• Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Libri e riviste // Pagina 96 di 106
06.03.2006 # 257
DON GIOVANNI O PAVLOV

Ilas Web Editor // 0 comments

DON GIOVANNI O PAVLOV

C. Bonnage / C. Thomas

I due volti della comunicazione


Dilemma che ha accompagnato l'uomo in tutte le sue strategie di conquista. Imporre a qualcuno di amarmi o convincerlo che mi ama? Il libro si pone questa domanda a proposito della comunicazione in generale e di quella pubblicitaria in particolare. Essere come dei Don Giovanni, seduttivi e affascinanti, o usare le armi del condizionamento di Pavlov? Informare o comunicare?
Certo, dicono gli autori, negli anni in cui i prodotti erano veramente nuovi e avevano veri plus, probabilmente una pubblicità informativa aveva la sua logica. Ma oggi i tempi sono diversi, i prodotti sono sempre più simili, le differenze stanno spesso nella comunicazione. È necessario quindi convincere con la seduzione. Ma in che modo? E qui sta l'originalità del libro che usa le teorie della scuola californiana di Palo Alto, ispirate dall'antropologo Gregory Bateson e dal filosofo Paul Watzlawick.
Se Bateson pensava all'ipotesi del doppio vincolo (double bind) come un tentativo di fondazione teorica dell'atto creativo, Bonnange e Thomas la applicano allo specifico della comunicazione pubblicitaria e, sulla base dell'epistemologia emersa dalla scuola di Palo Alto, analizzano nel concreto le varie forme del linguaggio pubblicitario.
Forse molti pubblicitari e comunicatori hanno sempre agito sapendo più o meno istintivamente le teorie di Palo Alto. Questo libro però le spiega e le vivacizza dentro una pratica quotidiana di lavoro. E spiega perché Don Giovanni è il vero seduttore nel mondo delle merci, quello che promette il "godimento" nell'acquisto e il coinvolgimento di quella parte del cervello che presiede all'"amore".

09.03.2006 # 273
DON GIOVANNI O PAVLOV

Ilas Web Editor // 0 comments

Animazione

A cura di Gabriele Lucci

Dumbo, Crudelia Demon, il Grillo parlante, Simba, Buzz e Shrek: altrettante icone del mondo dell'animazione che appartengono al nostro immaginario infantile - e non solo. Questo volume traccia la storia di un genere cinematografico che ha conosciuto un'evoluzione tecnologica ed estetica come pochi altri. Un repertorio di 100 film che raccoglie il meglio del cinema di animazione e ne svela tutti i segreti attraverso schede tecniche, commenti critici, backstage e centinaia di immagini. Un genere intramontabile raccontato in un volume per lettori di tutte le età: bambini, genitori e nonni.




ed. Electa ISBN 8837035691

09.03.2006 # 272
DON GIOVANNI O PAVLOV

Ilas Web Editor // 0 comments

Ferretti - L'arte della scenografia

A cura di: Gabriele Lucci

Prosegue la collana dedicata ai protagonisti del cinema internazionale con questo volume su Dante Ferretti, uno dei più importanti scenografi viventi. La sua carriera, iniziata negli anni Sessanta, lo porta a lavorare con i più grandi registi italiani, a cominciare da Pasolini, Bellocchio, la Cavani e Comencini, e fino a Fellini con il quale stringe un vero e proprio sodalizio professionale. Poi il suo grande talento varca i confini italiani e Ferretti approda, a metà degli anni Ottanta, a Hollywood, dove diventa lo scenografo di fiducia di Martin Scorsese. In questo libro Ferretti racconta in una lunga intervista a cura di Gabriele Lucci il suo mestiere di scenografo in prima persona, rivelando metodologie, motivazioni, fonti d'ispirazione e abitudini lavorative. Un eccezionale apparato iconografico riunisce foto di scena e di film, oltre a bozzetti di scene e costumi perlopiù inediti. Dopo Storaro (e il grande successo riscontrato) una nuova testimonianza "dall'interno" che mostra la settima arte dalla prospettiva di chi "crea" il cinema.



