alexa

Ilas sui social network

logo-ilas
logo-ilas logo-ilas

MENU

cercaCERCA

Benvenuti nella Job opportunity Ilas
Lo spazio di incontro fra gli studenti e il mondo del lavoro

Area riservata alle aziende In quest'area puoi selezionare i nostri studenti o inserire un annuncio di lavoro

Area riservata agli studenti Questa è l'area dedicata al placement
Puoi consultare gli annunci di lavoro e promuovere il tuo profilo e le tue attività

ILAS è una scuola di specializzazione che opera esclusivamente
nell'ambito della comunicazione visiva.

icona

La scuola

100% comunicazione visiva

icona

La scuola
Storia, struttura e organizzazione

icona

I docenti
I curricula di tutti i docenti

icona

Certificazioni
Il valore di un corso Ilas

icona

Attività
Corsi, seminari e contest

icona

Social, blog e magazine
Scopri ilas 2.0

 
icona

I corsi annuali

Elenco dei corsi Ilas divisi per tipologia

Corsi Regionali AutorizzatiGRAFICA | WEB DESIGN | FOTOGRAFIA

Corsi Annuali CompletiGRAFICA | FOTO | WEB | PUBBLICITÀ | SOCIAL

Corsi Brevi TematiciFOTO BASE | COPY | MONTAGGIO | RIPRESA VIDEO

 

Corsi di Grafica 3DMAYA | ZBRUSH | RHINO | STAMPA 3D

Corsi Annuali CoordinatiPERCORSI MULTIDISCIPLINARI

Corsi Avanzati GRAFICA | FOTOGRAFIA | PHP | MOBILE APP

icona

I corsi mensili

Cerchi un talento della comunicazione visiva?
 

Inserisci AnnuncioArea riservata alle aziende

Scegli CandidatoArea riservata alle aziende

Vai al PortfolioArea riservata alle aziende

Guarda i lavori realizzati dai nostri studenti
Oltre 9000 progetti realizzati nei corsi Ilas

ILAS - Istituto superiore di comunicazione visiva

icona

Recapiti telefonici

Italy / Napoli

tel(+39) 081 5511353
tel(+39) 081 4201345
fax(+39) 081 0070569

icona

Indirizzo

Italy / 80133 Napoli

Via Alcide De Gasperi, 45
Scala A

numero-verde

Seminari // Pagina 1 di 5
11.01.2012 # 2363
11 | Feb | 2012 Workshop / Pasquale Diaferia

Ilas Web Editor // 0 comments

11 | Feb | 2012
Workshop /
Pasquale Diaferia

Un Workshop operativo con il direttore creativo di SpecialTeam e SpecialTeam USA

WORKSHOP OPERATIVO
Napoli, Sabato 11 febbraio, dalle 09.00 alle 13,00 e dalle 14,30 alle 18,30 / Aula 4 ILAS

"Rolling Ideas: Come un Titolo modifica un Annuncio"

Un nuovo workshop alla Ilas. Pasquale Diaferia, Creative Chairman di SpecialTeam e SpecialTeam USA, sarà protagonista di una giornata di lavoro full-immersion dedicata al mestiere del Copy.
Dalle ore 9.00 alle 18.30, Pasquale Diaferia nel ruolo di direttore creativo, seguirà lo sviluppo di un progetto di comunicazione partendo da case histories reali, a cui i partecipanti saranno chiamati a dare un contributo operativo, in una situazione del tutto identica alla realtà di una moderna agenzia di comunicazione.
Una opportunità unica di arricchire il proprio curriculum con una esperienza imperdibile, fianco a fianco con uno dei protagonisti della comunicazione pubblicitaria internazionale.

prenota

diaferia

Il programma del workshop

Mattina
Dalle ore 09:00 alle 13:00 (coffee break alle 11,00)
Introduzione al workshop Rolling Ideas
Analisi del Brief ed elaborazione delle esercitazioni sull'argomento chiave: "Come un titolo modifica un annuncio"
Sessione dedicata all'esame dei lavori

Pomeriggio
Dalle 14:30 alle 18:30
Analisi del secondo Brief ed elaborazione delle esercitazioni sull'argomento chiave: "Come la musica cambia un audiovisivo"
Sessione dedicata all'esame dei lavori
Saluti finali e consegna degli attestati di partecipazione.

Al termine del workshop verrà rilasciato l'attestato di partecipazione certificato ISO9001:2008.

Quota di partecipazione:
euro 120,00 iva compresa

Studenti universitari
euro 100,00 iva compresa

Studenti e diplomati ilas
euro 80,00 iva compresa

Soci TP - Valido per aggiornamento professionale
euro 60,00 iva compresa

Il Workshop è a numero chiuso.


Chi è Pasquale Diaferia


Pasquale Diaferia, autore di famose pubblicità ed apprezzato giornalista e blogger, insegna Teorie e Tecniche delle Comunicazione di Massa all'Università dell'Insubria (Varese-Como). Ex-Direttore creativo di Young & Rubicam e fondatore di GreyInteractive, oggi è Creative Chairman di SpecialTeam, società di consulenza creativa con sedi in Italia e negli USA. Socio dell'Art Directors Club di New York, di quello italiano è stato Consigliere, Proboviro e Presidente di Giuria. Rappresenta TP, la più antica associazione italiana di pubblcitari, nel cda di Fondazione Pubblicità Progresso. Ha pubblicato BizDiz (1990) il primo dizionario ironico della pubblicità, il videogioco Shoot the Account (1996), con le scenografie di Lele Luzzati, Come diventare ricchi con pubblicità – i due autori non ci sono ancora riusciti (2006), The HeadLiners (2011), dedicato ai migliori copywriter italiani. È ideatore di Le citta Invisibili di Milano (2010), film collettivo realizzato dai maggiori registi pubblicitari italiani, tra cui Luca Lucini, Federico Brugia, Ago Panini e Giovanni Bedeschi.


