alexa
  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Libri e riviste // Pagina 37 di 106
08.10.2013 # 3299
Anche le marche sognano

Daria La Ragione // 0 comments

Anche le marche sognano

Laura Minestroni, Rita Soccio

«Laura Minestroni e Rita Soccio vengono da un altro pianeta, quello dell’altrove e dell’altrimenti. Sono capaci di trasformare una frenetica parodia dell’immaginario dei marchi in un’opera filosofica. Provate ad immaginare uno script scritto da Voltaire e Roberto Benigni insieme, affidatene la sceneggiatura a Pirandello e Fellini : non è più un libro ma una serie televisiva psichedelica. C’é un tocco di Groucho Marx e di Woody Allen, una punta di Sempé e di Mark Twain nonché l’impronta di Walt Disney e di Jim Carrey in questa Commedia dell’Arte del consumismo. Uno strano specchio nel quale si riflette la nostra società attuale e che ci fa riflettere la sua inanità. Così che queste poche righe, fungendo da antidoto alla crisi che ci attanaglia, non potevano capitare meglio.»
Jacques Séguéla

16.12.2013 # 3386
Anche le marche sognano

Daria La Ragione // 0 comments

Warhol. Catalogo della mostra (Milano, 24 ottobre 2013-16 febbraio 2014)

ed. 24 ore cultura

Economica. Giovane. Pungente. Sexy. E ancora, secondo la storica definizione dell'artista inglese Richard Hamilton, prodotta in massa e fonte prolifica di business: la Pop art, con il suo iconico intreccio di mercificazione e glamour, costituisce una tra le più significative manifestazioni del ribollente clima socio-culturale dell'America del secondo dopoguerra. Una forma d'arte compulsiva, voyeuristica, commerciale, di cui Andy Warhol, incarnazione egli stesso del più sfrenato sogno americano, rappresenta l'interprete massimo. Dalle riproduzioni ossessive di patinati divi di Hollywood alle lattine di zuppa di pollo, dai teschi virati in lilla e verde menta agli stereotipi floreali, fino alle tarde rivisitazioni di capolavori rinascimentali, il catalogo e la mostra raccolgono oltre 160 sorprendenti opere, provenienti dalla ricchissima collezione della Brant Foundation. Per rivivere gli anni d'argento della Factory, dei Kennedy, dello Studio 54, e ripercorrere la carriera di un artista simbolo dell'arte contemporanea: osannato quanto la sua Marylin, controverso al pari del suo Mao, e universalmente celebre, come la Coca-Cola.

16.12.2013 # 3385
Anche le marche sognano

Daria La Ragione // 0 comments

Banksy. Siete una minaccia di livello accettabile

Shove Gary; Potter Patrick - L'ippocampo

Il libro raccoglie tutte le opere emblematiche dello street artist e presenta soprattutto i suoi ultimi lavori dal 2007 al 2012. Viene così a completare Wall & Piece. Scopriamo il suo recente sostegno agli indignati di Londra, i suoi stencil a New Orleans colpita dall'uragano Katrina o il brutto scherzo fatto a Paris Hilton di cui Banksy ha "modificato" la copertina dell'album, ispirandosi al buon gusto della star, dopo averne rubato 500 copie per poi rimettere la nuova versione nei negozi.

08.10.2013 # 3298
Anche le marche sognano

Daria La Ragione // 0 comments

IL DESIGN DEL GUSTO

Roberto Provana

“Il Design del gusto” presenta case-history, metodologie e percorsi per realizzare una “total brand experience” in modo da far percepire un marchio o un contenuto “astratto” anche mediante la più semplice e immediata forma di fruizione: il nutrimento, il cibo, l’alimento. L’estetica del Design viene così trasferita anche al mondo delle percezioni regolate da un nuovo linguaggio capace di convertire, grazie alle leggi della “sinestesia”, una parola, un suono, una forma, un concetto, in sensazione gustativa. Nel fenomeno della sinestesia i sensi dialogano tra loro, una sensazione può essere evocata da una immagine o una parola, e viceversa.

Il Design supera i confini della tradizionale comunicazione visuale, artistica, architetturale, per espandersi anche nell’ambito della realtà gustativa, gastronomica. Seguendo tuttavia dei criteri. Il “Design del Gusto” permette di creare dei gadget sensoriali, delle memorie gustative, degli assaggi che traducono una idea, un marchio e la sua struttura valoriale, in profilo gustativo corrispondente. .

“Se un determinato marchio fosse un alimento, un insieme di sapori, come sarebbe costituito questo insieme, questo alimento?” .

Il percorso indicato nel libro di Roberto Provana, consulente e psicologo indica le fasi necessarie per arrivare alla elaborazione di un sapore evocativo, essenziale per determinare un imprinting “a tutto tondo” nel consumatore. Trasformare un brand in esperienza gustativa è la nuova sfida del marketing multisensoriale. Una tocco di creatività del Made in Italy per promuovere territori e prodotti agroalimentari di qualità, associandoli a marchi desiderosi di conquistare nuovi mercati.
Ed. Fausto Lupetti

27.09.2013 # 3287
Anche le marche sognano

Daria La Ragione // 0 comments

Comprendere la pubblicità

Caro A.

Non un altro libro sulla pubblicità, ma un libro importante sulla pubblicità, frutto del lavoro di anni (Vanni Codeluppi). L'autore si è dedicato alla comprensione di un fenomeno del quale lui stesso è stato protagonista come professionista e come docente.

Franco Angeli ed. 

23.09.2013 # 3267
Anche le marche sognano

Daria La Ragione // 0 comments

Il volto del '900

a cura di Jean Michel Bouhours

Da Matisse a Bacon. Capolavori dal Centre Pompidou

Il ritratto, uno dei generi fondamentali della pittura, nel corso del XX secolo non è scomparso con l’avvento dell’arte moderna ma al contrario è stato elaborato in modo del tutto personale da grandi maestri quali Matisse, Picasso, Bacon, sino a Chuck Close.
Sono sette le tematiche fondanti – I misteri dell’anima, L’Autoritratto, Il volto alla prova del formalismo, I Volti in sogno. Il Surrealismo, L’impossibile permanenza dell’essere, Dopo la fotografia, La disintegrazione del soggetto – lette attraverso oltre ottanta tra le opere più importanti e significative del patrimonio artistico mondiale, provenienti dalla collezione del Musée national d’art moderne del Centre Georges Pompidou di Parigi. Capolavori assoluti di artisti celebri come Matisse, Bonnard, Modigliani, Magritte (il cui celeberrimo Lo stupro con il volto-nudo femminile è l'immagine della rassegna), Suzanne Valadon, Maurice de Vlaminck, Severini, Bacon, Robert Delaunay, Brancusi, Derain, Ernst, Miró, Léger, Adami, Picasso, Giacometti, Dubuffet, Fautrier, Baselitz, Marquet, Tamara de Lempicka e molti altri ancora.
Ideato e curato da Jean-Michel Bouhours e pubblicato in occasione della straordinaria esposizione milanese, Il volto del ’900 (vera e propria introduzione alle avanguardie storiche) è esemplare nella selezione delle opere e degli artisti e rivela come il genere del ritratto sia rimasto, nel corso del Novecento, il sismografo delle rivoluzioni artistiche che hanno attraversato il secolo.
ed. Skira