alexa

Ilas sui social network

Iscriviti alla newsletter Ilas

logo-ilas
logo-ilas logo-ilas

MENU

cercaCERCA

ILAS è una scuola di specializzazione che opera esclusivamente
nell'ambito della comunicazione visiva.

 
icona

La scuola

100% comunicazione visiva

icona

La scuola
Storia, struttura e organizzazione

icona

I docenti
I curricula di tutti i docenti

icona

Certificazioni
Il valore di un corso Ilas

icona

Attività
Corsi, seminari e contest

icona

Social, blog e magazine
Scopri ilas 2.0

 
icona

I Corsi

Elenco dei corsi Ilas divisi per tipologia

Corsi Adobe MensiliPHOTOSHOP | ILLUSTRATOR | INDESIGN

Corsi Annuali CompletiGRAFICA | FOTO | WEB | PUBBLICITÀ | SOCIAL

Corsi Brevi TematiciFOTO STARTUP | COPY | MONTAGGIO

Elenco corsi brevi tematiciPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

 

Corsi di Grafica 3DMAYA | RHINO | STAMPA 3D

Elenco corsi grafica 3DPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

Corsi Annuali CoordinatiPERCORSI MULTIDISCIPLINARI

Corsi 2° anno GRAFICA | FOTOGRAFIA | WEB PHP

 

Cerchi un talento della comunicazione visiva?
 

Inserisci AnnuncioArea riservata alle aziende

Scegli CandidatoArea riservata alle aziende

Vai al PortfolioArea riservata alle aziende

Guarda i lavori realizzati dai nostri studenti
Oltre 9000 progetti realizzati nei corsi Ilas

ILAS - Istituto superiore di comunicazione visiva

icona

Recapiti telefonici

Italy / Napoli

tel(+39) 081 5511353
tel(+39) 081 4201345
fax(+39) 081 0070569

icona

Indirizzo

Italy / 80133 Napoli

Via Alcide De Gasperi, 45
Scala A

numero-verde

  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Libri e riviste // Pagina 88 di 111
10.05.2007 # 632
The Marche, Guzzini and design - Culture of an italian region

Ilas Web Editor // 0 comments

The Marche, Guzzini and design - Culture of an italian region

Augusto Morello

Il volume di Augusto Morello, docente e saggista di marketing applicato al design da poco scomparso, presenta, con testimonianze, interviste, documenti d'archivio e un ricco corredo iconografico, la produzione de i Guzzini, storica azienda marchigiana leader nel settore di prodotti in materiale plastico applicato a casalinghi, oggetti per il bagno e l'illuminazione, che ha saputo sviluppare nel design una costante cultura della ricerca e dell'invenzione. Nati in una regione "di frontiera" dove cultura e lavoro da sempre nascono e si sviluppano intorno al nucleo forte della famiglia e della produzione intesa come trasformazione tecnologico-creativa, i Fratelli Guzzini "secondo l'etica del fare e del fare bene" hanno ottimizzato valori quali efficienza, funzionalità, estetica ed economicità, fondendoli all'interno di una continua evoluzione, supportati da famosi designer che hanno saputo interpretare una filosofia aziendale rendendola strategia di prodotto. La storia del design Guzzini s'identifica, così, nel libro con la storia del design italiano, attraverso i prodotti, gli artisti che li hanno ideati e coloro che li hanno saputi realizzare, dando forma ad oggetti noti in tutto il mondo ed entrati ormai a far parte dell'immaginario collettivo.

10.05.2007 # 636
The Marche, Guzzini and design - Culture of an italian region

Ilas Web Editor // 0 comments

La luce italiana - design delle lampade 1945-2000

Alberto Bassi

Le lampade italiane sono fra i prodotti di design più noti nel mondo: progettisti come i fratelli Castiglioni, Vico Magistretti, Gino Sarfatti e Pietro Chiesa, aziende come Artemide, Flos, Fontana Arte e Luceplan hanno fornito un importante contribuito all'affermazione internazionale del design italiano. Al successo di critica e di mercato di questi prodotti ha solo in parte corrisposto un'adeguata riflessione storico-critica sui protagonisti e sulle imprese. Il volume vuole in parte colmare questa lacuna offrendo una ricognizione di alcuni episodi e protagonisti significativi scelti nell'arco cronologico che va dal dopoguerra a oggi. Non una trattazione storica esaustiva, ma una serie di saggi che approfondiscono singoli momenti, il lavoro di alcuni designer o movimenti, oppure una determinata fase della produzione aziendale o ancora una tipologia di prodotto. Fino a riflettere sui mutamenti del panorama progettuale contemporaneo, sulle ricerche sulle nuove qualità della luce e su nuovi tipi di prodotti.

