alexa

Ilas sui social network

Iscriviti alla newsletter Ilas

logo-ilas
logo-ilas logo-ilas

MENU

cercaCERCA

ILAS è una scuola di specializzazione che opera esclusivamente
nell'ambito della comunicazione visiva.

 
icona

La scuola

100% comunicazione visiva

icona

La scuola
Storia, struttura e organizzazione

icona

I docenti
I curricula di tutti i docenti

icona

Certificazioni
Il valore di un corso Ilas

icona

Attività
Corsi, seminari e contest

icona

Social, blog e magazine
Scopri ilas 2.0

 
icona

I Corsi

Elenco dei corsi Ilas divisi per tipologia

Corsi Adobe MensiliPHOTOSHOP | ILLUSTRATOR | INDESIGN

Corsi Annuali CompletiGRAFICA | FOTO | WEB | PUBBLICITÀ | SOCIAL

Corsi Brevi TematiciFOTO STARTUP | COPY | MONTAGGIO

Elenco corsi brevi tematiciPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

 

Corsi di Grafica 3DMAYA | RHINO | STAMPA 3D

Elenco corsi grafica 3DPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

Corsi Annuali CoordinatiPERCORSI MULTIDISCIPLINARI

Corsi 2° anno GRAFICA | FOTOGRAFIA | WEB PHP

 

Cerchi un talento della comunicazione visiva?
 

Inserisci AnnuncioArea riservata alle aziende

Scegli CandidatoArea riservata alle aziende

Vai al PortfolioArea riservata alle aziende

Guarda i lavori realizzati dai nostri studenti
Oltre 9000 progetti realizzati nei corsi Ilas

ILAS - Istituto superiore di comunicazione visiva

icona

Recapiti telefonici

Italy / Napoli

tel(+39) 081 5511353
tel(+39) 081 4201345
fax(+39) 081 0070569

icona

Indirizzo

Italy / 80133 Napoli

Via Alcide De Gasperi, 45
Scala A

numero-verde

  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Mostre ed eventi // Pagina 159 di 223
23.05.2010 # 1572
A Tube | The Global Animation Film Festival

Ilas Web Editor // 0 comments

A Tube | The Global Animation Film Festival

Fino al 23/05/2010

Preannunciato l’8 maggio 2010 con un seminario sullo Storyboard nel cinema, il Festival del cinema di animazione che si svolge a Varese si inaugura con Maurizio Nichetti il 16 maggio, seguito da proiezioni, workshop e seminari. Il 21 ci saranno le proiezioni del International Short Films competition I e II, prevista inoltre la proiezione di corti d’animazione nazionali, internazionali in collaborazione con CARTOON D'OR - ”Oscar” europeo dell'animazione 2009. Da segnalare, molto cinema d’animazione giapponese, l’incontro con i creativi della pubblicità Ceres e il seminario sugli Strumenti del cinema: L’animazione stereoscopica 3D; il 23 maggio il Workshop con YONI GOODMAN Direttore dell'animazione di "Valzer con Bashir", film di Ari Folman candidato agli oscar 2009 e la premiazione concorsi “the A-Tube Short Film Contest” e “The Golden storyboard”, con la proiezione dei film vincitori. Andare sul sito per visionare il programma completo e registrarsi agli eventi.

30.05.2010 # 1503
A Tube | The Global Animation Film Festival

Ilas Web Editor // 0 comments

Milano | Compassi di Latta

Fino al 30/05/2010

Alla sua prima edizione, l’esposizione rientra nel circuito Il Compasso di Latta. Per un design della sostenibilità, ospitato all’interno del Salone del Mobile (14/19 aprile 2010) presso la Triennale Bovisa di Milano e promosso, oltre che da Triennale Bovisa anche da NABA (Nuova Accademia di Belle Arti). La raccolta si basa su una serie di compassi di latta di Riccardo Dalisi, ovvero sagome, sculture di latta e piccole invenzioni sul confine tra artigianato, arte, design, fiaba e poesia del quotidiano, circoscritto in quello che viene chiamato “design ultrapoverissimo”. Il nesso tra arte-design-artigianato si fa vivo e intenso, significante e pieno di spunti di riflessione in cui il fare consapevole diventa e produce gioia creativa, segno e libertà. Le collezioni ospitate da Triennale Bovisa saranno in tutto sei, ci saranno le famose mollette di ogni tempo e paese e in particolare quelle di Gad Charny, Yoav Ziv e Yaacov Kaufman (per la prima volta esposta in Europa), le incredibili macchine di Enea Bracciali, e una serie di sorprese che verranno svelate il giorno dell’inaugurazione. A fianco alla mostra presente anche un bellissimo workshop in progress, che accoglierà ogni settimana una ventina di mini-workshop aperti al pubblico e ispirati ad alcune parole chiave estrapolate dal Manifesto del Compasso di Latta: invenzione, mutamento, artigianale, microproduzione, sostenibilità, sperimentazione, teatro, azione. Lo spazio si trasformerà in un unico, grande laboratorio a cui tutti potranno partecipare.

