alexa

Ilas sui social network

Iscriviti alla newsletter Ilas

logo-ilas
logo-ilas logo-ilas

MENU

cercaCERCA

ILAS è una scuola di specializzazione che opera esclusivamente
nell'ambito della comunicazione visiva.

 
icona

La scuola

100% comunicazione visiva

icona

La scuola
Storia, struttura e organizzazione

icona

I docenti
I curricula di tutti i docenti

icona

Certificazioni
Il valore di un corso Ilas

icona

Attività
Corsi, seminari e contest

icona

Social, blog e magazine
Scopri ilas 2.0

 
icona

I Corsi

Elenco dei corsi Ilas divisi per tipologia

Corsi Adobe MensiliPHOTOSHOP | ILLUSTRATOR | INDESIGN

Corsi Annuali CompletiGRAFICA | FOTO | WEB | PUBBLICITÀ | SOCIAL

Corsi Brevi TematiciFOTO STARTUP | COPY | MONTAGGIO

Elenco corsi brevi tematiciPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

 

Corsi di Grafica 3DMAYA | RHINO | STAMPA 3D

Elenco corsi grafica 3DPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

Corsi Annuali CoordinatiPERCORSI MULTIDISCIPLINARI

Corsi Avanzati GRAFICA | FOTOGRAFIA | PHP | MOBILE APP

 

Cerchi un talento della comunicazione visiva?
 

Inserisci AnnuncioArea riservata alle aziende

Scegli CandidatoArea riservata alle aziende

Vai al PortfolioArea riservata alle aziende

Guarda i lavori realizzati dai nostri studenti
Oltre 9000 progetti realizzati nei corsi Ilas

ILAS - Istituto superiore di comunicazione visiva

icona

Recapiti telefonici

Italy / Napoli

tel(+39) 081 5511353
tel(+39) 081 4201345
fax(+39) 081 0070569

icona

Indirizzo

Italy / 80133 Napoli

Via Alcide De Gasperi, 45
Scala A

numero-verde

  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Pagina 1 di 1
31.05.2013 # 3089

Paolo Falasconi // 0 comments

I Seminari e i Workshop Ilas sulla Comunicazione

14 anni di incontri con le più prestigiose firme della comunicazione pubblicitaria

Ilas ha sempre attribuito un valore strategico alla diffusione delle idee e delle conoscenze tecniche e tecnologiche, come strumento indispensabile per migliorare la qualità dell'apprendimento dei propri studenti e come occasione per dare loro la possibilità di confrontarsi direttamente con protagonisti attivi del mondo della pubblicità e della comunicazione, del design e della fotografia internazionali.

Ogni anno ilas promuove un ciclo di incontri sotto forma di seminari, workshop, happening e videoconferenze distribuiti lungo tutto l'arco del percorso di studi, con l'obiettivo di motivare lo studente ad approfondire la conoscenza reale del proprio settore lavorativo, mettendolo in contatto diretto con direttori creativi, art director, fotografi, designer di fama nazionale e internazionale.

Abbiamo ospitato negli ultimi 14 anni grandi maestri della comunicazione pubblicitaria e del design del calibro di Bob Noorda, Milton Glaser, Armando Milani, Stefan Segmaister solo per citarne alcuni, offrendo occasioni più uniche che rare di ascoltare dal vivo, e in alcuni casi anche lavorare a stretto contatto con professionisti solitamente irraggiungibili a causa degli impegni professionali e spesso anche della distanza.







I SEMINARI ILAS

I seminari ilas sono sempre totalmente gratuiti e aperti al grande pubblico: possono parteciparvi anche studenti di altre scuole, professionisti già affermati, appassionati della materia e addetti ai lavori. L'obiettivo è condividere l'alto valore di questi eventi con la platea più vasta possibile, consapevoli che queste occasioni rappresentano importanti momenti di confronto fra professionisti in cui è possibile far circolare nuove idee, e magari avviare collaborazioni. 
In collaborazione con importanti istituzioni culturali quali l'Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa, l'Università Federico II di Napoli, l'Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, il PAN Palazzo delle Arti di Napoli, abbiamo incontrato: Fulvio Fiori, Francesca Schiavoni, Maurizio D'Adda, Alessandra Iovinella, Alex Brunori, Susanna Bellandi, Luigi Rubinelli, Maurizio Rompani, Tonino Risuleo, Bruno Ballardini, Annamaria Testa, Marcello M. Minale, Carlo Massarini, Andrea Pezzi, Silvano Guidone, Gavino Sanna, Lele Panzeri, Agostino Toscana - Saatchi & Saatchi, Manuela Fidenzi, Stefano Caputo, A. Argenti / A. Olivieri, Pasquale Barbella, Ugo Pons Salabelle, Mario Ciuffini, Bob Noorda, Aldo Biasi, Lorenzo Marini, Luciano Sepe, Giampietro Vigorelli, Lele Panzeri, Lorenzo Marini, Stefano Scozzese, Marco Benadì, Andrea De Micheli, Mariella Governo, Rosario Oliva, Marco Cremona, Aldo Cernuto, Jesper Bentzen, Alex Badalic, Till Neuburg, Pappi Corsicato, Marco Benadì, Bernard Cova, Cesare Casiraghi, Armando Milani, Milton Glaser, Jacques Séguéla, Stefan Sagmeister, Pasquale Diaferia, Marianna Santoni, Martin Benes.


