alexa

Ilas sui social network

logo-ilas
logo-ilas logo-ilas

MENU

cercaCERCA

Benvenuti nella Job opportunity Ilas
Lo spazio di incontro fra gli studenti e il mondo del lavoro

Area riservata alle aziende In quest'area puoi selezionare i nostri studenti o inserire un annuncio di lavoro

Area riservata agli studenti Questa è l'area dedicata al placement
Puoi consultare gli annunci di lavoro e promuovere il tuo profilo e le tue attività

ILAS è una scuola di specializzazione che opera esclusivamente
nell'ambito della comunicazione visiva.

icona

La scuola

100% comunicazione visiva

icona

La scuola
Storia, struttura e organizzazione

icona

I docenti
I curricula di tutti i docenti

icona

Certificazioni
Il valore di un corso Ilas

icona

Attività
Corsi, seminari e contest

icona

Social, blog e magazine
Scopri ilas 2.0

 
icona

I corsi annuali

Elenco dei corsi Ilas divisi per tipologia

Corsi Regionali AutorizzatiGRAFICA | WEB DESIGN | FOTOGRAFIA

Corsi Annuali CompletiGRAFICA | FOTO | WEB | PUBBLICITÀ | SOCIAL

Corsi Brevi TematiciFOTO BASE | COPY | MONTAGGIO | RIPRESA VIDEO

 

Corsi di Grafica 3DMAYA | ZBRUSH | RHINO | STAMPA 3D

Corsi Annuali CoordinatiPERCORSI MULTIDISCIPLINARI

Corsi Avanzati GRAFICA | FOTOGRAFIA | PHP | MOBILE APP

icona

I corsi mensili

Cerchi un talento della comunicazione visiva?
 

Inserisci AnnuncioArea riservata alle aziende

Scegli CandidatoArea riservata alle aziende

Vai al PortfolioArea riservata alle aziende

Guarda i lavori realizzati dai nostri studenti
Oltre 9000 progetti realizzati nei corsi Ilas

ILAS - Istituto superiore di comunicazione visiva

icona

Recapiti telefonici

Italy / Napoli

tel(+39) 081 5511353
tel(+39) 081 4201345
fax(+39) 081 0070569

icona

Indirizzo

Italy / 80133 Napoli

Via Alcide De Gasperi, 45
Scala A

numero-verde

Attività didattiche // Pagina 23 di 36
13.10.2015 # 4348

Ilas Web Editor // 0 comments

22 / 10 / 2015
Lezione su Gianni Berengo Gardin

Partecipazione gratuita riservata agli studenti del corso di fotografia Ilas

Ore 11.00 - Aula 4 Ilas
Modulo extra di Critica fotografica



La sesta lezione è dedicata a 
Gianni Berengo Gardin

Gianni Berengo Gardin nasce a Santa Margherita Ligure nel 1930, e inizia a occuparsi di fotografia nel 1954, dopo aver vissuto a Roma, Venezia, Lugano e Parigi. Nel 1965 si stabilisce a Milano e inizia la sua carriera professionale dedicandosi al reportage, all’indagine sociale, alla documentazione di architettura e alla descrizione ambientale.
Le sue prime foto, da semidilettante, sono state pubblicate nel 1954 su il Mondo, diretto da Mario Pannunzio, con cui ha collaborato fino al 1965. Ha lavorato con le principali testate della stampa italiana ed estera, con il Touring Club Italiano e con l’Istituto Geografico De Agostini, ma si è principalmente dedicato alla realizzazione di libri fotografici, pubblicandone oltre 200.
Nel 1963 è stato premiato dal World Press Photo. Nel 1990 è stato invitato d’onore al "Mois de la Photo" di Parigi dove ha vinto il Premio Brassai. Nel 1995 ha vinto il Leica Oskard Barnack Award ai "Rencontres Internationales de la Photographie" di Arles. Nel 1998 ha vinto ex aequo il Premio Oscar Goldoni per il miglior fotolibro dell’anno con Zingari a Palermo.
Ha tenuto circa 200 mostre personali in Italia e all’estero, e sue immagini fanno parte delle collezioni di diversi musei e fondazioni culturali, tra cui la Calcografia Nazionale di Roma, il Museum of Modern Art di New York, la Bibliotheque Nationale, la Maison Européenne de la Photographie e la Collection photo FNAC di Parigi, il Musée de l’Elysée di Losanna.
Nel 1972 la rivista "Modern Photography" lo ha inserito tra i "32 World's Top Photographers"”.
Nel 1975 Cecil Beaton lo ha citato nel libro "The magic Image: the genius of photography from 1839 to the present day." E H. Gombrich lo ha citato come unico fotografo nel libro “The Image and the Eye” (Oxford 1982).
Italo Zannier nella "Storia della Fotografia Italiana" (Roma-Bari 1987) lo ha definito "il fotografo più ragguardevole del dopoguerra", ed è presente tra gli 80 fotografi scelti da Henri Cartier-Bresson nel 2003 per la mostra “Les choix d’Henri Cartier-Bresson”.
Nel 2006, in occasione di una sua mostra, ha tenuto un discorso alla sede del Parlamento Europeo di Bruxelles.
Nel 2008 gli è stato assegnato, negli Stati Uniti, il prestigioso “Lucie Award” alla carriera e nel 2009 gli è stata conferita dall’Università degli Studi di Milano la laurea Honoris Causa in Storia e Critica dell’Arte.