Riconoscimenti:
Da creativo è stato premiato con 2 Leoni di Bronzo e 5 short list al Festival di Cannes; da produttore, con l'Atlanta Film Festival ed il Big Apple di NewYork; da direttore di testata, con l'Euromediterraneo; da studioso, con una relazione all'HSM World Business Forum 2008; da pioniere del digitale, con la selezione come primo italiano in una giuria Cyber al festival di Cannes.



IL WORKSHOP SARÀ PRECEDUTO DALLA PRESENTAZIONE DEL LIBRO "THE HEADLINERS "ORGANIZZATO DALLA ILAS PRESSO LA FELTRINELLI DI NAPOLI
Napoli, Venerdì 10 febbraio, alle ore 18.00 / Libreria LA FELTRINELLI in Piazza dei Martiri

Pasquale Diaferia incontra il pubblico presso la libreria LAFELTRINELLI in Piazza dei Martiri a Napoli, per presentare il suo recente lavoro dal titolo "THE HEADLINERS - L'immagine delle parole". L'incontro sarà l'occasione per fare il punto sulla comunicazione pubblicitaria oggi, con una riflessione sul mestiere di copywriter.



25.02.2020 # 5440
11 | Feb | 2012 Workshop / Pasquale Diaferia

Paolo Falasconi // 0 comments

MINI Countryman 2019. Don’t fence me in

MINI afferma che il suo Countryman offre ai conducenti lo spazio per ispirare. Labrinth canta il testo di

MINI Countryman 2019: è on line il film commercial realizzato dall’agenzia americana Pereira & O’Dell, con base a San Francisco e New York.

La musica che sentiamo nello spot è  Don’t Fence Me In, una canzone popolare americana con musiche di Cole Porter e testi di Robert Fletcher e Cole Porter nella cover realizzata da Labrinth al secolo Timothy Lee McKenzie un cantautore e produttore britannico che interpreta anche come attore il film, alla guida dell’auto.

 

Originariamente scritta nel 1934 per Adios, Argentina, un film musicale mai realizzato dalla 20th Century Fox, “Don’t Fence Me In” era basata sul testo di un poeta e ingegnere del Dipartimento delle autostrade di Helena, Robert (Bob) Fletcher. Cole Porter, al quale era stato chiesto di scrivere una canzone sui cowboy per la 20th Century Fox, acquistò la poesia da Fletcher per la somma di 250 dollari. Porter rielaborò la poesia di Fletcher e quando il brano venne pubblicato per la prima volta, Porter fu accreditato della paternità esclusiva.

Nato nel borgo londinese di Hackney, Labrinth si è avviato inizialmente nella carriera di produttore discografico, ma poi, grazie a Simon Cowell, ha firmato un contratto da artista per l’etichetta Syco Records.

Nel marzo 2010 ha fatto il suo ingresso nella Official Singles Chart col brano Pass Out, realizzato in collaborazione col rapper Tinie Tempah. Ha collaborato in diverse occasione con Tinie Tempah, soprattutto in due hit (Frisky e appunto Pass Out) presenti nell’album Disc-Overy (2010).

Il primo singolo da solista di Labrinth è uscito nel settembre 2010 ed è Let the Sun Shine, mentre l’album d’esordio è uscito nel marzo 2012 ed è intitolato Electronic Earth. L’album ha raggiunto il secondo posto nella Official Albums Chart.[1]

Sempre nel 2012 ha avuto successo col singolo Beneath Your Beautiful, che contiene il featuring di Emeli Sandé.

Nel 2011 ha fondato la vanity label Odd Child Recordings.

Nel settembre 2014 pubblica il singolo Let It Be, primo estratto dal suo secondo album.

Nel 2017 collabora con Sia alla colonna sonora del film Wonder Woman, e nel 2018 con la cantante australiana e Diplo formerà il supergruppo LSD(acronimo per Labrinth, Sia, Diplo) che ha pubblicato i brani Genius e Thunderclouds.

La musica dello spot

Special: behind the scenes


25.02.2020 # 5439
11 | Feb | 2012 Workshop / Pasquale Diaferia

Paolo Falasconi // 0 comments

Ikea natale 2019. Fatti conquistare dal Natale

Un primo incontro sull’anonimo pianerottolo diventa l’occasione per uno dei due di trasformare la casa dell’altro, che non sembra proprio un fan del Natale

Ikea Natale 2019

Il film commercial per il lancio della campagna di IKEA per il Natale è stato realizzato dal Gruppo DDB Italia.

 

Il Natale è in particolare il momento dell’anno in cui più di ogni altro il brand si fa partner delle persone per vivere un periodo emotivamente coinvolgente e davvero da ricordare. È questo il leitmotiv che viviamo nel nuovo film in cui ritroviamo i protagonisti del Natale 2018, ora divenuti vicini di casa. Un primo incontro sull’anonimo pianerottolo diventa l’occasione per uno dei due di trasformare la casa dell’altro, che non sembra proprio un fan del Natale. Accade così l’inaspettato: la casa del nostro “Grinch” viene letteralmente invasa da un Natale pieno, gioioso e festoso fatto di alberi enormi, tavolate imbandite, aiutanti di Babbo Natale e persino una renna in carne e ossa, con uno spirito natalizio che finisce per travolgere e cambiare anche il mood del nostro protagonista.

