Seminari // Pagina 3 di 11
27.07.2017 # 5301

Ilas Web Editor //

Una mattina da Oliviero Toscani al Modernissimo

Un evento in esclusiva organizzato dalla Ilas


Le domande pseudo-provocatorie di Oliviero Toscani

"Quanto tempo su 24 ore dedicate all’immaginazione?"  è una delle domande fatte da Oliviero Toscani al pubblico in sala.
A 77 anni Oliviero Toscani di immaginazione e grinta ne ha ancora tanta, tantissima.
Teoremi, enunciati, massime… c’è tanta roba nella mente di chi ha spaziato in vari ambiti della fotografia lasciando ogni volta un’impronta indelebile, a cavallo tra fotografia e arte.


Creatività, genio, immaginazione… i primi 50 anni di carriera di Oliviero Toscani

Le sue sono tracce che sono ormai iconografie della memoria collettiva. Chi è nato all’ombra dell’ombelico di Raffaella Carrà ricorda probabilmente in maniera più incisiva quel paio di shorts di jeans che invitavano ad essere seguiti (campagna Jesus/chi mi ama mi segua – 1973).
E non è stato lui uno dei primi, se non il primo, a usare argomenti sociali nella pubblicità sensibilizzando sull’eguaglianza delle persone a prescindere dal colore, religione, sesso…?
Sarà stata l’amichevole conoscenza di Andy Warhol lo stimolo per inventare la pubblicità POP ribaltando il senso di ogni dialettica del marketing?


In barba a certe distorsioni mediatiche dei tempi televisivi che lo fanno percepire come personaggio non troppo facile, dal vivo ti rendi conto che Oliviero Toscani è uno di quei fotografi in grado di trasferire le proprie conoscenze e senza risparmiare una certa generosità.

Dedicare oltre due ore del proprio tempo per elargire considerazioni, raccontare esperienze personali e professionali, emettere sentenze e pillole di saggezza, di più di 50 anni di magnifici fallimenti, e tra l’altro espresse in maniera chiara, diretta, senza inutili pseudo-filosofie, è un’esperienza che fa bene alla salute professionale di un fotografo o a chiunque operi nel campo della comunicazione.


Oliviero Toscani guru o coach?

Essere liberi è la condizione essenziale per poter lavorare bene.

Per essere liberi non si deve correre dietro il consenso, ma dietro al senso.

Bisogna essere eccellenti in ciò che si fa. Paradossalmente, per essere liberi bisogna incatenarsi a una propria idea per riuscire a capire quali possano essere i propri limiti.

Perché solo capendo quali sono i propri limiti ci si può liberare dal complesso di non essere bravi.

Queste non sono che alcune delle considerazioni di Oliviero Toscani che, durante l’incontro, assumeva nell’immaginario della platea sembianze di un guru, di un coach di una squadra di rugby o, forse per qualcuno, sembrava il sergente Hartman di Full Metal Jacket. Il Drill Instructor che appellò “palla di lardo” uno dei marine del film, per intenderci.


Dagli appunti presi durante l’incontro…

Il fotografare raggruppa un insieme di competenze indispensabili quando si deve comunicare qualcosa. Oliviero Toscani ricorda al pubblico che tutti possono guidare ma pochi entrano nell’Olimpo della Formula 1. Ci ricorda che tutti sanno leggere e scrivere ma pochi possono essere scrittori o poeti. L’accessibilità al mezzo non corrisponde sempre a una buona “alfabetizzazione” dello stesso.

Sembrano banali metafore, quelle di cui sopra, ma non tanto per un pubblico composto in gran parte da millennials.

La fotografia è un film in uno scatto

La fotografia può avere un certo parallelismo con un film. Per fare una buona fotografia per una campagna pubblicitaria occorrerebbe essere allo stesso tempo, sceneggiatore, scenografo, regista, direttore della fotografia, cameraman.

La fotografia è un film in un fotogramma

Immaginare. Solo nel momento in cui spegniamo il computer abbandonando quei “campi di concentramento” del XXI secolo che sono i social, possiamo iniziare a immaginare. Immaginare ci porta oltre le normali dimensioni umane configurandoci situazioni incredibili.


La creatività al servizio del marketing?

Oliviero Toscani è sempre stato Art Director di se stesso. Non ha mai accettato di lavorare con le agenzie pubblicitarie.

…Non si può dirigere la creatività. Il Padreterno non aveva l’Art Director…

Lui è il One man show, lui decide come impostare una campagna pubblicitaria, o come realizzare un’installazione con le sue immagini. Se non si ha carta bianca, si pone limite all’immaginazione perché non si è liberi.

