alexa

Ilas sui social network

Iscriviti alla newsletter Ilas

logo-ilas
logo-ilas logo-ilas

MENU

cercaCERCA

ILAS è una scuola di specializzazione che opera esclusivamente
nell'ambito della comunicazione visiva.

 
icona

La scuola

100% comunicazione visiva

icona

La scuola
Storia, struttura e organizzazione

icona

I docenti
I curricula di tutti i docenti

icona

Certificazioni
Il valore di un corso Ilas

icona

Attività
Corsi, seminari e contest

icona

Social, blog e magazine
Scopri ilas 2.0

 
icona

I Corsi

Elenco dei corsi Ilas divisi per tipologia

Corsi Adobe MensiliPHOTOSHOP | ILLUSTRATOR | INDESIGN

Corsi Annuali CompletiGRAFICA | FOTO | WEB | PUBBLICITÀ | SOCIAL

Corsi Brevi TematiciFOTO STARTUP | COPY | MONTAGGIO

Elenco corsi brevi tematiciPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

 

Corsi di Grafica 3DMAYA | RHINO | STAMPA 3D

Elenco corsi grafica 3DPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

Corsi Annuali CoordinatiPERCORSI MULTIDISCIPLINARI

Corsi 2° anno GRAFICA | FOTOGRAFIA | WEB PHP

 

Cerchi un talento della comunicazione visiva?
 

Inserisci AnnuncioArea riservata alle aziende

Scegli CandidatoArea riservata alle aziende

Vai al PortfolioArea riservata alle aziende

Guarda i lavori realizzati dai nostri studenti
Oltre 9000 progetti realizzati nei corsi Ilas

ILAS - Istituto superiore di comunicazione visiva

icona

Recapiti telefonici

Italy / Napoli

tel(+39) 081 5511353
tel(+39) 081 4201345
fax(+39) 081 0070569

icona

Indirizzo

Italy / 80133 Napoli

Via Alcide De Gasperi, 45
Scala A

numero-verde

  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Libri e riviste // Pagina 89 di 110
10.05.2007 # 625
Il design di Alberto Meda - Una concreta leggerezza

Ilas Web Editor // 0 comments

Il design di Alberto Meda - Una concreta leggerezza

Domitilla Dardi

La prima monografia dedicata al designer di aziende come Alias, Vitra e Luceplan. Il volume, dedicato all'opera di Alberto Meda, propone attraverso la rassegna di prototipi e oggetti messi in produzione, il suo lavoro di designer dalla fine degli anni sessanta a oggi. Le opere prese in esame ripercorrono oltre trent'anni di carriera: dalla collaborazione con importanti aziende alla ricerca condotta durante gli anni ottanta su nuove tecnologie e nuovi materiali, super leggeri e super resistenti, dalle plastiche alle fibre di carbonio. Alberto Meda nasce nel 1945 a Lenno Tremezzina (Como). Si laurea in ingegneria meccanica al Politecnico di Milano nel 1969. Dal 1969 al 1973 è assistente alla direzione centrale della produzione Magneti Marelli. Entra alla Kartell nel 1973 in qualità di direttore tecnico. Nel 1979 apre il proprio studio professionale a Milano e, nello stesso anno, è consulente tecnico all'Alfa Romeo di Arese. Insegna tecnologie industriali alla Domus Academy dal 1983 al 1987. Per Luceplan, con Paolo Rizzato, disegna nel 1985 la lampada Berenice, in seguito la lampada Lola e la serie Metropoli per le quali riceve il Compasso d'Oro rispettivamente nel 1989 e nel 1994. Nel 1990 la Design Gallery di Matzuia Ginza gli dedica una personale a Tokyo. Vive e lavora a Milano. L'apparato iconografico del volume presenta immagini di prototipi e modelli di studio oltre a numerosi disegni che documentano talvolta la supremazia del progetto sui limiti della tecnica e della produzione industriale. .

10.05.2007 # 628
Il design di Alberto Meda - Una concreta leggerezza

Ilas Web Editor // 0 comments

New Trends in Interior Design

AA.VV.

Il volume esce in occasione del lancio del nuovo rivestimento in ultramicrofibra prodotto da Alcantara, Compacto Cover. È riprodotta la scenografia di grande impatto ideata in occasione dell'evento "Abitare il tempo", svoltosi a Verona nell'ottobre 2001, e sono presentati sei prototipi, realizzati da alcune tra le aziende più significative del mondo dell'interior design su progetto di architetti di fama mondiale: Massimo Iosa Ghini, Toshiyuki Kita, Piero Lissoni, Simone Micheli, Denis Santachiara, Claudio Silvestrin.
I sei prototipi realizzati per promuovere l'uso di Compact Cover sono sedie, rivestite con questo innovativo materiale che si caratterizza per la mano asciutta e corposa e l'aspetto schietto e brillante.

