alexa

Ilas sui social network

Iscriviti alla newsletter Ilas

logo-ilas
logo-ilas logo-ilas

MENU

cercaCERCA

ILAS è una scuola di specializzazione che opera esclusivamente
nell'ambito della comunicazione visiva.

 
icona

La scuola

100% comunicazione visiva

icona

La scuola
Storia, struttura e organizzazione

icona

I docenti
I curricula di tutti i docenti

icona

Certificazioni
Il valore di un corso Ilas

icona

Attività
Corsi, seminari e contest

icona

Social, blog e magazine
Scopri ilas 2.0

 
icona

I Corsi

Elenco dei corsi Ilas divisi per tipologia

Corsi Adobe MensiliPHOTOSHOP | ILLUSTRATOR | INDESIGN

Corsi Annuali CompletiGRAFICA | FOTO | WEB | PUBBLICITÀ | SOCIAL

Corsi Brevi TematiciFOTO STARTUP | COPY | MONTAGGIO

Elenco corsi brevi tematiciPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

 

Corsi di Grafica 3DMAYA | RHINO | STAMPA 3D

Elenco corsi grafica 3DPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

Corsi Annuali CoordinatiPERCORSI MULTIDISCIPLINARI

Corsi 2° anno GRAFICA | FOTOGRAFIA | WEB PHP

 

Cerchi un talento della comunicazione visiva?
 

Inserisci AnnuncioArea riservata alle aziende

Scegli CandidatoArea riservata alle aziende

Vai al PortfolioArea riservata alle aziende

Guarda i lavori realizzati dai nostri studenti
Oltre 9000 progetti realizzati nei corsi Ilas

ILAS - Istituto superiore di comunicazione visiva

icona

Recapiti telefonici

Italy / Napoli

tel(+39) 081 5511353
tel(+39) 081 4201345
fax(+39) 081 0070569

icona

Indirizzo

Italy / 80133 Napoli

Via Alcide De Gasperi, 45
Scala A

numero-verde

  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Mostre ed eventi // Pagina 66 di 223
29.01.2014 # 3452
MARK DION - The Pursuit of Sir William Hamilton

Daria La Ragione // 0 comments

MARK DION - The Pursuit of Sir William Hamilton

a Napoli fino al 2 febbraio 2014

Il lavoro di Dion esamina il modo in cui le ideologie dominanti e le istituzioni pubbliche plasmano la nostra comprensione della storia, della conoscenza, del mondo naturale. Appropriandosi di un metodo scientifico-archeologico di raccolta, ordinamento ed esposizione degli oggetti, Dion crea opere che mettono in discussione la distinzione tra il metodo scientifico "oggettivo" razionale e le influenze soggettive nella medesima indagine. I suoi spettacolari cabinets realizzati sul modello dei Wunderkabinetts del XVI secolo, esaltano l’ordinamento atipico di oggetti ed esemplari nel tentativo di individuare le radici delle politiche ambientali e pubbliche nella costruzione della conoscenza e mettendo in discussione il ruolo autorevole della voce della scienza nella società contemporanea.

29.01.2014 # 3456
MARK DION - The Pursuit of Sir William Hamilton

Daria La Ragione // 0 comments

Da Guttuso a Matta: la collezione Valenzi

a Napoli fino al 31 marzo 2014

Da Guttuso a Matta, la produzione artistica del Novecento nella collezione che fu di Maurizio Valenzi, militante antifascista, dirigente politico, sindaco di Napoli, artista e intellettuale egli stesso.
Maurizio Valenzi, anche se non avesse avuto il ruolo importante che ha avuto nella vita politica ed amministrativa, sarebbe stato egualmente, come fu, un protagonista della vita culturale. Artista chiamato alla politica, amico di intellettuali e di studiosi, animatore della vita culturale napoletana, visse sempre la sua vocazione di uomo di arte e di cultura come strettamente intrecciata all'impegno civile e politico.
La collezione presentata in questi giorni al Maschio Angioino testimonia di questo impegno e, contemporaneamente, consente di conoscere ed apprezzare opere ed artisti tra i maggiori del "secolo breve".


29.01.2014 # 3455
MARK DION - The Pursuit of Sir William Hamilton

Daria La Ragione // 0 comments

Seducenti Immagini

a Napoli fino al 28 febbraio 2014

Seducenti Immagini, la collettiva organizzata e curata dalla galleria d'arte contemporanea Spazio Nea con Alfonso Amendola, e in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, inaugura venerdì 24 gennaio alle 18.00 nelle sale del primo piano del Palazzo delle Arti di Napoli.
L'esposizione è visitabile fino al 28 febbraio tutti i giorni - escluso il martedì - dalle ore 9.30 alle ore 19.30 - la domenica dalle ore 9.30 alle 14.30. L'ingresso è libero.
Un'indagine critica sull'arte contemporanea, frutto di un ciclo espositivo che la galleria napoletana ha espresso nell'arco del 2013. Dieci gli artisti in mostra, fra i più rappresentativi sullo scenario nazionale ma tutti di matrice campana, ciascuno col suo particolare linguaggio. Sessanta le opere, tra tele e scatti fotografici, accomunate dall'intento di "sedurre" il visitatore, appassionandolo e trascinandolo in un racconto di cui anch'egli è protagonista.


