alexa

Ilas sui social network

Iscriviti alla newsletter Ilas

logo-ilas
logo-ilas logo-ilas

MENU

cercaCERCA

ILAS è una scuola di specializzazione che opera esclusivamente
nell'ambito della comunicazione visiva.

 
icona

La scuola

100% comunicazione visiva

icona

La scuola
Storia, struttura e organizzazione

icona

I docenti
I curricula di tutti i docenti

icona

Certificazioni
Il valore di un corso Ilas

icona

Attività
Corsi, seminari e contest

icona

Social, blog e magazine
Scopri ilas 2.0

 
icona

I Corsi

Elenco dei corsi Ilas divisi per tipologia

Corsi Adobe MensiliPHOTOSHOP | ILLUSTRATOR | INDESIGN

Corsi Annuali CompletiGRAFICA | FOTO | WEB | PUBBLICITÀ | SOCIAL

Corsi Brevi TematiciFOTO STARTUP | COPY | MONTAGGIO

Elenco corsi brevi tematiciPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

 

Corsi di Grafica 3DMAYA | RHINO | STAMPA 3D

Elenco corsi grafica 3DPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

Corsi Annuali CoordinatiPERCORSI MULTIDISCIPLINARI

Corsi 2° anno GRAFICA | FOTOGRAFIA | WEB PHP

 

Cerchi un talento della comunicazione visiva?
 

Inserisci AnnuncioArea riservata alle aziende

Scegli CandidatoArea riservata alle aziende

Vai al PortfolioArea riservata alle aziende

Guarda i lavori realizzati dai nostri studenti
Oltre 9000 progetti realizzati nei corsi Ilas

ILAS - Istituto superiore di comunicazione visiva

icona

Recapiti telefonici

Italy / Napoli

tel(+39) 081 5511353
tel(+39) 081 4201345
fax(+39) 081 0070569

icona

Indirizzo

Italy / 80133 Napoli

Via Alcide De Gasperi, 45
Scala A

numero-verde

  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Libri e riviste // Pagina 101 di 110
06.03.2006 # 257
DON GIOVANNI O PAVLOV

Ilas Web Editor // 0 comments

DON GIOVANNI O PAVLOV

C. Bonnage / C. Thomas

I due volti della comunicazione


Dilemma che ha accompagnato l'uomo in tutte le sue strategie di conquista. Imporre a qualcuno di amarmi o convincerlo che mi ama? Il libro si pone questa domanda a proposito della comunicazione in generale e di quella pubblicitaria in particolare. Essere come dei Don Giovanni, seduttivi e affascinanti, o usare le armi del condizionamento di Pavlov? Informare o comunicare?
Certo, dicono gli autori, negli anni in cui i prodotti erano veramente nuovi e avevano veri plus, probabilmente una pubblicità informativa aveva la sua logica. Ma oggi i tempi sono diversi, i prodotti sono sempre più simili, le differenze stanno spesso nella comunicazione. È necessario quindi convincere con la seduzione. Ma in che modo? E qui sta l'originalità del libro che usa le teorie della scuola californiana di Palo Alto, ispirate dall'antropologo Gregory Bateson e dal filosofo Paul Watzlawick.
Se Bateson pensava all'ipotesi del doppio vincolo (double bind) come un tentativo di fondazione teorica dell'atto creativo, Bonnange e Thomas la applicano allo specifico della comunicazione pubblicitaria e, sulla base dell'epistemologia emersa dalla scuola di Palo Alto, analizzano nel concreto le varie forme del linguaggio pubblicitario.
Forse molti pubblicitari e comunicatori hanno sempre agito sapendo più o meno istintivamente le teorie di Palo Alto. Questo libro però le spiega e le vivacizza dentro una pratica quotidiana di lavoro. E spiega perché Don Giovanni è il vero seduttore nel mondo delle merci, quello che promette il "godimento" nell'acquisto e il coinvolgimento di quella parte del cervello che presiede all'"amore".

01.02.2006 # 241
DON GIOVANNI O PAVLOV

Ilas Web Editor // 0 comments

Rosser Reeves - I MITI DI MADISON AVENUE

La Reality Advertising

"I nuovi pubblicitari non sono più venditori, sono diventati degli uomini di spettacolo" dice Reeves, che credeva nella dura realtà di far combattere ai suoi prodotti la battaglia delle argomentazioni, dei "benefit".
USP, ovvero: Unique Selling Proposition. Di tante cose che si dice su di un prodotto la gente ne ricorda al massimo uno solo. Che sia forte, significativo, argomentato, che sia unico, allora! Una "scoperta" che trasformò la pubblicità in una vera professione.
Odiato da certi creativi che si sentivano frustrati dalle sue argomentazioni "biecamente commerciali", amato dai suoi fedelissimi clienti e da quei pubblicitari che volevano e vogliono soprattutto far vendere. Reeves dimostrò che arte, intuizione, fantasia non sono niente in pubblicità, se non fanno scattare quella molla: l'acquisto. Non a caso molti "nemici" furono anche suoi estimatori, come i grandi Ogilvy e Hopkins.
Reeves è attuale, non tanto perché tutto quello che dice può, oggi, essere preso alla lettera. Ma perché le basi da cui parte servono per definire ciò che in pubblicità è valido o "gratuito". Leggendo o rileggendo questo libro molti estimatori della "pubblicità spettacolare" avranno dei dubbi sulle loro idee e capiranno che la merce è... un sogno che va rivestito di reality.
Nel libro si parla di una società americana che stava scoprendo i consumi di massa e la pubblicità di massa. Per questo è anche un "libro di storia", un documento da studiare con attenzione, per capire le trasformazioni, per entrare nel nuovo.