Fotografare per me è riconoscere in meno di un secondo un dettaglio della vita».
• «Cresciuto in una famiglia della ricca borghesia del Nord (“Ma ho fatto il cameriere e il bagnino in Svizzera, ho lavorato in un albergo in Francia”), con un rigore formale pari a un esemplare impegno morale, Berengo Gardin ha raccontato in mezzo secolo di carriera la gente comune, gli emarginati, il lavoro, i manicomi, la quotidianità, gli zingari. Gli altri, insomma. Ernst Gombrich lo ha citato come unico fotografo nel saggio The Image and the Eye. Nel 1975 Cecil Beaton lo ha incluso nel libro The magic image. The genius of photography from 1939 to the present day. Sempre nel 1975 Bill Brandt lo ha selezionato per la mostra Twentieth Century Landscape photographs al Victoria and Albert Museum» (Massimo Di Forti).
• «La sua lunga carriera inizia a Venezia negli Anni Cinquanta. “Allora - ricorda - facevo il giornalista aeronautico e mi servivano delle fotografie per corredare i miei pezzi”. La passione per l’immagine lo portò a frequentare un circolo fotoamatoriale - la celeberrima Gondola, da cui nacque una nidiata di grandi fotografi, come Fulvio Roiter e Mario De Biasi. “Paolo Monti, anima di quel circolo, fu un grande maestro, ma avevo anche uno zio in America, che sapendo delle mia passione mi mise in contatto con Cornell Capa. Lui mi mandò un tipo di pellicola che allora non esisteva in Italia e permetteva di fare fotografie senza flash anche di sera. Soprattutto mi spedì dei libri: capii che la fotografia non era solo bei tramonti o bei vecchietti come si pensava allora in Italia”. Così scoprì i fotografi di Life e quelli della Magnum, le esperienze di documentazione sociale come quella della Farm Administration Security con pattuglie di fotografi a raccontare la povertà e le speranze del New Deal. “Io non mi considero, a differenza di tanti giovani di oggi, un artista. Sono un artigiano o forse un giornalista che invece di usare il computer usa la macchina fotografica. Credo che il nostro dovere sia raccontare la società, se vogliamo usare un termine non di moda sono convinto che l’impegno sociale sia ancora un valore”.
• A metterlo in contatto con il mondo della carta stampata milanese fu Leo Longanesi. “Lo incontrai per caso. Io stavo mostrando in un bar di Milano alcune mie immagini ad un amico. Longanesi che era a un tavolo vicino allungò il collo e mi disse ‘Sono belle, me le porti domani al giornale che gliele compro’. Non sapevo neppure chi fosse e di quale giornale stesse parlando. Quando mi spiegarono chi era quasi non ci credevo. Il giorno dopo corsi da lui e fu così che le mie prime foto apparvero sul Borghese, che allora non era così di destra come divenne in seguito”» (Rocco Moliterni).
• «Io sono nato con il cinema in bianco e nero, con la tv in bianco e nero, ho succhiato bianco e nero per tutta la mia giovinezza, ne sono innamorato. Da un punto di vista grafico il bianco e nero è insuperabile. Ciò non toglie che ci siano fotografi capaci di usare il colore in modo straordinario. Ma il colore distrae... Quando fotografi a colori sei più attratto dalla maglia rossa del soggetto che dalla sua faccia: finisce che fotografi più il colore del soggetto. E questo, per me, è inammissibile».
• «Non uso quasi mai il flash perché fa una luce irreale, e quando non ce n’è abbastanza, preferisco rinunciare allo scatto. Non uso il cavalletto perché blocca la macchina che invece deve navigare sempre libera, cercarsi la sua traiettoria. Non uso i super grandangoli, tipo il 17 o il 15, perché deformano. Non uso i super tele perché preferisco la visione naturale delle cose e non le prestazioni dalla distanza. Non ho mai fatto foto per la pubblicità. Non faccio still life. Non mi interessano il nudo o la foto posata, o la foto artistica, anche se qualche volta ammiro le fotografie di Helmut Newton» 







12.10.2015 # 4347

Paolo Falasconi // 0 comments

Contest video: Nino Bruno e le 8 tracce

Riservato agli studenti del corso di FilmMaker 2014/2015


CONCORSO DI IDEE

VIDEO MUSICALE DI NINO BRUNO E LE 8 TRACCE

Raccontare la musica attraverso le immagini


Tu come lo vedi? 