30.05.2010 # 1442
A Tube | The Global Animation Film Festival

Ilas Web Editor // 0 comments

Roma | Fabrizio De André. La mostra

Fino al 30/05/2010

L’11 febbraio avrebbe compiuto 70 anni. In occasione di questo anniversario, a 10 anni dalla morte di Fabrizio De André, presso l’Ara Pacis di Roma Studio Azzurro gli dedica una mostra interattiva e multimediale che racconta vita, musica, esperienze e passioni del grande cantautore genovese. La mostra approda a Roma dopo essere passata da Genova e Nuoro, Liguria e Sardegna. La prima, terra di nascita e d’appartenenza culturale, riscoperta nel profondo delle sue radici dopo un altissimo percorso poetico-musicale, la seconda, la Sardegna, terra d’adozione, anch’essa amata e vissuta nelle sue più recondite reminescenze folkloriche, linguistiche e culturali. Sarebbe riduttivo definire Fabrizio De André un cantautore, etichettarlo con queste semplici parole. Poeta, scrittore, artista, egli non si limitò soltanto a scrivere testi e musica. Egli fece molto di più, dandoci un patrimonio di immenso valore, sempre attuale che sono le parole, la musica, in continua trasformazione, in divenire perpetuo, in un percorso artistico in cui arte e vita si intrecciano. La mostra che Studio azzurro propone attraverso una narrazione virtuale racconta la vita, la musica con i temi della poetica di De André, la società del benessere e il boom economico degli anni 60, gli chansonnieres da cui attinse con grande maestria, gli scrittori, gli emarginati e i vinti, le donne, l’amore, la cronaca, i luoghi della sua vita. La mostra è divisa in 6 percorsi, Genova, l'amore, la guerra, la morte, l'anarchia, gli ultimi. Il tutto raccontato per immagini fotografiche, filmati, semplici bigliettini, testimonianze della vita intrecciate con l’opera, che aiutano, alla fine del percorso espositivo, lo spettatore a scegliere quale immagine di Faber portare con sé. La mostra è curata da Vittorio Bo, Guido Harari, Vincenzo Mollica e Pepi Morgia, ideata da Studio Azzurro, è promossa da Comune di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione, Sovraintendenza ai Beni Culturali, Fondazione Fabrizio De André onlus, Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Zètema Progetto Cultura.

23.05.2010 # 1531
A Tube | The Global Animation Film Festival

Ilas Web Editor // 0 comments

Torino | Tutta la memoria del mondo

Fino al 23/05/2010

Al GAM Underground Project di Torino, il dibattito tra l’arte e la cultura del passato è aperto. Si tratta di un discorso che vuole indagare la relazione tra l’arte contemporanea e la cultura del passato, attraverso diverse mostre e in particolare Tutta la memoria del mondo, una mostra collettiva di artisti italiani e stranieri. Il tema è legato ai meccanismi di costruzione del racconto storico, alle sue implicazioni, alla registrazione degli eventi attraverso l’analisi che separa il vero dal falso, a ciò che è storico e a ciò che non lo è. L’invenzione di personaggi e di contesti, a volte, nel mondo dell’arte, sembrano avere una collocazione storica perfetta, anche se in realtà non sono mai esistiti. Gli artisti in mostra sono: James Beckett, Rossella Biscotti, Patrizio Di Massimo, Haris Epaminonda, Simon Fujiwara, Dani Gal, Sean Snyder. Ad arricchire e integrare il percorso artistico della mostra ci sarà un programma di proiezioni di film e video di Clemens von Wedemeyer, Cyprien Gaillard, Zachary Formwalt, Dani Gal. Inoltre, Archive Books di Berlino pubblica per l’occasione un reader dedicato al rapporto tra arte contemporanea e metodologie storiografiche.

