alexa
  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Libri e riviste // Pagina 72 di 109
18.05.2010 # 1585
Elementi di grafica. Forma visiva e comunicazione

Ilas Web Editor // 0 comments

Elementi di grafica. Forma visiva e comunicazione

Edizione: Logos Books

Un manuale che insegna le regole ma anche un principio fondamentale: quello di infrangerle. Un’operazione possibile soltanto attraverso la conoscenza delle regole necessarie per costruire un qualsiasi progetto di design. Uso dei layout, caratteri tipografici, colore, spazio e immagine, tutto è finalizzato all’apprendimento delle tecniche utili alla progettazione grafica. Nel manuale ci sono centinaia di esempi e di consigli per portare a termine un buon lavoro di progettazione grafica. In particolare i contenuti sono: venti regole per un design di qualità; un ripasso dedicato ai strumenti visivi fondamentali del design; un approfondimento del colore; i metodi di integrazione del carattere e dell’ immagine, i modi e i tempi per mettere in discussione i contenuti di questo libro e per infrangere le regole.

14.05.2010 # 1579
Elementi di grafica. Forma visiva e comunicazione

Ilas Web Editor // 0 comments

N.B. I linguaggi della comunicazione-numero1

Di Fulvio Cantarelli | Fausto Lupetti Editore

N.B. I linguaggi della comunicazione-Istinto e strategia, apre la mente; è la prima di una serie di pubblicazioni sulla comunicazione e i suoi diversi linguaggi, realizzata con ricchi e significativi contributi, tutti di grande interesse e attualità. Ecco alcuni contenuti presenti nel primo numero: si comincia con un editoriale di Cantarelli e con l’Osservatorio Bird Watching; si prosegue con Le stanze della coscienza, Intervista a Edoardo Boncinelli (Se spesso il nostro comportamento è il risultato della complementarietà di istinto e raziocinio, altre volte tra le due istanze si genera un certo conflitto); per la sezione Frontiere c’è Il corpo dell’arte, Intervista ad Achille Bonito Oliva (L’istinto artistico nasce sempre solitario e antagonista: l’artista non è un inviato speciale della realtà, ma è un inviato speciale contro la realtà). Seguono un intervento di Marc Augé, il reportage (Interazioni / Urban Play, Scott Burnham, E se invece delle solite generazioni di urbanisti che scoraggiano l’intervento e l’interazione, esaminassimo una progettazione urbana che le stimoli?), un’intervista a Stefano Bollani (Il tasto giusto, Intendendo il jazz come un’estetica che trova nell’improvvisazione la strategia per rinnovare, attraverso l’istinto, una struttura data) e ad Alessandro Bergonzoni ( Fuori Fuoco, L’uomo in questo momento antropologico di grande bassezza fa dell’istinto strategia e della strategia l’istinto). Di grande interesse anche le sezioni Cromoterapie, Danze, Scene, Testo a fronte e il Case History a cura di Silvia Cavazza ( L’intuizione è stata quella di rinnovare i modi e le forme della divulgazione scientifica chiamando in causa anche gli esempi più alti del pensiero umanistico) e Orientamenti di Paul Mijksenaar ( Ciò che vediamo oggi negli edifici è una totale noncuranza della libertà potenziale di movimento del visitatore e nessuna possibilità di sviluppo di intuito spaziale). Infine, chiude il Close up, Fatti salvo.

05.05.2010 # 1559
Elementi di grafica. Forma visiva e comunicazione

Ilas Web Editor // 0 comments

La Guerra dei numeri | di Juan Darién

Edizione: Logos Books/OQO

Un racconto illustrato, didattico, divertente e originale, sull’intolleranza e sulla follia della guerra spesso provocata dalla paura del diverso, vissuta come una vera e propria minaccia. Tutto comincia quando “UNO era un numero molto piccolo e solitario. Invidiava gli altri numeri, che gli sembravano superiori, ma un giorno, in gran segreto, il Re Meno gli fornì il progetto di un’arma terribile: il segno MENO”. Il libro va avanti così, utilizzando simbolicamente la sottrazione fino ad arrivare alla conclusione che ciò che è diverso arricchisca e non sottragga, ciò che è diverso sia in realtà somma e non differenza. Un racconto che parla di pace, di schiavitù, di abuso, di rispetto degli altri, di valori universali e di risoluzione di conflitti, ma anche un valido strumento per familiarizzare con i codici matematici, realizzato attraverso la tecnica del collage digitale. Il libro ha vinto il premio Illustrazione 2008 al CJ 1st Picture Book Awards.

