alexa

Ilas sui social network

Iscriviti alla newsletter Ilas

logo-ilas
logo-ilas logo-ilas

MENU

cercaCERCA

ILAS è una scuola di specializzazione che opera esclusivamente
nell'ambito della comunicazione visiva.

 
icona

La scuola

100% comunicazione visiva

icona

La scuola
Storia, struttura e organizzazione

icona

I docenti
I curricula di tutti i docenti

icona

Certificazioni
Il valore di un corso Ilas

icona

Attività
Corsi, seminari e contest

icona

Social, blog e magazine
Scopri ilas 2.0

 
icona

I Corsi

Elenco dei corsi Ilas divisi per tipologia

Corsi Adobe MensiliPHOTOSHOP | ILLUSTRATOR | INDESIGN

Corsi Annuali CompletiGRAFICA | FOTO | WEB | PUBBLICITÀ | SOCIAL

Corsi Brevi TematiciFOTO STARTUP | COPY | MONTAGGIO

Elenco corsi brevi tematiciPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

 

Corsi di Grafica 3DMAYA | RHINO | STAMPA 3D

Elenco corsi grafica 3DPer ogni corso è indicata la quota mensile iva (22%) compresa

Corsi Annuali CoordinatiPERCORSI MULTIDISCIPLINARI

Corsi 2° anno GRAFICA | FOTOGRAFIA | WEB PHP

 

Cerchi un talento della comunicazione visiva?
 

Inserisci AnnuncioArea riservata alle aziende

Scegli CandidatoArea riservata alle aziende

Vai al PortfolioArea riservata alle aziende

Guarda i lavori realizzati dai nostri studenti
Oltre 9000 progetti realizzati nei corsi Ilas

ILAS - Istituto superiore di comunicazione visiva

icona

Recapiti telefonici

Italy / Napoli

tel(+39) 081 5511353
tel(+39) 081 4201345
fax(+39) 081 0070569

icona

Indirizzo

Italy / 80133 Napoli

Via Alcide De Gasperi, 45
Scala A

numero-verde

  • Adobe-Authorized-Training-Centre
  • Autodesk-Authorised-Training-Centre
  • Pearson-Vue-Authorized-Training-Centre
Made in Ilas // Pagina 1 di 21
20.10.2015 # 4363
Mattei e Pagnozzi, la birra e il design.

Daria La Ragione // 0 comments

Mattei e Pagnozzi, la birra e il design.

diplomati ilas nel 2011

Questo è un progetto a cui sono personalmente molto interessata per tre motivi: primo e più importante è che coinvolge due diplomati ilas che ho avuto il gran piacere di avere in aula, secondo perché parla di design, terzo perché di mezzo c’è anche la birra anzi, soprattutto la birra.
Ecco la storia.
Giovanni e Leonardo Mattei, due cugini, hanno un’idea: produrre delle birre artigianali - quattro - destinate ai creativi.
Che significa? Significa che le etichette saranno disegnate da grafici e digital Artist di importanza internazionale. Non solo, ma il consumatore potrà gustare le birre e successivamente scaricare l'artwork dal sito web e alcuni artwork saranno dei psd con i livelli aperti per poter vedere come sono stati realizzati.
L’idea è figa e decidono di realizzarla, nel frattempo si sono trasferiti a Londra e contattato un ex collega, Maurizio Pagnozzi, per curare il branding. Maurizio si entusiasma ed entra in società con i due.
Il progetto è approdato su Indiegogo per raccogliere finanziamenti e farsi conoscere.
Morale della favola: Leonardo e Maurizio sono due persone talentuose e siamo davvero felici che si siano incontrati proprio alla Ilas: insomma, due birre mandatele anche a noi!

14.10.2016 # 4676
Mattei e Pagnozzi, la birra e il design.