Ilas invita gli studenti del corso di FilmMaker a creare una propria versione del video musicale di Nino Bruno e le 8 tracce. Stupiteci, dimostrateci cosa si può fare con la creatività e un qualsiasi mezzo di ripresa: vi mettiamo a disposizione una base di girato che potete scegliere di integrare oppure no, aule ilas per il montaggio che potete scegliere di usare oppure no, sala posa e attrezzature di cui potete usufruire oppure no. 

Insomma non ci sono vincoli, a parte a uno: vogliamo vedere dei mini cortometraggi che raccontino una storia ispirata dalla musica del video. 

Li vogliamo belli, interessanti, creativi


REGOLAMENTO

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

Possono partecipare al contest tutti gli studenti del corso di FilmMaker Ilas 2014/2015.

È possibile partecipare al contest in forma individuale, in coppia o in gruppi di massimo 3 persone.


TIPOLOGIA DI VIDEO

Video musicale del brano "The pain not the sin" di Nino Bruno e le 8 tracce.

Ogni studente, coppia o gruppo può partecipare presentando un video.


TEMA DEL CONTEST

Realizzare una proposta personale del videoclip musicale commissionato dal gruppo musicale Nino e le 8 tracce. Viene richiesto ai partecipanti di raccontare una storia servendosi della propria attrezzatura personale. Il video prodotto può contenere parti del video ufficiale girato nell'ambito del corso.


Gli studenti avranno a disposizione una parte di girato (effettuata come esercitazione il giorno 8 ottobre) con le immagini del gruppo NINO BRUNO E LE OTTO TRACCE che simula un live concert. 

Da questa base inizierà il lavoro degli studenti: produrre delle riprese fatte autonomamente (senza l'aiuto del docente e non durante le ore di lezione) da integrare con quelle già effettuate, creando così una propria versione del video musicale. 


Si tratta di un lavoro di concept e montaggio in cui gli studenti avranno totale libertà senza nessun tipo di vincolo stilistico o di soggetto rappresentato.


Sarà possibile concordare con la segreteria gli orari per la prenotazione di aule ilas per utilizzare le postazioni per il montaggio o la sala posa per effettuare delle riprese.


Il progetto deve essere realizzato totalmente dagli studenti senza la supervisione dei docenti. È ammessa l'assistenza del docente di montaggio Paolo Barone.


QUALI SONO LE SCADENZE DEL CONTEST E COME VANNO PRESENTATI I LAVORI?


DEADLINE E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE:

La data di invio dei lavori è fissata entro e non oltre il 30/10/2015

I video dovranno essere caricati su Wetransfer.

La consegna dei video dovrà avvenire mediante invio di mail all'indirizzo contestvideo2015@ilas.com. 

La mail dovrà contenere il link da cui è possibile scaricare il video e l'indicazione del nome del singolo partecipante, della coppia o gruppo (in tal caso vanno indicati i nomi dei componenti) e un indirizzo mail di riferimento.


COPYRIGHT

Il video prodotto dovrà utilizzare riprese originali, che dovranno essere accompagnate da liberatorie per l'utilizzo dell'immagine in caso siano presenti delle persone. Sono disponibili in segreteria il modulo e le informazioni per una corretta compilazione.

La partecipazione al contest prevede l’accettazione della cessione a titolo gratuito dei diritti di utilizzazione.


CREDITI

Ilas e gli studenti si impegnano a indicare integralmente, in ogni pubblicazione, i crediti degli autori e della scuola.


CHI VALUTERÀ I LAVORI E QUALI CRITERI SARANNO ADOTTATI NEL GIUDIZIO?

La giuria sarà composta dai responsabili della didattica, dai docenti di video del Centro Studi Ilas e dai membri del gruppo Nino e le 8 tracce.

I lavori saranno valutati in base alla creatività e alla qualità tecnica di realizzazione.


QUALE PREMIO VIENE ASSEGNATO AL VINCITORE DEL CONTEST?

Il premio al lavoro vincitore è quantificato in 500,00€ iva compresa oltre la pubblicazione del video sul canale Youtube Ilas.

Non sono previsti primi posti ex aequo.


COMUNICAZIONE DEL VINCITORE E DATA DI PREMIAZIONE

La comunicazione del vincitore/i avverrà via mail all’indirizzo indicato dai partecipanti e sarà altresì pubblicata sul sito www.ilas.com il giorno 14/11/2015.

Data di premiazione: da definirsi.