I WORKSHOP ILAS

I Workshop ilas rappresentano oggi la migliore opportunità per uno studente di comunicazione di confrontarsi direttamente con i più grandi professionisti del settore, mettendosi in gioco sul terreno concreto di un vero e proprio progetto creativo.  
I workshop sono studiati per essere totalmente operativi e permettono ai partecipanti di sperimentare tutte le fasi di realizzazione di una creatività per raggiungere a fine lavoro l'obiettivo fissato nel programma redatto in stretta collaborazione con il docente di turno. Non una semplice esercitazione ma l'occasione di dimostrare il proprio talento e vivere in prima persona l'esperienza della full-immersion come in una agenzia di comunicazione, sotto l'attenta guida di direttori creativi, designer, fotografi.
Hanno tenuto workshop per ilas Alessandra Iovinella, Alex Brunori, Tonino Risuleo, Bruno Ballardini, Annamaria Testa, Pasquale Barbella, Ugo Pons Salabelle,  Lorenzo Marini, Stefano Scozzese, Marco Benadì,  Mariella Governo, Rosario Oliva, Marco Cremona, Jesper Bentzen, Till Neuburg, Marco Benadì, Bernard Cova, Cesare Casiraghi, Armando Milani, Pasquale Diaferia, Marianna Santoni, Martin Benes.

21.02.2013 # 2936

Paolo Falasconi // 0 comments

02_03_2013 Massimo Pitis al PAN seminario gratuito ilas

Alla ilas un nuovo grande evento sul Graphic Design

Riparte il ciclo annuale di incontri gratuiti con i nomi più prestigiosi del mondo della comunicazione visiva, ospiti alla ilas per il consueto appuntamento che li vede impegnati in una doppia veste: protagonisti di un incontro-dibattito sulla professione di Graphic Designer, il racconto della propria esperienza professionale, i successi, gli aneddoti più curiosi e interessanti, il proprio punto di vista sul futuro della professione, in un seminario gratuito aperto al grande pubblico di studenti, addetti ai lavori, appassionati, e in veste di docente d'eccezione per un workshop intensivo dedicato allo sviluppo di un progetto grafico.

Sabato 2 marzo 2013 / Ore 18,00

PAN - Palazzo delle Arti - Napoli - Via dei Mille, 60

Massimo Pitis: il seminario

Ingresso gratuito


Il 2 marzo ospitiamo  Massimo Pitis, grafico di fama internazionale vincitore di numerosi premi e riconoscimenti.

Nato ad Asti, si forma tra Bologna, New York e Milano, città dove vive e lavora. Dopo le prime esperienze in agenzia di advertising (bbdo) e di design (Armando Milani), nel 1991 è a Milano dove collabora con la direzione creativa Mediaset. Nel 1995 fonda Vitamina con Aldo e Giorgio Buscalferri. Allo scioglimento di Vitamina diviene direttore creativo di Landor Associates Italia e successivamente si occupa di progetti di allestimento con lo studio Migliore+Servetto architetti e con Mirko Zardini. Nel 2007 fonda Pitis, studio di design e consulenza dedicato alla cura di progetti editoriali e di brand identity specializzato nel campo del design, dell’architettura e della comunicazione culturale. Dal 2002 è delegato per l’Italia (Adi, Aiap, Aipi) al BEDA (Bureau of European Design Associations) di cui è presidente per il periodo 2005-2007.
Tra gli incarichi prestigiosi figura nel 2009 l'invito a rappresentare l'Italia alla Biennale di Design in Gwangju (Sud Corea).

Insegna alla Facoltà di Design dello Iuav San Marino e ha insegnato all’Istituto Europeo di Design, al Politecnico di Milano e alla prima Facoltà di Architettura Ludovico Quaroni de La Sapienza a Roma. Partecipa a conferenze in tutto il mondo.

Nel 2007 Massimo Pitis fonda il suo studio di branding e design editoriale. Tra i clienti annovera Bank of America Merrill Lynch, Biennale di architettura di Venezia, Casamania - Gruppo Frezza, Cca Montreal - Canadian Center for Architecture, Comitato Italia 150, Corraini, Einaudi, Electa, Esperia edizioni, F38F, Fabio Novembre, Ground control, IED, Il sole 24 ore, John Frieda, Finiper, Matteo Thun, Mediaset, Mondadori, Comune di Milano - Museo del Novecento, Poste San Marino, Rizzoli, Settimio Benedusi, Skira, Triennale di Milano.

Massimo Pitis incontrerà il pubblico di addetti ai lavori, studenti e professionisti napoletani in un meeting   di un'ora: sarà l'occasione per scambiare opinioni e confrontarsi sul mestiere di Graphic Design, raccontare la sua esperienza, conoscere la sua visione sul futuro della professione.

I POSTI DISPONIBILI PER IL SEMINARIO SONO ESAURITI.

Vuoi prenotare il workshop a numero chiuso? Vai alla notizia >>


22.01.2013 # 2848

Ilas Web Editor // 0 comments

02 marzo
Massimo Pitis
Workshop: Type, lettering, layout

Alla ilas un nuovo grande evento sul Graphic Design

Riparte il ciclo annuale di incontri con i nomi più prestigiosi del mondo della comunicazione visiva, ospiti alla ilas per il consueto appuntamento che li vede impegnati in una doppia veste: protagonisti di un incontro-dibattito sulla professione di Graphic Designer, il racconto della propria esperienza professionale, i successi, gli aneddoti più curiosi e interessanti, il proprio punto di vista sul futuro della professione, in un seminario gratuito aperto al grande pubblico di studenti, addetti ai lavori, appassionati, e in veste di docente d'eccezione per un workshop intensivo dedicato allo sviluppo di un progetto grafico.