Sembra che le sue campagne siano di successo proprio perché sempre in controtendenza con quelli che potrebbero essere i briefing e le strategie di marketing.

Si può fare una foto fantastica a un pezzo di merda e si può fare una foto di merda fotografando la donna più bella del mondo


Più di 50 anni di magnifici fallimenti

Oliviero Toscani il guru, il coach, il drill instructor. Personalità carismatica. Un’aura che sembra averlo congelato in una non-età. È un evergreen che continua a stupire a 77 anni.

Sì, sì, non sta simpatico a qualcuno ma non è un problema suo.

Ci proietta le pagine del suo libro (Più di 50 anni di magnifici fallimenti) e ti rendi conto che professionalmente può anche permettersi di essere un po’ scorbutico con chi gli fa girare i marroni con considerazioni inadeguate.

Non ha conservato molti degli originali dei suoi scatti e forse per quel suo voler sentirsi libero, distaccandosi anche dagli oggetti come diacolor scattate in tanti anni. Non ha uno studio. Il suo studio è sempre on the road. Anche nel senso più stretto del termine. Come per i ritratti di Razza Umana eseguiti per strada nelle varie città d’Italia.

Quel libro proiettato nella sala del Modernissimo, consiste per lo più in scansioni delle pagine di giornali dove sono stati pubblicati i suoi lavori in 50 anni.

Una foto esiste solo se è pubblicata

E ti accorgi che in quelle immagini vi sono citazioni ante litteram di Helmut Newton e che fare fotografie alla H. C. Bresson lo diverte perché è rilassante scattarle durante una passeggiata la domenica pomeriggio.

Che la sua fotografia di moda degli anni ’60 piaceva tanto, che a distanza di anni un’altra azienda gli chiede di replicarle. Che ha sempre avuto a fuoco le trasformazioni sociali stando sempre sul pezzo, sparandoci sui 6×3 l’iconografia dei nuovi fenomeni sociali che non avevamo ancora fatto in tempo a metabolizzare. E che, anche se impercettibilmente, trapelano i suoi studi di storia dell’arte che suggerisce a ogni giovane fotografo per la propria formazione.

 

È tutta questione di immaginazione. <>.

“L’immaginazione al potere” come direbbe Herbert Marcuse.





26.11.2012 # 2767

Ilas Web Editor //

15 | 12 | 2012
Stefano Reali: teoria e tecniche di regia televisiva

Un seminario di 4 ore

Il nuovo importante evento promosso dal dipartimento video della Ilas: un seminario gratuito aperto al pubblico sulla scrittura e la regia per la televisione e per il cinema tenuto da uno dei più famosi registi italiani: Stefano Reali, autore e regista di numerose fiction RAI e Mediaset fra cui Caruso trasmessa nell'autunno 2012 e Ultimo con Raoul Bova. 
Reali ha iniziato come aiuto regista di Sergio Leone in C'era una volta in America e ha ottenuto una nomination agli Oscar con il cortometraggio EXIT nel 1987.



Stefano Reali con Lando Buzzanca, Andrea Osvart e Beppe Fiorello

Scheda sintetica
Data:
sabato 15 dicembre
Orario:
dalle ore 9,30 alle 13,00
Location evento:
Multicinema Modernissimo / Via Cisterna dell'Olio, Napoli (Metro Piazza Dante)
Quota di partecipazione: ingresso gratuito su prenotazione da effettuare tramite il seguente link