07.10.2015 # 4346

Paolo Falasconi // 0 comments

I corsi autorizzati Adobe ATC di Novembre 2015: Photoshop Level 2 - Advanced

Ogni mese due sessioni disponibili

Programmazione dei corsi ufficiali Adobe erogati da Ilas nella qualità di ATC Adobe Authorized Training Center
Docenti certificati ACI Adobe / Una postazione informatica per ogni studente / Software Adobe CC 

Adobe Authorized Training Centre


CORSI ADOBE NOVEMBRE 2015


Adobe Photoshop

Data di inizio: 3 novembre 2015
Adobe Photoshop CC Level 2
Docente: Elisabetta Buonanno - ACI Adobe Photoshop CC
Ore totali: 16
Costo totale: euro 200,00
Giorni di frequenza: martedì e venerdì
Orari di frequenza: dalle ore 09:00 alle 11:00
Attestato: Adobe level 2








06.10.2015 # 4345

Paolo Falasconi // 0 comments

Adobe InDesign CC 2015 con Andrea Spinazzola / Full immersion: 2 giorni / 16 ore

Il 24 e 31 ottobre, Start Up / Level 1


Il corso mensile ilas di Adobe InDesign Level 1 introduce una importante novità, una nuova formula per consentire a tutti di specializzarsi nell'uso del più diffuso software per la grafica editoriale: il nuovo corso full-intensive di Adobe InDesign CC. 

Il 24 e 31 ottobre, 2 lezioni da 8 ore ciascuna, guidati da uno dei massimi esperti del settore, Andrea Spinazzola, Adobe ACI e consulente per la digitalizzazione delle pubblicazioni per alcune tra le maggiori testate giornalistiche italiane e internazionali.

Obiettivo del corso è quello di apprendere le tecniche e gli strumenti necessari per produrre contenuti editoriali per la stampa.
Il corso costituisce l'approccio ideale al software Adobe di impaginazione professionale, rivolto all'editoria per la progettazione digitale e tipografica che consente di progettare cataloghi, brochure, libri e  realizzare e pubblicare prodotti editoriali digitali per il web ed i dispositivi mobili.


SCHEDA SINTETICA

Data di inizio: 24 ottobre 2015
Giorni e orari: sabato dalle 09,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 19,00
Durata: 16 ore / 2 lezioni
Aula: informatica - Un computer disponibile per ogni partecipante
Docente: Andrea Spinazzola (ACI Adobe, ACE Adobe, Adobe Guru)
Costo totale: euro 200,00 iva compresa




PROGRAMMA

A1. Introduzione al software
- 1.1 Interfaccia
- 1.2 Strumenti e pannelli
- 1.3 Personalizzare l'area di lavoro
- 1.4 Suggerimenti e scorciatoie
- 1.5 Preferenze di base

A2. Impostare il documento
- 2.1 Creare un nuovo documento
- 2.2 Formato pagina e margini
- 2.3 Le pagine affiancate
- 2.4 Le opzioni avanzate: pagina al vivo e area indicazioni
- 2.5 Guide e righelli
- 2.6 La gabbia

A3. Gestire il layout
- 3.1 Il pannello pagine
- 3.2 Pagine mastro e pagine del documento
- 3.3 Gli oggetti mastro
- 3.4 Numerazione automatica
- 3.5 Svincolare gli oggetti mastro
- 3.6 Convertire una pagina esistente in pagina mastro

A4. Disegno ed oggetti
- 4.1 Tracciati e forme
- 4.2 Gli strumenti di disegno
- 4.3 Riempimento e traccia
- 4.4 Selezionare e trasformare gli oggetti
- 4.5 Gestire gli oggetti: allineare e raggruppare
- 4.6 Importare o incollare i tracciati di Illustrator
- 4.7 Supporto del formato nativo di Illustrator
- 4.8 Effetti grafici

05. Formattare il testo
- 5.1 Importare dai software editor di testo
- 5.2 Formati supportati e loro caratteristiche
- 5.3 Formattazione base dei caratteri
- 5.4 Capilettera
- 5.5 Supporto OpenType
- 5.6 Controlli tipografici
- 5.7 Stili di paragrafo e di carattere
- 5.8 Lavorare con i blocchi di testo
- 5.9 Creare e modificare tabelle
- 5.10 Testo su tracciato
- 5.11 Controllo ortografico
- 5.12 Contorna con testo

06. Importare le immagini
- 6.1 Formati supportati e loro caratteristiche
- 6.2 Supporto formati nativi di Photoshop
- 6.3 Pannello collegamenti
- 6.4 Importare file PDF multipagina
- 6.5 Adattare l'immagine alla cornice
- 6.6 Agire sulla cornice o sul contenuto

07. Il colore
- 7.1 Campioni e tinte
- 7.2 Sfumature
- 7.3 Tinte piatte
- 7.4 Campionare un colore da oggetti e immagini
- 7.5 La gestione del colore sincronizzata

08. Output: esportazione e stampa
- 8.1 Esportare in formato PDF
- 8.2 Predefiniti di esportazione in PDF in relazione all'utilizzo
- 8.3 Esportare in formato SWF
- 8.4 Esportare per Flash e Dreamweaver
- 8.5 Stampare i documenti
- 8.6 Verifica preliminare
- 8.7 Le opzioni di stampa



IL DOCENTE: ANDREA SPINAZZOLA
Andrea Spinazzola è un libero professionista, Art director, Digital Publishing Advisor, Creative Manager, consulente per la formazione e titolare dell’agenzia di comunicazione New Media Design.