10.05.2007 # 635
The Marche, Guzzini and design - Culture of an italian region

Ilas Web Editor // 0 comments

Vent'anni di Giugiaro Design - Osservando il design... 1981-2001

AA.VV.

"Giugiaro Design è un'azienda giovane, nata agli inizi degli anni ottanta per volere di una fervida mente creativa, quella di Giorgetto Giugiaro, il quale non si è voluto fermare al design delle automobili. Attorniandosi di un team di creativi, la maggior parte dei quali è in forze ancora oggi, Giugiaro ha creato una struttura che, fin dagli inizi, ha avuto l'ambizione di fornire una consulenza stilistica coerente e pragmatica, con un'attenzione costante e rigorosa alla funzionalità dell'oggetto.
Il volume che nasce in occasione del ventennale di Giugiaro Design presenta per ogni anno un progetto, spaziando dalla F3 di Nikon agli orologi Seiko, dal motoscafo Superiority 60' agli interni dell'Airbus A321, dal treno Pendolino al fucile AL391 della Beretta. Ma Giugiaro Design è anche all'origine di alcuni oggetti entrati a fare parte del nostro vissuto quotidiano come il telefono Sirio per la Sip, che molti di noi hanno in casa, la pasta Marille della Voiello o la bottiglia con le gocce per l'acqua minerale S. Bernardo.
Il volume riunisce, oltre agli oggetti, i disegni di progetto e i commenti di alcuni testimonial di eccezione. Degli utensili da cucina disegnati per Guzzini, per esempio, Chicco Testa scrive: "Una 'cosa' semplice, bella, funzionale, di uso quotidiano. Che restituisce il piacere a chi la usa ed educa i nostri sensi."

10.05.2007 # 634
The Marche, Guzzini and design - Culture of an italian region

Ilas Web Editor // 0 comments

Transitive Design

Clino Trini Castelli

Rientrano nella categoria del Transitive Design tutti quei prodotti che collegano il passato e il futuro sotto il segno della continuità nel mutamento; sono prodotti che guardano indietro alle icone del design anni quaranta per favorire un processo di riconciliazione tra due tendenze coesistenti e contraddittorie: il desiderio di proiettarsi verso il nuovo e l'ansia per le incertezze del futuro.
Clino T. Castelli introduce il lettore alla scoperta dell'affascinante universo del Transitive Design e dei suoi prodotti di successo internazionale, dallo scooter Scarabeo della Aprilia al nuovo Maggiolino della Volkswagen, dalla Brocca Philips di Alessi al nuovissimo personal computer iMac di Macintosh.

10.05.2007 # 633
The Marche, Guzzini and design - Culture of an italian region

Ilas Web Editor // 0 comments

Tihany Style - Hospitality design

Adam Tihany, Marci Sutin Levin

Il genio eclettico dell'architetto d'interni newyorkese Adam D. Tihany, già autore di Le Cirque a New York (un ambiente unico ideato sullo stile di una futurista Gotham City, regno di Batman) e del ristorante Circo all'hotel Bellagio di Las Vegas, emerge dalle sue più recenti creazioni. Lo stile e lo spirito internazionali, la creatività e la passione per il design, sono ben espressi nell'eccentrico e intrigante albergo Aleph di Roma, dove Tihany interpreta il concetto di accoglienza come un percorso virtuale a sorpresa, e si conferma interprete delle aspettative di un'utenza intelligente ed esigente. Chic e stilisticamente provocatorio, il libro è dedicato a chi vive tra presente e futuro e a chi conosce il valore dell'originalità e dello stile.

10.05.2007 # 631
The Marche, Guzzini and design - Culture of an italian region

Ilas Web Editor // 0 comments

Robin e Lucienne Day - Pionieri del design contemporaneo

Lesley Jackson

Il volume, strutturato in archi temporali, dai primi anni Trenta in poi, delinea le molteplici sfaccettature dell'opera dei coniugi Day. Con estremo rigore Lesley Jackson documenta l'attività di designer condotta con grande indipendenza da Robin Day e Lucienne Conradi. Considerati tra i più noti designer inglesi del periodo postbellico, veri e propri precursori del design contemporaneo, i Day, oltre ai progetti di allestimento per mostre e fiere, sono autori di numerose sedie in polipropilene oltre che in materiali tradizionali. Tra le più note citiamo: Hillestak (1950), 675 e Stamford (1952), Q Stak e Q Rod (1953), Q Swivel (1954) Chevron (1959). Il volume inoltre propone una ampia documentazione sul lavoro di disegno dei tessuti e della carte da parati che contraddistingue l'opera grafica di Lucienne Conradi. Il volume si conclude con un dettagliato catalogo delle opere di entrambi i designer. Una monografia completa sull'opera di due pionieri del design del ventesimo secolo.