La musica dello spot

Underneath the Tree è il brano scelto come colonna sonora del film commercial ed è tratto dall’Album A Rock N Roll Christmas: Greatest Hits of the Holidays pubblicato nel 2015 da Alarm Music


31.05.2013 # 3089
11 | Feb | 2012 Workshop / Pasquale Diaferia

Paolo Falasconi // 0 comments

I Seminari e i Workshop Ilas sulla Comunicazione

14 anni di incontri con le più prestigiose firme della comunicazione pubblicitaria

Ilas ha sempre attribuito un valore strategico alla diffusione delle idee e delle conoscenze tecniche e tecnologiche, come strumento indispensabile per migliorare la qualità dell'apprendimento dei propri studenti e come occasione per dare loro la possibilità di confrontarsi direttamente con protagonisti attivi del mondo della pubblicità e della comunicazione, del design e della fotografia internazionali.

Ogni anno ilas promuove un ciclo di incontri sotto forma di seminari, workshop, happening e videoconferenze distribuiti lungo tutto l'arco del percorso di studi, con l'obiettivo di motivare lo studente ad approfondire la conoscenza reale del proprio settore lavorativo, mettendolo in contatto diretto con direttori creativi, art director, fotografi, designer di fama nazionale e internazionale.

Abbiamo ospitato negli ultimi 14 anni grandi maestri della comunicazione pubblicitaria e del design del calibro di Bob Noorda, Milton Glaser, Armando Milani, Stefan Segmaister solo per citarne alcuni, offrendo occasioni più uniche che rare di ascoltare dal vivo, e in alcuni casi anche lavorare a stretto contatto con professionisti solitamente irraggiungibili a causa degli impegni professionali e spesso anche della distanza.







I SEMINARI ILAS

I seminari ilas sono sempre totalmente gratuiti e aperti al grande pubblico: possono parteciparvi anche studenti di altre scuole, professionisti già affermati, appassionati della materia e addetti ai lavori. L'obiettivo è condividere l'alto valore di questi eventi con la platea più vasta possibile, consapevoli che queste occasioni rappresentano importanti momenti di confronto fra professionisti in cui è possibile far circolare nuove idee, e magari avviare collaborazioni. 
In collaborazione con importanti istituzioni culturali quali l'Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa, l'Università Federico II di Napoli, l'Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, il PAN Palazzo delle Arti di Napoli, abbiamo incontrato: Fulvio Fiori, Francesca Schiavoni, Maurizio D'Adda, Alessandra Iovinella, Alex Brunori, Susanna Bellandi, Luigi Rubinelli, Maurizio Rompani, Tonino Risuleo, Bruno Ballardini, Annamaria Testa, Marcello M. Minale, Carlo Massarini, Andrea Pezzi, Silvano Guidone, Gavino Sanna, Lele Panzeri, Agostino Toscana - Saatchi & Saatchi, Manuela Fidenzi, Stefano Caputo, A. Argenti / A. Olivieri, Pasquale Barbella, Ugo Pons Salabelle, Mario Ciuffini, Bob Noorda, Aldo Biasi, Lorenzo Marini, Luciano Sepe, Giampietro Vigorelli, Lele Panzeri, Lorenzo Marini, Stefano Scozzese, Marco Benadì, Andrea De Micheli, Mariella Governo, Rosario Oliva, Marco Cremona, Aldo Cernuto, Jesper Bentzen, Alex Badalic, Till Neuburg, Pappi Corsicato, Marco Benadì, Bernard Cova, Cesare Casiraghi, Armando Milani, Milton Glaser, Jacques Séguéla, Stefan Sagmeister, Pasquale Diaferia, Marianna Santoni, Martin Benes.


I WORKSHOP ILAS

I Workshop ilas rappresentano oggi la migliore opportunità per uno studente di comunicazione di confrontarsi direttamente con i più grandi professionisti del settore, mettendosi in gioco sul terreno concreto di un vero e proprio progetto creativo.  
I workshop sono studiati per essere totalmente operativi e permettono ai partecipanti di sperimentare tutte le fasi di realizzazione di una creatività per raggiungere a fine lavoro l'obiettivo fissato nel programma redatto in stretta collaborazione con il docente di turno. Non una semplice esercitazione ma l'occasione di dimostrare il proprio talento e vivere in prima persona l'esperienza della full-immersion come in una agenzia di comunicazione, sotto l'attenta guida di direttori creativi, designer, fotografi.
Hanno tenuto workshop per ilas Alessandra Iovinella, Alex Brunori, Tonino Risuleo, Bruno Ballardini, Annamaria Testa, Pasquale Barbella, Ugo Pons Salabelle,  Lorenzo Marini, Stefano Scozzese, Marco Benadì,  Mariella Governo, Rosario Oliva, Marco Cremona, Jesper Bentzen, Till Neuburg, Marco Benadì, Bernard Cova, Cesare Casiraghi, Armando Milani, Pasquale Diaferia, Marianna Santoni, Martin Benes.

26.11.2012 # 2767
11 | Feb | 2012 Workshop / Pasquale Diaferia

Ilas Web Editor // 0 comments

15 | 12 | 2012
Stefano Reali: teoria e tecniche di regia televisiva

Un seminario di 4 ore

Il nuovo importante evento promosso dal dipartimento video della Ilas: un seminario gratuito aperto al pubblico sulla scrittura e la regia per la televisione e per il cinema tenuto da uno dei più famosi registi italiani: Stefano Reali, autore e regista di numerose fiction RAI e Mediaset fra cui Caruso trasmessa nell'autunno 2012 e Ultimo con Raoul Bova. 
Reali ha iniziato come aiuto regista di Sergio Leone in C'era una volta in America e ha ottenuto una nomination agli Oscar con il cortometraggio EXIT nel 1987.