Sabato 2 marzo 2013 / Ore 09,00

ILAS - Istituto Superiore di Comunicazione - Napoli

Massimo Pitis: il  workshop

Numero chiuso / 15 posti su 15 postazioni new iMac 
Scheda riassuntiva sintetica
Data: 02 marzo 2013
Durata: 7 ore 
Orario: dalle ore 9,00 alle 13,00 / pausa pranzo/ dalle 14,30 alle 17:30
Location: Aula 2 / Centro Studi Ilas / Napoli
Tipologia: operativo / full immersion in aula informatica 
Disponibilità attrezzature: 1 computer New iMac per ogni partecipante
Software: Adobe Design Studio Suite
Attestato: partecipazione 
Costo: euro 121,00 iva compresa 
Costo per studenti e diplomati ilas: euro 100,00 iva compresa


Workshop Massimo Pitis  | numero chiuso | esterni euro 121,00
 iva compresa



Workshop Massimo Pitis | numero chiuso | studenti - diplomati ilas | euro 100,00  
iva compresa




Massimo Pitis
Nato ad Asti, si forma tra Bologna, New York e Milano, città dove vive e lavora. Dopo le prime esperienze in agenzia di advertising (bbdo) e di design (Armando Milani), nel 1991 è a Milano dove collabora con la direzione creativa Mediaset. Nel 1995 fonda Vitamina con Aldo e Giorgio Buscalferri. Allo scioglimento di Vitamina diviene direttore creativo di Landor Associates Italia e successivamente si occupa di progetti di allestimento con lo studio Migliore+Servetto architetti e con Mirko Zardini. Nel 2007 fonda Pitis, studio di design e consulenza dedicato alla cura di progetti editoriali e di brand identity specializzato nel campo del design, dell’architettura e della comunicazione culturale. Dal 2002 è delegato per l’Italia (Adi, Aiap, Aipi) al BEDA (Bureau of European Design Associations) di cui è presidente per il periodo 2005-2007. 
Tra gli incarichi prestigiosi figura nel 2009 l'invito a rappresentare l'Italia alla Biennale di Design in Gwangju (Sud Corea).

Insegna alla Facoltà di Design dello Iuav San Marino e ha insegnato all’Istituto Europeo di Design, al Politecnico di Milano e alla prima Facoltà di Architettura Ludovico Quaroni de La Sapienza a Roma. Partecipa a conferenze in tutto il mondo.

Nel 2007 Massimo Pitis fonda il suo studio di branding e design editoriale. Tra i clienti annovera Bank of America Merrill Lynch, Biennale di architettura di Venezia, Casamania - Gruppo Frezza, Cca Montreal - Canadian Center for Architecture, Comitato Italia 150, Corraini, Einaudi, Electa, Esperia edizioni, F38F, Fabio Novembre, Ground control, IED, Il sole 24 ore, John Frieda, Finiper, Matteo Thun, Mediaset, Mondadori, Comune di Milano - Museo del Novecento, Poste San Marino, Rizzoli, Settimio Benedusi, Skira, Triennale di Milano.


Type, lettering, layout

Esistono due modi almeno di interpretare il tema del lettering. Il primo si basa sull’acquisizione di una serie di regole convenzionali che, da Gutenberg a Cresci, da Tschichold a Marderstaig hanno contribuito a definire il tema della leggibilità e della buona forma del libro. Il secondo prevede un atteggiamento eminentemente pragmatico, quello che assume che solo l’esperienza concreta, alla maniera di quella della vecchia tipografia a caratteri mobili per intenderci, possa permettere la gestione di un coerente sistema di segni che, nel rispetto della leggibilità permetta di evolvere esteticamente la pagina, il poster, lo spazio della rappresentazione del testo.
Dobbiamo preferire quindi l’applicazione delle regole assunte su base teorica oppure la pratica del laboratorio artigianale?
In verità la scelta tra una sola di queste alternative sarebbe insensata, è vero invece che possono essere abbracciate entrambe senza conflitti. Conoscere il disegno dei caratteri tipografici, le famiglie in cui vengono generalmente suddivisi, la loro storia e il contesto culturale in cui si inseriscono è importante, così come abituarsi a comprendere —attraverso l’esperienza quotidiana della tipografia— che un corpo 9 non è sempre leggibile allo stesso modo se cambia il carattere; che alcuni caratteri sono più leggibili se spaziati di più di altri, che invece lo spazio si può ridurre in altri casi; che alcuni si leggono meglio alle piccole dimensioni e che ingranditi perdono il loro fascino. Tutto questo non può essere compreso con la sola applicazione di alcune regole. Cambia invece con il gusto e con il tempo, in riferimento al lettore ed al contesto, alla luce, alla carta e allo spazio.Sovvertire le regole è poi l’obbiettivo finale del percorso formativo del designer della tipografia e del graphic designer. Ma per farlo, per trovare nuove forme in un ambiente che appare saturo senza creare mostruosità occorre non solo saper vedere ciò che non c’è immaginando il nuovo ma anche stabilire un patto di convenzioni con il lettore attraverso quelli che Jan Tschichold chiamava “tatto e armonia”.


