alexa

Ilas sui social network

facebook twitter youtube pinterest instagram flickr linkedin
logo ilas academy
adobe ATC autodesk

MENU

cercaCERCA

Prenota il tuo corso o un colloquio informativo
La prenotazione non è vincolante e consente di riservare un posto nei corsi a numero chiuso

ILAS è una scuola di specializzazione che opera esclusivamente
nell'ambito della comunicazione visiva.

icona

La scuola

100% comunicazione visiva

icona

La scuola
Storia, struttura e organizzazione

icona

I docenti
I curricula di tutti i docenti

icona

Certificazioni
Il valore di un corso Ilas

icona

Attività
Corsi, seminari e contest

icona

Social, blog e magazine
Scopri ilas 2.0

 
icona

I corsi annuali

Elenco dei corsi Ilas divisi per tipologia

Corsi Regionali AutorizzatiGRAFICA | WEB DESIGN | FOTOGRAFIA

logo-adobe

Elenco corsi autorizzati Regione CampaniaQualifica professionale EQF4 / Frequenza obbligatoria > 80%

Corsi Annuali CompletiGRAFICA | FOTO | WEB | PUBBLICITÀ | SOCIAL

Corsi Brevi TematiciFOTO BASE | COPY | MONTAGGIO | RIPRESA VIDEO

Elenco corsi brevi tematiciPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

 

Corsi di Grafica 3DMAYA | ZBRUSH | RHINO | STAMPA 3D

Elenco corsi grafica 3DPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

Corsi Annuali CoordinatiPERCORSI MULTIDISCIPLINARI

Corsi Avanzati e Online GRAFICA | FOTOGRAFIA | PHP | MOBILE APP | PUBBLICITÀ ONLINE

icona

I corsi mensili

Cerchi un talento della comunicazione visiva?
 

Inserisci AnnuncioArea riservata alle aziende

Scegli CandidatoArea riservata alle aziende

Vai al PortfolioArea riservata alle aziende

Guarda i lavori realizzati dai nostri studenti
Oltre 9000 progetti realizzati nei corsi Ilas

ILAS - Istituto superiore di comunicazione visiva

icona

Recapiti telefonici

Italy / Napoli

tel(+39) 081 5511353
tel(+39) 081 4201345
fax(+39) 081 0070569

icona

Indirizzo

Italy / 80133 Napoli

Via Alcide De Gasperi, 45
Scala A

numero-verde

Prenota il tuo corso o un colloquio informativo

Libri e riviste // Pagina 2 di 114
14.11.2019 # 5499

Paolo Falasconi // 0 comments

Ellen Lupton. Caratteri, testo, gabbia. Guida critica alla progettazione grafica. Zanichelli

Ellen Lupton è riuscita a chiarire con esempi efficaci e descrizioni chiare e precise come imparare a gestire le regole della tipografia per essere creativi senza fare danni

Ci siamo già occupati di manuali per graphic designer in questa rubrica. In effetti si potrebbe obiettare che più o meno questo genere di pubblicazioni tendono a somigliarsi nei contenuti e spesso anche nell’impostazione generale. Del resto, da un punto di vista strettamente funzionale, la grafica si basa su regole precise che vanno applicate rigorosamente, e il dubbio legittimo di ogni studente che si avvicina al mestiere di graphic design potrebbe essere a questo punto: cosa rende creativo qualcosa che segue regole ben precise?

Ebbene, in questo manuale viene illustrato molto bene come distinguere tutto ciò che può essere modificato con creatività da tutto quello che invece resta in un “recinto” di elementi da non toccare mai. Non è una distinzione da poco, a ben pensarci, e poi la natura operativa di questo manuale lo rende utile a mio parere non solo a chi si avvicina al mestiere ma anche ad alcuni professionisti che, nella convinzione di far bene, continuano a perpetrare grossolane mediocrità.