È un Adobe® Certified Expert e Adobe® Certified Instructor su Photoshop, Illustrator, InDesign e Adobe Digital Publishing Suite.

Dal 2004 lavora come consulente specializzato e come relatore per Adobe Systems Italia con il titolo di AdobeGuru. È un Adobe Community Professional (Illustrator UGI), Adobe User Group Manager, Adobe Influencer, collabora con Adobe® in veste di Beta Tester.

Da più di 20 anni si occupa di design, di illustrazione, di ritocco fotografico, di web design e di editoria.

Nel 2009 è uno dei primi in Italia ad interessarsi alla soluzione Adobe Digital Publishing Suite e da allora lavora a stretto contatto con Adobe Systems Italia come referente per i progetti di digital publishing.

Ha seguito personalmente lo start-up di molte pubblicazioni digitali e cartacee per conto di importanti gruppi editoriali ed aziende – Condé Nast: Wired Italia, GQ Italia, RCS, Cairo Editore, MSC, Adobe Systems Italia.

Scrive su riviste di settore nazionale e internazionale e partecipa come relatore ed esperto degli applicativi Adobe® ad eventi e seminari.

È autore e co-autore di numerosi video-corsi sugli applicativi Adobe®.

“Ho formato centinaia di persone ma ogni volta provo una grande soddisfazione nel divulgare le mie competenze a chiunque abbia voglia di ascoltarmi. La condivisione è come una porta, non bisogna mai temere di lasciarla aperta”.




23.09.2015 # 4317

// 0 comments

Dal 05/10/2015 Modulo Plus di Web: Wordpress

Docenti: Mara Riccio e Serena Riccio

Partono il 5 ottobre 2015, per 8 lunedì consecutivi, i moduli Plus gratuiti e facoltativi di Wordpress.

Nel corso verrà spiegato come registrare un dominio, come installare Wordpress, come impostarne gli aspetti grafici e come espanderne le possibilità grazie ai plugin, preziosissimi elementi che consentono di personalizzare al massimo il proprio sito.



Turno 13:00 - 15:00


Turno 15:00 - 17:00


Turno 17:00 - 19:00


MARA RICCIO
"Da piccola il mio gioco preferito era smontare gli oggetti, col tempo ho imparato a smontare il codice web. Laureata in ingegneria gestionale presso l'Università di Tor Vergata Roma, ho avuto sempre il pallino dell'informatica, del marketing e dei grafi di rete. Dopo anni di lavoro come consulente e formatore nel settore IT e management, nel 2012 ho fondato la mia web agency a Roma, la Cirillos, rinunciando per sempre al fine settimana!"

SERENA RICCIO
"Laureata in ingegneria edile presso l'Università La Sapienza Roma e dottorata in ingegneria civile dipartimento logista e modelli di trasporti presso il Politecnico di Bari, ho lavorato come consulente tecnico per diverse società di progettazione architettonica e facility management. Intraprendendo la libera professione, mi sono ritrovata a trasformare la passione per l'archiettura, l'urbanistica e il design, in comunicazone digitale, marketing virale e grafica web, fino a fondare nel 2012 una web agency a Roma, la Cirillos, con un gruppo di temerari eroi delle tre di notte al pc e molte tazzine di caffè per compagnia!"




10.09.2015 # 4310

Paolo Falasconi // 0 comments

I corsi autorizzati Adobe ATC di Ottobre 2015: Photoshop Start Up - Illustrator Start Up Level 1

Ogni mese due sessioni disponibili

Programmazione dei corsi ufficiali Adobe erogati da Ilas nella qualità di ATC Adobe Authorized Training Center
Docenti certificati ACI Adobe / Una postazione informatica per ogni studente / Software Adobe CC 

Adobe Authorized Training Centre


CORSI ADOBE OTTOBRE 2015


Adobe Photoshop

Data di inizio: 8 ottobre 2015
Adobe Photoshop CC Start Up - Level 1
Docente: Elisabetta Buonanno - ACI Adobe Photoshop CC
Ore totali: 16
Costo totale: euro 150,00
Giorni di frequenza: giovedì e venerdì
Orari di frequenza: dalle ore 11:00 alle 13:00
Attestato: Adobe level 1







