alexa

Ilas sui social network

Iscriviti alla newsletter Ilas

logo-ilas
logo-ilas logo-ilas

MENU

cercaCERCA

ILAS è una scuola di specializzazione che opera esclusivamente
nell'ambito della comunicazione visiva.

 
icona

La scuola

100% comunicazione visiva

icona

La scuola
Storia, struttura e organizzazione

icona

I docenti
I curricula di tutti i docenti

icona

Certificazioni
Il valore di un corso Ilas

icona

Attività
Corsi, seminari e contest

icona

Social, blog e magazine
Scopri ilas 2.0

 
icona

I Corsi

Elenco dei corsi Ilas divisi per tipologia

Corsi Adobe MensiliPHOTOSHOP | ILLUSTRATOR | INDESIGN

Corsi Annuali CompletiGRAFICA | FOTO | WEB | PUBBLICITÀ | SOCIAL

Corsi Brevi TematiciFOTO STARTUP | COPY | MONTAGGIO

Elenco corsi brevi tematiciPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

 

Corsi di Grafica 3DMAYA | RHINO | STAMPA 3D

Elenco corsi grafica 3DPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

Corsi Annuali CoordinatiPERCORSI MULTIDISCIPLINARI

Corsi 2° anno GRAFICA | FOTOGRAFIA | WEB PHP

 

Cerchi un talento della comunicazione visiva?
 

Inserisci AnnuncioArea riservata alle aziende

Scegli CandidatoArea riservata alle aziende

Vai al PortfolioArea riservata alle aziende

Guarda i lavori realizzati dai nostri studenti
Oltre 9000 progetti realizzati nei corsi Ilas

ILAS - Istituto superiore di comunicazione visiva

icona

Recapiti telefonici

Italy / Napoli

tel(+39) 081 5511353
tel(+39) 081 4201345
fax(+39) 081 0070569

icona

Indirizzo

Italy / 80133 Napoli

Via Alcide De Gasperi, 45
Scala A

numero-verde

  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Libri e riviste // Pagina 54 di 111
10.03.2012 # 2401
Comunicazione 3.0 una conversazione con Zygmunt Bauman

Ilas Web Editor // 0 comments

Comunicazione 3.0
una conversazione con
Zygmunt Bauman

Fausto Lupetti Editore

Documento senza titolo Contaminazione. Ibridazione. Cortocircuiti. Sono alcune delle parole chiave che percorrono come un filo rosso le pagine del nuovo libro edito da Logo Fausto Lupetti Editore e firmato da Franco Pomilio, Comunicazione 3.0. Pensieri e idee per una rivoluzione integrata, in uscita a fine novembre. Un percorso personalissimo di riflessione, tra spunti teorici e casi concreti, arricchito dalle voci e le testimonianze di alcuni interpreti e protagonisti della svolta in corso: studiosi come Mario Morcellini e Angelo Consoli, esperti “sul campo” come Fabrizio Romano e Alastair Campbell. Su tutti, una approfondita “Conversazione con Zygmunt Bauman”, che apre il volume suggerendone e anticipandone alcune linee di sviluppo.
A partire da una serie di best practices nazionali e internazionali, ognuna legata a una diversa sfida della rivoluzione (socio-culturale, organizzativa, economica) in corso, il libro intreccia problemi strategici e interpretazioni del presente, esempi pratici e proposte di sviluppo, muovendosi tra le molteplici dimensioni – dal locale al “transnazionale” – che oggi la comunicazione si trova a dover attraversare. Un viaggio volutamente “nomade”, alla ricerca di un nuovo “esperanto della comunicazione”, che sappia ibridare e innestare non solo linguaggi e strumenti, ma soprattutto logiche e visioni: pubblico e privato, tradizione e innovazione, crisi e rilancio. E ancora: progetti visionari che recuperano modalità espressive “antiche”, come il passaparola o la forza delle relazioni interpersonali; il civic engagement e i modelli bottom-up come chiave di volta per la costruzione di nuove strategie comunicative “partecipate”. E la metafora della rete che “esce” dall’ambito del web per diventare modello di gestione istituzionale, imprenditoriale, politica.
Il tutto, all’insegna di una spinta rivoluzionaria che oggi è a tutti evidente, ma che potrà portare davvero i suoi frutti solo se gestita secondo la prospettiva dell’integrazione. E riconoscendo alla comunicazione il ruolo, tutt’altro che secondario, che può giocare in questo processo.