Vuoi prenotare il seminario gratuito? Vai alla notizia >>


03.12.2011 # 2346

Ilas Web Editor // 0 comments

30 | Nov | 2011
Thanks Mr. Milani

Armando Milani | Il workshop

Ore 11,00, Aula 4 dell’Ilas, il workshop con Armando Milani ha inizio.** Preceduto da un bellissimo seminario al cinema Metripolitan di Napoli, Dall’Occhio al cuore, in cui il celebre visual designer Armando Milani ci ha illustrato i suoi più bei lavori, che sono poi brevemente riproposti per introdurre il tema di questa giornata di lavoro. Occorre pensare ad un progetto creativo per la nostra città, Napoli. Galeotto fu il manifesto del 1986, la famosa Napoli multicolore appesa al filo come panni stesi ad asciugare(«For a cleaner Napoli»), tanto voluta Mirella Barracco per l' iniziativa «Venticinque manifesti per Napoli» con la sua Fondazione «Napoli Novantanove».** Poiché a Napoli, da allora, l’emergenza non è mai cessata, Armando Milani ci ha proposto di realizzare un manifesto di denuncia. Lo stile, poco descrittivo e molto simbolico. L’ispirazione, quella data dai suoi lavori.** Obiettivo, realizzare un brief e il layout di questa campagna di sensibilizzazione verso il degrado, l’anarchia, la passività dei napoletani. * Con matita, penna e foglio alla mano, i ragazzi hanno realizzato ognuno un disegno, un’immagine fatta di simboli , segni e parole che identificavano e rappresentavano le loro idee. Alle 13,00 pausa pranzo e alle 14,30 tutti in aula per dare vita al progetto, sui MAC e con i programmi necessari.** Tra mongolfiere che si liberavano della loro zavorra, maschere solitarie in primo piano a testimoniare l’urgenza di smuovere le coscienze assopite e intorpidite della gente, al compitino in classe usato come pretesto per la denuncia del degrado, della passività e dell’anarchia, trasformati da una fatidica maestra-coscienza dei napoletani in qualcosa di reattivo e di propositivo, alla metamorfosi del linguaggio da cui emerge la parola Napoli è vita, al Vesuvio e al golfo trasformati nel segno grafico in un NO deciso ai mali della città, tutti i lavori dei ragazzi hanno messo in evidenza due fattori importanti:** in primis, l’aver realizzato in poco meno di sei ore un lavoro che, a detta dello stesso Armando Milani, si è soliti portare a termine dopo una settimana.* in secondo luogo, l’iter creativo, il passaggio dalla carta e penna all’dea finale. * Ed è proprio su questo passaggio straordinario che il grande Armando Milani ci ha invitati a riflettere.** Come si è arrivati a questo?** L’iter creativo ci obbliga quasi sempre a togliere e non ad aggiungere. Prendere un’idea, darle forma e infine spogliarla, un po’ come una matrice da stampa, renderla LEGGIBILE, significante, FUNZIONANTE.** Una cosa è certa. Ogni lavoro e al contempo tutti insieme, hanno funzionato. Hanno funzionato perfettamente in questo contesto perché sono riusciti a comunicare l’idea in maniera esatta. Certo, ci vorrebbe tempo per perfezionare il tutto. ** Ma, nessun grande grafico, alla stregua di Armando Milani, da uno schizzo, seppur rielaborato in maniera più o meno finita( ma non si finisce mai di rielaborare un segno, un testo, un’immagine), considera finito un lavoro dopo neanche un giorno di lavorazione.** Ma l’idea, il segno, rimane.** Dopo il workshop, Milani, ha chiamato tutta l’Ilas, studenti e non , a votare i lavori più belli. Un discorso corale, in cui ogni lavoro continuava a vivere e a trasformarsi, nelle parole e negli sguardi degli altri.** Anche per questo, Thanks Mr. Milani.

03.12.2011 # 2344

Ilas Web Editor // 0 comments

30 | Nov | 2011
Thanks Mr. Milani

Dall’occhio al cuore: il seminario con Armando Milani

Mercoledì 30 novembre 2011* Napoli* Cinema Metropolitan* Ore 9,00/10,30** Dall’occhio al cuore, dall’impulso visivo all’ emozione del gesto, che lascia tracce nella creatività del segno.* E ancora, sintesi, senso e significato, tre parametri onnipresenti nel segno creativo che ha contraddistinto nel tempo l’opera grafica di Armando Milani.** Il seminario organizzato dall’Ilas prende il nome dalla celebre mostra From the eye to the heart, dall’occhio al cuore di Armando Milani, Visual Designer tra i più celebri al mondo, presentata in diverse location da Genova a New York. ** Nella mostra, Milani contrapponeva un marchio, un brand per la comunicazione d’impresa ad un’immagine di comunicazione sociale. Una scelta creativa forte, significativa, coraggiosa e dalla doppia anima. Il seminario che ha visto il celebre graphic designer presentare i suoi più bei lavori, è stato cadenzato dalle parole e dalle immagini che si fondevano tra loro. Le parole di Armando Milani rincorrevano le immagini e le immagini ritornavano sulle sue parole. Armando Milani vive con un piede a New York, un altro in Francia, quel che resta a Milano, a Santo Domingo e in altre zone del mondo dove va a portare la sua testimonianza come creativo, artista e designer.** Classe 1940, Armando Milani ha studiato con Albe Steiner, da cui ha avuto presumibilmente l’imprinting umanitario nei confronti del gesto e del segno creativo. Così come Steiner era un forte sostenitore della relazione tra arte e impegno sociale, attraverso una ricerca improntata alla massima chiarezza e semplicità del linguaggio senza inutili formalismi, Armando Milani, che nella sua vita ha tra gli altri, collaborato con Massimo Vignelli, Giulio Confalonieri, Antonio Boggieri, ha sviluppato un senso grafico preciso e distinto in cui il segno tipografico non sovrasta mai l’immagine.** Il seminario di Armando Milani non è stata una “lezione”, ma ha insegnato molto. Ha insegnato, ad esempio, che bastano 10 caratteri tipografici tra cui scegliere per tirare fuori un buon lavoro grafico. Ha insegnato che il simbolo e il segno, ( che siano un numero, una lettera o entrambi, una combinazione di parole, oggetti-simbolo-archetipi di qualcosa) hanno di per sé un potenziale espressivo da tirare fuori. Un potenziale che il graphic designer, l’artista, il creativo o come lo si vuol chiamare, interpreta, decodifica, estrapola in una o più anime dagli oggetti e segni rappresentati.** La creatività è, in fondo, la capacità di vedere cose dove gli altri vedono solo segni, numeri, parole, immagini. La capacità di dare un significato pertinente alle cose, di risvegliare la potenza di un segno e di un simbolo, di dare potenza ad un gesto. Di rendere, portando il discorso sul linguaggio, significante un significato, espressiva un’espressione, di farle prendere forma e di creare una scia di pensiero. Anche per questo, in fondo, le sue immagini sono state così importanti per la denuncia sociale e per l’impegno politico.** Attraverso i bellissimi lavori che Armando Milani ci ha mostrato durante il seminario, sono passati davanti a noi i marchi, i segni, le campagne umanitarie e i manifesti per le Nazioni Unite.** Dall’Africa in cui le T si trasformavano in croci( The farogTTen continent), alle Torri gemelle rappresentate come due candele, alle illustrazioni per il libro del celebre poeta delle Beat Generation Lawrence Ferlinghetti, alla Napoli multicolore appesa ad asciugare come dei panni stesi, tenuti su da “mollette”, immagine simbolo di una città in perpetua emergenza. * * Una creatività senza confini, un messaggio universale, compreso da tutti, che va oltre le culture e le diverse rappresentazioni della realtà proprie di ogni popolo. La ricerca di Armando Milani verte sull’universalità del segno, sulla sua riconoscibilità trasversale attraverso l’idea e l’espressione grafica. ** Thanks Mr Milani

30.11.2011 # 2338

Ilas Web Editor // 0 comments

30 | Nov | 2011
Armando Milani.
Il workshop.