Stefano Reali con Raul Bova in una foto di scena

Un breve curriculum professionale
Stefano Reali nasce a Frosinone il 3 novembre 1957.  Si diploma al conservatorio Licinio Refice e studia composizione con il M° Domenico Guaccero.
Studia al Centro Sperimentale di Cinematografia, dove si diploma in Regia e Sceneggiatura nel 1980.
Nel 1982 è assistente alla regia in "C'era Una Volta In America" di Sergio Leone.
Nel 1985 è sceneggiatore e regista (insieme a P.Quartullo) di "EXIT", cortometraggio prodotto da RAIUNO che ottiene una NOMINATION ALL'OSCAR 1997, nella categoria "Best Live Short Film". 
Nel 1988 è sceneggiatore e regista del film "Laggiù nella giungla", terna al David di Donatello come Miglior Regista Esordiente.
Nel 1993 scrive e dirige il film TV "Una storia italiana", interpretato da Giuliano Gemma, Sabrina Ferilli, e Raoul Bova, ispirato alle imprese dei fratelli Abbagnale. Il film ha vinto il premio speciale della giuria al 33° Festival di Montecarlo. 
Reali ha messo in scena, come regista, anche opere liriche (tra cui delle prime esecuzioni assolute, come “DESCRIZIONE DELL’ISOLA FERDINANDEA”, di Francesco Pennisi, ma anche  "CAVALLERIA RUSTICANA", di Mascagni, e "IL TABARRO", di Puccini nel 1988), ed è autore e regista di teatro.  La sua commedia "OPERAZIONE" rappresentata per cinque anni di seguito in Italia, è stata messa in scena dal famoso commediografo inglese Alan Ayckbourne nel suo prestigioso Stephen Joseph Theater, in Inghilterra.  Adattando la sua stessa commedia, nel 1997 Reali scrive e dirige "IN BARCA A VELA CONTROMANO", un lungometraggio interpretato da Valerio Mastandrea, Antonio Catania, e Maurizio Mattioli, prodotto da Maurizio Totti per la Colorado film e distribuito da Medusa.
Nel 1998 Reali dirige il tv movie epico-religioso "IL QUARTO RE", scritto con Enzo De Caro e Enrico Medioli, interpretato da Raoul Bova, Maria Grazia Cucinotta, Billy Dee Williams, e prodotto dalla Titanus, in collaborazione con Beta Taurus, e Mediaset. 
Nel novembre 1998 scrive e dirige il film TV  "ULTIMO"  interpretato da Raoul Bova, Ricky Menphis, Giorgio Tirabassi, Mariano Rigillo, Emilio Bonucci, Pino Caruso.  Musiche  di Andrea ed Ennio Morricone, record di ascolto televisivo.
Nel 2002, scrive e dirige per il cinema “IL TRAMITE”, con Maurizio Mattioli, vincendo il primo premio assoluto e il premio del pubblico nei festival internazionali di Sorrento e del Salento. Il film è tuttora inedito in Italia.
Oltre ad averli scritti e diretti, Reali ha composto personalmente anche le colonne sonore dei seguenti film televisivi: “LE ALI DELLA VITA” prima e seconda parte,  (2002) con Sabrina Ferilli e Virna Lisi, record di ascolti televisivo, “I COLORI DELLA  VITA” (2003) con Alessandra Martinez, Nancy Brilli, Gabriel Garko, Giovanna Ralli, Jean Sorel), “L’UOMO SBAGLIATO”, (2005) con Beppe Fiorello, altro record di ascolti televisivo, “ERAVAMO SOLO MILLE”, (2006) con Daniele Pecci, Cristiane Filangieri, e David Coco, “LA TERZA VERITÀ” (2007) con Enzo Decaro e Bianca Guaccero, “AL DI LA DEL LAGO”, (2008)  con Kaspar Capparoni,  e “LO SCANDALO DELLA BANCA ROMANA” (2010) con Beppe Fiorello e Lando Buzzanca, in onda su RAIUNO.   Quest’ultimo ha vinto il prestigioso Fipa D’Or come Migliore Sceneggiatura e il Fipa d’Argent come Miglior Film al Festival Internazionale dell’Audiovisivo di Biarritz. Nel 2011 Reali scrive e dirige “COME UN DELFINO”, miniserie in due puntate messa in onda su Canale 5, con il 27% di share, in prima serata. Nel 2012 Reali scrive e dirige il filmTV in due puntate: “CARUSO, LA VOCE DELL’AMORE”, biopic sul celebre tenore napoletano. Il film è andato in onda il 23 e il 24 settembre su Raiuno, vincendo nettamente il record d'ascolti in entrambe le serate televisive.


Le esperienze nel settore della formazione
Nel campo della didattica e della formazione, dal 1999 al 2011, Reali  è stato docente di “Struttura della Sceneggiatura” nel corso di Scrittura Creativa RAI-SCRIPT.
Nel 1993 è docente di “recitazione per la macchina da presa” nel Laboratorio di Arti Sceniche di Roma, diretto da Gigi Proietti.
Dal 2005 al 2010 è stato docente di regia e sceneggiatura al Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano
Nel 2009 è stato docente di “Recitazione e Regia” alla Nuova Università di Cinema e Televisione
Nel 2009 è stato docente di “Teoria e Tecnica della Regia Cinematografica” alla facoltà di Scienze della Comunicazione, dell’Università “La Sapienza” di Roma.





02.10.2012 # 2833

Ilas Web Editor //

19 | 10 | 2012
Stefan Sagmeister,
in videoconferenza da New York.

Un evento gratuito in esclusiva per ilas.