Stefano Reali con Lando Buzzanca, Andrea Osvart e Beppe Fiorello

Scheda sintetica
Data:
sabato 15 dicembre
Orario:
dalle ore 9,30 alle 13,00
Location evento:
Multicinema Modernissimo / Via Cisterna dell'Olio, Napoli (Metro Piazza Dante)
Quota di partecipazione: ingresso gratuito su prenotazione da effettuare tramite il seguente link





Stefano Reali con Raul Bova in una foto di scena

Un breve curriculum professionale
Stefano Reali nasce a Frosinone il 3 novembre 1957.  Si diploma al conservatorio Licinio Refice e studia composizione con il M° Domenico Guaccero.
Studia al Centro Sperimentale di Cinematografia, dove si diploma in Regia e Sceneggiatura nel 1980.
Nel 1982 è assistente alla regia in "C'era Una Volta In America" di Sergio Leone.
Nel 1985 è sceneggiatore e regista (insieme a P.Quartullo) di "EXIT", cortometraggio prodotto da RAIUNO che ottiene una NOMINATION ALL'OSCAR 1997, nella categoria "Best Live Short Film". 
Nel 1988 è sceneggiatore e regista del film "Laggiù nella giungla", terna al David di Donatello come Miglior Regista Esordiente.
Nel 1993 scrive e dirige il film TV "Una storia italiana", interpretato da Giuliano Gemma, Sabrina Ferilli, e Raoul Bova, ispirato alle imprese dei fratelli Abbagnale. Il film ha vinto il premio speciale della giuria al 33° Festival di Montecarlo. 
Reali ha messo in scena, come regista, anche opere liriche (tra cui delle prime esecuzioni assolute, come “DESCRIZIONE DELL’ISOLA FERDINANDEA”, di Francesco Pennisi, ma anche  "CAVALLERIA RUSTICANA", di Mascagni, e "IL TABARRO", di Puccini nel 1988), ed è autore e regista di teatro.  La sua commedia "OPERAZIONE" rappresentata per cinque anni di seguito in Italia, è stata messa in scena dal famoso commediografo inglese Alan Ayckbourne nel suo prestigioso Stephen Joseph Theater, in Inghilterra.  Adattando la sua stessa commedia, nel 1997 Reali scrive e dirige "IN BARCA A VELA CONTROMANO", un lungometraggio interpretato da Valerio Mastandrea, Antonio Catania, e Maurizio Mattioli, prodotto da Maurizio Totti per la Colorado film e distribuito da Medusa.
Nel 1998 Reali dirige il tv movie epico-religioso "IL QUARTO RE", scritto con Enzo De Caro e Enrico Medioli, interpretato da Raoul Bova, Maria Grazia Cucinotta, Billy Dee Williams, e prodotto dalla Titanus, in collaborazione con Beta Taurus, e Mediaset. 
Nel novembre 1998 scrive e dirige il film TV  "ULTIMO"  interpretato da Raoul Bova, Ricky Menphis, Giorgio Tirabassi, Mariano Rigillo, Emilio Bonucci, Pino Caruso.  Musiche  di Andrea ed Ennio Morricone, record di ascolto televisivo.
Nel 2002, scrive e dirige per il cinema “IL TRAMITE”, con Maurizio Mattioli, vincendo il primo premio assoluto e il premio del pubblico nei festival internazionali di Sorrento e del Salento. Il film è tuttora inedito in Italia.
Oltre ad averli scritti e diretti, Reali ha composto personalmente anche le colonne sonore dei seguenti film televisivi: “LE ALI DELLA VITA” prima e seconda parte,  (2002) con Sabrina Ferilli e Virna Lisi, record di ascolti televisivo, “I COLORI DELLA  VITA” (2003) con Alessandra Martinez, Nancy Brilli, Gabriel Garko, Giovanna Ralli, Jean Sorel), “L’UOMO SBAGLIATO”, (2005) con Beppe Fiorello, altro record di ascolti televisivo, “ERAVAMO SOLO MILLE”, (2006) con Daniele Pecci, Cristiane Filangieri, e David Coco, “LA TERZA VERITÀ” (2007) con Enzo Decaro e Bianca Guaccero, “AL DI LA DEL LAGO”, (2008)  con Kaspar Capparoni,  e “LO SCANDALO DELLA BANCA ROMANA” (2010) con Beppe Fiorello e Lando Buzzanca, in onda su RAIUNO.   Quest’ultimo ha vinto il prestigioso Fipa D’Or come Migliore Sceneggiatura e il Fipa d’Argent come Miglior Film al Festival Internazionale dell’Audiovisivo di Biarritz. Nel 2011 Reali scrive e dirige “COME UN DELFINO”, miniserie in due puntate messa in onda su Canale 5, con il 27% di share, in prima serata. Nel 2012 Reali scrive e dirige il filmTV in due puntate: “CARUSO, LA VOCE DELL’AMORE”, biopic sul celebre tenore napoletano. Il film è andato in onda il 23 e il 24 settembre su Raiuno, vincendo nettamente il record d'ascolti in entrambe le serate televisive.


Le esperienze nel settore della formazione
Nel campo della didattica e della formazione, dal 1999 al 2011, Reali  è stato docente di “Struttura della Sceneggiatura” nel corso di Scrittura Creativa RAI-SCRIPT.
Nel 1993 è docente di “recitazione per la macchina da presa” nel Laboratorio di Arti Sceniche di Roma, diretto da Gigi Proietti.
Dal 2005 al 2010 è stato docente di regia e sceneggiatura al Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano
Nel 2009 è stato docente di “Recitazione e Regia” alla Nuova Università di Cinema e Televisione
Nel 2009 è stato docente di “Teoria e Tecnica della Regia Cinematografica” alla facoltà di Scienze della Comunicazione, dell’Università “La Sapienza” di Roma.





02.10.2012 # 2833
11 | Feb | 2012 Workshop / Pasquale Diaferia

Ilas Web Editor // 0 comments

19 | 10 | 2012
Stefan Sagmeister,
in videoconferenza da New York.