12.07.2012 # 2501
Comunicazione 3.0 una conversazione con Zygmunt Bauman

Daria La Ragione // 0 comments

Segni & simboli. Disegno, progetto e significato

Adrian Frutiger

Un viaggio nel mondo delle forme. Dai fondamenti del disegno alla storia delle scritture, dalle simbologie mistiche al marchio e alla segnaletica moderna, l'esperienza progettuale di Adrian Frutiger esplora i rapporti tra pensiero e segno. Un libro ricco di esempi tratti da molteplici tradizioni d'immagine, nel quale la varietà delle espressioni grafiche viene ordinata e analizzata fino alle estreme complessità della comunicazione visiva.


ed. Nuovi Equilibri

12.07.2012 # 2499
Comunicazione 3.0 una conversazione con Zygmunt Bauman

Daria La Ragione // 0 comments

Sei proprio il mio typo. La vita segreta delle font

Simon Garfield

ed. Ponte alle Grazie


Pressoché sconosciute fino a vent'anni fa, grazie all'avvento della tecnologia informatica oggi le font sono a tutti gli effetti protagoniste del nostro quotidiano. Ma quali sono state le tappe che le hanno portate a uscire dalla ristretta cerchia di addetti ai lavori e di qualche sparuto appassionato? La risposta è in questo saggio di Simon Garfield, che rappresenta un autentico compendio della secolare storia della tipografia, da Gutenberg ai giorni nostri, che conta oltre centomila tra font e caratteri tipografici, ognuno con le sue peculiarità e le sue alterne fortune. Condito di aneddoti sul design delle parole intorno a noi, "Sei proprio il mio typo" si impone come testo di riferimento per quanti desiderano conoscere l'affascinante mondo delle font che, come sottolinea l'autore, non sono il semplice disegno di lettere dell'alfabeto, ma costituiscono un vero e proprio veicolo di emozioni. E, come vedremo, è proprio in virtù di questa loro innata capacità comunicativa che, in molti casi, sono finite per diventare icone universalmente riconoscibili, scolpite per sempre, nel bene e nel male, nell'immaginario collettivo di ogni epoca e latitudine.

12.07.2012 # 2479
Comunicazione 3.0 una conversazione con Zygmunt Bauman

Daria La Ragione // 0 comments

100 idee che hanno rivoluzionato il graphic design

Steven Heller, Véronique Vienne

ed. Logos


Si tratta di una guida illustrata che ripercorre la storia del graphic design mettendo in luce le idee chiave che ne hanno rivoluzionato e accelerato lo sviluppo. Le voci, organizzate in ordine cronologico, riguardano la tecnica, la tecnologia (livelli, sovrastampa), lo stile (maiuscole, spazi bianchi), la produzione (copertine, riviste) e le metodologie (fustellature, pixelizzazione). Splendidamente illustrato, il libro rappresenta una grande fonte di ispirazione e una raccolta dei migliori esempi di graphic design degli ultimi cento anni.

27.06.2012 # 2474
Comunicazione 3.0 una conversazione con Zygmunt Bauman

Daria La Ragione // 0 comments

Neuro web design. L'inconscio ci guida nel Web


Susan M. Weinschenk

Perché le persone decidono di acquistare un prodotto online o di registrarsi su un sito? Per fiducia nelle informazioni che contiene? Questo libro illustra le possibilità aperte da un approccio motivazionale al design dei siti web e vicino alle neuroscienze. Il lettore potrà scoprire le ragioni inconsce che guidano le azioni delle persone, il modo in cui le emozioni influenzano le decisioni e come è possibile applicare i principi della persuasione al design dei siti web, in modo da incoraggiare gli utenti a fare clic. Impiegando i concetti tipici del "neuro-marketing", intersezione tra la psicologia e l'esperienza utente, in queste pagine si snoda un approccio scientifico ma accessibile, di facile lettura e semplice comprensione. Applicando i suggerimenti proposti si potrà incrementare il successo di un sito web, grazie allo studio del comportamento dell'utente.


ed. Apogeo

03.04.2012 # 2411
Comunicazione 3.0 una conversazione con Zygmunt Bauman

Ilas Web Editor // 0 comments

La coppia creativa
sono in 4
Fausto Lupetti Editore

Il nuovissimo libro di Emanuele Nenna sul futuro dell'advertising

Documento senza titolo "La pubblicità accetta che il futuro sia arrivato. E ritrova la sua forza". Avrebbe potuto essere questo il titolo del libro che avete tra le mani. Un libro che racconta un nuovo modo per fare advertising, accettando di "includere" nel processo creativo tutto ciò che è nuovo (in termini di media, linguaggi, professionalità). Per recuperare il senso e il valore di un mestiere, quello del pubblicitario, oggi messo profondamente in discussione.
Per chi ancora crede che l'advertising sia una potentissima arma per aiutare le aziende ad ottenere successi di business sono solo due le alternative: adattarsi al cambiamento e prenderne le redini o aspettare che sia troppo tardi, e cedere il posto a chi -forse- le auree regole della comunicazione d'azienda deve ancora iniziare a studiarle. Un libro davvero interessante perché offre una doppia sponda tanto al pubblicitario esperto e con molti anni di esperienza, che al giovane appena affacciatosi su questo mondo per portare avanti una riflessione sul futuro del mestiere di pubblicitario.