Il 19 ottobre parlerà di Graphic Design con gli studenti ilas. In videoconferenza dal suo studio di New York, un evento straordinario con una delle figure più autorevoli e interessanti fra i graphic designer contemporanei. Con base a New York, Stefan Sagmeister è autore di importanti progetti per i Rolling Stones, Aerosmith, Lou Reed, Time Warner, Museo Guggenheim, famoso soprattutto per i suoi manifesti per l'AIGA e più in generale per l'atteggiamento irriverente e umoristico che emerge dai suoi lavori.

Sarà presente un interprete per la traduzione consecutiva e per consentire agli studenti di porre domande al graphic designer austriaco.
Austriaco di nascita, Stefan si appassiona da subito al graphic design frequentando il College di Dorbin dove realizza il suo primo lavoro, una immagine fotografica per pubblicizzare una rivista, nella quale usa i corpi dei suoi colleghi studenti per formare una grande A che poi fotografa dal tetto della scuola. L'uso del corpo umano come elemento compositivo, o addirittura come tela per formare l'immagine è una caratteristica che compare spesso nel proprio lavoro e che diverrà nel tempo il manifesto del suo intero lavoro. Nel 1987 ottiene un master al Pratt Institute di New York, e nel '91 si trasferisce ad Hong Kong per lavorare alla Leo Burnett. Ritorna poi due anni dopo in America a New York per poi restarci, e consolidare il proprio stile nel quale la ricerca per gli aspetti fisici del colore (celebre la copertina del CD di H.P. Zinker "Mountains of Madness" in plastica colorata, in cui la particolare realizzazione permette di nascondere parte dell'immagine, che una volta estratta dalla custodia appare totalmente diversa) si fonde con una lettura ironica e provocatoria della realtà. 

Tra i lavori più significativi, vera e propria icona della grafica del decennio quello del manifesto AIGA del 1999 per il ciclo di conferenze a Detroit che lo ritrae nudo con le scritte incise direttamente sulla sua pelle.


Del nostro lavoro e del modo migliore per gestirlo, Stefan Sagmeister dice: “The conventional wisdom in our business is that you have to grow and keep moving to survive. We never grew, always stayed tiny, and it serves us very well over the years, allowing us to pick and choose projects, and keeping our financial independence from our clients. We actually have a rather good track record, because we do select projects carefully. Most of our ideas don’t eat dust but glimpse the light of day because we find it much more helpful to spend some serious time and effort before we start working on a project, rather than suffer through it afterwards.”



Clicca sull'immagine in basso, e vai al sito web di Sagmeister

21.09.2012 # 2640

Daria La Ragione //

29 | 06 | 2012
Incontro con Jacques Séguéla







Il 29 giugno un grande evento Ilas

29 giugno 2012: uno di quei giorni fortunati in cui la Storia della Pubblicità bussa alla porta e ha il volto e il sorriso sornione di Jacques Séguéla.
La porta in questione è quella della Ilas, che alle star è abituata, ne ha ospitate tante da Milton Glaser a Bob Noorda, in conference call da NY o dal vivo,  e che questa volta ha superato se stessa organizzando questo incontro.
E la porta è anche quella dell'Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa, che ospita l'evento nella sua Aula Magna, piena questa volta non soltanto dei suoi studenti, ma anche dei tanti che non hanno voluto perdere questo incontro. E come si fa a non rimanere colpiti dalla gentilezza e dal fascino di questo signore che ha creato dal nulla una delle più importanti agenzie multinazionali, ha scritto libri tradotti in tutto il mondo e studiati da aspiranti pubblicitari, e ha al suo attivo un numero impressionante di campagne elettorali presidenziali vincenti, non soltanto in Francia, dove il suo contributo all'elezione di Francois Mitterrand è storia nota, ma anche in Polonia, Austria, Ungheria, Gabon, Togo, Israele.


Commercial vincitore del Leone d'oro al Festival di Cannes 2010


Dalla Star Strategy al suo ultimo "Presidente da vendere", dagli inizi senza clienti e con un ufficio in duplex alla Euro RSCG, Séguéla si racconta, risponde alle domande dalla platea, spiega la sua prospettiva sui rapporti tra pubblicità e politica, mostra filmati di campagne (sue e non solo) e dialoga con tutti raccontando cosa rende una pubblicità vincente, degna di essere ricordata.
Campagna per la rielezione di Francois Mitterrand

Ciò che colpisce maggiormente è la passione con cui racconta, lo sguardo di chi ama questo lavoro, si diverte a farlo e non ha paura di lanciarsi nelle nuove sfide che i cambiamenti tecnologici da un lato, e la crisi internazionale dall'altro, stanno già ponendo a chiunque si occupi di comunicazione.
La mattinata vola via in un attimo, eppure sono passate ore, la Storia ci saluta e per Ilas è stato davvero un piacere e un grande orgoglio aver portato a Napoli Jacques Séguéla, un altro tassello di questo preziosissimo mosaico che da anni sta componendo.