Daria La Ragione // 0 comments

Gianluca Petraccaro premiato agli Scottish Creative Award

diplomato ilas in Grafica e Web Design 2014/2015

I nostri complimenti a Gianluca Petraccaro, diplomato alla ilas in Grafica Pubblicitaria - con Alessandro Leone - e Web Design - con Nicola Cozzolino. 

Si è tolto una gran bella soddisfazione: un suo progetto è stato premiato agli Scottish Creative Award con ben tre riconoscimenti.

Si tratta di un lavoro per raccogliere fondi a favore di Diabetes UK: due font, disegnati da Gianluca, in vendita online e il ricavato sarà totalmente devoluto all’associazione.

 

Image and video hosting by TinyPic


«Il progetto è composto da due font che ho disegnato per raccogliere fondi per la cura del diabete partendo dalla comunità del design. Il concept ovviamente è originato dal diabete anche per il nome (bloodsugar type one/type two), e mira a raccontare la dicotomia tra glucosio e sangue; è in espansione in quanto al momento ci sono due singoli font, ma il lavoro mi ha fatto vincere tre premi agli Scottish Creative Awards nelle categorie Tipografia, miglior uso dei media, e Chairman's award, che sarebbe il presidente dell'organizzazione che sceglie il lavoro più valido per lui tra un centinaio in tutte le categorie partecipanti. È stata una bella soddisfazione.» 

Il progetto è qui www.typeonetypetwo.com dove potete leggere tutte le informazioni.

Complimenti Gianluca!

29.05.2015 # 4200
Mattei e Pagnozzi, la birra e il design.

Daria La Ragione // 0 comments

Sara Viscione in MRM Meteorite di Londra

diplomata ilas in grafica, web, copywriting e php

La prima cosa che colpisce di Sara è che è un'entusiasta.

Vi dà l'impressione che tutto quello che fa sia semplice e divertente, vi fa venire voglia di fare come lei: studiare Fotografia, Motion Graphics e Video Editing al New Media Technology College di Dublino, poi diplomarvi alla ilas e infine, grazie a una partnership della scuola con la prestigiosa Minale Tattersfield e al suo indubbio talento, trasferirsi a Londra.

Non è finita qua, va da sé. 

Lei lo racconta come se parlasse di una passeggiata, ma a un certo punto l'agenzia attraversa un momento di crisi, riduce il personale e lei che fa? Se ne torna a casa con la coda tra le gambe? Ovvio che no, lei entra in MRM Meteorite, parte di McCann Worldwide, dove realizza il suo sogno di diventare  UX Designer.

Una persona così, lo capite da soli, non si accontenta di realizzare un progetto e infatti mi scrive: «Faccio parte di questa grande famiglia ormai dallo scorso ottobre e non potrei essere più felice. I progetti a cui prendo parte sono estremamente stimolanti, per clienti del calibro di General Motors, Coca Cola, Intel e tanti altri. Lavoro con menti brillanti che ogni giorno mi ispirano e nutrono la mia passione. Ho infatti iniziato a frequentare una scuola d'arte per imparare a dipingere: ora voglio diventare un'illustratrice e progettare fonts. (…) Nel futuro mi vedo scrittrice, artista visiva e ricercatrice, perché sono queste le mie passioni più vere: l'espressione dell'interiorità, l'indagine, la speculazione e la scoperta di nuovi confini inesplorati.»

La cosa che ci inorgoglisce tanto però, è che lei abbia parole così belle per la nostra scuola: «L'esperienza all'Ilas è stata decisiva. Presso questo Istituto ho conosciuto insegnanti eccezionali, quali Giovanna Grauso, Giovanni Ferricchio, Bruno Ballardini e Nicola Cozzolino, che mi hanno mostrato nuovi orizzonti, nuovi modi di guardare al mondo e a me stessa.»


Questo è uno dei suoi progetti


adam


29.05.2015 # 4199
Mattei e Pagnozzi, la birra e il design.

Daria La Ragione // 0 comments

Diego Dentale e il suo progetto di giornalismo musicale

diplomato ilas in pubblicità, grafica e fotografia

Un grande amore per la musica, un bel sito, la voglia di avventura e la tenacia di ci crede.

