alexa
  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Mostre ed eventi // Pagina 194 di 220
25.03.2007 # 567
Milano | Cartier-Bresson | Fino al 25 marzo 2007

Ilas Web Editor // 0 comments

Milano | Cartier-Bresson | Fino al 25 marzo 2007

Fino al 25 marzo 2007

Henry Cartier-Bresson è stato definito l'occhio del secolo e, effettivamente, nessuno come lui ha saputo condensare nella sua vita e negli anni di intensa attività fotografica e artistica, un'osservazione sempre puntuale e profonda, attenta e originale, sul mondo intorno a sè, i protagonisti, gli avvenimenti principali ma anche i piccoli, apparentemente insignificanti ma densi di vita, attimi decisivi che lui 'e solo lui' riusciva a cogliere con la sua macchina fotografica quando, come affermava, si riesce a mettere sulla stessa linea di mira il cuore, la mente e l'occhio. Il patrimonio di immagini e di contenuti di Cartier-Bresson è enorme e la Fondazione che porta il suo nome, insieme a Magnum Photos, ha messo a punto una grande mostra retrospettiva realizzata quando l'autore era ancora in vita e quindi sotto la sua diretta supervisione. Stampe originali, disegni, dipinti, documenti e testimonianze, film e ingrandimenti fotografici: il materiale espositivo accompagna il visitatore a scoprire (o a riscoprire) l'importanza e la portata della vita e dell'opera di un grande maestro del Novecento. Spazio Forma, Milano.

09.04.2007 # 532
Milano | Cartier-Bresson | Fino al 25 marzo 2007

Ilas Web Editor // 0 comments

Milano | NEFER - LA DONNA NELL'ANTICO EGITTO | Fino al 9 aprile 2007

Fino al 9 aprile 2007

Milano ospita, a distanza di dieci anni, una grande mostra inedita sull'Antico Egitto. Nella prestigiosa sede di Palazzo Reale, NEFER propone al pubblico un viaggio affascinante alla scoperta dell'universo femminile che condurrà i visitatori a conoscere il ruolo della donna nell'antica civiltà, svelandone la sua straordinaria 'modernità. Colta, 'in carriera', emancipata; ora 'signora della casa', ora donna 'manager', considerata alla pari dell'uomo. Una mostra che offre per la prima volta un profilo a tutto tondo della donna egizia nei diversi aspetti sociali e quotidiani attraverso l'esposizione di oltre 200 reperti archeologici di grande valore storico ed artistico, tra i quali spiccano vere opere d'arte che restituiscono ed esaltano la bellezza femminile dell'antico Egitto e tutto il suo misterioso fascino. Dodici musei italiani ed internazionali hanno aderito all'iniziativa offrendo l'occasione di realizzare un percorso affascinante e in gran parte inedito. Importante l'intervento della Soprintendenza e della Fondazione al Museo Egizio di Torino che per la prima volta espongono una cinquantina di reperti inediti provenienti dai depositi vastissimi e sconosciuti al grande pubblico. Tra gli altri saranno assolutamente imperdibili venti sarcofagi di grande valore artistico e archeologico, del Museo Egizio di Torino, quindici dei quali esposti per la prima volta al pubblico. Il tema della donna egizia e della sua vita quotidiana è poco conosciuto dal grande pubblico pur essendo un argomento affascinante ed educativo per tutti i risvolti sociali, storici e politici che contiene a tratti fortemente e incredibilmente attuali, come i diritti civili, la personalità giuridica, l'indipendenza economica di cui godeva. Argomenti che ne fanno ai nostri giorni un interessante spunto di riflessione per la valutazione storica di conquiste sociali al femminile.

02.04.2007 # 530
Milano | Cartier-Bresson | Fino al 25 marzo 2007

Ilas Web Editor // 0 comments

Milano | MiArt | dal 30 marzo al 2 aprile 2007

dal 30 marzo al 2 aprile 2007

MiArt 2007: where the Art is

Si apre MiArt 2007, la  dodicesima edizione della Fiera Internazionale di Arte Moderna e Contemporanea di Milano, un appuntamento che non mancherà di sorprendere per le novità e i progetti. Un evento unico per rendere Milano una vetrina di prestigio, un punto di riferimento per collezionisti, galleristi, artisti e curatori. Come la scorsa edizione, MiArt 2007 si svolgerà all'interno di fieramilanocity, nei padiglioni cittadini del Portello dal 30 marzo al 2 aprile 2007, con inaugurazione su invito giovedì 29 marzo. MiArt 2007: un fucina di idee per rendere Milano una vero centro propulsivo per le arti visive, un vero e proprio network artistico per garantire alla città una stagione all'insegna di grandi eventi e iniziative di respiro internazionale. Questa la filosofia di MiArt 2007, che si riassume nel pay off: where the Art is. Oltre a queste iniziative e alle prestigiose partnership MiArt si riconferma come l'unica mostra-mercato italiana capace di offrire un panorama artistico completo attraverso 4 distinti settori che spaziano dal moderno alle più innovative proposte artistiche del contemporaneo.