Organizzare lettere su una pagina bianca o uno schermo è la sfida quotidiana del grafico. Quale stile usare? Quanto grande? Come dovranno essere allineati, spaziati, ordinati, modellati i paragrafi, le parole e le lettere? “Caratteri, testo, gabbia” offre indicazioni immediate e spiegazioni chiare a chi studia grafica o desidera perfezionare le proprie abilità. I tre capitoli, “La lettera”, “Il testo”, “La gabbia”, sono completati da esempi ed esercizi che vivacizzano la trattazione con spunti stimolanti. Illustrazioni e considerazioni di carattere pratico arricchiscono l’edizione italiana. Gli esempi tratti dal lavoro di esperti insegnano a muoversi con sicurezza, oltre le regole, per essere creativi senza calpestare la nobile cultura tipografica. 92 pagine a colori con 130 illustrazioni commentate, oltre 50 esercizi ed esempi didattici, oltre 80 note di cultura storica, tecnica e guida bibliografica, segnalazione dei trabocchetti assolutamente da evitare (i crimini tipografici), suggerimenti utili alla soluzione dei principali dubbi, convenzioni in uso per la correzione di bozze.



La scheda Tecnica


Copertina flessibile: 192 pagine
Editore: Zanichelli (1 giugno 2010)
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8808162826
ISBN-13: 978-8808162823



Dove acquistare:


02.10.2019 # 5508

Paolo Falasconi // 0 comments

Paul Rand, Thoughtes on design. Postmedia Books

Dietro l´indiscussa bravura del designer si cela la complessità della persona che prova a raccontare il suo mestiere attraverso riflessioni, pensieri, osservazioni cariche di intuizioni geniali e assolutamente condivisibili

Paul Rand, pseudonimo di Peretz Rosenbaum è stato uno dei più grandi graphic designer del mondo e nell´arco della sua interessantissima carriera ha progettato corporate identity per alcune delle più importanti aziende, tra cui IBM, Westinghouse, UPS, NeXT.

L´aspetto più interessante a mio parere riguardo Paul Rand non è tanto nella sua produzione, indiscutibilmente di valore, ma nel percorso personale che lo ha portato a diventare il grande designer che oggi acclamiamo. Una lettura che consiglio è Thoughtes on Design, in questa edizione fedele all´originale del 1947 e comprensiva di cambiamenti fatti dallo stesso Rand nel 1970, che ci aiuta a capire molto della sua personalità rendendo il racconto del design una storia affascinante.

Versione italiana dell´edizione commemorativa curata da Chronicle Books (2014) del famoso libro del designer Paul Rand pubblicato a New York nel 1947. Edizione fedele all’originale del 1947 e comprensiva di cambiamenti fatti dallo stesso Rand nel 1970, questa del 2014 – nata per commemorare quello che sarebbe stato il suo centesimo compleanno – presenta l’illuminante prefazione del designer Michael Bierut: «un manifesto, una chiamata alle armi e una squillante definizione di ciò che fa diventare bello il bel design».



La scheda Tecnica


Copertina flessibile: 96 pagine
Editore: Postmedia Books; 1 edizione (22 settembre 2016)
Collana: Postmedia Books
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8874901658
ISBN-13: 978-8874901654



Dove acquistare:


01.07.2019 # 5509

Paolo Falasconi // 0 comments

John Maeda. Le leggi della semplicità. Bruno Mondadori

Un libretto agile e sorprendentemente chiaro permette di farsi un´idea del concetto di semplicità e di padroneggiare la materia per poi applicarla nei campi più disparati. Dal micro al macro, ecco perché

Non è un libro recente e non è l´ultimo sul tema ma, tra i tanti libretti e trattati sul design, questo ha un posto di primo piano nella mia libreria poiché tratta la materia applicandola. La coerenza è una qualità che si va ormai perdendo, ma non certo in questo caso.

Il libro è scritto secondo gli stessi criteri enunciati perciò di fronte al rischio che ci si possa perdere dietro fiumi di parole che indagano il concetto di semplicità, scivolando in un evidente paradosso, qui tutto è (davvero) semplificato: dieci leggi in cento pagine di una godibilissima lettura, persino in tram.