Data di inizio: 8 ottobre 2015
Adobe Illustrator CC - Level 1
Docente: Elisabetta Buonanno - ACI Adobe Illustrator
Ore totali: 16
Costo totale: euro 150,00
Giorni di frequenza: giovedì e venerdì
Orari di frequenza: dalle ore 09:00 alle 11:00
Attestato: Adobe level 1





10.09.2015 # 4299

Ilas Web Editor // 0 comments

10 / 09 / 2015
Lezione su Nino Migliori

Partecipazione gratuita riservata agli studenti del corso di fotografia Ilas

Ore 11.00 - Aula 4 Ilas
Modulo extra di Critica fotografica



La quinta lezione è dedicata a 
Nino Migliori

Nino Migliori inizia a fotografare verso la fine degli anni Quaranta a Bologna: scopre un’Italia fatta di una nuova quotidianità che si riprende con poesia e precisione. Sono gli anni del realismo e Migliori crea alcune tra le più celebri e significative immagini di questa stagione.
In questi stessi anni, comincia anche le sue sperimentazioni: nascono i “Muri”, i lavori “off-camera”; interviene sulle lastre e sulle pellicole con graffi e incisioni (cliché-verre), usa la luce di un fiammifero per impressionare i negativi (pirogrammi), disegna sulla carta fotografica con i liquidi di fissaggio e di sviluppo (ossidazioni). Sperimenterà con la polaroid, con materiali vari, giocando anche con l’oro e con il bronzo, e inventerà installazioni sorprendenti e innovative. In un incessante lavoro di esplorazione fotografica.
Fotografare, ha affermato, significa scegliere e trasformare. 

Nei suoi lavori la materia scelta si trasforma sempre in qualcosa d’altro. 

In un brandello di memoria per i posteri, in un interrogativo per i contemporanei, in una strada nuova da percorrere, come le tante che ha percorso, e continua ancora a percorrere, nella sua ricerca. 

 Trovo utile, in tal senso, riportare una brano di una sua recente intervista.


“Nonostante la sua lunga esperienza fotografica, lei è un maestro sempre aperto alle sperimentazioni e alla fotografia digitale. Cosa si sente di dire a chi ritiene che l'uso del digitale rischia di compromettere il romanticismo e la naturalezza di un'opera?
Non mi stancherò mai di ripetere che fintanto che la luce interverrà nella formazione di una immagine, questa  sarà sempre fotografia, indipendentemente che sia fissata su una pellicola o tradotta in codice binario. Fare fotografie significa visualizzare idee, pensieri e questo sin dal 1839 cioè dalla sua invenzione. Per cui l’autore è sempre presente perché sceglie porzioni di spazio e di tempo. Come è sempre presente, quando decide di stampare in modo più o meno contrastato, quando decide di mascherare o cancellare e così via. Che lo faccia in camera oscura in modo apparentemente più artigianale o davanti allo schermo di un computer col mouse non cambia nulla. Ha ragione è solo puro romanticismo, linguisticamente non c’è differenza. E posso aggiungere che la fotografia è un’invenzione per cui necessariamente legata alla tecnologia e ai progressi della scienza. Ne è testimonianza il fatto che siamo passati dal dagherrotipo – tra l’altro pezzo unico senza negativo per cui, per certi versi, solo la polaroid avrebbe potuto essere la sua continuazione – a tutte le innovazioni che nei decenni si sono succedute e dalle quali la fotografia ha tratto vantaggio come sicuramente avverrà con le future innovazioni”. 




È la fine della guerra, quel periodo di incertezze e speranze, di necessità concrete, a spingere Nino Migliori verso la fotografia. L’approccio avviene nel segno del realismo, nel bisogno di dare concretezza evidente alla vita quotidiana, all’ambiente familiare. 

Prova a realizzare una sorta di libero e autonomo inventario visivo delle persone, dei luoghi, quasi anche degli oggetti di casa, dei gesti, delle abitudini consolidate e dei sentimenti da riscoprire. 

La gente dell’Emilia ripresa nei suoi spazi, in un lungo e appassionato reportage; le strade e le case del sud Italia (terra di appropriazione visiva per tanta fotografia del dopoguerra, tra scoperta antropologica e identitaria) dove di fronte alle abitazioni o affacciate alle finestre, le famiglie si dispongono per lui in pose tranquille e confidenziali, come farebbero di fronte all’obiettivo del ritrattista di paese o come da lì a poco – nella nordica Luzzara – avrebbero posato per Paul Strand.
 
Migliori entra nelle case e come dovrebbe fare ogni buon fotografo che si rispetti registra le cerimonie, i momenti di festa (le comunioni, i matrimoni...), guarda anche nelle botteghe dei barbieri, dentro i bar poco prima della chiusura notturna. Ma l’autore cerca anche nuovi punti di vista per trasformare le visioni della città, vuole trovare prospettive ardite e pose plastiche per essere in grado di mettere insieme una ipotesi di racconto fotografico di quella quotidianità così fragile eppure salda, tutta da riscoprire.
 