Un evento gratuito in esclusiva per ilas.

Il 19 ottobre parlerà di Graphic Design con gli studenti ilas. In videoconferenza dal suo studio di New York, un evento straordinario con una delle figure più autorevoli e interessanti fra i graphic designer contemporanei. Con base a New York, Stefan Sagmeister è autore di importanti progetti per i Rolling Stones, Aerosmith, Lou Reed, Time Warner, Museo Guggenheim, famoso soprattutto per i suoi manifesti per l'AIGA e più in generale per l'atteggiamento irriverente e umoristico che emerge dai suoi lavori.

Sarà presente un interprete per la traduzione consecutiva e per consentire agli studenti di porre domande al graphic designer austriaco.
Austriaco di nascita, Stefan si appassiona da subito al graphic design frequentando il College di Dorbin dove realizza il suo primo lavoro, una immagine fotografica per pubblicizzare una rivista, nella quale usa i corpi dei suoi colleghi studenti per formare una grande A che poi fotografa dal tetto della scuola. L'uso del corpo umano come elemento compositivo, o addirittura come tela per formare l'immagine è una caratteristica che compare spesso nel proprio lavoro e che diverrà nel tempo il manifesto del suo intero lavoro. Nel 1987 ottiene un master al Pratt Institute di New York, e nel '91 si trasferisce ad Hong Kong per lavorare alla Leo Burnett. Ritorna poi due anni dopo in America a New York per poi restarci, e consolidare il proprio stile nel quale la ricerca per gli aspetti fisici del colore (celebre la copertina del CD di H.P. Zinker "Mountains of Madness" in plastica colorata, in cui la particolare realizzazione permette di nascondere parte dell'immagine, che una volta estratta dalla custodia appare totalmente diversa) si fonde con una lettura ironica e provocatoria della realtà. 

Tra i lavori più significativi, vera e propria icona della grafica del decennio quello del manifesto AIGA del 1999 per il ciclo di conferenze a Detroit che lo ritrae nudo con le scritte incise direttamente sulla sua pelle.


Del nostro lavoro e del modo migliore per gestirlo, Stefan Sagmeister dice: “The conventional wisdom in our business is that you have to grow and keep moving to survive. We never grew, always stayed tiny, and it serves us very well over the years, allowing us to pick and choose projects, and keeping our financial independence from our clients. We actually have a rather good track record, because we do select projects carefully. Most of our ideas don’t eat dust but glimpse the light of day because we find it much more helpful to spend some serious time and effort before we start working on a project, rather than suffer through it afterwards.”



Clicca sull'immagine in basso, e vai al sito web di Sagmeister

21.09.2012 # 2640
11 | Feb | 2012 Workshop / Pasquale Diaferia

Daria La Ragione // 0 comments

29 | 06 | 2012
Incontro con Jacques Séguéla







Il 29 giugno un grande evento Ilas

29 giugno 2012: uno di quei giorni fortunati in cui la Storia della Pubblicità bussa alla porta e ha il volto e il sorriso sornione di Jacques Séguéla.
La porta in questione è quella della Ilas, che alle star è abituata, ne ha ospitate tante da Milton Glaser a Bob Noorda, in conference call da NY o dal vivo,  e che questa volta ha superato se stessa organizzando questo incontro.
E la porta è anche quella dell'Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa, che ospita l'evento nella sua Aula Magna, piena questa volta non soltanto dei suoi studenti, ma anche dei tanti che non hanno voluto perdere questo incontro. E come si fa a non rimanere colpiti dalla gentilezza e dal fascino di questo signore che ha creato dal nulla una delle più importanti agenzie multinazionali, ha scritto libri tradotti in tutto il mondo e studiati da aspiranti pubblicitari, e ha al suo attivo un numero impressionante di campagne elettorali presidenziali vincenti, non soltanto in Francia, dove il suo contributo all'elezione di Francois Mitterrand è storia nota, ma anche in Polonia, Austria, Ungheria, Gabon, Togo, Israele.


Commercial vincitore del Leone d'oro al Festival di Cannes 2010


Dalla Star Strategy al suo ultimo "Presidente da vendere", dagli inizi senza clienti e con un ufficio in duplex alla Euro RSCG, Séguéla si racconta, risponde alle domande dalla platea, spiega la sua prospettiva sui rapporti tra pubblicità e politica, mostra filmati di campagne (sue e non solo) e dialoga con tutti raccontando cosa rende una pubblicità vincente, degna di essere ricordata.
Campagna per la rielezione di Francois Mitterrand

Ciò che colpisce maggiormente è la passione con cui racconta, lo sguardo di chi ama questo lavoro, si diverte a farlo e non ha paura di lanciarsi nelle nuove sfide che i cambiamenti tecnologici da un lato, e la crisi internazionale dall'altro, stanno già ponendo a chiunque si occupi di comunicazione.
La mattinata vola via in un attimo, eppure sono passate ore, la Storia ci saluta e per Ilas è stato davvero un piacere e un grande orgoglio aver portato a Napoli Jacques Séguéla, un altro tassello di questo preziosissimo mosaico che da anni sta componendo.

20.09.2012 # 2626
11 | Feb | 2012 Workshop / Pasquale Diaferia

Ilas Web Editor // 0 comments

10 | 11 | 2012
Martin Benes:
il Fotorealismo
con Adobe Illustrator

Alla ilas il 10 Novembre un Workshop tecnico: 8 ore full-immersion su iMac

I migliori talenti del design si incontrano alla ilas. Il 10 novembre prossimo è la volta di Martin Benes, alla ilas con un workshop di 8 ore sull'illustrazione fotorealistica con Adobe Illustrator.
8 ore di full immersion al computer per conoscere le tecniche più avanzate del disegno vettoriale.