10.05.2007 # 627
Il design di Alberto Meda - Una concreta leggerezza

Ilas Web Editor // 0 comments

Milton Glaser. Art is work

Milton Glaser

A venticinque anni dalla pubblicazione di Milton Glaser Graphic Design, ancora oggi al vertice della classifica dei long-seller dedicati al design, Milton Glaser guarda al futuro con Art is Work, una brillante rassegna del proprio lavoro e dello scenario contemporaneo. Il volume è illustrato con oltre 500 immagini a colori accompagnate da testi esplicativi dello stesso Glaser, che fornisce una chiave di lettura privilegiata della sua filosofia artistica e del suo metodo di lavoro. Glaser ricostruisce in queste pagine la storia di innumerevoli progetti: dall'ispirazione iniziale, ai tentativi di trasformare le intuizioni in immagini per arrivare al prodotto finale; rivela i dibattiti intorno a idee scartate e a proposte alternative; spiega tecniche utilizzate, influenze subite e temi prediletti e ricorrenti.

10.05.2007 # 626
Il design di Alberto Meda - Una concreta leggerezza

Ilas Web Editor // 0 comments

La fabbrica dei sogni - Il design italiano nella produzione Alessi

Alberto Alessi

L'avventura imprenditoriale di Alessi, l'azienda di Omegna che nel corso di due generazioni si è trasformata, da piccola impresa artigianale, in un'industria del design di fama internazionale, vero e proprio laboratorio sperimentale sempre fortemente innovativo. A raccontarla in questo volume è Alberto Alessi in persona, che in ventidue capitoli traccia le vicende del design Alessi dagli anni venti a oggi, soffermandosi sui momenti topici della produzione e sui designer che con Alessi hanno collaborato negli anni.
Caratteristica di Alessi è infatti la stretta collaborazione con i protagonisti del design contemporaneo, italiani e non solo. A partire da Franco Sargiani e Elia Helander, i primi progettisti chiamati da Alessi negli anni settanta, alla "scuderia" Alessi non manca quasi nessuno: Ettore Sottsass, Richard Sapper, Achille Castiglioni, Alessandro Mendini, Robert Venturi, Michael Graves, Hans Hollein, Aldo Rossi, Paolo Portoghesi, Richard Meier, Ron Arad, Mario Botta, Frank Gehry, Philippe Starck, Enzo Mari, Stefano Giovannoni, e molti altri ancora.
Tutta la poetica di Alessi, declinata attraverso un completo catalogo di oggetti - molti dei quali sono oggi veri e propri oggetti cult del design - è riassunta in questo volumetto.

10.05.2007 # 624
Il design di Alberto Meda - Una concreta leggerezza

Ilas Web Editor // 0 comments

Aperto vetro 2000 - Il vetro progettato. Architetti e designer a confronto con il vetro quotidiano

Marco Romanelli, Enzo Biffi Gentili, Manolo De Giorgi, Francesca Picchi, Marta Laudani

La mostra "Aperto vetro", giunta alla sua terza edizione, è stata ospitata da Venezia, città famosa per la lavorazione del vetro, con una veste e intenzioni nuove. Vi erano riuniti i progetti dei più importanti architetti e designer internazionali impegnati nella ricerca di un uso "quotidiano" del vetro, strettamente legato alla progettazione d'interni e parte integrante dell'arredo.
I saggi contenuti nel catalogo testimoniano la novità e l'interesse di queste indagini sull'uso del vetro nel campo del furniture design e dell'architettura.
Tra gli autori contemporanei protagonisti spiccano personaggi di rilievo quali Alvar Aalto, Sergio Asti, Gae Aulenti, Toni Cordero, Philippe Starck, Ettore Sottsass, Tapio Wirkkala.

10.05.2007 # 623
Il design di Alberto Meda - Una concreta leggerezza

Ilas Web Editor // 0 comments

Alvar Aalto e gli oggetti

Timo Keinänen, Pekka Korvenmaa, Kaarina Mikonranta, Ásdís Ólafsdóttir

La prima panoramica completa su mobili, vetri e lampade di uno dei grandi maestri dell'architettura del Novecento che ha lasciato una traccia indelebile anche nella storia del design. Dalla "sedia di Paimio" alle serie di sgabelli in legno curvato, dalle lampade per residenze private e istituzioni pubbliche a celebri composizioni in vetro come il vaso Savoy o l'Aalto Flower: oggetti premiati da uno straordinario successo internazionale che ancora oggi, a distanza di decenni, rappresentano un punto di riferimento per progettisti e appassionati di design. Un'equipe di storici ed esperti coordinati dalla Fondazione e dal Museo Alvar Aalto prende spunto dalla ricca documentazione in possesso di istituzioni culturali, musei e aziende produttrici per delineare le innovazioni introdotte da Aalto nel disegno della forma e nel trattamento dei materiali e delle superfici, svelando gli stretti legami tra l'attività di designer e quella di architetto, urbanista e intellettuale. Un'indagine approfondita sulla genesi, le vicende produttive e il successo commerciale di molti oggetti di Aalto, con uno sguardo particolare ai rapporti con le aziende (Artek e Littala in primo luogo) e al contributo significativo della prima moglie Aino, architetto e designer e coautrice di molti progetti. Completa il volume un'ampia sezione di apparati (catalogo di mobili e vetri con le loro innumerevoli varianti, documentazione fotografica sulle tecniche di produzione, regesto delle opere e dei premi), che ne fa uno strumento prezioso di documentazione e di studio.