Le fotografie che noi oggi contempliamo denotano da subito una duttilità di movimento e di osservazione, una necessità di essere “accanto”, vicino, di fronte, insomma a contatto con i soggetti da fotografare. Come se la fotografia fosse lo strumento non solo per riprodurre la realtà ma per conoscerla e testimoniarla, in un connubio virtuoso tra fotografo e apparecchiatura. La sua è la stessa “distanza calda” di molta fotografia del Novecento, un calore sincero e attento che Migliori non abbandonerà mai, neanche quando muterà di registro.

 

 Il lavoro di Nino Migliori è in una sequenza ragionata di opere e di serie, seguendo un filo quasi narrativo che dal “racconto della realtà” passa alla “sperimentazione sul mezzo”, per poi indagare la coeva “sperimentazione su linguaggio”, fino alla grande produzione intorno alle “polaroid”, alle “installazioni” per soffermarsi infine sui due concetti di “materia e ricordo”, come i due poli (positivo e negativo – intercambiabili, come si vuole) in cui agisce tutta l’energia vulcanica e lavorativa di Migliori.

 

 Migliori vive nel suo tempo: ascolta, guarda, assimila, compara le esperienze che vede intorno a sé. È sempre stato attento ai nuovi mezzi di comunicazione, curioso (come lo è di tutto) delle nuove potenzialità della fotografia. 

Non si sottrae ad alcun dibattito ma anzi lo provoca, lo stuzzica, lo porta oltre, per così dire, e in questo modo sperimenta, prova, elabora, immagina. 

Tutto il suo lavoro, tutta la sua sperimentazione, avviene sempre intorno alla possibilità di realizzare incisioni e scritture con la luce: fare fotografia in tutte le sue possibili implicazioni, sicuro che ad interessarlo è più il procedimento che non il risultato finale. Fotografare, ha affermato Nino Migliori, significa scegliere e trasformare. E proprio come nel processo alchemico già evocato, la materia scelta si trasforma in qualche cosa d’altro. In un brandello di memoria per i posteri, in un interrogativo per i contemporanei. Una strada nuova da percorrere. In una strada come le tante che Migliori ha percorso, e continua a percorrere nella sua ricerca»





08.09.2015 # 4309

Ilas Web Editor // 0 comments

Dal 03 | 11 | 2015 Il corso di Grafica 3D MAYA, il software professionale per il 3D

Il software professionale per il rendering e la modellazione 3D.

Il prossimo 3 novembre 2015 parte il corso autorizzato Autodesk™ di Grafica 3D sul software professionale Maya 2015 per il rendering e la modellazione tridimensionale.


CORSO 05 / GRAFICA 3D MAYA AUTODESK

Il corso di Grafica 3D MAYA 2015 è un corso completo sulla modellazione tridimensionale e il rendering sul più potente software disponibile sul mercato professionale. Il programma didattico parte dalle basi e guida lo studente in un percorso professionalizzante rivolto a chi ha l'esigenza di acquisire approfondite conoscenze sulla grafica tridimensionale e il rendering statico. Consente inoltre di acquisire una assoluta padronanza nell'uso del software Autodesk Maya nella versione più recente. 

Il corso si rivolge a grafici, designer, architetti e appassionati della materia che, dopo una fase preliminare dedicata all'apprendimento del software, scelgono il progetto individuale da sviluppare in funzione delle specifiche esigenze professionali nei tre ambiti affrontati dal percorso formativo: architettura, industrial design, characters. Il corso affronta quindi il complesso mondo della grafica 3D attraverso un approccio graduale, reso possibile dalla divisione in moduli teorici e pratici via via più complessi e specifici.

VAI ALLA GALLERY DEI LAVORI PRODOTTI DAGLI STUDENTI NEL CORSO MAYA >


DATI DEL CORSO

Data di inizio 
3 novembre 2015

Durata
176 ore / 11 mesi

Quota di iscrizione
100,00 euro iva inclusa

Costo mensile
300,00 euro iva inclusa

Certificazione finale
Attestato ufficiale Autodesk







VISITA IL SITO TEMATICO ILAS AUTODESK MAYA



IL METODO
La struttura del corso prevede 2 incontri settimanali, tesi a sviluppare parallelamente il percorso teorico e quello tecnico-operativo. La fase iniziale del corso è dedicata alla conoscenza dell'interfaccia di Maya ed all'apprendimento pratico delle sue principali funzioni. Gli aspetti teorici della progettazione tridimensionale sono affrontati durante le lezioni laboratoriali in un percorso didattico che porterà l'allievo a risolvere tutte le problematiche connesse alla ideazione ed alla gestione di progetti grafici complessi.

La forma laboratoriale/sperimentale del corso punta a concentrare, in un percorso formativo mirato, il maggior numero di informazioni ed esperienze necessarie ad affrontare, in maniera qualificata e competente, le attività specifiche della grafica 3D.