Progettiamo. Una giornata insieme ai grandi grafici internazionali.

WORKSHOP TECNICO

Un nuovo imperdibile appuntamento alla Ilas con Armando Milani, una delle più importanti figure internazionali della grafica italiana, membro dell'Alliance Graphique Internationale. Nella sua lunga carriera ha collaborato con Antonio Boggeri, Giulio Confalonieri, Massimo Vignelli. Attualmente lavora tra Milano e New York. La sua opera, riconosciuta da premi internazionali, è di "denuncia per portare a una riflessione sui problemi più gravi nel mondo.
Ha collaborato con le Nazioni Unite che hanno diffuso un suo poster nel 2004 e una collana di opere "Human Design Collection". (tratto da Wikipedia)

Armando Milani.

Un linguaggio in continuo movimento, una ricerca costante, un forte senso critico legato alle tematiche sociali, il tutto espresso tramite codici visivi sintetici ed evocativi, per esprimere l'evoluzione dei modi e dei tempi, a proprio modo, rendendo una visione metaforica forte ed inconfondibile.
Educazione all'etica e alla cultura della creatività: una bella lezione di comunicazione visiva e non solo, un incontro di alto profilo con un professionista del Graphic Design.


Il programma del workshop


Mattina
Dalle ore 11:00 alle 13:00
Esposizione di un progetto di comunicazione,
Analisi del Brief e realizzazione di layout della campagna

Pomeriggio
Dalle 14:30 alle 18:30 (coffee break alle 16,30)
Correzioni dei lavori e Suggerimenti
Saluti finali e consegna degli attestati di partecipazione.

Al termine del workshop verrà rilasciato l'attestato di partecipazione certificato ISO9001:2008.

Quota di partecipazione al workshop (6 ore di lezione):
euro 100,00 iva compresa

Associati TP e AIAP
euro 80,00 iva compresa

Studenti e diplomati ilas
euro 60,00 iva compresa

Il Workshop è a numero chiuso.


Prenota il workshop >>>


Curriculum

Nato a Milano nel 1940. Negli anni '60 studia con Albe Steiner alla Società Umanitaria. Successivamente collabora con Antonio Boggeri e Giulio Confalonieri. Nel 1965 viene premiato per il logo Rai Radiotelefortuna. Nel 1970 si mette in proprio, nel 1976 con il fratello fonda lo studio Armando e Maurizio Milani. Nel 1977 si trasferisce a New York collaborando con massimo Vignelli. Nel 1979 nasce la Milani Design a New York. Nel 1983 diviene membro dell'Alliance Graphique Internationale (AGI). Nel 1988 entra in partnership con lo studio DCM a San Paolo in Brasile.
Tiene corsi e seminari sul graphic design alla Cooper Union e all'Art Director Club a New York, alla University of Kansas, alla Parsons School a Santo Domingo, alla Mexico University ad Acapulco,all'Università per Stranieri di Perugia, all'Istituto Europeo di Design ed è docente universitario al Politecnico di Milano.

Mostre
Milan, 1983. Visual design '33-'83.
Gargonza / Italy, 1984. Agi Congress.
Roma,1987 / 1990.
La progettazione sistematica nella grafica italiana.
Frankfurt / Bologna, 1987. Public Design.
Tokyo, 1988. Agi Congress.
Blois France, 1990. Agi Congress.
Aosta, 1990. Visual Design.
New York, 1991. Art Directors Club.
Oslo, 1992. Agi Congress.
Rome, 1992. Visual Design.
Montauk USA, 1993. Agi Congress.
New York,1995. New York Capital of the World.
Sao Paulo do Brasil, 1991. De Masi, Conrad, Milani.
Toronto, 1998. Agi Congress.
Paris,1999. Public Utility.
Bruxelles, 2000. Italian Graphic Design.
Kanagawa, 2000. Designer Exchange Program.
Paris, 2001. Bibliothèque Nationale de France / AGI.
Milan, 2001. Graphic Design, Armando e Maurizio Milani.
Lima University, 2001. Armando Milani Posters.
Brno, 2002. Corporate Identity.
Mexico City, 2002. Armando Milani Design.
Madrid, 2006. No pollution.
Tokyoto, 2006. Agi Congress.
Chiasso, 2006. Museo Max Huber.
Città d'Este, 2007. Triennale della Ceramica.
Tehran, 2008. From the eye to the heart.
Palermo Expa, 2008. From the eye to the heart.
Istanbul, 2008. Graphist 12. Mimar Sinan University
Chicago, 2008. Agi Congress.
Chiari, 2008. Tribute to Lawrence Ferlinghetti.
Westchester, 2008. Triennale Ceramica Atestina.
Genoa, 2009. Museo Luzzati. From the eye to the heart.
Napoli, 2009. Galleria Pan. From the eye to the heart.
Milano, Triennale, 2009. Ceramica Artesina.
Bejiing, bt'09



30.11.2011 # 2337

Ilas Web Editor // 0 comments

30 | Nov | 2011
Armando Milani.
Il seminario.