Dati tecnici
Data: 10 novembre
Durata: 8 ore
Orario: dalle ore 9 alle 13 / pausa pranzo/ dalle 14,30 alle 18,30
Location: Aula 2 / Centro Studi Ilas / Napoli
Tipologia: operativo / full immersion in aula informatica
Disponibilità attrezzature: 1 computer iMac per ogni partecipante
Software: Adobe Illustrator
Attestato: partecipazione
Costo: euro 121,00 iva compresa



UN CREATIVO IPERREALISTA
Martin Benes è Art Director, Digital Artist e Retoucher con una lunghissima esperienza nel campo dell'illustrazione digitale iperrealistica con i migliori software di grafica digitale come Adobe Illustrator e Photoshop. È Bēhance Official Ambassador in Italia. Le sue collaborazioni professionali lo hanno portato a lavorare in giro per il mondo con grandi marchi internazionali, ma la passione per l'insegnamento prevale spesso sugli altri impegni, tanto da aver aperto un interessantissimo blog molto visitato pieno di trucchi e tecniche per ottenere il massimo dalla grafica digitale.

IL WORKSHOP
Obiettivo del workshop è permettere ai partecipanti di acquisire le conoscenze e le abilità tecniche per realizzare ogni tipo di illustrazione fotorealistica. Partendo da un brief comune a tutti i 15 partecipanti, si lavorerà per completare l'illustrazione toccando argomenti come il tracciamento fotorealistico, le tecniche di deformazione avanzate, le sfumature trasparenti, l'uso dello strumento penna e le interazioni tra illustrator e photoshop.

20.06.2012 # 2567
11 | Feb | 2012 Workshop / Pasquale Diaferia

Ilas Web Editor // 0 comments

29 | 06 | 2012
ilas ospita a Napoli
Jacques Séguéla

Il 29 Giugno un Seminario Gratuito al Suor Orsola Benincasa con il grande pubblicitario.

"Passando al nuovo secolo, scivoliamo da una società di massa a una società di persone, mentre la nostra comunicazione di massa vira alla comunicazione personale. Meglio: ogni cittadino è ormai in sé un medium, basta dargliene i mezzi."

Venerdì 29 giugno a Napoli, un nuovo attesissimo evento firmato ILAS - Istituto Superiore di Comunicazione - in esclusiva per l'Italia: un seminario gratuito sulla comunicazione con Jacques Séguéla. Tutto è pronto per accogliere uno dei più grandi pubblicitari nella storia della comunicazione, fondatore di Euro RSCG, una delle più importanti agenzie del mondo e autore di testi entrati ormai a far parte della letteratura di settore tra cui, solo per citarne alcuni, «Hollywood lava piú bianco» e «Presidente da vendere».



Nell'Aula Magna dell'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
, che ospiterà l'evento, Séguéla riprende il filo del discorso cominciato proprio nel volume "Presidente da vendere", in cui con D.P. Dégo, artista e intellettuale di grande impegno culturale e civile, traccia una straordinaria analisi della comunicazione in una inedita visione del futuro prossimo. Punto forte, dopo la proiezione del video "Le pouvoir dans la peau", sarà la forma conversatoria che coinvolgerà il pubblico e gli studenti presenti nella concezione comunicazionale di Jacques Séguéla. Dopo i saluti del Magnifico Rettore dell'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, il professore Lucio D'Alessandro e gli interventi introduttivi di Maddalena della Volpe, docente di Comunicazione Strategica all'UNISOB e Fulvio Iannucci e Bruno Ballardini, docenti di Comunicazione Ilas, si entrerà nel vivo dell'evento che si prefigura ricco di momenti particolarmente interessanti. Sarà presente anche Fausto Lupetti, illuminato editore di comunicazione che ha contribuito alla realizzazione dell'evento.




Bob Noorda, Milton Glaser, Gavino Sanna, Annamaria Testa e a breve Jacques Séguéla sono tra i nomi in assoluto più prestigiosi e rappresentativi del panorama mondiale dell'advertising. Noi di ILAS siamo davvero orgogliosi di essere riusciti a ospitarli a Napoli, insieme a decine di altri professionisti della comunicazione, in esclusiva per i nostri studenti e a beneficio di tutta la comunità di esperti del settore che, gratuitamente, hanno potuto incontrarli nel corso di questi anni. Non a caso Ilas si è aggiudicata anche quest'anno il Golden School Trophy, il premio per la migliore scuola di comunicazione in Italia nell'ambito del XI Spot School Award - Premio Internazionale del Mediterraneo: un riconoscimento e un incoraggiamento agli sforzi della nostra scuola per offrire sempre il massimo ai propri studenti.


La copertina del famoso libro di Jacques Séguéla "Non dite a mia madre che faccio il pubblicitario... Lei mi crede pianista in un bordello".



Appuntamento venerdì 29 giugno alle ore 9.00 presso l'Aula Magna dell'Università degli studi Suor Orsola Benincasa - C.so Vittorio Emanuele, 292 - Napoli per l'evento dell'anno promosso da ILAS: Jacques Séguéla a Napoli.
La prenotazione on line è già attiva, segui il link per riservare gratuitamente un posto.


Segui l'evento su Facebook >>


Si ringraziano per la collaborazione:

unisob


lupetti


20.06.2012 # 2470
11 | Feb | 2012 Workshop / Pasquale Diaferia

Ilas Web Editor // 0 comments

29 | 06 | 2012
ilas ospita a Napoli
Jacques Séguéla

Il 29 Giugno un Seminario Gratuito al Suor Orsola Benincasa con il grande pubblicitario.

"Passando al nuovo secolo, scivoliamo da una società di massa a una società di persone, mentre la nostra comunicazione di massa vira alla comunicazione personale. Meglio: ogni cittadino è ormai in sé un medium, basta dargliene i mezzi."