"Semplicità equivale a buon senso, a equilibrio: questo l´insegnamento che sembriamo trarre sempre di più dalla vita di tutti i giorni. Ci ribelliamo contro la tecnologia, sempre più complicata e contorta, contro i lettori DVD in cui ormai non si contano menu e funzioni o, ancora, contro i software che immancabilmente si accompagnano a veri e propri manuali di istruzioni. L´iPod e il suo straordinario successo lo dimostrano: la semplicità, specie nell´era digitale, è la carta vincente. Uno studioso del MIT ha fatto di questo affascinante tema l´oggetto delle sue incessanti ricerche e ci propone qui un semplicissimo e tuttavia denso trattatello sulla semplicità, scritto per permettere ai lettori di comprenderne i fondamenti e di esplorarne i legami con il design, la tecnologia e la vita in generale. Concepito secondo lo stesso criterio di semplicità, il libro di Maeda illustra le dieci leggi fondamentali di questo concetto, dalla più semplice ("Riduci") alla più complessa ("Semplicità significa sottrarre l´ovvio e aggiungere il significativo"): dieci leggi concentrate in poco più di cento pagine, di modo che anche la lettura e il tempo necessario a compierla siano all´insegna della semplicità e diano modo a chiunque di far proprie le linee guida di questa affascinante teoria anche durante la pausa pranzo o un volo di breve durata."



La scheda Tecnica


Copertina flessibile: 147 pagine
Editore: Mondadori Bruno (1 novembre 2006)
Collana: Testi e pretesti
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8842420050
ISBN-13: 978-8842420057



Dove acquistare:


25.05.2018 # 5056

Daria La Ragione // 0 comments

Marketing 4.0. Dal tradizionale al digitale

Philip Kotler

Da quando Marketing 3.0 ha diffuso in tutto il mondo l'idea del "marketing umanistico" nuovi strumenti e tecnologie avanzate permettono di raccogliere informazioni più precise sui nostri clienti: chi sono e come prendono le decisioni d'acquisto. Paradossalmente l'analisi dei big data consente di creare prodotti e servizi sempre più personalizzati, e Marketing 4.0 espone con autorevolezza una metodologia che permette di accompagnare i clienti nel percorso dalla brand awareness alla brand advocacy. In questo nuovo e attesissimo progetto Philip Kotler, il padre del marketing moderno, presenta metodi di efficacia concreta con cui guidare il cliente nelle varie tappe del suo viaggio. Il cammino tradizionale che conduce all'acquisto (aware, appeal, ask, act) viene arricchito con una quinta componente, l'advocacy: perché le opinioni dei nostri amici e familiari influenzano profondamente le decisioni d'acquisto. Scopriamo così come si esercita quell'influenza, in che modo possiamo indirizzarla e quali strategie impiegare per sfruttare al massimo la personalizzazione delle esperienze attraverso metriche efficaci e best practice innovative. I consigli puntuali e le spiegazioni intuitive permettono di passare facilmente da una mentalità tradizionale a un approccio orientato al marketing digitale, con suggerimenti utili da mettere subito in pratica. I riassunti alla fine di ogni capitolo riepilogano gli argomenti affrontati, facendo di questo libro non solo un manuale ma un'opera di consultazione, ricca di spunti di riflessione che instradano il lettore in un percorso di apprendimento personale e che aiutano a focalizzare le discussioni di gruppo per coinvolgere l'intera azienda. Trasformare radicalmente il modo in cui pensiamo può sembrare impossibile, ma grazie a Marketing4.0 potrete iniziare subito a riscuotere successo nel parametro che ancor oggi resta il più importante: l'opinione che il cliente si fa di voi.

Hoepli


25.05.2018 # 5055

Daria La Ragione // 0 comments

Neuromarketing e scienze cognitive per vendere di più sul web

Andrea Saletti

«Ho scritto ogni riga di questo libro con l'obiettivo di trasferirti un metodo, un approccio operativo scalabile pronto per essere riutilizzato in qualsiasi progetto web tu debba affrontare. L'Emotional Journey infatti è un modello mentale basato sui 5 momenti emotivi che caratterizzano il processo decisionale dell'utente online. Ognuno di noi, durante ogni fase che porta a compiere un acquisto sul web (o iscrizione, o richiesta informazioni), vive una sequenza di stati d'animo comuni e prevedibili. Conoscere l'esatta natura di questi momenti emotivi ti consentirà di intervenire con il giusto meccanismo psicologico ad ogni passo, motivando nel modo più efficace possibile il passaggio a quello successivo, fino al compimento di tutto il percorso di conversione del tuo utente.»

Flaccovio Dario


Inside Ilas
Inside Ilas Magazine

Privacy e cookies policy