ISBN 88-85838-02-2

01.02.2006 # 240
DON GIOVANNI O PAVLOV

Ilas Web Editor // 0 comments

HOLLYWOOD LAVA PIÙ BIANCO

di Jacques Séguéla

di Jacques Séguéla




Questo prezioso libro squarcia i veli della pubblicità, disvela ciò che sta dietro, quello che c'è dentro, quello che appare "fuori". I pubblicitari devono essere poeti, ritrovare il gusto dell'avventura; il marketing, i numeri, la quantità.
Le merci, o meglio, le marche devono diventare delle Star, come quelle di Hollywood, dice Séguéla in questo libro pieno di creatività e di apparenti paradossi.
E per far questo Séguéla "inventa" la Star strategy: dà agli oggetti e ai simboli della comunicazione un'"aura" che li fa vivere come fossero delle persone. Il problema è che il consumatore si identifichi nella marca proprio come si identifica in una star hollywoodiana perché, secondo Séguéla, il pubblico vuole sognare, ingannare l'infelicità, sconfiggere la noia, non vuole semplicemente comperare delle cose.
La comunicazione è un mondo parallelo come quello della celluloide. Si vendono sogni, si acquistano sogni. E così Séguéla ci apre le porte di Hollywood ma anche gli scenari che creano le Marci-Star: Marylin e John Wayne, la Coca-Cola e Woody Allen, le Marlboro e la Citroën... sono tutti personaggi, marche immortali che brillano di luce propria.



ISBN 88-86302-87-8

01.02.2006 # 239
DON GIOVANNI O PAVLOV

Ilas Web Editor // 0 comments

LA SCENEGGIATURA - Il film sulla carta

di Syd Field

di Syd Field


È un libro studiato e strutturato come un work shop. Offre la possibilità di avere a disposizione un laboratorio di scrittura creativa. Permette di sviluppare il metodo migliore per scrivere una sceneggiatura cinematografica, di fiction televisiva e anche, perché no, uno spot pubblicitario.
L'obiettivo non è quello di insegnare come scrivere ma, secondo una caratteristica propria dei manuali americani, con una buona dose di pragmatismo, che cosa fare, quali tecniche utilizzare, come impostare il lavoro, chiarire e definire fino ai dettagli in quale direzione muoversi.
Esistono, nei percorsi di scrittura di un romanzo o di un testo letterario, delle frasi precise per dare corpo ed espressione a un'idea. Il processo creativo, nel caso della sceneggiatura è identico, solo la forma è diversa.
Che cosa si impara? A definire l'idea di base; a creare la struttura e il paradigma entro cui si svolgerà la narrazione; a dar vita ai personaggi e alle dinamiche visive della caratterizzazione; a scrivere i dialoghi. Affiancati da indicazioni precise, vi sono, alla fine di ogni capitolo, degli esercizi che consentono di verificare quanto si è appreso. Al termine del libro ci si troverà con una sceneggiatura completa nelle mani.

ISBN 88-85838-63-4

01.02.2006 # 238
DON GIOVANNI O PAVLOV

Ilas Web Editor // 0 comments

GUIDA ALLE CHAT

Luigi Sciagura

di Luigi Sciagura

Il primo indispensabile passo rispetto ai newmedia è quello di imparare ad usare i nuovi strumenti di comunicazione. E quindi abbiamo a che fare con l'interfaccia che mette in contatto l'uomo e la macchina e ci permette di accedere facilmente nei siti internet compresi quelli della comunità di rete.
Questo libro è un manuale chiaro e preciso che fornisce la chiave d'accesso al multiforme espansivo mondo delle comunità virtuali, luoghi di incontro, di chiacchera e di scambio. Le comunità virtuali sono infatti la nuova realtà che sta crescendo silenziosamente intorno a noi e sta mutando il nostro modo di stare insieme e comunicare.



ISBN 88-8391-002-8



editore Lupetti

01.02.2006 # 237
DON GIOVANNI O PAVLOV

Ilas Web Editor // 0 comments

François Truffaut - Il cinema secondo Hitchcock

Il più divertente libro di cinema mai scritto

"Più riuscito è il cattivo, più riuscito sarà il film."



L'autore dei Quattrocento colpi interroga provocatoriamente quello di Psycho. Il lungo, appassionante dialogo è diventato un libro culto, una lettura indispensabile per chi ama il cinema. Gli argomenti che i due grandi registi toccano, analizzando la vasta produzione di Hitchcock film dopo film, sono la grammatica delle immagini, le invenzioni visive, le leggi che presiedono al montaggio, il taglio delle inquadrature, la narrazione. Ma il discorso, dall'arte e dalla tecnica, sfocia volentieri nella sfera dei sogno, dell'eros, delle emozioni. E svela a poco a poco una figura tra le più enigmatiche e geniali, un maestro per generazioni di registi e spettatori.



Casa editrice: Net



ISBN 88-515-2025-9