20.09.2012 # 2626

Ilas Web Editor //

10 | 11 | 2012
Martin Benes:
il Fotorealismo
con Adobe Illustrator

Alla ilas il 10 Novembre un Workshop tecnico: 8 ore full-immersion su iMac

I migliori talenti del design si incontrano alla ilas. Il 10 novembre prossimo è la volta di Martin Benes, alla ilas con un workshop di 8 ore sull'illustrazione fotorealistica con Adobe Illustrator.
8 ore di full immersion al computer per conoscere le tecniche più avanzate del disegno vettoriale.

Dati tecnici
Data: 10 novembre
Durata: 8 ore
Orario: dalle ore 9 alle 13 / pausa pranzo/ dalle 14,30 alle 18,30
Location: Aula 2 / Centro Studi Ilas / Napoli
Tipologia: operativo / full immersion in aula informatica
Disponibilità attrezzature: 1 computer iMac per ogni partecipante
Software: Adobe Illustrator
Attestato: partecipazione
Costo: euro 121,00 iva compresa



UN CREATIVO IPERREALISTA
Martin Benes è Art Director, Digital Artist e Retoucher con una lunghissima esperienza nel campo dell'illustrazione digitale iperrealistica con i migliori software di grafica digitale come Adobe Illustrator e Photoshop. È Bēhance Official Ambassador in Italia. Le sue collaborazioni professionali lo hanno portato a lavorare in giro per il mondo con grandi marchi internazionali, ma la passione per l'insegnamento prevale spesso sugli altri impegni, tanto da aver aperto un interessantissimo blog molto visitato pieno di trucchi e tecniche per ottenere il massimo dalla grafica digitale.

IL WORKSHOP
Obiettivo del workshop è permettere ai partecipanti di acquisire le conoscenze e le abilità tecniche per realizzare ogni tipo di illustrazione fotorealistica. Partendo da un brief comune a tutti i 15 partecipanti, si lavorerà per completare l'illustrazione toccando argomenti come il tracciamento fotorealistico, le tecniche di deformazione avanzate, le sfumature trasparenti, l'uso dello strumento penna e le interazioni tra illustrator e photoshop.

torna su
Ilas sui social network
instagram facebook linkedin behance pinterest youtube twitter
Ilas - Accademia italiana di comunicazione
Recapiti telefonici

Italy / Napoli tel(+39) 081 5511353
tel(+39) 0810125477
fax(+39) 081 0070569

Skype contacts

Segreteria studenti segreteriailas

Indirizzo

Italy / 80133 Napoli Via Alcide De Gasperi, 45
Scala A

numero verde ilas
Prenota il tuo corso o un colloquio informativo La prenotazione non è vincolante e consente di riservare un posto nei corsi a numero chiuso

Prenota il tuo corso

La prenotazione non è vincolante e consente di riservare un posto nei corsi a numero chiuso

prenota corso
Prenota il tuo corso Ilas

Prenota online

prenota corso
Chiama in sede

Prenota telefonicamente

Prenota un colloquio informativo

Riceverai, senza alcun impegno, tutte le informazioni da parte della segreteria organizzativa

prenota corso
Prenota il tuo corso Ilas

Prenota online

prenota corso
Chiama in sede

Prenota telefonicamente

listino corsi

Listino Prezzi dei Corsi Ilas

I prezzi proposti al pubblico sono comprensivi di iva calcolata al 22%.

Leggi i prezzi

Listino prezzi diplomati Ilas

Leggi i prezzi

Listino prezzi universitari

Leggi i prezzi
chi siamo

Chi siamo

la struttura

Le aule

i docenti ilas

I docenti

seminari

I seminari

partnership

Partnership

dove siamo

Dove siamo

elenco corsi

Elenco corsi

listino prezzi

Listino prezzi

calendario corsi

Calendario

prenota corsi

Prenota

portfolio grafica

Grafica

portfolio web design

Web Design

portfolio fotografia

Fotografia

portfolio pubblicita

Pubblicità

portfolio 3d

Grafica 3D

portfolio ilas

Tutti i lavori

registri pubblici

Registri e materiali

libri di testo

Libri di testo

offerte di lavoro

Offerte di lavoro

comunicati scuola

Comunicati

convenzioni

Convenzioni

listino prezzi

Listino prezzi diplomati Ilas