Seminario gratuito con uno dei più grandi grafici internazionali

SEMINARIO GRATUITO


"Dall'occhio al cuore"

Un nuovo imperdibile appuntamento alla Ilas con Armando Milani, una delle più importanti figure internazionali della grafica italiana, membro dell'Alliance Graphique Internationale. Nella sua lunga carriera ha collaborato con Antonio Boggeri, Giulio Confalonieri, Massimo Vignelli. Attualmente lavora tra Milano e New York. La sua opera, riconosciuta da premi internazionali, è di "denuncia per portare a una riflessione sui problemi più gravi nel mondo.
Ha collaborato con le Nazioni Unite che hanno diffuso un suo poster nel 2004 e una collana di opere "Human Design Collection". (tratto da Wikipedia)

Armando Milani.
Un linguaggio in continuo movimento, una ricerca costante, un forte senso critico legato alle tematiche sociali, il tutto espresso tramite codici visivi sintetici ed evocativi, per esprimere l'evoluzione dei modi e dei tempi, a proprio modo, rendendo una visione metaforica forte ed inconfondibile.
Educazione all'etica e alla cultura della creatività: una bella lezione di comunicazione visiva e non solo, un incontro di alto profilo con un professionista del Graphic Design.

Il seminario si terrà a Napoli dalle ore 9,00 alle 10,30 presso il
MULTICINEMA METROPOLITAN MARTOS - NAPOLI

La partecipazione al seminario è gratuita e l'evento è aperto al pubblico. Per richiedere l'accredito clicca su "prenota online"



prenota



Il seminario sarà seguito da un interessante workshop che si terrà presso la sede ilas.

Il programma del workshop


Mattina
Dalle ore 11:00 alle 13:00
Esposizione di un progetto di comunicazione,
Analisi del Brief e realizzazione di layout della campagna

Pomeriggio
Dalle 14:30 alle 18:30 (coffee break alle 16,30)
Correzioni dei lavori e suggerimenti
Saluti finali e consegna degli attestati di partecipazione.

Al termine del workshop verrà rilasciato l'attestato di partecipazione certificato ISO9001:2008.

Quota di partecipazione al workshop (6 ore di lezione):
euro 100,00 iva compresa

Associati TP e AIAP
euro 80,00 iva compresa

Studenti e diplomati ilas
euro 60,00 iva compresa

Il Workshop è a numero chiuso.


Vuoi partecipare al workshop a pagamento? Clicca qui >>>


Curriculum
Nato a Milano nel 1940. Negli anni '60 studia con Albe Steiner alla Società Umanitaria. Successivamente collabora con Antonio Boggeri e Giulio Confalonieri. Nel 1965 viene premiato per il logo Rai Radiotelefortuna. Nel 1970 si mette in proprio, nel 1976 con il fratello fonda lo studio Armando e Maurizio Milani. Nel 1977 si trasferisce a New York collaborando con massimo Vignelli. Nel 1979 nasce la Milani Design a New York. Nel 1983 diviene membro dell'Alliance Graphique Internationale (AGI). Nel 1988 entra in partnership con lo studio DCM a San Paolo in Brasile.
Tiene corsi e seminari sul graphic design alla Cooper Union e all'Art Director Club a New York, alla University of Kansas, alla Parsons School a Santo Domingo, alla Mexico University ad Acapulco,all'Università per Stranieri di Perugia, all'Istituto Europeo di Design ed è docente universitario al Politecnico di Milano.

Mostre
Milan, 1983. Visual design '33-'83.
Gargonza / Italy, 1984. Agi Congress.
Roma,1987 / 1990.
La progettazione sistematica nella grafica italiana.
Frankfurt / Bologna, 1987. Public Design.
Tokyo, 1988. Agi Congress.
Blois France, 1990. Agi Congress.
Aosta, 1990. Visual Design.
New York, 1991. Art Directors Club.
Oslo, 1992. Agi Congress.
Rome, 1992. Visual Design.
Montauk USA, 1993. Agi Congress.
New York,1995. New York Capital of the World.
Sao Paulo do Brasil, 1991. De Masi, Conrad, Milani.
Toronto, 1998. Agi Congress.
Paris,1999. Public Utility.
Bruxelles, 2000. Italian Graphic Design.
Kanagawa, 2000. Designer Exchange Program.
Paris, 2001. Bibliothèque Nationale de France / AGI.
Milan, 2001. Graphic Design, Armando e Maurizio Milani.
Lima University, 2001. Armando Milani Posters.
Brno, 2002. Corporate Identity.
Mexico City, 2002. Armando Milani Design.
Madrid, 2006. No pollution.
Tokyoto, 2006. Agi Congress.
Chiasso, 2006. Museo Max Huber.
Città d'Este, 2007. Triennale della Ceramica.
Tehran, 2008. From the eye to the heart.
Palermo Expa, 2008. From the eye to the heart.
Istanbul, 2008. Graphist 12. Mimar Sinan University
Chicago, 2008. Agi Congress.
Chiari, 2008. Tribute to Lawrence Ferlinghetti.
Westchester, 2008. Triennale Ceramica Atestina.
Genoa, 2009. Museo Luzzati. From the eye to the heart.
Napoli, 2009. Galleria Pan. From the eye to the heart.
Milano, Triennale, 2009. Ceramica Artesina.
Bejiing, bt'09




05.04.2005 # 81

Ilas Web Editor // 0 comments

Un'avventura Grafica

Armando Milani - 13 aprile - Architettura, sede di Aversa

Il 13 aprile 2005, presso l'aula magna della facoltà di

Architettura, sede di Aversa, Armando Milani terrà una conferenza dal titolo

"Un'avventura Grafica".

Armando Milani, è considerato uno tra i grafici più importanti al mondo.

Attualmente vive tra New York, la Francia e Milano.

E' tra i pochi italiani a far parte dell'Alliance Graphique International

(AGI), associazione che vanta poco più di 80 designers scelti in tutto il

mondo attraverso una rigida selezione internazionale.

L'ultimo dei suoi lavori, commissionato dalle Nazioni Unite, vanta numerosi

premi e riconoscimenti.

Ha insegnato per molti anni alla Parson School of Design di New York, dove

ha vissuto per oltre 25 anni.


Mostrerà una serie di lavori che hanno influenzato il suo design, lavori di

grandi maestri come Saul Bass, Alan Flecher, Boggeri, Vignelli, per poi

mostrare le sue produzioni più importanti, oltre a raccontare il suo

pensiero sul design e sulla comunicazione.