ed. Electa ISBN 8837027729

06.03.2006 # 258
DON GIOVANNI O PAVLOV

Ilas Web Editor // 0 comments

IL MESTIERE DEL COPYWRITER

Alastair Crompton

Un libro zeppo di informazioni eretiche e sovversive su come scrivere per la pubblicità; ma al tempo stesso un testo rigoroso, perché il Mestiere del Copywriter si impara attraverso la conoscenza della grammatica di un messaggio e la pratica delle diverse tecniche di scrittura, per la stampa e per la televisione.
Si rivolge a chiunque voglia sapere come nasce e come viene, fatto un annuncio o uno spot. Se siete studenti di un corso o state facendo pratica in una agenzia. Se siete affermati copywrites e volete capire meglio il lavoro creativo e le tendenze della comunicazione. Se non avete niente a che fare con la pubblicità ma siete semplicemente inte-ressati a scoprire il potere della parola scritta. Questo libro ha qualcosa da darvi.
Dalla pianificazione di una campagna alla scrittura di headline e bodicopy affascinanti, mirate e significative, finalizzate alla vendita di un prodotto o servizio; dalla presentazione del lavoro creativo alla capacità di inserirsi nella vita interna e lavorativa delle agenzie e degli studi professionali. L'obiettivo di questo libro è quello di trasformare degli aspiranti o probabili copywriter in copy molto bravi.
Non mancano gli esempi, piccoli monumenti di immaginazione, che dimostrano come sono stati risolti problemi reali di comunicazione con successo. Qualcosa di questo è entrato a far parte della storia della pubblicità.
Edito da Lupetti

01.02.2006 # 241
DON GIOVANNI O PAVLOV

Ilas Web Editor // 0 comments

Rosser Reeves - I MITI DI MADISON AVENUE

La Reality Advertising

"I nuovi pubblicitari non sono più venditori, sono diventati degli uomini di spettacolo" dice Reeves, che credeva nella dura realtà di far combattere ai suoi prodotti la battaglia delle argomentazioni, dei "benefit".
USP, ovvero: Unique Selling Proposition. Di tante cose che si dice su di un prodotto la gente ne ricorda al massimo uno solo. Che sia forte, significativo, argomentato, che sia unico, allora! Una "scoperta" che trasformò la pubblicità in una vera professione.
Odiato da certi creativi che si sentivano frustrati dalle sue argomentazioni "biecamente commerciali", amato dai suoi fedelissimi clienti e da quei pubblicitari che volevano e vogliono soprattutto far vendere. Reeves dimostrò che arte, intuizione, fantasia non sono niente in pubblicità, se non fanno scattare quella molla: l'acquisto. Non a caso molti "nemici" furono anche suoi estimatori, come i grandi Ogilvy e Hopkins.
Reeves è attuale, non tanto perché tutto quello che dice può, oggi, essere preso alla lettera. Ma perché le basi da cui parte servono per definire ciò che in pubblicità è valido o "gratuito". Leggendo o rileggendo questo libro molti estimatori della "pubblicità spettacolare" avranno dei dubbi sulle loro idee e capiranno che la merce è... un sogno che va rivestito di reality.
Nel libro si parla di una società americana che stava scoprendo i consumi di massa e la pubblicità di massa. Per questo è anche un "libro di storia", un documento da studiare con attenzione, per capire le trasformazioni, per entrare nel nuovo.



ISBN 88-85838-02-2

01.02.2006 # 240
DON GIOVANNI O PAVLOV

Ilas Web Editor // 0 comments

HOLLYWOOD LAVA PIÙ BIANCO

di Jacques Séguéla

di Jacques Séguéla




Questo prezioso libro squarcia i veli della pubblicità, disvela ciò che sta dietro, quello che c'è dentro, quello che appare "fuori". I pubblicitari devono essere poeti, ritrovare il gusto dell'avventura; il marketing, i numeri, la quantità.
Le merci, o meglio, le marche devono diventare delle Star, come quelle di Hollywood, dice Séguéla in questo libro pieno di creatività e di apparenti paradossi.
E per far questo Séguéla "inventa" la Star strategy: dà agli oggetti e ai simboli della comunicazione un'"aura" che li fa vivere come fossero delle persone. Il problema è che il consumatore si identifichi nella marca proprio come si identifica in una star hollywoodiana perché, secondo Séguéla, il pubblico vuole sognare, ingannare l'infelicità, sconfiggere la noia, non vuole semplicemente comperare delle cose.
La comunicazione è un mondo parallelo come quello della celluloide. Si vendono sogni, si acquistano sogni. E così Séguéla ci apre le porte di Hollywood ma anche gli scenari che creano le Marci-Star: Marylin e John Wayne, la Coca-Cola e Woody Allen, le Marlboro e la Citroën... sono tutti personaggi, marche immortali che brillano di luce propria.



ISBN 88-86302-87-8

Inside Ilas