29.01.2014 # 3454
MARK DION - The Pursuit of Sir William Hamilton

Daria La Ragione // 0 comments

Strange Human Law. Mostra personale di Paolo Naldi

a Napoli fino al 9 febbraio 2014

Ogni giorno milioni di persone percorrono strade che li portano da non luoghi ad altri non luoghi. Sono le vie delle grandi metropoli urbane, delle banlieu, degli agglomerati dove gli esseri umani corrono, come lemming impazziti, verso la catastrofe socio ecologica del terzo millennio. Sono gli abitanti che vivono le agonie dei non luoghi, di mostri delle grandi conurbazioni deprivate delle identità e delle storie; i mostri dove ogni frazione di città finisce per essere un mondo altro rispetto ad una storia ed una memoria. Le ansie etnocentriche delle concentrazioni forzate di etnie spesso distanti fra loro annullano ogni possibilità di creazione di un mondo che abbia un progetto e le distopie di questa esistenza creano soltanto una maligna evoluzione di disuguaglianze. È Blade Runner che prende forma, per lo meno nella sua mostruosa accezione socio-urbanistica. E l'agonia di Los Angeles diviene quella di Parigi, Londra, Berlino, Milano, Roma, Napoli ed il sogno di una società pacifica è tramontato, sostituito da una relazione in cui la violenza stessa è la nervatura del rapporto individuale e collettivo. A che serve ancora l'arte? Ha ancora senso ricercare una bellezza sempre più lontana dalla sua vera essenza filosofica e sempre più legata ad una vuota estetica di mercato? Le risposte attraversano, senza omogeneità, l'intero mondo della cultura e dell'arte. Per capirci: uno dei problemi più drammaticamente urgenti dell'intero territorio nazionale, le grandi organizzazioni mafiose, diventano, nell'immaginario collettivo, cinema da Oscar. E, questo, è un discorso pericoloso. Paolo Naldi parte da questa esperienza per rileggere la visione del contemporaneo e le dirompenti contraddizioni del terzo millennio; i cicli del suo lavoro si basano su di una pittura dura, senza mediazioni, e che mostra all'estremo la deriva conflittuale della storia della nuova forma dell'umano.

29.01.2014 # 3453
MARK DION - The Pursuit of Sir William Hamilton

Daria La Ragione // 0 comments

'50 MINUTI A CAPODIMONTE' I disegni di Michelangelo e Raffaello

a Napoli fino al 18 febbraio 2014

Prosegue l’iniziativa del Museo di Capodimonte che offre ai visitatori incontri dedicati ai capolavori da non perdere nelle collezioni del museo.
Dal 18 gennaio al 18 febbraio 2014, le visite saranno dedicate ai disegni e ai cartoni preparatori per affresco eseguiti dai due grandi maestri del Rinascimento Michelangelo e Raffaello.


29.01.2014 # 3451
MARK DION - The Pursuit of Sir William Hamilton

Daria La Ragione // 0 comments

GEMME DELL'IMPRESSIONISMO

a Roma fino al 23 febbraio 2014

La mostra Gemme dell’Impressionismo. Dipinti della National Gallery of Art di Washington, nasce dall’incontro e dalla collaborazione di due grandi istituzioni, Roma Capitale - Assessorato Cultura, Creatività e Promozione Artistica, e la National Gallery of Art di Washington.
Verso la fine degli anni ‘20 del XX secolo, uno dei massimi esponenti del capitalismo statunitense, imprenditore e banchiere, Andrew W. Mellon, avviò quella che sarebbe poi diventata una delle collezioni d’arte più importante al mondo, con l’ambizione di abbracciare il meglio dell'arte europea dal medioevo al XVIII secolo. Dopo la sua morte, 1937, a raccogliere la sua eredità furono i figli, Paul ed Ailsa, i quali coltivarono la stessa passione del padre, arricchendo quella che a noi oggi è nota come Collezione Mellon ed è conservata, a seguito di una donazione, presso la National Gallery of Art di Washington.
Gli artisti francesi in genere e quelli impressionisti e postimpressionisti in particolare, hanno sempre avuto una grande preminenza nella collezione Mellon, non a caso ne annovera i capolavori più eloquenti. Ad occupare gli spazi espositivi del Museo dell’Ara Pacis di Roma saranno infatti artisti quali Manet, Monet, Degas, Renoir, Boudin, Pissarro, Bonnard, Toulose-Lautrec, Cèzanne, Gauguin, Van Gogh e Seurat.
La mostra realizza un focus sulle opere impressioniste e postimpressioniste della Collezione. È così che nasce un percorso espositivo unico nel suo genere, e reso possibile grazie al prestito di ben 68 opere, con l’intento di presentare al grande pubblico non una mostra qualunque di artisti impressionisti e postimpressionisti, ma una mostra che ambisca a comunicare un punto di vista diverso ed esclusivo, ovvero quello di una collezione d’arte privata, dunque opere acquisite secondo un’idea ed un gusto, del tutto personale quale quello del collezionista, filtrato, intimo, ma con la forza comunicativa che solo i grandi capolavori possiedono.