01.04.2007 # 569
Milano | Cartier-Bresson | Fino al 25 marzo 2007

Ilas Web Editor // 0 comments

Milano | Giorgio Armani | Fino al 1 aprile 2007

Fino al 1 aprile 2007

Presentata per la prima volta presso il Solomon R. Guggenheim Museum di New York (2000) e ospitata poi presso il Guggenheim Museum Bilbao (2001), la Mostra Giorgio Armani è stata esposta successivamente alla Neue Nationalgalerie di Berlino (2003), alla Royal Academy of Arts Burlington Gardens di Londra (2004), al Museo Nazionale Romano alle Terme di Diocleziano a Roma (2004), al Mori Arts Center Gallery a Tokyo (2005), e più recentemente allo Shanghai Art Museum (2006). Con l'ottava e ultima tappa chiude il tour nella città dello stilista, alla Triennale di Milano. La Mostra, che trae origine dalla Retrospettiva dedicata dalla Solomon R. Guggenheim Foundation all'attività di Giorgio Armani, giunge finalmente alla Triennale di Milano in una versione più ampia e arricchita, e ripercorre la carriera di Giorgio Armani, stilista tra i più importanti al mondo. Con oltre 600 abiti, schizzi originali e registrazioni audio e video, la mostra offre una prospettiva tematica della carriera di Giorgio Armani e della sua evoluzione nel corso degli ultimi tre decenni, illustrando l'impatto culturale della sua attività e sottolineando il ruolo anticipatore dello stilista nel mondo del cinema.

31.03.2007 # 565
Milano | Cartier-Bresson | Fino al 25 marzo 2007

Ilas Web Editor // 0 comments

Roma | Turchia. 7000 anni di storia | Fino al 31 marzo 2007

Fino al 31 marzo 2007

Dall'11 gennaio al 31 marzo 2007 è allestita nelle Sale delle Bandiere del Palazzo del Quirinale la mostra "Turchia. 7000 anni di storia" che espone quarantatrè opere che testimoniano le varie fasi delle civiltà che si sono succedute sul territorio anatolico: dall'insediamento urbano di Çatal Höyük, la più vecchia e più grande città di età neolitica mai ritrovata, alla fine dell'Impero Ottomano (1919-23).
Le opere esposte provengono, oltre che dal Museo del Palazzo di Topkapi di Istanbul, dal Museo delle Civiltà Anatoliche di Ankara, dal Museo Archeologico e dal Museo delle Arti Turche e Islamiche di Istanbul.

31.03.2007 # 562
Milano | Cartier-Bresson | Fino al 25 marzo 2007

Ilas Web Editor // 0 comments

Milano | Tobias Zielony - The hidden | Fino al 31 marzo 2007

Fino al 31 marzo 2007

La Galleria Lia Rumma di Milano presenta The Hidden, la prima mostra personale in Italia del giovane fotografo tedesco Tobias Zielony.
Il titolo della mostra si riferisce all'ultima serie fotografica realizzata dall'artista alla periferia di Los Angeles. The Hidden, intende mettere in luce una realtà sociale nascosta, solitamente posta ai margini rispetto ai grossi centri. Le foto di Zielony, infatti, partono tutte da un'indagine compiuta tra i sobborghi delle città e presentano interessanti combinazioni tra architettura e ritratto. I giovani volti catturati dall'obiettivo dell'artista hanno spesso uno sguardo assente o sfuggente e rivelano le delicate dinamiche adolescenziali: inquietudine, isolamento, smarrimento, logica del branco, desiderio di appartenenza a un gruppo. In altri casi l'architettura è l'unica protagonista delle foto. Tuttavia, queste immagini risultano essere complementari rispetto alla serie dei ritratti e concludono un'indagine che appare univoca. L'interesse dell'artista per il paesaggio urbano, infatti, non è legato alla sua potenzialità estetica, quanto al suo valore di "habitat". Si tratta del contesto, del luogo nel quale i protagonisti delle sue foto, si trovano ad interagire, che ci permette di aggiungere dei tasselli mancanti alle loro storie nascoste.