Tutti gli allievi ilas sono invitati.

28.03.2005 # 69

Ilas Web Editor // 0 comments

02_03_2013 Massimo Pitis al PAN seminario gratuito ilas

Al PAN Palazzo delle Arti di Napoli alle ore 18,00


Alla ilas un nuovo grande evento sul Graphic Design.
Riparte il ciclo annuale di incontri gratuiti con i nomi più prestigiosi del mondo della comunicazione visiva, ospiti alla ilas per il consueto appuntamento che li vede impegnati in una doppia veste: protagonisti di un incontro-dibattito sulla professione di Graphic Designer, il racconto della propria esperienza professionale, i successi, gli aneddoti più curiosi e interessanti, il proprio punto di vista sul futuro della professione, in un seminario gratuito aperto al grande pubblico di studenti, addetti ai lavori, appassionati, e in veste di docente d'eccezione per un workshop intensivo dedicato allo sviluppo di un progetto grafico.

Sabato 2 marzo 2012 / Ore 18,00
PAN - Palazzo delle Esposizioni di Napoli - Via dei Mille
Massimo Pitis: il seminario
Ingresso gratuito


Il 2 marzo ospitiamo Massimo Pitis, grafico di fama internazionale vincitore di numerosi premi e riconoscimenti.

Nato ad Asti, si forma tra Bologna, New York e Milano, città dove vive e lavora. Dopo le prime esperienze in agenzia di advertising (bbdo) e di design (Armando Milani), nel 1991 è a Milano dove collabora con la direzione creativa Mediaset. Nel 1995 fonda Vitamina con Aldo e Giorgio Buscalferri. Allo scioglimento di Vitamina diviene direttore creativo di Landor Associates Italia e successivamente si occupa di progetti di allestimento con lo studio Migliore+Servetto architetti e con Mirko Zardini. Nel 2007 fonda Pitis, studio di design e consulenza dedicato alla cura di progetti editoriali e di brand identity specializzato nel campo del design, dell’architettura e della comunicazione culturale. Dal 2002 è delegato per l’Italia (Adi, Aiap, Aipi) al BEDA (Bureau of European Design Associations) di cui è presidente per il periodo 2005-2007.
Tra gli incarichi prestigiosi figura nel 2009 l'invito a rappresentare l'Italia alla Biennale di Design in Gwangju (Sud Corea).

Insegna alla Facoltà di Design dello Iuav San Marino e ha insegnato all’Istituto Europeo di Design, al Politecnico di Milano e alla prima Facoltà di Architettura Ludovico Quaroni de La Sapienza a Roma. Partecipa a conferenze in tutto il mondo. 

Nel 2007 Massimo Pitis fonda il suo studio di branding e design editoriale. Tra i clienti annovera Bank of America Merrill Lynch, Biennale di architettura di Venezia, Casamania - Gruppo Frezza, Cca Montreal - Canadian Center for Architecture, Comitato Italia 150, Corraini, Einaudi, Electa, Esperia edizioni, F38F, Fabio Novembre, Ground control, IED, Il sole 24 ore, John Frieda, Finiper, Matteo Thun, Mediaset, Mondadori, Comune di Milano - Museo del Novecento, Poste San Marino, Rizzoli, Settimio Benedusi, Skira, Triennale di Milano.

Massimo Pitis incontrerà il pubblico di addetti ai lavori, studenti e professionisti napoletani in un meeting  di un'ora: sarà l'occasione per scambiare opinioni e confrontarsi sul mestiere di Graphic Design, raccontare la sua esperienza, conoscere la sua visione sul futuro della professione.

L'incontro/seminario è gratuito ed è aperto a tutti, per la partecipazione è richiesta l'iscrizione cliccando sul seguente link.

Prenota l'evento

workshop pitis


Sabato 2 marzo 2012 / Ore 09,00
ILAS - Istituto Superiore di Comunicazione - Napoli
Massimo Pitis: il workshop
Numero chiuso / 15 posti su 15 postazioni new iMac 2013 

Scheda riassuntiva sintetica
Data: 02 marzo 2013
Durata: 7 ore 
Orario: dalle ore 9,00 alle 13,00 / pausa pranzo/ dalle 14,30 alle 17:30
Location: Aula 2 / Centro Studi Ilas / Napoli
Tipologia: operativo / full immersion in aula informatica 
Disponibilità attrezzature: 1 computer New iMac per ogni partecipante
Software: Adobe Design Studio Suite
Attestato: partecipazione 
Costo: euro 121,00 iva compresa 
Costo per studenti e diplomati ilas: euro 100,00 iva compresa


Workshop Massimo Pitis - numero chiuso - esterni euro 121,00 iva compresa

Prenota il corso

Workshop Massimo Pitis - numero chiuso - studenti - diplomati ilas - euro 100,00 iva compresa