23.05.2010 # 1479
A Tube | The Global Animation Film Festival

Ilas Web Editor // 0 comments

Torino | Keep Your Seat: Stai Al Tuo Posto

Fino al 23/05/2010

La mostra ospitata al GAM di Torino ha al centro la seduta, la sedia come oggetto d’arte e design, con una sua funzionalità estetica. La mostra, infatti, indaga il rapporto tra arte contemporanea e design circoscrivendo l’ambito tematico all’oggetto Sedia, in collaborazione con Vitra Design Museum. In particolare ci si sofferma sull’assenza dell’oggetto, sul corpo mancante della sedia, che nell’arte diventa evocativo, nel design rappresenta l’oggetto nel suo agire e divenire. Dal video dell’artista inglese Simon Starling 'Four Thousand Seven Hundred and Twenty Five”, dove egli lambisce visivamente una sedia del 1959 di Carlo Mollino indugiando sui dettagli delle forme sinuose come se stesse abbracciando un corpo femminile, ai modelli originali della sedia Thonet. I Vedovamazzei, ad esempio, presentano “Isn’t it romantic”: una Thonet rovesciata su se stessa e imprigionata in una gabbia di plexiglass che abbandona ogni funzionalità ma raccoglie una nuova esistenza satura di tragica bellezza. Ai lavori degli artisti sono accostati i lavori dei designer internazionali. L’arte e il design si fondono, ma non sono la tessa cosa, sia ben chiaro. L’arte e il design hanno funzioni diverse ma vivono di contaminazioni continue, si fondono, si influenzano a vicenda, l’arte può diventare funzionale come il design e il design può assomigliare ad un oggetto d’arte. Il bello di questa mostra nasce dal vivido e suggestivo confronto di due discipline sorelle, arte e design, che non riescono proprio a fare a meno l’una dell’altra. Gli artisti in mostra: Ghada Amer, Cristoph Büchel, Felice Castrati, Giuseppe Gallo, Phillip Lai, Marisa Merz, Tony Oursler, Marc André Robinson, Doris Salcedo, Alberto Sartoris, Simon Starling, Adolf Vallazza, vedovamazzei, Chen Zhen. I designer in mostra: Gae Aulenti, Carlo Bugatti, Fernando e Humberto Campana, Joe Colombo, Martino Gamper, Frank O. Gehry, Coop Himmelblau, Massimo Iosa Ghini, Shiro Kuramata, Charles Rennie Mackintosh, Alessandro Mendini, Carlo Mollino, Jasper Morrison, Olivier Mourgue, Rick Owens, Verner Panton, Gaetano Pesce, Gerrit T. Rietveld, Armando Testa, August Thonet, Herbert Von Thaden, Sori Yanagi, Tokujin Yoshioka. La mostra è curata da Danilo Eccher con Maria Cristina Didero

23.05.2010 # 1475
A Tube | The Global Animation Film Festival

Ilas Web Editor // 0 comments

Milano | Gillo Dorfles. L'avanguardia tradita

Fino al 23/05/2010

Palazzo Reale di Milano dedica un'interessante mostra al Gillo Dorfles artista, curata da Luigi Sansone. Il critico Dorfles è molto più conosciuto del pittore e artista Dorfles, anche se quest'ultimo merita un ruolo nell'arte contemporanea di tutto rispetto. Laureato in medicina e in psichiatria, professore di estetica, filosofo, pianista ma soprattutto pittore. E' stato tra i fondatori del Movimento Arte Concreta, assieme a Bruno Munari, Monnet e Soldati. Ha ricevuto di recente la laurea ad honorem in Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano (2002) e nel 2004 presso l'Università Autonoma di Città del Messico. In questa mostra sono riuniti numerosi disegni, dipinti, ceramiche e anche gioielli, il tutto dominato da una vena visionaria e surreale. Il 29 marzo, inoltre, presso l'aula Magna della IULM, alla presenza di Gillo Dorfles e di Aldo Colonetti, Carlo Cracco, Massimiliano Finazzer Flory, Vittorio Gregotti, Francesco Leporino, Giacomo Manzoni, Gabriele Mazzotta, Domenico Piraina, Arnaldo Pomodoro, Luigi Sansone, Lea Vergine e Ugo Volli, si terrà il convegno sulla figura di Dorfles Più sfaccettato di un diamante: Le tante anime di Gillo Dorfles, al termine del quale si proietterà il video documentario di Francesco Leprino: Attraverso il tempo attraversato dal tempo...un secolo con Gillo Dorfles.