa disponibilità della famiglia Fedrizzi, che non solo consente l'esposizione al pubblico per la prima volta, nella sua globalità, della collezione formata da Giuseppe Fedrizzi (1918-1979) in anni di frequentazione personale con l'artista e la moglie Rosetta, ma anche intende, dopo la mostra, lasciarla ai Musei Civici di Venezia con un deposito a lungo termine a Ca' Pesaro.
Presenti oltre ottanta opere realizzate tra il 1914 e il 1956 - olii, tempere, disegni a china e a carboncino, collage, bozzetti pubblicitari, tarsie in legno e in stoffe colorate, progetti di arredo - con celebri capolavori, come il Libro imbullonato (1927) o Nitrito in Velocità (1922), e opere inedite che documentano l'attitudine multimediale di Depero, in una visione totalizzante dell'espressione artistica e in un contesto di apertura globale a ogni esperienza, dentro e oltre il futurismo.
Catalogo Electa.


22.02.2009 # 965
Milano | Mammut - Songs From The Blue Garden | Fino al 28 marzo 2009

Ilas Web Editor // 0 comments

Roma | Bruno Munari | Fino al 22 febbraio 2009

Fino al 22 febbraio 2009

"Sculture da viaggio", "macchine inutili", "forchette parlanti" e "libri illeggibili" sono solo alcuni degli oggetti più stupefacenti e caratteristici nati dalla creatività di Bruno Munari (Milano, 1907-1998). Al poliedrico artista milanese (scultore, illustratore, grafico, designer, con la passione per la didattica per l'infanzia) il Museo dell'Ara Pacis di Roma dedica dal 9 ottobre 2008 al 22 febbraio 2009 la grande mostra antologica "Bruno Munari".
Una mostra importante e impegnativa, con oltre 200 pezzi tra oggetti, sculture, opere d'arte e di grafica ma anche semplice e divertente, perché il visitatore riconoscerà e sentirà familiare la produzione munariana, ormai parte dell'immaginario collettivo del Paese. Al nome di Bruno Munari sono infatti legate alcune tra le aziende italiane più importanti - come Olivetti, La Rinascente, Pirelli, Campari etc. - per le quali ha realizzato bozzetti, studi, disegni, manifesti, progetti pubblicitari e allestitivi. Anche le case editrici Bompiani, Rizzoli, Zanichelli, Editori Riuniti e Corraini, dagli anni '20 a tutti gli anni '70, si sono affidate alla grafica di Munari che in quel periodo ne ha fatto una delle principali attività e suo primo ambito di sperimentazione linguistica. Ma soprattutto con alcune collane ideate per Einaudi Munari raggiunge livelli elevatissimi di notorietà che si riflettono sul successo della casa editrice.