07.09.2015 # 4308

// 0 comments

Dal 05/11/2015
Corso di Web Design HTML5 responsive + Wordpress theme customization

Docenti vari

Parte il 5 novembre 2015 la prossima sessione del corso ilas di Web Design HTML5 responsive + Wordpress theme customization


SCHEDA SINTETICA
Data di inizio: 5 novembre 2015
Giorni e orari: disponibili sessioni mattutine e pomeridiane
Durata: 176 ore / 11 mesi
Aula: informatica - Un computer disponibile per ogni partecipante

COSTI
Quota di iscrizione
Euro 100,00 iva compresa
Quota mensile di partecipazione
Euro 280,00 iva compresa




IL CORSO

Il corso ilas A03 / Web Design HTML5 responsive  garantisce agli studenti un elevato livello di professionalizzazione. È un percorso didattico totalmente operativo che parte dall'analisi dell'user interface design per arrivare allo studio approfondito dei linguaggi HTML5, Javascript, CSS e CSS3 e alla customizzazione di siti in WordPress.

Il percorso formativo è basato, fin dalla prima lezione, sull'uso costante del computer Apple iMac (una postazione di lavoro per ogni studente) e del software professionale più diffuso nel mondo del web design: Adobe® Dreamweaver®. Uno spazio è dedicato anche all'uso dei software grafici Adobe© Illustrator© e Adobe© Photoshop©. 


Il metodo ilas è stato progettato dai più qualificati esperti di informatica, web designer, grafici e web content manager sotto la supervisione dell'agenzia pubblicitaria ilas. Gli allievi acquisiscono così un know how tale da gestire in totale autonomia la progettazione e la realizzazione di un sito internet dall'elevato contenuto tecnico e creativo. Lo studente viene accompagnato per 11 mesi in un percorso di esperienza e conoscenza teorica e pratica, da un docente che lo guida alla ricerca delle più efficaci soluzioni professionali, insegnandogli a trasformare un layout in un progetto concreto. Vengono studiati approfonditamente i più moderni linguaggi e le più innovative tecniche di progettazione: HTML4.01, HTML 5, CSS, CSS3, Javascript base, interazioni con linguaggi esterni XML, PHP, Ajax.


Le competenze acquisite nell'ambito del corso di web design consentono di superare i limiti imposti ai non professionisti dall'utilizzo dei template o dei siti fai da te disponibili online. Il web designer ha infatti competenze approfondite che gli consentono di realizzare un progetto di alta qualità, completo, totalmente customizzabile e modificabile in ogni sua funzione in base alle esigenze specifiche di ogni cliente. 


Il corso A3 di Web Design è un percorso formativo altamente professionalizzante nell'ambito del quale vengono utilizzati esclusivamente software professionali, da Adobe Dreamweaver a Adobe Illustrator e Photoshop. Una garanzia che consente ai diplomati ilas di presentarsi in tutte le occasioni lavorative forti di una preparazione accurata, aggiornata e adeguata alle richieste più esigenti del mercato del lavoro.






05.08.2015 # 4359

Ilas Web Editor // 0 comments

Corso Social 2015 Sezioni SM1001 / SM1002

Pannello utilities e dispense

Corso di Social Media e Web Marketing Ilas 2015 

Sezioni: SM1001 E SM1002 
Data di inizio: ottobre 2015






05.08.2015 # 4259

Paolo Falasconi // 0 comments

I corsi autorizzati Adobe ATC di Settembre 2015: Photoshop Start Up - Photoshop Level 2

Ogni mese due sessioni disponibili

Programmazione dei corsi ufficiali Adobe erogati da Ilas nella qualità di ATC Adobe Authorized Training Center
Docenti certificati ACI Adobe / Una postazione informatica per ogni studente / Software Adobe CC 

Adobe Authorized Training Centre


CORSI ADOBE SETTEMBRE 2015


Adobe Photoshop

Data di inizio: 4 settembre 2015
Adobe Photoshop CC Start Up - Level 1
Docente: Elisabetta Buonanno - ACI Adobe Photoshop CC
Ore totali: 16
Costo totale: euro 150,00
Giorni di frequenza: mercoledì e venerdì
Orari di frequenza: dalle ore 11:00 alle 13:00
Attestato: Adobe level 1





Adobe Photoshop

Data di inizio: 4 settembre 2015
Adobe Photoshop CC - Level 2
Docente: Elisabetta Buonanno - ACI Adobe Photoshop CC
Ore totali: 16
Costo totale: euro 200,00
Giorni di frequenza: giovedì e venerdì
Orari di frequenza: dalle ore 09:00 alle 11:00
Attestato: Adobe level 2





Inside Ilas
Inside Ilas Magazine

Privacy e cookies policy