Ecco gli ingredienti di Music Coast to Coast, un progetto di Diego Dentale, neodiplomato ilas, e Paolo La Montagna nato nel 2013: un tour per fare dei reportage di cinque festival musicali tra Campania, Basilicata e Puglia. 

L'anno successivo il giro si allarga, i festival diventano otto e per il 2015 la voglia di crescere ancora è tanta e si concretizza nella scelta del crowdfunding: la piattaforma, manco a dirlo, è MusicRaiser e le possibilità di sostenere il progetto davvero tante.




Intanto, mentre decidete se aiutare Diego e Paolo a raggiungere i loro obiettivi, io vi consiglio un giro sul sito MCTC, che rende l'idea di quanto impegno

ci mettono e si vede!

In bocca al lupo



06.03.2015 # 4072
Mattei e Pagnozzi, la birra e il design.

Daria La Ragione // 0 comments

Online il nuovo sito di Giovanni Marotta

diplomato ilas nel 2014

In teoria per un genitore i figli sono tutti uguali. In teoria.
Ma chiunque abbia dei fratelli sa che la pratica differisce non poco dalla teoria.
Ecco, se per i genitori è difficile non avere preferenze, ché può voler bene a tutti i figli allo stesso modo, ma sentirsi più affine a uno piuttosto che altri, va da sé che per un docente è proprio impossibile mantenersi imparziale rispetto agli studenti: può sforzarsi, riuscendoci, di avere comportamenti equi e ispirati a una lucida obiettività, ma non vuol dire che non ci siano alcuni che fa piacere incontrare la mattina più di altri, che è bello continuare a seguire anche dopo il corso, che a volte (ma a volte no) diventano buoni amici.
Del resto è naturale: seguono un corso con passione, fanno domande intelligenti, i loro interventi arricchiscono il tuo discorso: per quale motivo al mondo uno non dovrebbe preferirli almeno un po’?!
Per questo oggi faccio coming out: Giovanni Marotta è stato uno dei miei preferiti al corso di Storia della Fotografia, e anche dopo: per tutti i motivi elencati prima e anche perché è elegante e raffinato, e ha un suo modo particolare di mettere in quello che fa le (tante) cose che sa.
Ne parlo oggi perché da pochi giorni è online il suo nuovo sito, che raccoglie le sue belle foto. E anche perché il sito è stato curato da un altro studente ilas, di cui abbiamo parlato altre volte elencandone i successi: Antonio D’Amore.
Bravi tutti e due.
Perché si sa: gli studenti sono tutti uguali, ma alcuni sono un po’ più uguali degli altri.

21.01.2015 # 4012
Mattei e Pagnozzi, la birra e il design.

Daria La Ragione // 0 comments

Sasà Tomasello direttore di Uruk

diplomato ilas in pubblicità e grafica nel 2002

Congratulazioni a Sasà Tomasello, Managing Director della neonata Uruk, agenzia che si occupa di social video advertising, ottava società del gruppo Roncaglia.
Sasà è stato uno studente ilas nel 2001/2002, ha frequentato i corsi di pubblicità e grafica, ed è stato uno di quelli che hanno saputo intuire subito le potenzialità dei social media per la comunicazione pubblicitaria.
Avevamo avuto il piacere di averlo alla ilas come docente nel corso di Social Media proprio nel periodo in cui insieme a Rudy Bandiera, uno dei big del panorama italiano, aveva lanciato la discussa campagna #unamacchinaperRudy, generando un traffico su twitter talmente importante da convincere Smart e Roncaglia a metterci la faccia.
Tempo due mesi e Sasà è diventato Managing Director di una società tutta nuova, che si chiama addirittura come una mitica città babilonese e che si presenta sul panorama italiano con un vocazione chiara e precisa: viralizzare contenuti sul web.
Congratulazioni Sasà, torna a trovarci preso!