Prenota il corso


Type, lettering, layout

Esistono due modi almeno di interpretare il tema del lettering. Il primo si basa sull’acquisizione di una serie di regole convenzionali che, da Gutenberg a Cresci, da Tschichold a Marderstaig hanno contribuito a definire il tema della leggibilità e della buona forma del libro. Il secondo prevede un atteggiamento eminentemente pragmatico, quello che assume che solo l’esperienza concreta, alla maniera di quella della vecchia tipografia a caratteri mobili per intenderci, possa permettere la gestione di un coerente sistema di segni che, nel rispetto della leggibilità permetta di evolvere esteticamente la pagina, il poster, lo spazio della rappresentazione del testo.
Dobbiamo preferire quindi l’applicazione delle regole assunte su base teorica oppure la pratica del laboratorio artigianale?
In verità la scelta tra una sola di queste alternative sarebbe insensata, è vero invece che possono essere abbracciate entrambe senza conflitti. Conoscere il disegno dei caratteri tipografici, le famiglie in cui vengono generalmente suddivisi, la loro storia e il contesto culturale in cui si inseriscono è importante, così come abituarsi a comprendere —attraverso l’esperienza quotidiana della tipografia— che un corpo 9 non è sempre leggibile allo stesso modo se cambia il carattere; che alcuni caratteri sono più leggibili se spaziati di più di altri, che invece lo spazio si può ridurre in altri casi; che alcuni si leggono meglio alle piccole dimensioni e che ingranditi perdono il loro fascino. Tutto questo non può essere compreso con la sola applicazione di alcune regole. Cambia invece con il gusto e con il tempo, in riferimento al lettore ed al contesto, alla luce, alla carta e allo spazio.Sovvertire le regole è poi l’obbiettivo finale del percorso formativo del designer della tipografia e del graphic designer. Ma per farlo, per trovare nuove forme in un ambiente che appare saturo senza creare mostruosità occorre non solo saper vedere ciò che non c’è immaginando il nuovo ma anche stabilire un patto di convenzioni con il lettore attraverso quelli che Jan Tschichold chiamava “tatto e armonia”.


corso di grafica


Dal 4 marzo i nuovi corsi ilas di Grafica Pubblicitaria. 11 mesi per 176 ore sui nuovissimi Apple iMac per diventare professionisti della creatività. I docenti, esclusivamente grafici professionisti laureati o certificati ACI Adobe, seguono l’allievo in un percorso didattico che unisce in una perfetta sinergia la teoria e la pratica della progettazione visiva con lo studio approfondito dei software grafici professionali più diffusi del settore: Adobe Illustrator, Photoshop e InDesign.

Gallery

Guarda la scheda del corso di Grafica Pubblicitaria

Prenota la tua partecipazione al Corso, e avrai l'opportunità di partecipare al modulo Plus completamente gratis: un percorso formativo trimestrale studiato per fornire un approfondimento sull'Art Direction e le tecniche di progettazione pubblicitaria con Tonino Risuleo, docente e pubblicitario di chiara fama vincitore di numerosi premi internazionali.

Guarda la scheda del modulo plus di grafica

Per offrire una preparazione professionale all'avanguardia, gli allievi utilizzano computer Apple® iMac nella recentissima configurazione 2013 così da acquisire la padronanza necessaria con il sistema operativo più diffuso nel settore della comunicazione. Attività teorica, pratica e laboratoriale sono svolte con la formula del work in progress, consentendo all’allievo di sperimentare direttamente quanto appreso nelle fasi del corso dedicate alla teoria: ogni progetto sviluppato coincide infatti con uno step teorico, permettendo una migliore comprensione della progettazione e della realizzazione di ogni lavoro, dallo studio del marchio al packaging, dal manifesto all’immagine coordinata.
Guarda la gallery pinterest

Una grande novità nell'offerta dei corsi serali ilas. 
Al corso di Web Design Pro Full Html5, si aggiungono 2 nuovi corsi: Grafica Pubblicitaria Light e il coordinato Web Design Pro Full Html5 + Grafica Light.

Perché questi nuovi corsi?
Il corso di Grafica Pubblicitaria Light nasce con l'obiettivo di accontentare le numerose richieste relative all'attivazione di un corso di Grafica + Web Design Serale. 
Grafica Light è un corso annuale serale costituito da un'unica lezione settimanale dedicata all'apprendimento dei software professionali utilizzati nel campo del Graphic Design ed allo studio e all'analisi delle principali applicazioni nelle quali questi vengono impiegati a livello professionale.
Può essere acquistato singolarmente o come corso abbinato al percorso formativo di Web Design che, per la complessità del programma didattico, richiede una frequenza obbligatoria minima di 2 lezioni settimanali.

Corso A33 / Web Design Pro Full Html5 Serale
Una nuova sessione del corso di Web Design Pro HTML5 si aggiunge, a partire dal prossimo marzo all'offerta formativa ilas, per venire incontro a studenti o professionisti che vogliono investire sulla propria formazione senza sacrificare gli altri impegni con la scuola, l'università o il proprio lavoro.

Niente compromessi: non una versione ridotta ma lo stesso corso completo Full Intensive di un anno, 176 ore per 11 mesi per imparare le tecniche del Web Design in un percorso altamente professionalizzante, affidato ad uno dei più esperti docenti Ilas, Marco Tramontano, Web Specialist Adobe, certificato ACI su Dreamweaver, Flash, Illustrator e Photoshop.

Il corso, strutturato su misura per chi studia o chi lavora, è collocato nella fascia oraria che va dalle 18.40 alle 20.40

Due ore di intensa attività al computer sui nuovissimi computer Apple iMac nella recentissima configurazione  2013 per imparare da subito a padroneggiare i software della Creative Suite Adobe CS6, il massimo disponibile per un professionista del web design, grazie ad un programma di attività basato sul work in progress su brief reali, in grado di coniugare il momento di apprendimento teorico con la pratica e sviluppare i progetti che poi andranno a formare a fine corso il book, il proprio portfolio di lavori.


Guarda la scheda del corso


Corso A32 / Grafica Pubblicitaria Light
Il corso 32/ Grafica Pubblicitaria Light Serale è un percorso didattico rivolto a chi desidera imparare l'uso di tutti i software utilizzati nel lavoro di Grafico Pubblicitario. 
I docenti, esclusivamente grafici professionisti certificati ACI Adobe, seguono l’allievo in un percorso didattico che unisce in una perfetta sinergia la teoria e la pratica della progettazione visiva con lo studio approfondito dei software grafici professionali più diffusi del settore: Illustrator, Photoshop e InDesign. 
Per offrire una preparazione professionale all'avanguardia, gli allievi utilizzano computer Apple iMac così da acquisire la padronanza necessaria con il sistema operativo più diffuso nel settore della comunicazione.

Guarda la scheda del corso

Corso A31 / Web Design Pro Full Html5 Serale + Grafica Light (coordinato)

Guarda la scheda del corso

Inside Ilas
Inside Ilas Magazine