04.05.2010 # 1554
Elementi di grafica. Forma visiva e comunicazione

Ilas Web Editor // 0 comments

Dizionario giuridico dell'arte | Di Silvia Segnalini

Edizioni: Skira

Finalmente tutto quello che concerne il diritto dell'arte racchiuso in un unico volume. Il Dizionario giuridico dell'arte è una guida al diritto nel mondo dell'arte utile a districarsi in un settore vasto e complesso come questo. Lo fa in maniera pregevole e con leggerezza, attraverso aneddoti e curiosità, casi esemplari, con un linguaggio semplice e in un contesto attraversato non solo dai beni culturali tradizionali e all'antiquariato, ma anche da settori come fotografia, installazioni, performance, design, video arte, digital art, land art. Il libro è rivolto ad antiquari, archeologi, artisti e loro eredi, architetti, art advisors, collezionisti, curatori, editori, galleristi, mecenati, case d'asta, musei, designers e fashion designers, fund raisers, restauratori, storici dell'arte, uffici stampa, sponsor, o più semplicemente curiosi e appassionati che vogliono approfondire con facilità gli aspetti giuridici del loro mestiere. Una vera e propria bibbia giuridica per gli art addict e aspiranti tali, insomma. L'autrice è avvocato e docente di Istituzioni di diritto romano all'Università di Roma La Sapienza.

04.05.2010 # 1553
Elementi di grafica. Forma visiva e comunicazione

Ilas Web Editor // 0 comments

Dizionario giuridico dell'arte | Di Silvia Segnalini

Edizioni: Skira

Finalmente tutto quello che concerne il diritto dell'arte racchiuso in un unico volume. Il Dizionario giuridico dell'arte è una guida al diritto nel mondo dell'arte utile a districarsi in un settore vasto e complesso come questo. Lo fa in maniera pregevole e con leggerezza, attraverso aneddoti e curiosità, casi esemplari, con un linguaggio semplice e in un contesto attraversato non solo dai beni culturali tradizionali e all'antiquariato, ma anche da settori come fotografia, installazioni, performance, design, video arte, digital art, land art. Il libro è rivolto ad antiquari, archeologi, artisti e loro eredi, architetti, art advisors, collezionisti, curatori, editori, galleristi, mecenati, case d'asta, musei, designers e fashion designers, fund raisers, restauratori, storici dell'arte, uffici stampa, sponsor, o più semplicemente curiosi e appassionati che vogliono approfondire con facilità gli aspetti giuridici del loro mestiere. Una vera e propria bibbia giuridica per gli art addict e aspiranti tali, insomma. L'autrice è avvocato e docente di Istituzioni di diritto romano all'Università di Roma La Sapienza.

30.04.2010 # 1547
Elementi di grafica. Forma visiva e comunicazione

Ilas Web Editor // 0 comments

Tutto quello che sai è falso | di Howard Zinn, William Blum, Greg Palast, Noreena Hertz

Edizione: Nuovi mondi

 


Diventata un vero e proprio caso editoriale, questa versione economica e nostrana di un libro di grande successo, è la raccolta di saggi, inchieste e testimonianze curata dal sito d’informazione alternativa Disinformation.com. Tutto quello che sai è falso, ovvero il Manuale dei segreti e delle bugie, Il libro che racconta la verità sulle menzogne, citando recensioni già apparse in giro per un libro che ha venduto più di 100000 copie. Nel libro si smascherano le storie, le leggende, le bugie dei media, dei governi e delle multinazionali. Un libro che ha cambiato la concezione del giornalismo d’inchiesta, libero, critico, autorevole e caustico, un best seller dell’informazione che non è né un saggio, né una semplice raccolta, ma racchiude in sé l’anima di diversi saggi affrontando i fatti con documenti precisi. Gli autori elencati sono soltanto alcune delle grandi firme giornalistiche qui presenti.Questa è la prima delle due parti disponibili pubblicate con Nuovi Mondi.