Venerdì 29 giugno a Napoli, un nuovo attesissimo evento firmato ILAS - Istituto Superiore di Comunicazione - in esclusiva per l'Italia: un seminario gratuito sulla comunicazione con Jacques Séguéla. Tutto è pronto per accogliere uno dei più grandi pubblicitari nella storia della comunicazione, fondatore di Euro RSCG, una delle più importanti agenzie del mondo e autore di testi entrati ormai a far parte della letteratura di settore tra cui, solo per citarne alcuni, «Hollywood lava piú bianco» e «Presidente da vendere».



Nell'Aula Magna dell'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
, che ospiterà l'evento, Séguéla riprende il filo del discorso cominciato proprio nel volume "Presidente da vendere", in cui con D.P. Dégo, artista e intellettuale di grande impegno culturale e civile, traccia una straordinaria analisi della comunicazione in una inedita visione del futuro prossimo. Punto forte, dopo la proiezione del video "Le pouvoir dans la peau", sarà la forma conversatoria che coinvolgerà il pubblico e gli studenti presenti nella concezione comunicazionale di Jacques Séguéla. Dopo i saluti del Magnifico Rettore dell'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, il professore Lucio D'Alessandro e gli interventi introduttivi di Maddalena della Volpe, docente di Comunicazione Strategica all'UNISOB e Fulvio Iannucci e Bruno Ballardini, docenti di Comunicazione Ilas, si entrerà nel vivo dell'evento che si prefigura ricco di momenti particolarmente interessanti. Sarà presente anche Fausto Lupetti, illuminato editore di comunicazione che ha contribuito alla realizzazione dell'evento.




Bob Noorda, Milton Glaser, Gavino Sanna, Annamaria Testa e a breve Jacques Séguéla sono tra i nomi in assoluto più prestigiosi e rappresentativi del panorama mondiale dell'advertising. Noi di ILAS siamo davvero orgogliosi di essere riusciti a ospitarli a Napoli, insieme a decine di altri professionisti della comunicazione, in esclusiva per i nostri studenti e a beneficio di tutta la comunità di esperti del settore che, gratuitamente, hanno potuto incontrarli nel corso di questi anni. Non a caso Ilas si è aggiudicata anche quest'anno il Golden School Trophy, il premio per la migliore scuola di comunicazione in Italia nell'ambito del XI Spot School Award - Premio Internazionale del Mediterraneo: un riconoscimento e un incoraggiamento agli sforzi della nostra scuola per offrire sempre il massimo ai propri studenti.


La copertina del famoso libro di Jacques Séguéla "Non dite a mia madre che faccio il pubblicitario... Lei mi crede pianista in un bordello".



Appuntamento venerdì 29 giugno alle ore 9.00 presso l'Aula Magna dell'Università degli studi Suor Orsola Benincasa - C.so Vittorio Emanuele, 292 - Napoli per l'evento dell'anno promosso da ILAS: Jacques Séguéla a Napoli.
La prenotazione on line è già attiva, segui il link per riservare gratuitamente un posto.


Segui l'evento su Facebook >>


Si ringraziano per la collaborazione:

unisob


lupetti


27.03.2012 # 2534
11 | Feb | 2012 Workshop / Pasquale Diaferia

Ilas Web Editor // 0 comments

22 | 03 | 12
Thank you
Mr. Glaser

L' incontro del maestro del Graphic Design con gli studenti ilas

Uno straordinario successo di pubblico ed un grande entusiasmo hanno caratterizzato l'evento speciale voluto da ILAS per incontrare il grande maestro del graphic design Milton Glaser il 22 marzo. Direttamente dal suo studio di New York, Glaser ha tenuto una appassionante conference call nella quale ci ha raccontato dei suoi più recenti progetti, alcuni presentati in esclusiva per noi, offrendoci la possibilità di conoscere uno fra i più autorevoli punti di vista su temi quali il rapporto tra arte e design, il futuro delle nuove tecnologie e il modo in cui queste possono arricchire l'esperienza di progetto di un graphic designer.

 

 

In occasione dell'incontro Mr. Glaser ci ha regalato in anteprima per l'Italia le pagine più significative del suo nuovo libro in uscita per il prossimo marzo. http://www.miltonglaser.com/miraculous/ . Ha poi risposto alle molte domande degli studenti offrendo consigli tecnici e suggerimenti senza tralasciare nessun dettaglio. Il tempo a nostra disposizione è volato in un attimo. Giusto lo spazio per i saluti e i ringraziamenti, e per uno speciale in bocca al lupo agli studenti ILAS dal grande Maestro. Una giornata incredibile, un incontro che non mancherà di lasciare il segno ancora per molto tempo. Arrivederci al prossimo indimenticabile evento.


Alcuni dei lavori più conosciuti

MILTON GLASER
Per molti, Milton Glaser è l'incarnazione stessa del graphic design americano durante tutta la seconda metà di questo secolo. La sua presenza e l'impatto sulla professione a livello internazionale ancora oggi è semplicemente formidabile. Immensamente creativo e articolato, è un uomo moderno, un designer-illustratore di una razza rara, che porta una profondità di comprensione e pensiero concettuale, combinata con una ricchezza diversificata del linguaggio visivo nel suo lavoro.

