alexa
  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Libri e riviste // Pagina 91 di 106
28.09.2006 # 407
Archeologie della pubblicità

Ilas Web Editor // 0 comments

Archeologie della pubblicità

a cura di D. Pitteri e P. Papakristo

Alle origini della pubblicita' moderna


La pubblicità costituisce il 50% del contenuto complessivo dei Media , dai giornali alla radio, dalla TV a Internet. Le ragioni di questa presenza sono da rintracciarsi certamente nei meccanismi economici che regolano l'industria dell'informazione e dell'intrattenimento e dei quali la pubblicità è un pilastro fondamentale. Ma, ancora di più, sono da ricercare nella fitta rete di suggestioni e di legami con l'immaginario collettivo che essa intreccia, nello straordinario sistema di accensione di desideri di cui essa è il motore e, soprattutto, nelle pulsioni profonde che legano queste strategie con le emozioni individuali.
I curatori del volume compiono un viaggio alla radice di tutto ciò. Rintracciano – con l'ausilio dei saggi d'epoca di Vittorio Pica e Giuseppe Prezzolini e delle attente riflessioni di Alberto abruzzese e Adriana Baculo – le origini delle motivazioni per cui la pubblicità è diventata il cuore degli immaginari dei contemporanei, ripercorrendo i suoi legami con l'arte, la tecnologia, con lo sviluppo delle metropoli fra la seconda metà dell'Ottocento e i primi anni del Novecento.



ed. Liguori

03.11.2006 # 436
Archeologie della pubblicità

Ilas Web Editor // 0 comments

Dumas

A cura di: Francesco Bonami

"Tutto ciò che si dice contro la pittura è vero. E' un anacronismo. E' fuori moda. E' decadente...Che c'importa di guardare le immagini? Ecco perchè continuo a farle."
Marlene Dumas

Marlene Dumas è nata a Città del Capo ma vive e lavora in Olanda. Tema centrale della sua opera è la figura umana, che l'artista interpreta in modo personalissimo ma con chiari riferimenti all'arte figurativa e a tecniche tradizionali, ponendosi cosi "fuori dal coro" rispetto alla maggior parte delle tendenze contemporanee


Electa ha ideato una collana autorevole, aggiornata e accessibile che aiuta ad orientarsi nel mondo dell'arte contemporanea: SUPERCONTEMPORANEA.
Electa ha affidato all'esperienza di Francesco Bonami - studioso dell'arte contemporanea di fama internazionale - la scelta degli artisti ai quali dedicare le singole monografie. SUPERCONTEMPORANEA con la sua grafica accattivante e attraverso un agile e selezionato percorso di immagini e testi di immediata comprensione, rappresenta una guida indispensabile per comprendere i linguaggi dell'arte contemporanea.

03.11.2006 # 435
Archeologie della pubblicità

Ilas Web Editor // 0 comments

Cattelan

A cura di: Francesco Bonami

"Non abbiate paura, anche con l'arte contemporanea il peggio che vi può capitare è che non vi piaccia. ...Alla fine, come tutto, è solo questione di gusti." Francesco Bonami

Provocatorio, iconoclasta, sarcastico, Maurizio Cattelan è l'artista italiano vivente più quotato sul mercato mondiale. Le sue opere - i cui titoli sono dei veri e propri slogan pubblicitari - alimentano accesi dibattiti per il loro modo di rapportarsi con temi e soggetti dell'attualità: basti pensare alla figura di Giovanni Paolo II abbattuto da un meteorite.


Electa ha ideato una collana autorevole, aggiornata e accessibile che aiuta ad orientarsi nel mondo dell'arte contemporanea: SUPERCONTEMPORANEA.
Electa ha affidato all'esperienza di Francesco Bonami - studioso dell'arte contemporanea di fama internazionale - la scelta degli artisti ai quali dedicare le singole monografie. SUPERCONTEMPORANEA con la sua grafica accattivante e attraverso un agile e selezionato percorso di immagini e testi di immediata comprensione, rappresenta una guida indispensabile per comprendere i linguaggi dell'arte contemporanea.

28.09.2006 # 406
Archeologie della pubblicità

Ilas Web Editor // 0 comments

Estetiche Cannibali

D. Pitteri e C. E. Radl 

C'è sempre, sul finire di ogni secolo, un senso nascosto, un filo quasi impalpabile che riannoda assieme e riassume le tendenze, le passioni, le speranze, le mode. In questi ultimi anni si respira un'atmosfera, un gusto sotteso e sotterraneo che fonda e che trova le proprie ispirazioni principali nelle pieghe del delitto, nei ritmi ossessivi della musica techno, nelle relazioni più perverse. Sono Estetiche Cannibali: il sottile filo della nostra epoca, un fenomeno estetico che pur muovendo da istanze e tendenze principalmente legate alle culture giovanili, si è via via espanso, fino ad insinuarsi a più livelli nel gusto corrente. Si tratta di un fenomeno artistico, ma non solo di quello, perchè è anche altrove che se ne respira forte l'atmosfera: nelle foto, sui giornali, nei servizi di moda, nelle cronache se ne percepisce la presenza, restando spesso nascosto, invisibile a occhio nudo. Il volume è una raccolta di riflessioni, immagini, fotografie, pubblicità: una particolare opera collettiva sulle Estetiche Cannibali. Interventi di: Abruzzese, Costantini, Cristante, De Carlo. Opere di: Hirst, Höller, Scher, Samore, Dunning, Grünfeld, Armleder, Berti


ed. Liguori

28.09.2006 # 405
Archeologie della pubblicità

Ilas Web Editor // 0 comments

Arte e pubblicità

Elio Grazioli

Elio Grazioli

Parte essenziale e caratterizzante del nuovo paesaggio urbano prima, segno stesso della modernità poi, la pubblicità ha incarnato la strategia commerciale del visivo fino a diventare uno dei cardini della società e della cultura di massa, per aspirare infine a essere uno dei luoghi privilegiati della creatività postmoderna. L'arte, da parte sua, dapprima astratta respinge la pubblicità, per poi assumerla e cambiarla in una sorta di simbiosi che arriva a far dubitare di poterla distinguere sia nelle strategie formali e visive che in quelle mercantili e comunicazionali. Teorie ed esempi specifici ricostruiscono il dibattito sui rapporti arte-pubblicità in un'epoca trasformata che ancora cerca la propria definizione.


ed. Mondadori Bruno

28.09.2006 # 404
Archeologie della pubblicità

Ilas Web Editor // 0 comments

I persuasori occulti

Vance Packard
Quando nel 1957 Vance Packard, quarantatreenne insegnante di giornalismo ......

Quando nel 1957 Vance Packard, quarantatreenne insegnante di giornalismo all'Università di New York, rivelò al grande pubblico americano e a quello di tutto il mondo che l'alleanza sempre piú stretta tra analisi e pubblicità minacciava subdolamente, ma scientificamente, la libertà d'opinione su qualsiasi argomento, venne arruolato nella schiera dei piú grandi allarmisti. I persuasori occulti è ancora oggi, a tanti anni di distanza, un testo urticante con cui fare i conti in un primo bilancio. Quante previsioni si sono avverate? Perché sí? Perché no?
All'edizione originale lo stesso Packard ha aggiunto l'epilogo I persuasori occulti


ed. Einaudi

Inside Ilas