Nato nel 1929, Milton Glaser ha studiato presso la Scuola Superiore di Musica e Arte e il Cooper Union School of Art di New York. Grazie ad una borsa di studio Fulbright, ha vissuto e studiato all'Accademia di Belle Arti di Bologna per un anno, collaborando tra gli altri, con il grande maestro Giorgio Morandi. Ha co-fondato il rivoluzionario Pushpin Studios nel 1954, ha fondato il New York Magazine con Clay Felker nel 1968, quindi lo studio Milton Glaser, Inc. nel 1974; ha collaborato con Walter Bernard nel 1983 per formare il gruppo WBMG. Durante la sua straordinaria carriera, Glaser è stato un prolifico creatore di manifesti e stampe. Le sue opere sono esposte in mostre collettive e personali in tutto il mondo, i suoi lavori sono nelle collezioni permanenti di molti musei, tra cui il Museum of Modern Art, New York; The Israel Museum, Jerusalem; The Chase Manhattan Bank, New York; the National Archive, lo Smithsonian Institute, Washington, D.C., il Cooper Hewitt National Design Museum, New York.

Glaser è anche un noto designer grafico e architettonico, con un corpo di lavoro che va dal famosissimo I LOVE NEW YORK al logo iconico per completare i programmi grafici e decorativi per i ristoranti del World Trade Center di New York, passando per un'infinita quantità di lavori tutti di grande prestigio. Glaser rimane indiscutibilmente una figura influente sia nel campo della progettazione grafica che nelle comunità dell'istruzione continuando tutt'oggi a contribuire con saggi e ampie interviste rilasciate sul design e la grafica. Tra i numerosi premi nel corso degli anni, ha ricevuto nel 2004 il Lifetime Achievement Award dallo Smithsonian Cooper-Hewitt, National Design Museum, "Per il suo profondo e significativo contributo a lungo termine alla pratica contemporanea del design". Nel 2009 riceve dal Presidente Americano Obama la National Medal of Arts, vinta per la prima volta da un graphic designer.

Il sito web Ufficiale


In questo video, Milton Glaser si racconta, parlando di sé, del mestiere di graphic designer, delle tecniche, delle aspirazioni, del futuro. Un interessantissimo contributo dal suo studio a New York.







L'evento sarà disponibile online con i sottotitoli per i soli studenti ilas a partire dal 15 aprile.

03.12.2011 # 2346
11 | Feb | 2012 Workshop / Pasquale Diaferia

Ilas Web Editor // 0 comments

30 | Nov | 2011
Thanks Mr. Milani

Armando Milani | Il workshop

Ore 11,00, Aula 4 dell’Ilas, il workshop con Armando Milani ha inizio.** Preceduto da un bellissimo seminario al cinema Metripolitan di Napoli, Dall’Occhio al cuore, in cui il celebre visual designer Armando Milani ci ha illustrato i suoi più bei lavori, che sono poi brevemente riproposti per introdurre il tema di questa giornata di lavoro. Occorre pensare ad un progetto creativo per la nostra città, Napoli. Galeotto fu il manifesto del 1986, la famosa Napoli multicolore appesa al filo come panni stesi ad asciugare(«For a cleaner Napoli»), tanto voluta Mirella Barracco per l' iniziativa «Venticinque manifesti per Napoli» con la sua Fondazione «Napoli Novantanove».** Poiché a Napoli, da allora, l’emergenza non è mai cessata, Armando Milani ci ha proposto di realizzare un manifesto di denuncia. Lo stile, poco descrittivo e molto simbolico. L’ispirazione, quella data dai suoi lavori.** Obiettivo, realizzare un brief e il layout di questa campagna di sensibilizzazione verso il degrado, l’anarchia, la passività dei napoletani. * Con matita, penna e foglio alla mano, i ragazzi hanno realizzato ognuno un disegno, un’immagine fatta di simboli , segni e parole che identificavano e rappresentavano le loro idee. Alle 13,00 pausa pranzo e alle 14,30 tutti in aula per dare vita al progetto, sui MAC e con i programmi necessari.** Tra mongolfiere che si liberavano della loro zavorra, maschere solitarie in primo piano a testimoniare l’urgenza di smuovere le coscienze assopite e intorpidite della gente, al compitino in classe usato come pretesto per la denuncia del degrado, della passività e dell’anarchia, trasformati da una fatidica maestra-coscienza dei napoletani in qualcosa di reattivo e di propositivo, alla metamorfosi del linguaggio da cui emerge la parola Napoli è vita, al Vesuvio e al golfo trasformati nel segno grafico in un NO deciso ai mali della città, tutti i lavori dei ragazzi hanno messo in evidenza due fattori importanti:** in primis, l’aver realizzato in poco meno di sei ore un lavoro che, a detta dello stesso Armando Milani, si è soliti portare a termine dopo una settimana.* in secondo luogo, l’iter creativo, il passaggio dalla carta e penna all’dea finale. * Ed è proprio su questo passaggio straordinario che il grande Armando Milani ci ha invitati a riflettere.** Come si è arrivati a questo?** L’iter creativo ci obbliga quasi sempre a togliere e non ad aggiungere. Prendere un’idea, darle forma e infine spogliarla, un po’ come una matrice da stampa, renderla LEGGIBILE, significante, FUNZIONANTE.** Una cosa è certa. Ogni lavoro e al contempo tutti insieme, hanno funzionato. Hanno funzionato perfettamente in questo contesto perché sono riusciti a comunicare l’idea in maniera esatta. Certo, ci vorrebbe tempo per perfezionare il tutto. ** Ma, nessun grande grafico, alla stregua di Armando Milani, da uno schizzo, seppur rielaborato in maniera più o meno finita( ma non si finisce mai di rielaborare un segno, un testo, un’immagine), considera finito un lavoro dopo neanche un giorno di lavorazione.** Ma l’idea, il segno, rimane.** Dopo il workshop, Milani, ha chiamato tutta l’Ilas, studenti e non , a votare i lavori più belli. Un discorso corale, in cui ogni lavoro continuava a vivere e a trasformarsi, nelle parole e negli sguardi degli altri.** Anche per questo, Thanks Mr. Milani.

Inside Ilas
Inside Ilas Magazine

Privacy e cookies policy